Archivi tag: Torre Annunziata

Il presepe tra tradizione e anelito di riscatto per il Festival 700Torre

Un focus sull’arte presepiale dall’antica tradizione alle rivisitazioni moderne che raccontano l’attualità. «La storia del presepio napoletano» è il nuovo step del Festival 3.0 «Torre Annunziata tra memoria e identità», la kermesse virtuale dedicata ai 700 anni della città oplontina e finanziata con i fondi Unesco.

Continua la lettura di Il presepe tra tradizione e anelito di riscatto per il Festival 700Torre

Regali di Natale: il concerto di fine anno del poliedrico chitarrista Francesco

Amicizia, etica e unicità dell’umanità: valori profondi che si fondono in un unico fil rouge nello straordinario concerto «Regali di Natale» di Francesco Buzzurro, tra i più apprezzati e poliedrici chitarristi e concertisti italiani.

Continua la lettura di Regali di Natale: il concerto di fine anno del poliedrico chitarrista Francesco

ANIELLO MISTO PRESENTA “DIMMI S’È AMORE- IL CONCERTO”

Sulla scia del grande successo del suo ultimo singolo “Dimmi s’è amore – Me dice que hay amor” feat. Jorge Pardo (edito da Sud in Sound) e del videoclip  diretto da Maurizio Palumbo, venerdì 13 dicembre Aniello Misto presenta al Teatro Politeama di Torre Annunziata (Napoli), alle 20.30, “DIMMI S’È AMORE – IL CONCERTO”, per la regia di Aniello Vitiello.

Continua la lettura di ANIELLO MISTO PRESENTA “DIMMI S’È AMORE- IL CONCERTO”

“Napolitaners”, proiezione con soundtrack live: ospiti Franco Ricciardi, Valerio Jovine e Emiliano Pepe a Torre Annunziata

Musica e cinema a due passi dal mare. Venerdì 19 luglio alle ore 21,30 verrà proiettato “Napolitaners”, il docufilm di Gianluca Vitiello con l’esecuzione live della soundtrack con Franco Ricciardi, Valerio Jovine, Emiliano Pepe e il dj set di Gransta Msv, al Rena Nera di Torre Annunziata (via Marconi 7, ingresso gratuito). Ad arricchire la location le anteprima di due mostre fotografiche: “È solo una palla che rotola” di Marianna Quartuccio e “WAN – We Around Naples/We are Naples” di Francesco Moggio. «Dopo aver girato tanto negli ultimi due anni – dichiara Vitiello – Napolitaners, il mio docufilm, sarà proiettato a Torre Annunziata, la città dove sono nato e cresciuto. Dopo tanto tempo volevo tornare a casa e farlo bene, sarà un bellissima festa di cinema, musica, arte, amicizia. Tra l’altro Napolitaners è un film molto torrese, oltre a me, c’è Giuseppe Ragone che con me firma la regia, e tra i protagonisti c’è Gabriella De Vita, torrese doc emigrata a Milano».

Uscito di recente in home video con la CG Entertainment, “Napolitaners” è un racconto inedito sulla città di Napoli attraverso lo sguardo di chi ci è nato e che oggi la vive dal di fuori, lontano migliaia di chilometri da casa, alla ricerca di esperienze e nuovi percorsi di vita. Un documentario, prodotto da Dna Lab, che nasce dall’amore che lega da sempre Gianluca Vitiello con la sua Napoli, lo stesso amore che lega tanti napoletani che hanno dovuto lasciare la loro città in nome del lavoro, di un sentimento o di una ricerca.

Artista e speaker di radio DeeJay, classe 1976 di Torre Annunziata, è “emigrato” a Milano da 11 anni. Ed è proprio dalla capitale lombarda inizia la narrazione che si snoda tra le vie di Berlino, New York, Ibiza, Milano e Tokyo, tra i bar i quartieri e luoghi di lavoro. Una storia d’amore intramontabile sulle proprie origini e la propria terra attraverso ritratti-interviste di ragazzi che vivono all’estero. Un omaggio alla “napoletanità” nel mondo.

Un racconto pop di 80 minuti diviso in 16 capitoli, ognuno dei quali tratta un aspetto della napoletanità e del rapporto speciale tra chi lascia la città e la città stessa. «In ogni città ho intervistato quattro-cinque persone – spiega Vitiello – dai pizzaioli e ristoratori alla fascia di intellettuali e di professionisti, ognuno con il proprio vissuto e il denominatore comune della mancanza profonda del luogo d’origine. Spero di poter tracciare così un quadro e un omaggio della napoletanità nel mondo, con storie di un amore intramontabile nei confronti di Napoli». Una Napoli che non si vede mai tranne che in due graffiti dell’artista Jorit che ritraggono due simboli della città come Maradona e San Gennaro.

