Archivi tag: premio

Gran Gala del Premio al Merito per l’Arte della Danza con le stelle Anbeta Toromani e Alessandro Macario

Tutti di comune accordo hanno deciso di andare in scena senza ricevere alcun compenso. Il desiderio di tornare a danzare su un palcoscenico è stato più forte di ogni cosa perché l’arte non ha prezzo. L’amore per la settima arte ha riunito le stelle della danza nel Gran Gala del Premio al Merito per l’Arte della Danza, in programma mercoledì 29 luglio alle 21.30 all’Arena del Mare di Salerno con la direzione artistica di Luigi Ferrone e Corona Paone.

Sotto le stelle trenta professionisti presentano uno spettacolo di balletto in cui la danza si racconta attraverso una fusione di stili, spaziando dal repertorio classico al neoclassico per regalare al pubblico in platea un momento di sogno. Un’esibizione variegata e coinvolgente in cui artisti di oggi e di domani condividono la scena in un’escalation di emozioni di musica e passi.

Ospiti d’eccezione due figure di spicco del panorama coreutico italiano ed internazionale: Alessandro Macario, primo ballerino ospite del Teatro San Carlo di Napoli, e Anbeta Toromani, prima ballerina dell’Opera di Tirana. La coppia, sulla scena e nella vita, regalerà più momenti danzati, spulciando tra i tanti pas de deux interpretati insieme negli ultimi dieci anni di carriera condivisa. Tra le stelle della danza anche Christian Fagetti, una connaturata capacità di metamorfosi gli consente di interpretare più ruoli, carisma e tecnica misti ad umiltà sono la somma algebrica di questo straordinario artista, e Marta Gerani, più volte sua compagna sul palcoscenico. Statuaria, elegante, perfezionista, sublime è il suo modo di raccontare sulle punte una storia senza che il più pubblico percepisca la sofferenza dell’esercizio.

A raccontare la magia della danza sarà anche un nutrito cast di primi ballerini e solisti dei teatri italiani: Giuseppe Aquila, Luca Carannante, Daniele Di Donato, Angelo Egarese, Sara Gison, Luisa Ieluzzi, Danilo Notaro, Tommaso Palladino, Emanuele Torre, Pietro Valente e Luisa Vallozzi.

Impegnati in coreografie sulle punte e a piedi scalzi il corpo di ballo di danzatori più giovani formato da: Giulia Albano, Diana Anna Baldino, Francesca Brandi, Alessandra Buono, Eleonora Del Piano, Flavio De Vergas, Salvatore Esposito, Rita Ferrone, Elena Lanzaro, Salvatore David Marigliano, Annunziata Pacilio, Imma Scarpati, Emanuela Scimia, Lorenzo Stingone e Pia Tafuri.

Tra gli ospiti in prima fila siederà anche l’etoile Giuseppe Picone, autore della coreografia “Le quattro stagioni di Vivaldi” interpretata dalla coppia di solisti del San Carlo Ieluzzi e Notaro.

Durante la serata gli attori Giovanni Esposito ed Ernesto Lama entreranno più volte in scena per presentare ma anche accompagnare le esibizioni con le loro letture. Fra queste le poesie di Lolita d’Arienzo che ha voluto omaggiare la serata con i suoi versi scritti con un battito di ciglia.

L’appuntamento è anche l’occasione per rimarcare lo stop (causa Covid) di Tuttinscena, la XX edizione del Premio dedicato ai talenti della Campania originariamente programmato a marzo al Teatro Verdi di Salerno con la partecipazione di ospiti internazionali e rimandato a data da destinarsi.

 

INFO UTILI Lo spettacolo, realizzato L’ingresso è ad invito con obbligo di prenotazione on line su Vivaticket (costo 1 euro). Per informazioni: 393 43 06 117.con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Salerno, avrà inizio alle 21.30.

 

Claudia Gerini e Massimiliano Gallo premiati alla presentazione del Gala Cinema e Fiction in Campania XI Edizione

Grande successo per la presentazione romana della XI edizione del Galà del Cinema e della Fiction in Campania, svoltasi questa mattina a Roma presso la prestigiosa sede UNIPEGASO nei pressi di Piazza Navona. Relatori: l’ideatrice produttrice della kermesse, Valeria Della Rocca, Managing Director di “Solaria Service Event Organizer” e Marco Spagnoli, Direttore Artistico.

