Archivi tag: tempo libero

E’ già sold out il nuovo spettacolo di Vincenzo Salemme, “Napoletano? E famme na’ pzza”

E’ Vincenzo Salemme ad inaugurare il nuovo ciclo di eventi della Provincia di Avellino. Sabato 29 agosto 2020, alle ore 21, l’Anfiteatro romano di Avella (Av) ospita l’attore partenopeo in “Napoletano? E famme ‘na pizza!”, con Antonio Guerriero, Vincenzo Borrino, Mirea Flavia Stellato.

Continua la lettura di E’ già sold out il nuovo spettacolo di Vincenzo Salemme, “Napoletano? E famme na’ pzza”

GiocaItalia/GiocaSalerno: il programma completo della kermesse

Inizierà questa sera la manifestazione “GiocaItalia/GiocaSalerno” che si svolgerà in due diverse location salernitane (l’Arena del Mare e il teatro Augusteo) e a Vietri sul Mare nei giorni 30, 31 luglio, 1 e 2 agosto. Grande attesa per la prima serata: giovedì 30 luglio presso l’Arena del Mare di Salerno si esibiranno decine di artisti di fama nazionale, ed altri – appartenenti al mondo della cultura, della scienza, della politica e dello spettacolo – saliranno sul palco per essere insigniti del prestigioso premio “GiocaItalia” (arrivato alla 42esima edizione). Gran parte della serata di gala, che inizierà alle ore 20:30, sarà animata dal trio pop lirico “Appassionante“, reduce dal successo che ha riscosso nell’ambito del programma “La Repubblica delle Donne” condotto da Piero Chiambretti  e  andato in onda in prime time su Rete4, ove le tre donne hanno incantato i telespettatori interpretando brani memorabili come “La cura”, “Che bambola”, “Bella ciao”. Giorgia Villa (soprano leggero), Mara Tanchis (soprano drammatico) e Stefania Francabandiera (soprano spinto) saranno anche insignite del premio per la musica. Tra i premiati anche Giulio Rapetti Mogol, musicista e cantante che ha colonizzato i vertici delle classifiche italiane non appena ha esordito nel mondo della musica, dal 2018 presidente della SIAE. Il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone, riceverà il premio per il suo impegno nel settore turistico.  L’attrice Nunzia Schiavone, il giornalista Sandro Ravagnani – ideatore e direttore artistico della kermesse – e il cantante e ballerino Sammy Barbot introdurranno questi e numerosi altri ospiti, tra i quali: Us Music Band, Groove Explosion, Antonio Ferrara, Umberto Scipione, Danilo Florio, Ivano De Simone, Annalisa, Percussionamo, Gianmarco Gridelli, Am Bros One, Pjero, Danilo Florio. Altri premi saranno assegnati a: Claudio Gubitosi, Guglielmo Talento, Mons.  Jean Marie Gervais, Ciriaco de Mita, Fabrizio Esposito, Francesco Musto, Gennaro Cuccurullo, Elisabetta Barone, Gabriele Bojano, Vittorio Vavuso, Giovanni De Simone, Vincenzo Pagliara. Venerdì 31 luglio gli appuntamenti della kermesse si svolgeranno presso il teatro Augusteo, ove sarà allestita tra l’altro una mostra fotografica di Jerry Fezza sul Torneo Santa Teresa. Alle ore 15 inizierà il convegno dal titolo “Il Bene di Essere: medicina come nutrimento e cura. Educazione, equilibrio emozionale e corporeo: le basi della nuova medicina, cura del corpo e dell’anima” durante il quale interverrà il prof. Giulio Tarro. Seguirà alle ore 16 il convegno “Il ruolo della città di Salerno nel turismo e l’intento di valorizzare le aree fragili del Cilento e dell’Irpinia“. A partire dalle ore 17 si parlerà dell’importanza del gioco per i bambini e gli adulti. Alle ore 18 inizierà l’incontro dal titolo “Nuovi e più stretti rapporti tra giovani e anziani: il ruolo della memoria nella storia contemporanea e il senso civico dei giovani nel linguaggio dei social“. La giornata terminerà con il gran galà dello sport “Omaggio al torneo Santa Teresa” (inizio previsto per le ore 20) a cui parteciperanno alcuni atleti del Coni, numeri circensi e le squadre che hanno animato il torneo fino a oggi. Sul palco saliranno i seguenti artisti: il coro Golden Gospel Voice di Lina Marino, Gennaro De Crescenzo, Susanna Reppucci, Luca Argenti, Gina Rodia, Anna Maggi, Antonio Ferrara, Giovanni Adinolfi e Antonio Costantino.L’1 agosto prenderà il via la kermesse vietrese che prevede: l’allestimento della Mostra sulle Olimpiadi di Roma 1960, con l’esposizione dei bellissimi manifesti che vennero realizzati all’epoca per l’evento sportivo; esibizioni sportive a cura del CONI; il concerto di Danilo Florio; la proiezione del film “La grande olimpiade”. Nel pomeriggio di domenica 2 agosto si terrà il convegno “ROMAMXMLX  – Le Olimpiadi dell’Eurovisione”, mentre in serata si terranno il concerto degli “Am Bros One”, e a seguire le esibizioni di Federica Nutini, Carmine De Feo e Anna Maggi. 