Tra i protagonisti del film tra gli altri ci sono Alberto “Polo” Cretara che a New York nel quartiere di China Town ha fondato Radio Nuova York un riferimento per gli italiani che vivono nella Grande Mela, fino ai galleristi Gigiotto del Vecchio e Stefania Palumbo che hanno portato la loro Galleria d’arte Supportico Lopez dal rione Sanità al cuore di Berlino. Ad Ibiza troviamo Alessio Matrone C.E.O di Optima Italia e oggi proprietario del ristorante stellato “It”, mentre a Tokyo c’è Peppe Errichiello della pizzeria “Napoli sta’ ca”, da 11 anni in Giappone, dove ha fondato il Club Napoli Tokyo.

Ad arricchire questo viaggio intorno al mondo le musiche di Franco Ricciardi (“Femmena bugiarda”), Gnut (“Passione”), Valerio Jovine feat O’Zulu (“Napulitan”), Emiliano Pepe (“Napoletano”), Tarall & Wine alias Gnut e Dario Sansone (“L’importante è ca staje buono”), Gransta MSV (“O’ Pallone”).

__

GIANLUCA VITIELLO
Giornalista e conduttore radiofonico, blogger, musicista, docente in linguaggi urbani e culture metropolitane nella moda. Ideatore e produttore di format per lo spettacolo ed eventi. 
Tra gli ultimi la mostra fotografica ‘Deejaynellamardio Exhibition’ in collaborazione con Radio Deejay.

Premio Nettuno: il 25 luglio il galà conclusivo con protagonisti Gigi e Ross

Manca poco al Gran Galà della terza edizione del Premio Nettuno, evento prodotto dal Pastificio Marulo che si svolgerà il prossimo 25 luglio nell’incantevole scenario di Villa Tiberiade a Torre Annunziata. Presenteranno la serata – assieme a Titta Masi – Gigi e Ross .

Continua la lettura di Premio Nettuno: il 25 luglio il galà conclusivo con protagonisti Gigi e Ross

Pizza Koulibaly: il sapore intenso della vittoria!

Koulibaly piace la pizza, infatti spesso è stato paparazzato ai tavoli delle pizzerie napoletane. E al popolo napoletano piace Koulibaly, al punto tale da far girare un meme su Facebook che recita “Koulibaly santo subito“.
L’autore del miracolo allo Stadium ha ispirato il proprietario di un locale ubicato nella provincia di Napoli, precisamente a Torre Annunziata, “A’ Purtecella“.
Simone Ferrante, questo il nome del giovane imprenditore (ovviamente tifoso del Napoli), ha pensato di dedicare una pizza al difensore senegalese utilizzando per la sua farcitura ingredienti che ricordano le caratteristiche del calciatore: patè di olive nere (ingrediente che rimanda al suo incarnato), provola di Agerola (che rispetto al fior di latte oppure alla mozzarella di bufala, ha un gusto più forte, per ricordare la forza del calciatore), noci sbriciolate e scaglie di Pamigiano Reggiano (un rimando alla “croccantezza” della partita di domenica scorsa). Insomma, mangiare la pizza diventa un modo alternativo per “assaporare” la vittoria!
A’ Purtecella – Restaurant & Wine
Un vero e proprio tempio del gusto al quale si accede attraverso una piccola porta che introduce a un ambiente confortevole e dallo stile mediterraneo, stesso concept della cucina proposta.
Il menù (sia quello del ristorante che quello della pizzeria) è sempre in fieri, cambia a seconda della disponibilità degli ingredienti (dunque in base alla stagionalità) e all’estro dello chef e del pizzaiolo. E per ogni piatto o pizza in cantina c’è sempre il vino giusto da abbinare!

Gika, un locale 3 in 1: pizzeria, ristorante e lounge bar

A pochi passi dal mio ufficio c’è il ristorante – pizzeria Gika, un posto che conoscevo, ma che non ho mai preso in considerazione visto che tendo sempre a complicarmi la vita recandomi per cena, pranzo o aperitivo in posti lontanissimi dalla sede del mio lavoro oppure da casa mia. Ma, una sera di mezz’estate, dopo una lunghissima giornata di lavoro, stremata dal caldo, affamata e senza idee su cosa cucinare per cena, ho deciso di recarmi nella pizzeria più vicina per mangiare qualcosa di buono e sano. Dopo cinque minuti di macchina, arrivo da Gika, un bel locale su due piani ubicato al confine tra Torre del Greco (ove lavoro) e Torre Annunziata.

Continua la lettura di Gika, un locale 3 in 1: pizzeria, ristorante e lounge bar

I costumi Helis Brain: sensuali, ma senza strafare

Sensazionale: non c’è aggettivo più indicato per descrivere il fashion show della griffe “Helis Brain” svoltosi venerdì 16 giugno presso lo stabilimento “Nettuno Lounge Beach” di Torre Annunziata (Napoli). Annalisa Tolino, giovane stilista oplontina, nonostante si sia ispirata ai suoi tanti viaggi, in alcuni dei costumi della nuova collezione ha comunque preservato un legame col territorio campano, soprattutto nell’utilizzo di fantasie che richiamano le ceramiche vietresi.
In passerella una donna dallo stile semplice e pulito, sicura di sé, che seduce anche se indossa un comodo costume intero. L’uomo è spiritoso, ironico, amante della libertà.

Continua la lettura di I costumi Helis Brain: sensuali, ma senza strafare