Il Galà del Cinema e della Fiction”, ha detto Valeria Della Rocca, “nasce undici anni fa grazie all’esigenza verificatasi sul territorio napoletano, di visitare i luoghi di maggior impatto dove sono stati girati film importanti; basti pensare a “Il postino” di Massimo Troisi, che da sempre ha suscitato ammirazione e curiosità tra gli spettatori napoletani e non. Il Galà inteso come polo di attenzione sul territorio campano, è stato inizialmente una grande sfida, divenuta poi realtà grazie all’impegno e alla fiducia di attori, registi, giornalisti. Un evento nato a carattere territoriale che si è poi fatto conoscere anche a livello nazionale, riscontrando sempre un maggior seguito”

Marco Spagnoli dal canto suo si è così espresso: “In Campania, in quest’ultimo anno, la produzione dell’audiovisivo è aumentata in maniera significativa sia per il numero di opere realizzate che sul piano qualitativo come si evince dalle pellicole in concorso; da sempre nutriamo un grande rispetto per i talenti, soprattutto per i più giovani che con grande entusiasmo e speranza si approcciano al mondo dell’audiovisivo. Ma il nostro sguardo non è rivolto solo a quanto avviene in Campania ma anche a quanto accade nel mondo della produzione audiovisiva italiana; non a caso in questa nuova edizione del Gala assegniamo il Premio Speciale Attrice dell’Anno a Claudia Gerini, ricordando che tra le sue produzioni c’è un film di grande spessore sociale che la vede come protagonista dal titolo “A mano disarmata” tratto da un libro di Federica Angeli contro la mafia di Roma.”

Ed infine ha detto Spagnoli – “mi piace annunciare che il Premio Giornalista dell’anno che in questa stagione sarà dato a Malcom Pagani, il prossimo anno sarà denominato “Premio Callisto Cosulich” in ricordo del grande collega scomparso”.

Nel corso dell’incontro, sono stati insigniti due “grandi” del cinema italiano: Claudia Gerini e Massimiliano Gallo.

“Sono molto emozionata di ricevere dal il Premio Speciale Attrice dell’anno – ha detto la Gerini“e per l’importanza della manifestazione, e per il mio rapporto privilegiato affettivo che ho con il golfo partenopeo, essendo mio nonno nativo di Afragola in provincia di Napoli. Essere Napoletani non vuol dire avere un accento particolare, ma significa esserlo nell’animo ovvero dotati di una grande generosità e di quella capacità innata di essere “artisti” non appena si esce per strada e ci si confronta con altri”. 

Molto soddisfatto anche Massimiliano Gallo insignito con il Premio Speciale della Giuria Gala Cinema e Fiction, che ha così riferito: “Personalmente vengo da un’annata particolarmente ricca di soddisfazioni e di riconoscimenti ma sono molto affezionato al Gala del Cinema e della Fiction, un festival fondato da Valeria Della Rocca, che sta assumendo anno dopo anno sempre maggio rilievo nel panorama delle manifestazioni nazionali che riguardano l’audiovisivo”.

La manifestazione, come ogni anno, rivolge grande attenzione ai giovani e agli studenti: il primo incontro del Galà sarà infatti organizzato in collaborazione con il Corso di Management Strategico e Marketing nel settore turistico dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e con Ivan Cotroneo, scrittore, sceneggiatore e regista.

Un secondo incontro, organizzato con l’Ordine dei Giornalisti della Campania e con la Film Commission Campania, sarà rivolto ai giornalisti e riguarderà tutte le attività messe in campo dalla Regione Campania per sostenere lo sviluppo dell’audiovisivo sul territorio.


Napoli è Donna presenta il Premio Lydia Cottone 2019

Torna il “Premio Lydia Cottone”, l’evento a cura dell’associazione “Napoli è Donna” che intende premiare tutte quelle donne che lavorano con dedizione e successo dando lustro a Napoli e alla Campania ma che alcune volte rimangono nell’ombra. La cerimonia di premiazione dell’evento, dedicato all’artista partenopea scomparsa alla fine degli anni 90’ autrice, tra l’altro, della scultura dedicata a Salvo D’Acquisto ubicata in Piazza Carità a Napoli, si svolgerà nella Sala Consiliare del Complesso di Santa Maria La Nova (Piazza Santa Maria La Nova 44) giovedì 16 maggio alle ore 10,30. Al termine della cerimonia seguirà un light lunch a cura di Cuori di Sfogliatella.

