Archivi tag: Pozzuoli

E.V.O.Lution: ispirato a Tirino, ecco il drink per le feste firmato dal bartender Fabrizio Masecchia

E.V.O.Lution  è la proposta del bar manager Fabrizio Masecchia, del Block Boutique Bar di Pozzuoli (ubicato in via Matteotti 72), per i brindisi delle ormai imminenti feste.
L’arte è il tema che anima l’intera drink list del locale, in quanto i cocktail in essa elencati sono legati alle opere di Luigi Tirino,  artista dei metalli molto conosciuto nel napoletano, le cui creazioni sono anche esposte nel bar.
Masecchia  ha scelto ingredienti di alta qualità ed inconsueti per questo cocktail, come l’olio extravergine di oliva all’alloro, creando un mix bilanciato. E poi vermouth dry mediterraneo, gin, olive nere al mezcal.

Il Block è un bar d’autore, un boutique bar, che si caratterizza per la sua unicità: nello stile, nel servizio, nell’offerta di craft cocktails, spesso rivisitazioni di grandi classici. Gli infusi, gli shrubs, i sodati, gli sciroppi usati nei cocktail in carta sono tutti homemade e privi di coloranti alimentari. Il locale inoltre è “zero waste”, ovvero non produce rifiuti in quanto questi vengono utilizzati come “materie seconde”; ad esempio, ponendo particolare attenzione alle  temperature di decadimento del prodotto, la frutta viene essiccata e ne viene utilizzato quindi prima il succo e poi le bucce così da annullare gli sprechi.

Amiamo tutte le forme dell’arte, da quella ‘solida’ a quella ‘liquida’, perciò abbiamo deciso di abbinarle attraverso i nostri menù – spiegano i proprietari del Block (ovvero Fabrizio, Remo ed Alessandro) -. Diamo spazio a chi ha la nostra stessa passione, mettendo a disposizione di coloro che vogliono esporre le loro opere non solo gli ambienti del nostro bar, ma anche le pagine del nostro menù”. “Abbiamo deciso di designare E.V.O.Lution come cocktail per i brindisi delle prossime festività – continuano i tre giovani imprenditori – perché esso è stato ispirato da un’opera che rappresenta l’evoluzione, il cambiamento… E’ un nostro modo per augurare a tutti coloro che lo berranno una vita ricca di sviluppi positivi!”.

Block Boutique Bar, quando il locale è una galleria e la drink list un catalogo d’arte

Giovedì 7 novembre, a partire dalle ore 19, Fabrizio Masecchia presenterà la nuova drink list del “Block Boutique Bar”. I signature del “terzo volume” della carta traggono ispirazione dalle sculture dell’artista Luigi Tirino, le cui opere rimarranno in esposizione presso il locale per tutta la stagione. Dunque nella suggestiva cornice del boutique bar ubicato a Pozzuoli a pochi passi dal mare, precisamente in via Matteotti 72, giovedì prossimo si svolgerà un vero e proprio vernissage.  In tale occasione saranno serviti i drink studiati e realizzati ad hoc dal bartender giramondo Fabrizio,  col supporto di Remo ed Alessandro: sono loro tre, giovani intraprendenti dalle personalità eclettiche,  i fondatori di questo locale contraddistinto da un ambiente intimo e non convenzionale, un punto di ritrovo perfetto per trasformare il brindisi in un’esperienza unica fatta di sapori inediti e profumi inebrianti.

Il Block è un bar d’autore, un boutique bar, che si caratterizza per la sua unicità: nello stile, nel servizio, nell’offerta di craft cocktails, spesso rivisitazioni di grandi classici. Gli infusi, gli shrubs, i sodati, gli sciroppi utilizzati nei cocktail in carta sono tutti homemade e privi di coloranti alimentari. Il locale inoltre è “zero waste”, ovvero non produce rifiuti in quanto questi vengono utilizzati come “materie seconde”; ad esempio, ponendo particolare attenzione alle  temperature di decadimento del prodotto, la frutta viene essiccata e ne viene utilizzato quindi prima il succo e poi le bucce così da annullare gli sprechi.

Amiamo tutte le forme dell’arte, da quella ‘solida’ a quella ‘liquida’, perciò abbiamo deciso di abbinarle attraverso i nostri menù – spiegano i proprietari del Block -. Diamo spazio a chi ha la nostra stessa passione, mettendo a disposizione di coloro che vogliono esporre le loro opere non solo gli ambienti del nostro bar, ma anche le pagine del nostro menù”.

Bagnoli Jazz Festival al via la sesta edizione – #BagnoliSpoT

Il 10, 11 e 12 maggio si terrà la sesta edizione del Bagnoli Jazz Festival: Bagnoli Power e Vineapolis regalano al quartiere una tre giorni di buona musica e garantito divertimento. La kermesse si terrà nello spazio antistante la famosa enoteca, a ridosso dei giardinetti di Viale Campi Flegrei, dove sul palco  si avvicenderanno 50 musicisti. Anche quest’anno il Festival garantirà un ricchissimo ed importante programma musicale, tre serate di cultura e condivisione.

