Archivi tag: storia

“Il Graal tra Storia, Mito e Psicologia”, convegno al Maschio Angioino

Al Maschio Angioino sono state scoperte evidenze che portano alla misteriosa coppa del Graal. Cos’è questa coppa, cosa rappresenta e dove può trovarsi?

Se ne discuterà sabato 29 giugno dalle ore 10 nell’Antisala dei Baroni al Maschio Angioino durante il convegno “Il Graal tra Storia, Mito e Psicologia”, durante il quale interverranno Clementina Gily dell’Università Federico II di Napoli, il giornalista del Mattino Vittorio del Tufo, lo  psichiatra Adolfo Ferraro e i ricercatori dell’Associazione IVI Itinerari Video Interattivi che hanno scoperto il fenomeno del “Libro di luce” nella Sala dei Baroni, ossia lo studioso di simbologia Salvatore Forte, il regista Francesco Afro de Falco e l’attrice Annalisa Direttore che durante l’incontro proporrà brani scelti della tradizione poetica aragonese.

L’appuntamento si inserisce nel calendario degli eventi della mostra “Santo Graal: storia, mito e leggenda”, grazie al quale si potrà ammirare dal vivo fino al 30 giugno la copia del Graal conservato dal 1437 nella Sala Capitolare della Cattedrale di Valencia, accompagnata da filmati e da cartelloni esplicativi della sua storia e del mito nei secoli, e dall’esposizione di abiti ed armature in quel Maschio Angioino in cui in passato ricercatori hanno trovato tracce inequivocabili del Sacro Graal.

La mostra verrà chiusa domenica 30 giugno con le “Rievocazioni storiche aragonesi” a partire dalle ore 11: una celebrazione in costume con spettacoli a cura delle associazioni “Compagnia d’arme La Rosa e La Spada” e “Rievocatori d’epoca”. Entrambe ridaranno luce alla vita di armi e di corte al tempo di Alfonso I di Aragona.

Dopo circa 600 anni, per la prima volta il “Libro di luce” si rivela al pubblico al Maschio Angioino

Al solstizio d’Estate il sole entra dal finestrone più grande, dal lato del cortile a ovest, nella sala dei Baroni di Castel Nuovo. Il raggio solare compie sulla parete opposta un arco di cerchio: man mano la luce si trasforma in un quadrato e poi in quella che sembra essere la sagoma di un “libro aperto“, forse il libro della conoscenza, un’immagine più volte riproposta nel castello. E’ il 21 di giugno del 2016, ore 17:30, quando l’Associazione I.V.I. (Itinerari Video Interattivi) con Salvatore Forte, Francesco Afro de Falco e Annalisa Direttore fa notare che tale fenomeno viene riprodotto anche in alcune opere, quadri e monete del passato, come nel dipinto in cui è raffigurato proprio Alfonso V D’Aragona. Da qui si approfondiscono le ricerche e gli studi iniziati un anno prima.

Continua la lettura di Dopo circa 600 anni, per la prima volta il “Libro di luce” si rivela al pubblico al Maschio Angioino

Ti presento Pompei

La storica inglese Mary Beard conduce lo spettatore di History tra le strade, le ville, le case di uno dei luoghi più affascinanti al mondo, Pompei. Nello speciale BBC Ti presento Pompei, cooprodotto con la Soprintendenza Pompei, in onda lunedì 30 maggio alle 21.00 sul canale 407 di Sky, la Beard, docente all’università di Cambridge, ricostruisce la storia della città campana e la vita dei suoi abitanti, utilizzando tecnologie all’avanguardia e provando a svelare ciò che ancora si nasconde sotto terra.

Continua la lettura di Ti presento Pompei

Louis Vuitton presenta la Mostra «Volez, Voguez, Voyagez – Louis Vuitton» presso il Grand Palais

Sotto la direzione di Olivier Saillard, la mostra «Volez, Voguez, Voyagez – Louis Vuitton» che sarà allestita al Grand Palais di Parigi ripercorre la storia della Maison Louis Vuitton dal 1854 al presente attraverso i ritratti dei suoi fondatori ma anche di coloro che oggi inventano il Louis Vuitton del domani.