Tante le novità di questa IV edizione: “Il Premio negli anni è cresciuto sempre più, tanto che oggi gode di un ampio consenso cittadino come dimostrano gli innumerevoli patrocini concessi, ma soprattutto, per la prima volta, la manifestazione è stata inserita nel calendario del Maggio dei Monumenti del Comune di Napoli – spiega, Arianna Cavallo, presidente dell’associazione Napoli è Donna – . Siamo felici di accogliere e premiare tante donne come l’attrice Marina Confalone, alla quale consegneremo il premio speciale che lo scorso anno ha ritirato Isa Danieli. Questo evento rappresenta anche un punto di incontro e relazione tra donne, infatti a consegnare i premi ci saranno proprio le ex premiate delle passate edizioni”.

L’evento gode del patrocinio morale del Consiglio della Regione Campania, del Comune di Napoli (Assessorato alla cultura e al turismo), della Città Metropolitana di Napoli, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dell’Ordine dei Commercialisti di Napoli, della Camera di commercio di Napoli. Sponsor della manifestazione: Gallucci Cisterna dell’Olio, Cuori di Sfogliatella, Sebastiano Di Paolo Fioristi, Macos Pubblicità, Sirens Cosmetics Sorrento, Antica Distilleria Petrone, Mario Occhiobuono Fotografo.

A cura di Mani e Vulcani Magazine, è possibile prenotare per giovedì 16 maggio, una visita guidata gratuita al Complesso di Santa Maria La Nova prenotandosi ai numeri: 081 5499953 – 3357851710 www.manievulcani.com (raduno ore 9,30 inizio visita ore 10).

“Napoli è Donna – Premio Lydia Cottone” 2018/2019 verrà assegnato a:

alla giornalista del quotidiano Il Mattino Marilicia Salvia, alla presidente del Dipartimento di matematica dell’Ateneo Federico II Cristina Trombetti, alla dirigente scolastica Eugenia Carfora, alle manager dello sport Rosanna e Valentina Vigorito, alla chef stellata Rosanna Marziale, all’artista Carla Viparelli, all’imprenditrice Rossella Paliotto, alla giovanissima alfiere della Repubblica Anna Balbi, all’attrice Marina Confalone, al Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea Beatrice Covassi, alla Nonna social di Casa Surace Rosetta Rinaldi, alla preside Silvana Dovere e all’associazione Onlus “Tutti i colori”.

Lydia Cottone è autrice di opere simbolo della città di Napoli, città dove nacque nel 1922 e ove morì all’età di 76 anni. Diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Napoli intraprese la strada della figurazione neorealista per conquistarsi ben presto uno spazio autonomo di taglio espressionista. Suoi il monumento a Salvo D’Acquisto in Piazza Carità, i due gruppi bronzei di “Alfa e Omega” nel nuovo cimitero di Poggioreale e il “Podista e il Discobolo” esposti nei giardinetti di Piazza Quattro Giornate. Nel cortile del Complesso di Santa Maria La nova sono esposte le sue pietre ollari, donate all’Ente Provincia di Napoli (oggi Città Metropolitana) nel 1998, un anno prima della sua scomparsa. Altre sue opere sono esposte in importanti sedi europee come Copenaghen e San Pietroburgo.

Vincenza Faraco tra gli “Ambasciatori del sole” con il suo progetto CIAK SI SCIENZA

La seconda edizione del premio “Ambasciatori del sole”, organizzata dal quotidiano Napoli Village e tenutasi venerdì 26 aprile 2019 a Castel dell’Ovo, ha visto tra i premiati la Prof.ssa Vincenza Faraco. Docente di chimica e biotecnologia delle fermentazioni dell’Università degli studi di Napoli Federico II, la Faraco è stata in particolare premiata perl’associazione no profit CIAK SI SCIENZA* di cui è presidente e che attualmente rappresenta l’unico canale green di un ateneo in Italia.  Nato poco più di sei mesi fa con l’obiettivo di diffondere le informazioni sulle innovazioni scientifiche e tecnologiche, in particolare quelle che rispettano l’ambiente, CIAK SI SCIENZA si avvale delle competenze dei docenti di quella che è ritenuta la più antica università laica e statale del mondo, ma anche di altre eccellenze del mondo accademico e della ricerca. Alla diffusa tendenza di fornire notizie incomplete, fuorvianti o infondate sui temi ambientali, CIAK SI SCIENZA vuole infatti contrapporre un’informazione basata su dati scientifici che renda i cittadini ben informati e quindi in grado di compiere scelte di acquisto green e di adottare comportamenti virtuosi per l’ambiente. CIAK SI SCIENZA adotta, per questo, un linguaggio divulgativo adatto anche ai non addetti ai lavori per raggiungere tutti, in linea con la mission del canale di considerare la conoscenza un bene della collettività e di volerla mettere a servizio dei cittadini.