10 maggio: gli AMA Jazz , giovani jazzisti ancora allievi, apriranno il Festival;Mario Nappi, con il suo talento riconosciuto in tutta Europa, suonerà in duo con Federico Luongo e concluderà  poi in Trio con il guest sax americanapoletano di Enzo Anastasio, che ha già omaggiato Pino Daniele; Sasa Mendoza, presenza costante del Festival .

11 maggioGli “Anemanera”, apriranno la seconda giornata della kermesse, prog rock e tradizione che parla Napoletano; l’immenso Carlo Faiello, con la sua world music che pesca nella tradizione colta e suonerà le sue composizioni in sestetto; La Scatt Gatt Orchestra, melting polt musicale, che vedrà 12 musicisti sul palco; Sortite musicali della Bandarotta Bagnoli di Gianluca Salerno.

12 maggioMirko Gisonte ed il suo TarantaFlamenco presenta il suo nuovo album e gli Hermanos a Virtuoso Guitar Trio presenteranno, inoltre, in prima nazionale, il loro docufilm su Bagnoli. 

#BagnoliSpoT: Lo stato dell’ARTE; Gli Hermanos (Max Puglia, Nico Di Battista e Francesco Cavaliere) presentano un cortometraggio che fotografa lo stato dell’arte del loro quartiere. Numerose testimonianze (Bennato, Faiello, Paone, Zurzolo, Gallo etc.) ed un estratto di un loro concerto insieme al Grammy Award Drummer Horacio “el negro” Hernandez per il Bologna Jazz Festival.

“Torneo Cinque Nazioni”: Pozzuoli ospita 100 giovani sportivi europei

In occasione del “Torneo Cinque Nazioni”, competizione  internazionale di pallanuoto tra le migliori in Campania, la Città di Pozzuoli ospita ben 100 giovani sportivi europei di grandi capacità e spessore, tra essi autentici campioni.
La Turismo e Servizi Srl è impegnata nella kermesse sportiva per quel che riguarda lo sviluppo e la fruizione dell’antico borgo del Rione Terra, dove arte, archeologia e storia convivono in simbiosi ideale. Inoltre, si occupa della promozione del percorso archeologico ed, in riferimento al torneo, si prende cura della sistemazione degli atleti internazionali. Per la precisione, rientra specificamente nei suoi compiti occuparsi della parte alberghiera così da garantire ai circa 100 atleti comfort e quindi prestazioni al top.

Continua la lettura di “Torneo Cinque Nazioni”: Pozzuoli ospita 100 giovani sportivi europei

Al via la VII edizione del Pozzuoli Jazz Festival

Un festival itinerante lungo le strade del paesaggio flegreo. Pozzuoli Jazz Festival, che da quest’anno si avvale ufficialmente del sottotitolo di “Festival dei Campi Flegrei”, si presenta alla sua VII edizione con sempre più musica, per tutta la stagione estiva e in tanti luoghi dei Campi Flegrei. Dal Vulcano Solfatara, cuore della manifestazione, alle storiche terme di Nettuno, suggestiva area archeologica di età adrianea, alle location novità di quest’anno: il Castello Aragonese di Baia, con il suo spettacolare affaccio sul golfo di Pozzuoli e il territorio di Monte di Procida.
Grandi artisti italiani e internazionali suoneranno le loro note ripercorrendo alcune delle più belle pagine della storia del jazz.

L’OJP – Orchestra Jazz Parthenopea di Pino Jodice e Giuliana Soscia, special guest il trombettista Paolo Fresu al vulcano Solfatara (22 giugno), il concerto di Bojano Z e Michel Portal al Castello di Baia (25 giugno). Una tre giorni musicale al Tempio di Nettuno, dal 24 al 26 giugno con il trombettista Giovanni Amato (24), il gruppo degli Swunk Infusion, preceduti da un momento di Dj jazz set Archeo@jazz (25), e la cantante lucana Michela Sabia con il suo Quintet introdotta dal Lorenzo Vitolo Trio (26). Il 3 luglio nel centro di Pozzuoli, presso la Cassa Armonica, è la volta dei suoni e delle ballate swing con gli Handmade Swing band. E ancora un grande evento internazionale al Tempio di Nettuno con il trio composto dal pianista Cyrus Chestnut, il contrabbassista Buster Williams il batterista Lester White (24 luglio). E a conclusione nel parco della Villa Matarese di Monte di Procida il concerto dei chitarristi brasiliani Marcio Rangel e Nonato Luz (13 agosto).

 

Il festival è organizzato dall’Associazione Jazz & Conversation in collaborazione con l’Azienda autonoma di Cura Soggiorno e Turismo di Pozzuoli e si avvale del patrocinio morale del Comune di Pozzuoli, del Comune di Bacoli , del Comune di Monte di Procida e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nonché del contributo dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli.