La Maison Louis Vuitton è sempre stata un’avanguardista nelle sue creazioni. Se oggi, dopo più di un secolo dalla sua fondazione, la Maison è leader mondiale indiscusso nel settore del lusso e della moda è grazie alla valorizzazione del nostro patrimonio e alla nostra sensibilità nell’anticipare le tendenze. Per questa mostra, Olivier Saillard si è immerso negli archivi della Maison per scoprirne tutti i segreti. La sua è una nuova visione del nostro passato, presente e futuro.” dice Michael Burke, CEO di Louis Vuitton.

Il Grand Palais è stato costruito nel 1900 per una delle più spettacolari Esposizioni Universali, quella di Parigi, che accolse 48 milioni di visitatori. All’alba di un nuovo secolo, George Vuitton era responsabile della sezione “Articles de voyage et maroquinerie”. Lo stand Louis Vuitton, con la sorprendente forma di un carosello, presentava le valigie e le borse più eleganti ed esclusive della Maison.
La mostra sarà visitabile dal dal 4 dicembre 2015 al 21 febbraio 2016.
I biglietti sono disponibili al seguente link:
http://www.grandpalais.fr/en/event/volez-voguez-voyagez-louis-vuitton

Archeo Video Festival

Dal 15 al 18 ottobre il MavMuseo Archeologico Virtuale di Ercolano ospiterà la kermesse “Archeo Video Festival”, rassegna internazionale di film e documentari sull’archeologia, l’arte antica e le nuove tecnologie di simulazione digitale che renderà protagonisti i suoi visitatori anche attraverso escursioni e attività collaterali, come le rievocazioni storiche. Un programma fitto e ricco di anteprime che affascinerà sia i grandi che i più piccini, un progetto della Pro Loco Hercvlanevm con la direzione artistica di Antonio Borriello ed il supporto del Mav guidato da Ciro Cacciola.

TANTE ANTEPRIME. Si partirà forte giovedì 15 alle 10,30 con una anteprima mondiale, “Nefertina sul Nilo”. Verranno proiettate due delle 52 puntate di 11’ della serie tv per l’età prescolare realizzata dalla Graphilm di Maurizio Forestieri, coprodotta da Rai Fiction e dai francesi Cyber Group Studios. A seguire una preview nazionale con “Le grand cirque Calder” di Jean Painlevé (Francia, colore, 1955, 43’) e estratti da “Little Circus”, di Carlos Villardebo (Francia, colore, 1964, 45’). In entrambe le opere, restaurate e rimasterizzate, vengono immortalate le ricostruzioni-giocattolo dell’universo circense realizzate e animate da Alexander Calder in magiche performances artigiane d’una stop motion in diretta. Il pomeriggio è dedicato alle scuole grazie alla sezione “arCtoons”, archeologia animata e animazione archeologica, in collaborazione con Animav a cura del giornalista e critico cinematografico Mario Serenellini. Alle 16, ancora una anteprima italiana, “I mondi immaginari di Winsor Mc Cay” ovvero il campionario completo dei cortometraggi animati del grande disegnatore americano (Usa, colore e BN, 1912-1921, 86’). Conclude la prima giornata alle 19 il documentario “Life and death in Pompei and Herculaneum” (BBC/GB 2013 89’ – Inglese con sottotitoli). Grazie al supporto dell’archeologo Alain Genot, durante l’intera durata del festival sarà visibile il video inedito del Museo Francese di Arlès (Musée Arlesantique) dedicato all’operazione Arles Rhône 3, il ritrovamento di una chiatta romana sul fondo del fiume Rodano (Fra sott. Eng 20’).

SERGIO LEONE E APPOLINE PROJECT. La mattina di venerdì 16 (dalle ore 10), sarà interamente dedicata ai documentari: “Ercolano, Villa dei Papiri” (Rai Scuola 10’), “Ercolano, passaggio a nord ovest” (Rai 12’), “I Papiri di Ercolano ai raggi X” (Rai Storia, 16’). Alle 16,30 spazio all’incontro Apolline Project, progetto di recupero della Villa Augustea presso Somma Vesuviana e degli scavi di Pollena, nel quale interverranno alcuni responsabili che presenteranno in esclusiva diversi elaborati video condividendo le ultime scoperte. Grande attesa alle 18 con un classico di Sergio LeoneIl Colosso di Rodi” (Ita 1961, 136’).