CIAK SI SCIENZA vuole cogliere l’occasione di questo premio per lanciare un appello a tutti gli attori che sul territorio operano da tempo nel settore ambientale, per creare nuove indispensabili sinergie, e di tutti coloro che vogliano dare un contributo per realizzare la svolta verso uno sviluppo sostenibile. La chiave di volta è nell’approccio delle 3R (Ridurre, Riutilizzare e Riciclare) che mette al primo posto la riduzione dei rifiuti, al secondo posto il riutilizzo e al terzo il riciclo e il modello economico che consente di realizzarlo è quello della bioeconomia circolare. Per attuare questo serve il contributo di tutti gli attori: il mondo della ricerca, le aziende, le istituzioni e i consumatori, ed è fondamentale ridurre al minimo il gap tra essi, come si prefigge CIAK SI SCIENZA.

Come ha dichiarato Vincenza Faraco “Questo premio ci dà una grande carica per continuare, siamo nati da poco e c’è tanto ancora da fare. Molte sono infatti le nuove attività in programma. Supporteremo le aziende che vogliano rendersi eco-sostenibili e adeguarsi ai cambiamenti normativi che stanno avvenendo in ambito ambientale, di cui facciamo da “antenna” sia per la scala locale e nazionale sia per quella europea e internazionale, perché solo allargando gli orizzonti si può essere davvero competitivi. Altra importante attività sarà rivolta ai giovani da cui molto dipende, offrendo loro corsi di formazione professionalizzanti, per creare nuove figure di cui le aziende “green” hanno bisogno. Dedico dunque questo premio ai giovani studenti, ai ragazzi che si impegnano ogni giorno  per mettere a frutto le loro capacità, affinché i loro sforzi vengano premiati e perché il territorio possa valorizzarle e non abbia a perderli“.*Con il patrocinio morale  dell’Università degli studi di Napoli Federico II e del CENTRO EUROPE DIRECT LUPT “MARIA SCOGNAMIGLIO”

Premio Ambasciatori del sole

Sarà dedicata alle diversità, ai deboli, all’inclusione sociale e alla divulgazione scientifica la seconda edizione del premio “Ambasciatori del sole” organizzata dal quotidiano Napoli Village edito e diretto da Raffaele De Lucia.

Dopo il successo della prima edizione svoltasi a Villa Di Donato, che ha visto premiati esponenti del mondo delle istituzioni e del giornalismo, il premio quest’anno si trasferisce in uno dei luoghi simbolo della città di Napoli: il Castel dell’Ovo.

Il nostro quotidiano – spiega Raffaele De Lucia editore e direttore di Napoli Village – da sempre porta avanti valori positivi, soprattutto per quanto riguarda la difesa dei soggetti più deboli, di coloro che soffrono, vittime della povertà, delle discriminazioni di genere e di razza. Uno sguardo attento la nostra redazione lo rivolge anche alla difesa dell’ambiente e del territorio da anni martoriato dall’inquinamento e dal fenomeno Terra dei Fuochi. Il premio di quest’anno vuole essere un giusto riconoscimento per chi da anni si batte per migliorare e difendere la nostra città e la nostra regione”.

Ad essere insigniti del ruolo di “Ambaciatori del sole”: Sua Eminenza il Cardinale Crescenzio Sepe; il vicesindaco del Comune di Napoli Enrico Panini; l’assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele; l’editore Rosario Bianco e il magistrato Catello Maresca; la Prof.ssa Vincenza Faraco per il progetto “Ciak si scienza”; il cantante Andrea Sannino; la trasmissione Tv Made in Sud; la trasmissione radiofonica “La Radiazza”; Salvatore Esposito attore della fiction “Gomorra”; lo chef Rosario Izzo; le Associazioni “Venti di Speranza”, ANEF e “Occhi di Stelle” di Federica Paganelli. Menzione Speciale per la manifestazione Traveling Canvas

La kermesse sarà ospitata nell’ambito della mostra “Traveling Canvas” organizzata dall’Associazione culturale Art1307. A condurre la serata Francesca Scognamiglio Petino. I premi sono stati realizzati dall’artista Maria Garzillo.

