“TomboLotta”: una tombolata per combattere il tumore al seno

7 Gennaio, 2019 / Curiosità, News

Sabato 5 gennaio alle ore 17.30  presso il teatro De Rosa si è tenuta la “TomboLotta” al tumore al seno, una tombolata di beneficenza organizzata dall’Associazione Underforty. A presentare la serata la showgirl partenopea Mary D’Onofrio. Hanno arricchito questo pomeriggio di festa l’artista Tonino Faiello con la sua riffa napoletana, Gino Fastidio e il cantante brasiliano Paulino Arcanjo che ha allietato il pubblico presente in sala con le sue canzoni. Durante la tombolata sono stati consegnati oltre 100 regali raccolti grazie alla generosità degli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, negozi palestre e aziende. Tutti i proventi raccolti saranno devoluti a sostegno delle attività dell’associazione, che ha recentemente lanciato un nuovo progetto, “Percorsi di Vita”, finalizzato al supporto psicologico delle donne colpite da questo male e dei loro familiari.
Il sostegno psicologico è da considerarsi come cura nella lotta al tumore al seno, poiché studi scientifici hanno dimostrato la sua efficacia sulla qualità della vita della donna e sul suo benessere percepito.

L’associazione da anni porta avanti un lavoro costante di sensibilizzazione sulle tematiche legate alla prevenzione del tumore al seno. Grazie all’impegno del suo staff e del lavoro fin qui svolto ha consentito di sensibilizzare oltre 20.000 donne, contribuendo a diagnosticare lesioni tumorali in fase precoce e lesioni mammarie sospette che altrimenti non sarebbero state identificate tempestivamente.
Le attività dell’associazione proseguono raggiungendo in media circa 5.000 nuove donne ogni anno per la sensibilizzazione alla prevenzione del tumore al seno. Attivi su più distretti della nostra Regione e presenti anche in altre regioni come Lazio, Basilicata e Puglia.

Il tumore al seno è la neoplasia più frequente del sesso femminile, colpisce una donna su otto nel corso della vita. Tuttavia il rischio di ammalarsi aumenta sensibilmente se in famiglia ci sono uno o più casi di tumore al seno e/o all’ovaio.

Quando la malattia si sviluppa in età giovanile è di solito la donna ad accorgersi della presenza di un nodulo palpabile al seno – con conseguente diagnosi tardiva – e l’interessamento dei linfonodi ascellari. Ciò avviene per la mancanza di percorsi di prevenzione senologica dedicati alle donne al di sotto dei 45 anni. Per questo motivo, l’Associazione Underforty Women Breast Care ONLUS, è impegnata sul territorio per sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione senologica anche in giovane età, e indirizzare le pazienti di età compresa fra i 49 e 69 anni, presso i centri di screening mammografico del SSN (Sistema Sanitario Nazionale).

Il Progetto ha la Direzione Scientifica del Dr. Massimiliano D’Aiuto, Chirurgo Oncologo Senologo e ideatore del progetto Underforty.

Leave a reply