Archivi tag: ScarlattinJazz

Sala gremita e applausi: con “ScarlattinJazz” si chiude il ciclo dei Concerti d’Autunno della Nuova Scarlatti

Un tutto esaurito per l’ultimo dei Concerti d’Autunno della Nuova Orchestra Scarlatti: nella sera dell’Immacolata, una platea estasiata ha riempito il Museo Diocesano di Largo Donnaregina (Napoli) per assaporare le note di ScarlattinJazz, lo spettacolo che porta la firma del pianista Bruno Persico.

Con lui, l’orchestra napoletana si è esibita in quello che non è stato il solito crossover tra due generi che sembrano solo apparentemente distanti, ma una vera e propria nuova proposta di reinvenzioni musicali. Un viaggio in cui la Sonata per pianoforte in do minore di Beethoven rivela tutto il suo potenziale swing mentre Take the A-Train di Duke Ellington viene eseguita dall’orchestra al completo.

Il Ciclo dei Concerti d’Autunno 2017 si è concluso con un lungo applauso, coronando un percorso di cinque performance che hanno registrato una calorosa presenza e un alto indice di gradimento del pubblico. La Nuova Orchestra Scarlatti con questi cinque appuntamenti ha vinto la sua personale sfida, dimostrando come si possa offrire una musica di qualità senza tralasciare il grande talento dei giovani, come dimostrano alcuni dei giovanissimi musicisti che si sono avvicendati tra strumenti e microfono (come la violoncellista Raffaella Cardaropoli, il violinista Erik Buchberger e la soprano Naomi Rivieccio) e alla direzione (si vedano Beatrice Venezi che ha aperto la rassegna, o Marco Attura che ha diretto la Nuova Scarlatti nel secondo appuntamento). Il risultato? Una musica classica che vuole uscire dagli schemi precostituiti e che ha permesso a sé stessa di lasciarsi contaminare in più occasioni (prima di ScarlattinJazz ci sono state la Giaguara Suite di Federico Odling con Lalla Esposito nel ruolo di cantattrice e le Leggende di Napoli narrate da Beatrice Baino).

Il prossimo appuntamento con la Nuova Orchestra Scarlatti è fissato per il primo gennaio. Dopo i successi delle passate edizioni difatti torna l’appuntamento del Concerto di Capodanno, giunto alla sua ventitreesima edizione, dal titolo ‘Napoli, Vienna, Parigi’ (lunedì 1 gennaio, ore 19.30, presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, Viale Kennedy, 54). Dirigerà l’orchestra Gianna Fratta.

Da Beethoven a Duke Ellington: Bruno Persico dirige la Nuova Scarlatti in “ScarlattinJazz”

Dalla classica al jazz, dalle sonate di Domenico Scarlatti e Ludwig van Beethoven a Duke Ellington. Con ScarlattinJazz la Nuova Orchestra Scarlatti chiude il ciclo dei “Concerti d’Autunno 2017”, cinque appuntamenti partiti il 20 ottobre e che hanno fatto registrare un notevole gradimento del pubblico.

L’appuntamento dell’Immacolata, più che essere il solito crossover tra classico e jazz, è una serie di proposte musicali di Bruno Persico – versatile pianista, e direttore della Nuova Scarlatti in questo concerto – assimilabili a reinvenzioni, delle traversate sonore tra sponde apparentemente lontane in “un intrigante gioco di metamorfosi e fusione degli stilI” come lo stesso Persico ama definirlo.

Si andrà quindi dalle rivisitazioni di alcuni brani di classica come la Sarabanda di Handel o l’Arietta dalla Sonata per pianoforte in do minore di Beethoven (con il suo incredibile swing ante litteram) alla West Side Story di Leonard Bernstein e le atmosfere di Duke Ellington, vero pioniere del jazz.

Per l’occasione, la Nuova Orchestra Scarlatti torna a suonare (dalle 20:30 dell’8 dicembre) in una delle sue storiche “case”: il Museo Diocesano di Napoli. Si tratta dell’ultimo appuntamento prima dell’atteso e ormai consueto concerto di Capodanno (ormai giunto alla ventitreesima edizione) quando l’orchestra si esibirà al Teatro Mediterraneo sotto la direzione di Gianna Fratta in “Napoli, Vienna, Parigi”.

I biglietti del costo di € 14,00 sono acquistabili on-line su www.azzurroservice.net, presso i punti di vendita abituali o presso la sede del concerto da un’ora prima dell’inizio. Come per tutto il ciclo di Concerti d’Autunno, anche in questa data studenti e lavoratori dell’Università Federico II di Napoli hanno accesso ad agevolazioni in funzione dell’accordo tra ateneo e Nuova Scarlatti.

Bruno Persico

Pianista, compositore, didatta, da sempre alla ricerca – secondo le sue stesse parole – di una personale “sintesi fra la solidità dell’architettura formale tipica della musica classica e la spontaneità dell’improvvisazione della musica jazz”, Bruno Persico si è esibito per prestigiose istituzioni italiane e europee, dal San Carlo di Napoli al londinese St. Martin-in-the-Fields. Ha collaborato con artisti del calibro di Paul Jeffrey, Mimmo Cafiero, Ettore Fioravanti, Dario Deidda e Claudio Baglioni.