I PREMIATI DELLA 1^EDIZIONE

I sindaci di Napoli e Pozzuoli de Magistris e Figliolia, il rettore della Federico II Gaetano Manfredi, la professoressa Annamaria Colao, il presidente della BCC Napoli Amedeo Manzo, l’attore Gigi Savoia, la factory Casa Surace, Antonella Leardi, Luca Abete di Striscia la Notizia, Francesco Borrelli e Gianni Simioli, Ugo Cilento, Francesca Filardo, l’accademia di Moda Maria Mauro, l’associazione Art1307, Rosa Alvino e Ivan Fedele, Carla Pinzero, le trasmissioni C’era una volta, e Mattina 9, l’agenzia Videoinformazioni, l’avvocato Laura Esposito,il giornalista Angelo Cirasa.

Tuttinscena 2019 Premio al Merito Giovani Talenti

Svelata la data di Tuttinscena –  Premio al Merito Giovani Talenti per l’Arte della Danza, l’evento coreutico unico nel suo genere che riunisce sullo stesso prestigioso palcoscenico i danzatori di domani e i grandi professionisti di oggi, mentre in platea un pubblico di ammiratori ma anche pluripremiati del settore assiste. L’appuntamento con la 19esima edizione della grand soirée è per lunedì 18 marzo al Teatro Verdi di Salerno. Ideatori del progetto e direttori artistici dell’evento, realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno, sempre Luigi Ferrone e Corona Paone, coppia sulla scena e nella vita privata, rispettivamente primo ballerino ed etoile del Teatro San Carlo di Napoli. Assistente Valeria Milingi. A “veicolare” gli ingressi e le uscite dei protagonisti sarà anche quest’anno Veronica Maya, un’ex ballerina oggi ammirata conduttrice tv. Tra gli ospiti tornano anche Alessandro Macario e Anbeta Toromani: l’arte di Tersicore per queste due anime danzanti fu galeotta. Saranno oltre 200 i giovani partecipanti al premio, provenienti da tutte le scuole di danza ed accademie dell’intera Regione Campania. I giovani talenti della danza saranno impegnati in un mix di esecuzioni ideate per Tuttinscena. A firmare le coreografie sono: Rogelio Alcides Bravo, professionista di Tango Argentino proveniente della città di Rosario, Argentina; Fabrizio Varriale, coreografo napoletano che ha danzato al fianco di coreografi internazionali del calibro di Carolyn Carlson e Teri Jeanette Weikel; Andrea Veneri, insegnante, coreografo e ballerino di Hip Hop; Aniello Schiano di Cola, prolifico ed eclettico coreografo e ballerino; Salvatore Sica, promettente stella dell’ hip Hop e Martina Picardi, vincitrice del Premio speciale giovani autori migliore produzione indipendente all’edizione 2017 del Festival Internazionale di Video Danza Coreografo elettronico. Tra i responsabili del progetto anche Francesco Paolo Manna, percussionista dell’Accademia Giuseppe Verdi di Napoli che si esibirà live la sera del 18 facendo combaciare il suono dei suoi strumenti con i passi dei talenti. Due le chicche che compongono la squadra dei maestri di Tuttinscena 2019: per la prima volta sale in cattedra Mario Piazza, insignito un anno fa dell’importante riconoscimento di Cavaliere della Repubblica Italiana per i meriti del suo lavoro con cui ha diffuso la cultura italiana all’estero; e il maestro Piazza, docente di Composizione all’Accademia Nazionale di Danza di Roma dal 2015 (ha coreografato per il Mahattan Music and Art di New York, il Teatro dell’Opera di Varsavia, per l’Opera House di Sofia, per il Macerata Opera, per il Teatro di San Carlo  di Napoli, il Teatro del Maggio di Firenze, lo Schlosser Theater di Vienna), è stato coreografo in residenza presso il Ballets de France per quattro anni, per il Teatro dell’Opera di Roma, i Teatri d’Europa, ed ha lavorato a Dubai, in Canada, negli USA, in Germania e in Sud America. Prima volta anche per Luc Bouy, danzatore e coreografo belga dalla carriera internazionale. Ha iniziato allo Scapino Ballet di Amsterdam. È passato poi come solista, nelle file del Ballet du Xxème Siècle di Maurice Béjart (1971-1976) per poi trovare nel Cullberg Ballet di Stoccolma la compagnia che più a lungo ha valorizzato le sue doti interpretative e potenziato il suo talento coreografico. Dal 2000 al 2007 vicedirettore di Carla Fracci al teatro dell’Opera, ha creato diverse coreografie per lei con la regia di Beppe Menegatti, come Filumena Marturano, Antonio e Cleopatra, Gerusalemme, Re Lear. Sue le coreografie anche per la produzione di Aida, firmata Franco Zeffirelli, andata in scena nei più grandi teatri nazionali ed internazionali. Anche la XIX edizione dell’evento sarà interamente dedicata ad Apollonia D’Arienzo, in arte Lola, un tempo ballerina e insegnante di danza, da 19 anni costretta a letto dalla SLA, sclerosi laterale amiotrofica. Non riesce più a muovere nessuna parte del suo corpo, eccetto le palpebre, ma aprendo e chiudendo gli occhi è riuscita ad organizzare spettacoli e scrivere quattro libri.