RIEVOCAZIONI STORICHE. Anche la mattina di sabato 17 (dalle ore 10), saranno protagonisti i documentari: “Herculaneum – Diari del buio e della luce”, di Marcellino De Baggis (Ita sott. Eng, 50’) con il supporto di HCP e l’intervento di Christian Biggi; “Romolo e Remo” di Sergio Corbucci con Steve Reeves e Gordon Scott e sceneggiato anche da Sergio Leone (1961 Eng, 108’). Nell’auditorium, in occasione del gemellaggio tra la città di Ercolano e la città Cinese di Xi’An, verrà proiettato alle 11,30 un elaborato video che illustra l’esercito di Terracotta (Ita sott. Eng, 50’). Nel pomeriggio dalle 16,30 si discuterà de “L’antico al cinema“, alle origini di un genere cinematografico di successo a cura di Pasquale Iaccio, Professore di cinema all’ università Federico II di Napoli, e Mauro Menichetti. A seguire, l’attesa rievocazione storica con una breve esibizione del gruppo “Legio 1 Adiutrix” di Pompei e del “Gruppo Storico Oplonti”. Durante tutto il giorno saranno organizzate visite guidate presso l’area archeologica di Ercolano.

IL CIBO NELL’ANTICA ROMA. Focus sul cibo domenica 18 (ore 10,30) con la discussione “Il gusto del ’79 D.C.”. Rivivranno i pani ed i cibi dell’antica Pompei grazie all’intervento dello Chef stellato Paolo Gramaglia che illustrerà quali erano le pietanze dell’epoca con assaggio del pane preparato con il metodo dell’epoca. Verrà proiettato inoltre “Pompei, cosa mangiavano nell’antica Roma”.

IL DIRETTORE ARTISTICO. «Film e documentari – spiega il direttore artistico, Antonio Borriellosono il mezzo ideale per raccontare le storie della ricerca e della valorizzazione archeologica: le sfide, i problemi e le emozioni di chi quotidianamente lavora in questo ambito. L’obiettivo dell’evento è valutare le potenzialità comunicative della documentaristica archeologica che viene sviluppata attraverso l’ideazione, la costruzione e la realizzazione di elaborati pensati non solo come progetti didattici, ma anche come strumenti d’infotainment. Una carrellata di pellicole cinematografiche del genere storico/mitologico, offrirà un panorama variegato atto a soddisfare un pubblico “di nicchia” e allo stesso tempo un’audience più generalista. Siamo felici di poter ospitare un evento del genere a due passi degli scavi archeologici di Ercolano, quasi una kermesse obbligata, è come se a Parigi non dedicassero cineforum a Godard e Truffaut».

LA PRO LOCO. «Siamo entusiasti di riprendere questo filone culturale con la nostra rassegna cinematografica che offre un’immagine dinamica e completa dell’archeologia – dichiara il presidente della Pro Loco di Ercolano, Gianluigi NovielloL’auspicio che ho è che la manifestazione possa diventare un appuntamento fisso nel panorama di eventi culturali cittadini, anche in considerazione della candidatura di Ercolano a Capitale Italiana della Cutura 2016».

IL DIRETTORE DEL MUSEO. «Il primo festival di cinema e archeologia, organizzato dalla Pro Loco di Ercolano rappresenta un’occasione straordinaria per consolidare sempre di più il ruolo di Ercolano capitale dell’archeologia. Per tre giorni  il MAV – così Ciro Cacciola, direttore generale fondazione Cives – ospiterà un ricco programma con una anteprima, arCtoons, a cura di ANIMAV6 dedicata all’animazione archeologica. Giovani, studenti e appassionati di archeologia saranno i protagonisti di un week end dedicato al cinema e all’archeologia, con visite speciali agli scavi e al MAV».