“Insane Love” disponibile su Rai Cinema Channel: storia di un amore ossessivo ai tempi dei social network

Una storia d’amore ossessiva, eccessiva, al limite della follia, causata dal disagio dei giovani d’oggi che si dividono tra la vita vera e la loro proiezione sui social network, in un drammatico distacco dalla realtà. È disponibile sul portale Rai Cinema Channel il film breve “Insane Love” scritto e diretto da Eitan Pitigliani che è tornato dietro la macchina da presa dopo il successo di “Like a Butterfly” con protagonista la leggenda americana Ed Asner. Nel cast Clara Alonso, Filippo Gattuso, Miriam Dalmazio, Diego Dominguez, e l’etoile Davide Dato, primo Ballerino dell’Opera di Vienna.

Continua la lettura di “Insane Love” disponibile su Rai Cinema Channel: storia di un amore ossessivo ai tempi dei social network

Riapro….a modo mio! Dal Teatro Bolivar in TV

Il 15 giugno è la data ufficiale per l’apertura di teatri e cinema, che arriva come una sorta di imbonimento a stagione praticamente chiusa. Il Teatro Bolivar c’è, raccoglie la sfida e apre, ma a porte chiuse. Da un’idea di Romina De Luca, lunedì 15 giugno ore 21, dagli spazi del Teatro Bolivar di via Bartolomeo Caracciolo 30, andranno in onda le riprese dello spettacolo “Riapro…a modo mio!”, visibile su ItaliaMia, canale 274 del digitale terreste, a cura di Lorenza Licenziati, nell’ambito del format televisivo …In Città.
Lo spettacolo è una composizione di diversi quadri, in ognuno dei quali un artista esprime nel proprio linguaggio la volontà di esserci, di generare arte, di dare e ricevere emozioni.
«Prendere impegni per la prossima stagione preoccupa e destabilizza- spiega Romina De Luca, direttore artistico del teatro– per l’impossibilità di riuscire a prevedere l’evoluzione del virus e per le restrizioni anti-covid che il Governo ha imposto, andando ulteriormente a gravare su un settore già fortemente provato dall’emergenza epidemiologica. Portare il teatro nella scatola televisiva è un po’ come privarlo della sua funzione sociale, di aggregazione, non può essere la soluzione definitiva. Ma in questo particolare frangente è un mezzo che abbiamo a disposizione per metterci nuovamente in gioco, con la stessa passione ed emozione di prima». Così, Renato Di Meo, alla regia teatrale e nelle vesti di interprete, porterà in scena due pièce teatrali, alternandosi con Imma Russo. Parliamo di testi di antiche radici da lui riadattate alla contestualità dei tempi moderni (come il San Gennaro chiamato in causa per salvare Napoli dall’epidemia). Roberta Tondelli omaggia Enzo Avitabile cantando When I believe, E ancora il teatro di Giorgio Gori, la danza aerea di Mariagrazia Manzo, la danza contemporanea di Luisa Pellino, la canzone napoletana interpretata da Mario Cavallini e il canto lirico di Miriam Artiaco, entrambi accompagnati al pianoforte dal Maestro Andrea De Luca. Tutte le arti performative trovano uno spazio di scena e si esprimono seguendo il filo rosso della volontà di ribadire l’importanza dell’espressione artistica e la funziona catartica del teatro.

 

 

Anche LiberTaxi e il suo presidente Enrico Romano, crede nell’idea di Romina De Luca. Con LiberTaxi è possibile scaricare l’App che mette a diretto contatto l’utente con i tassisti. Si può prenotare il taxi in qualsiasi momento e avere garantite puntualità e tariffe agevolate, soprattutto per chi deve andare in teatro.

Riapro…a modo mio!
Teatro Bolivar – via Bartolomeo Caracciolo 30 – Napoli

In onda su ItaliaMia – canale 274 del digitale terrestre

Gli artisti:

Renato Di Meo, Imma Russo, Giorgio Gori, Mario Cavallini, Roberta Tondelli, Mariagrazia Manzo, Luisa Pellino, Miriam Artiaco e Andrea De Luca.