INFO UTILI
Lo spettacolo andrà in scena alle 21; l’ingresso è ad invito.
Per informazioni 089 662141; direzione.ferrone@libero.it

Il Maestro sartore Raffaele Antonelli riceve il premio “Carlo La Catena”

Medaglia d’argento di benemerenza civica per l’impegno a favore dei più deboli e per la continua valorizzazione dei giovani talenti: queste le motivazioni che hanno spinto l’associazione – che opera in memoria del vigile del fuoco campano caduto nel 1993 durante l’attentato di via Palestro, a Milano – a premiare Raffaele Antonelli.

Continua la lettura di Il Maestro sartore Raffaele Antonelli riceve il premio “Carlo La Catena”

Terziario Donna Confcommercio Napoli presenta “Napoli è Donna. Premio Lydia Cottone”

Torna “Napoli è donna. Premio Lydia Cottone” a cura di Terziario Donna Confcommercio Napoli. La terza edizione dell’evento vede tra le premiate la chef stellata Marianna Vitale, la paralimpica Imma Cerasuolo, la direttrice generale di Smau Valentina Sorgato e la consegna del premio alla carriera all’attrice Isa Danieli.

Continua la lettura di Terziario Donna Confcommercio Napoli presenta “Napoli è Donna. Premio Lydia Cottone”

Premio “Integrazione Oltre I Confini”

Integrazione Oltre I Confini è un viaggio premio di una settimana ad Amsterdam per tre squadre di quattro persone che abbiano saputo “raccontare” attraverso la scrittura, i video e le foto il tema della diversità, dell’integrazione e del dialogo fra le giovani generazioni di diverse  culture, etnie e religioni, valorizzando al tempo stesso le proprie tradizioni e identità.

E’ il premio messo a disposizione dalla Cooperativa Sociale La Rete con il bando “Integrazione oltre i Confini”. L’iniziativa, finanziata attraverso il progetto Integra dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, e con il Patrocinio del Comune di Napoli attraverso gli Assessorati alla Gioventù, alla Cultura e Turismo e al Welfare, ha per tema l’Integrazione e la cittadinanza europea per le giovani generazioni, e punta a descrivere buone prassi attraverso i nuovi media.

Possono partecipare al Premio squadre composte da quattro persone tra i 18 e i 35 anni, che propongano un video racconto o reportage interattivo realizzato con qualsiasi strumento, anche con il cellulare, di durata fino a 6 minuti. Le tre squadre vincenti saranno premiate con una settimana ad Amsterdam, dove potranno realizzare un secondo prodotto interattivo questa volta coadiuvate da professionisti del settore, istituzioni e altri protagonisti del territorio.

Le iscrizioni vanno inviate entro il 3 novembre alla cooperativa Sociale LA RETE Via Arpino n. 39 – 80026 Casoria (Na).

Il modulo da compilare e le modalità di partecipazione sono sul sito www.cooplarete.com

Per info: tel 800609110
mail: cooplarete@libero.it