Archivi tag: Vaniy Her

Grunda: un fumetto sul tema del femminicidio

L’11 agosto Emanuela Del Zompo insieme alla criminologa Maria Gaia Pensieri, alla produttrice italo-americana Ivana Massetti, fondatrice di Women Occupy Hollywood, al regista argentino Jaun Diego Puerta Lopez, all’attore Cristian Stelluti e a Monica Soldano giornalista di Giulia (associazione per i diritti delle donne e delle giornaliste) presenta “Grunda, l’angelo dalle ali rotte° fumetto sul tema del femminicidio nell’ambito del festival “Inventa un film” che si svolge a Lenola (Latina). Parteciperà all’incontro l’Ingegner Vincenzo De Feo, Presidente Associazione Mai più Solo, che si occupa di contrasto alla contaminazione e dipendenza dalla tecnologia, terreno sul quale si innestano tutte le piaghe del nostro tempo: cyber-bullismo, disvalore dei rapporti umani sin dalla minore età, etc. Vere e proprie trappole spesso, fatali, che portano come è troppe volte accaduto all’annientamento della persona, fino al suicidio, o all’omicidio.

Il dibattito dell’11 Agosto si incentrerà sul tema della violenza e su come contrastarla. Dal ricordo di Loredana Nesci, italo-americana, poliziotto e noto avvocato per la sua trasmissione Legal Diva in onda sul canale americano ABC,  rimasta vittima di omicidio per mano del suo compagno, alle numerose violenze che le donne subiscono e che purtroppo i media italiani ci raccontano. Il femminicidio non è un fenomeno solo italiano, ma dilaga ormai in molti Paesi.

Il fumetto già presentato al festival di Venezia, Berlino e Roma, vuole essere uno strumento di formazione per gli adolescenti e per le scuole: comunicare attraverso le immagini e le avventure di Grunda, un angelo pasticcione, i segnali della violenza e prevenirli.

 “Il fumetto a mio avviso  è lo strumento più efficace per comunicare con i giovani e non solo. In una società dove si legge poco e dove i social hanno preso il sopravvento, il fumetto può veicolare un messaggio importante sotto forma ludica – sottolinea Emanuela Del Zompo, ideatrice e interprete di Grunda -. Il mio è uno strumento per arrivare alle coscienze soprattutto dei giovani senza essere troppo pesanti ed in maniera veloce. Una sorta di gioco per apprendere temi delicati e per far riflettere.  E quale  forma di apprendimento migliore delle immagini visive per sensibilizzare gli alunni delle scuole?“.

Luigi Pelazza, giornalista e conduttore televisivo, al centro commerciale “La Cartiera”

Luigi Pelazza, autore del libro “Un mondo (quasi) perfetto” e giornalista d’inchiesta noto al grande pubblico per i servizi realizzati per la trasmissione televisiva “Le Iene”, interverrà in Piazza Cartabianca – all’interno del centro commerciale “La Cartiera” di Pompei – per una chiacchierata che spazierà dal suo ruolo di giornalista per “Le Iene”, arrivando al rapporto con la radio, vista la sua presenza radiofonica su Rtl con il programma “Password”, giungendo fino all’esperienza vissuta preparando da solo un programma televisivo, “Insider”, trasmesso su Italia 1. Esperienza, quest’ultima, molto particolare visto che il programma, differentemente dai canoni classici, è stato realizzato senza l’ausilio di una équipe di professionisti a supporto. L’artista sarà ospite del centro grazie alla partnership de “La Cartiera” con Davimedia, legata al corso di Laurea in Disciplina e Arti Visive e Musicali dell’Università di Salerno.
Appuntamento, quindi, presso piazza Cartabianca giovedì 15 ottobre alle 17,30 per conoscere dal vivo Luigi Pelazza.

 

Luigi Pelazza