La Film Commission Regione Campania in campo per far ripartire il cinema

Parola d’ordine: Campania sicura. Per rilanciare, in questa delicata fase il turismo, per dare sostegno alle famiglie, per accogliere di nuovo i turisti e per riportare la gente a teatro e al cinema ma anche per far ripartire il comparto delle produzioni audiovisive.

Se da un lato la Regione Campania annuncia un piano concreto di interventi per i lavoratori dello spettacolo dall’altro l’allarme della categoria è forte, lamentando carenza di tutele e sussidi economici. Si teme di veder disperdere un know how acquisito con fatica e un fervore che negli ultimi anni è diventato vigoroso. Grande è l’impegno della Film Commission Regione Campania per far ripartire l’economia dello spettacolo, come ha annunciato il direttore Maurizio Gemma, intervenuto su piattaforma streaming in video conferenza durante il laboratorio di Produzioni Audiovisive Teatrali e Cinematografiche dell’Università Orientale, diretto dal docente, filmaker e direttore dell’associazione culturale Ved Francesco Giordano. Riguardo la crisi che attraversano tutti i comparti produttivi Maurizio Gemma annuncia di essere al lavoro con l’APA, associazione produttori audiovisivi, per lo studio dei protocolli di sicurezza per far ripartire presto i set e le produzioni, molte delle quali interrotte.

La legge Cinema del 2016 è un buon punto di partenza per tutelare l’audiovidivo made in Italy e quello made in Campania, sempre più florido. Il legame tra sviluppo del comparto audiovisivo e promozione turustica dei territori è evidente e va promosso anche con la tax credit”, sostiene Gemma, che sottolinea anche come  la Regione ha annunciato che le leggi regionali per il cinema saranno rifinanziate e rese triennali. Un traguardo raggiunto a fatica dalla Film Commission Regione Campainia. Già negli anni scorsi la Regione Campania ha potuto, tramite il programma triennale e il Piano Operativo annuale, stanziare risorse per interventi in favore della produzione, dell’esercizio e della promozione cinematografica, che hanno permesso anche l’aggiornamento professionale, l’attività delle associazioni di cultura cinematografica, la formazione e l’alfabetizzazione del pubblico, specie di quello giovane atttaverso azioni innovative anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche e universitarie.

Un supporto importante al settore è anche il progetto sulla digitalizzazione e la creazione di una piattaforma digitale unica per la Campania. Maurizio Gemma, sollecitato dal produttore, fondatore della Sly Production e Duel Cinema Silvestro Marino, intervenuto all’incontro streaming, ha focalizzato l’attenzione sulle sale cinematografiche  da tutelare, non solo per la loro funzione emotiva, magica, immersiva, ma perché presidi sociali, baluardo e punto fermo della collettività. “Le piattaforme digitali arrivano dove non arriva la sala, che non può sparire e la Regione” – spiega Maurizio Gemma – immagina un sostegno concreto per alleggerire i costi di gestione, compresi quelli del personale, adattando la legge regionale 2020 per il settore alle esigenze emergenziali legate al covid delle imprese dello spettacolo”. Un supporto importante al settore è anche il progetto annunciato sulla digitalizzazione e la creazione di una piattaforma digitale unica per la Campania

Lo sceneggiatore e video editor Italo Scialdone dal suo osservatorio francese incontra a distanza gli studenti dell’Orientale di Napoli

Italo Scialdone ritorna all’Univesità Orientale di Napoli, questa volta non nel ruolo di studente, ma salendo in cattedra, seppur virtualmente, dopo l’esperienza di due anni fa che già lo vide protagonista di uno degli incontri-lezione voluti e organizzati dal docente, regista, videomaker Francesco Giordano, nell’ambito del nuovo ciclo del Laboratorio di Produzioni Audiovisive Teatrali e Cinematografiche, entrato ormai nel vivo in modalità e-learning con importanti risultati in termini di feedback degli allievi, ancora più forte in forma di seminario come nell’ultimo incontro.

Continua la lettura di Lo sceneggiatore e video editor Italo Scialdone dal suo osservatorio francese incontra a distanza gli studenti dell’Orientale di Napoli

“Tramonti di cartone” dialogo con gli autori

Giovedì 14 maggio, alle 21, in diretta Facebook sulla pagina della casa editrice GM Press, si terrà la presentazione di “Tramonti di cartone”, originale miscellanea di prose, poesie, illustrazioni e fotografie. L’incontro, introdotto dal Prof. Francesco De Cristofaro, docente presso l’Università di Napoli “Federico II”, vedrà protagonisti gli autori, moderati dalla Prof.ssa Rossella Capuano e vuole essere occasione di scambio e di confronto con gli spettatori, che potranno intervenire e soddisfare ogni loro curiosità sul testo e la sua genesi.

 Ma cos’è Tramonti di cartone?

Tramonti di cartone è un progetto condiviso in cui i tre autori, Marcello Affuso, Valentina Bonavolontà, Giulia Verruti, l’illustratrice Federica Crispo e la fotografa Erica Bardi, scelgono di abbandonare la zona di comfort che permette di celare se stessi nel chiaroscuro delle proprie fragilità, come se la vera essenza di sé fosse qualcosa di cui vergognarsi e si mettono a nudo, parlando di amori vecchi e nuovi, amicizia, perdita, ricordo, incontri, dolore, speranze. Un lavoro corale in cui ciascuno fa la sua parte.

Infatti il ricavato delle vendite verrà interamente devoluto alla Onlus I Care, associazione che ogni giorno lotta per portare in Africa acqua, istruzione e formazione ad un popolo duramente provato dalla fame, dalla miseria, dalla siccità, dalla guerra e da gravi emergenze sanitarie.

Tramonti di cartone è un viaggio, un duplice percorso di parole e immagini (66 sono i contributi totali) attraverso cui il lettore si potrà immergere in una profonda riflessione su se stesso, per riportare in superficie quella sensazione sopita, quell’emozione dimenticata, quel ricordo respinto a fatica sotto un cumulo di nuove esperienze.

Da un incipit nostalgico, con tinte cupe e amare si arriva, scavando a fondo nel proprio io, a un messaggio di speranza e di fiducia verso un futuro ricco di nuovi incontri e di nuovi inizi. Il tramonto diventa dunque apertura verso prospettive ignote ed “estremamente affascinanti nel loro essere potenziali”, un preludio a una notte che porta consiglio e che lascia spazio a un inaspettato, tangibile stupore.

Da “un labirinto di periodi ipotetici” si giunge a una “luce straordinaria prima che sorga il sole”, a una madre terra che genera fiori nonostante l’arsura, a uno scambio di sguardi che si tinge di azzurro.

Il tramonto indica, metaforicamente, qualcosa che volge al termine, che si dilegua e che, declinando, svanisce sotto la linea dell’orizzonte. Nell’istante che precede la scomparsa della luce un sentimento di malinconia ci assale, come se fosse l’ultima occasione per afferrare “un’effimera illusione”.

Del tempo passato insieme amo la forza del vento, che mi ha indolenzito le ossa, sciolto il pianto, navigando nei miei dubbi. Questo essere luce e fango, lo strabordare di incertezze, un fitto precipitare nella felicità. La gioia non riesce a spiegare mai le sue ragioni.

Il libro, dato il grande riscontro di pubblico e di critica ottenuto, è andato in ristampa e può essere acquistato su tutti i maggiori portali, sul sito dell’editore ad un prezzo speciale, oppure in libreria.

Aperte le iscrizioni di NaNo Film Festival

Durante le riprese del documentario “Cafè – Storia di una ribalta napoletana”, il regista Vincenzo Lamagna ha incontrato Lello Serao, gestore del TAN (Teatro Area Nord). L’incontro, avvenuto principalmente per programmare le riprese del documentario, ha portato a qualcosa di nuovo e inaspettato. Da qui, infatti, è nata l’idea di creare un Festival dedicato ai cortometraggi. Il nome NaNo Film Festival richiama il TAN ed è l’acronimo, appunto, di Napoli Nord.

Le iscrizioni saranno aperte dal giorno 01/02/2020 al 25/05/2020. Sono ammessi cortometraggi di durata massima di 20 minuti, realizzati a partire da gennaio 2017, appartenenti a una delle seguenti categorie:

Corto Drama

Corto Comedy

Corto Documentary

Corto Animation (animazione per almeno il 70% della durata totale)

Corto Campano (l’autore dev’essere nato in Campania e/o il corto dev’essere stato girato in Campania)

 

È possibile iscriversi attraverso diverse piattaforme:

FestHome

FilmFreeway

Mail + PayPal = info specifiche su NANOFESTIVAL

La quota d’iscrizione è così stabilita:

€ 2.00 FESTHOME SPECIAL entro il giorno 09/02/2020

€ 3.00 entro il giorno 28/02/2020

€ 5.00 entro il giorno 15/04/2020

€ 10.00 entro il giorno 25/05/2020

 

La notifica della selezione avverrà il 01 Giugno 2020 e la serata di premiazione si terrà il giorno 5 Giugno 2020 presso il TAN – Teatro Area Nord (Via Nuova Dietro la Vigna, 20 – Napoli). Per ogni categoria, verrà premiato il Miglior Corto con una targa. Tra i cinque vincitori verrà scelto il Miglior Film che, oltre alla targa, riceverà un premio in denaro.

La Giuria è costituita da Pupille&Papille, il Cineforum del TAN.

 

NaNo Film Festival

Facebook

Instagram

nanofilmfestival@gmail.com