 

Campi Flegrei, un’estate in jazz

Una grande orchestra jazz con i più talentuosi artisti partenopei, l’ ORCHESTRA JAZZ PARTHENOPEA di PINO JODICE e GIULIANA SOSCIA. Una delle rare orchestre al mondo con due direttori d’eccezione, JODICE e SOSCIA, accomunati da una visione universale, maschile e femminile, della composizione orchestrale jazz. GIULIANA SOSCIA è considerata dalla critica una delle migliori fisarmoniciste jazz d’Italia, pianista, compositrice/arrangiatrice e direttore  d’orchestra jazz di grande talento; PINO JODICE è pianista, pluripremiato  compositore/ arrangiatore e direttore d’orchestra jazz di fama internazionale. Un palcoscenico unico al mondo, il vulcano Solfatara e un ospite d’eccezione, PAOLO FRESU. Sono le componenti dello straordinario concerto di apertura del Pozzuoli Jazz Festival 2016, che quest’estate  riparte con la prima data del 22 giugno al VULCANO SOLFATARA, ore 21.
Un inizio esplosivo per una rassegna, ormai alla sua VII edizione, che accompagnerà con le calde atmosfere jazz l’estate flegrea con eventi in alcuni dei più suggestivi siti storico archeologici dei campi ardenti.
Segue alla data di apertura, il 24, 25 e 26 giugno nello scenario delle imperiali terme adriane, oggi note come TEMPIO DI NETTUNO, con il quartetto dello straordinario trombettista partenopeo GIOVANNI AMATO (24 giugno), il gruppo degli SWUNK INFUSION e un DJ set Jazz (25 GIUGNO) e la cantante MICHELA SABIA (26 giugno); in contemporanea il  25 giugno al CASTELLO DI BAIA, sede di dell’importante Museo Archeologico dei Campi Flegrei e uno dei luoghi tra i  più panoramici del golfo di Pozzuoli, MICHEL PORTAL e BOJAN Z.  Il Festival prosegue a luglio con diversi appuntamenti e domenica 24 luglio con un trio stellare che vede CYRUS CHESTNUT al  piano, LENNY WHITE alla batteria e il grandissimo BUSTER WILLIAMS al contrabbasso.  Per concludersi il 13 agosto con l’altro grande evento speciale, il concerto di  MARCIO RANGEL e NONATO LUIZ, quest’ultimo per la prima volta in Italia, nella meravigliosa Villa Matarese di Monte di Procida.

L’ OJP-Orchestra Jazz Parthenopea, che inaugura il Festival è formata da organico di ventidue musicisti napoletani, tra i più talentuosi, che si esibiranno in un programma di composizioni originali di Pino Jodice e Giuliana Soscia ispirate al Mediterraneo, con Napoli come centro degli scambi musicali che si apre  a contaminazioni di tradizione e folkloristiche.

Paolo Fresu non ha bisogno di presentazioni. Artista creativo e sempre attento alle novità musicali, sia come interprete che come produttore con la sua Tuk Music (etichetta da lui fondata). I suoi riconoscimenti come miglior  talento jazz italiano nel 1984 e via via come miglior musicista italiano, vincitore del premio miglior disco con “Live in Montpellier”, poi  miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) fino ai ranghi  di miglior jazzista europeo, lo vedono oggi impegnato in concerti in ogni parte del globo con collaborazioni e contributi vari in film, documentari, video per balletto, teatro, progetti multimediali.

Il festival, che vedrà come sempre anche tanti appuntamenti nei club della città,  è organizzato dall’Associazione Jazz & Conversation, impegnata da anni a testimoniare il proprio ruolo nella cultura dei Campi Flegrei, attraverso un percorso in cui la musica incontra il territorio, la suggestione dei suoi paesaggi, la sua storia e le sue contraddizioni. La manifestazione è organizzata in collaborazione con l’Azienda autonoma di Cura Soggiorno e Turismo di Pozzuoli e si avvale del patrocinio morale del Comune di Pozzuoli, del Comune di Bacoli , del Comune di Monte di Procida e  del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nonché del contributo dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli.

Biglietti in vendita sui siti on line  sito ETES  e circuiti collegati, presso il Vulcano Solfatara di Pozzuoli, oppure prenotabili con mail a segreteria@pozzuolijazzfestival.it o chiamando al 347 331 2416 con (pagamento e ritiro la sera dell’evento)

Per gli appuntamenti completi e i dettagli degli eventi www.pozzuolijazzfestival.it e la pagina ufficiale Facebook del Festival.

Pozzuoli Jazz Winter: tre appuntamenti in classico e jazz tra storia e archeologia nei Campi Flegrei

Tre appuntamenti tra Classico e Jazz nei suggestivi luoghi storici e archeologici dei Campi Flegrei. E’ la novità del Pozzuoli Jazz Winter che si apre, per l’edizione invernale, alle note classiche spalancando per la prima volta le porte della Cattedrale del Rione terra alla musica e al pubblico.
E’ infatti da questo luogo simbolo di Pozzuoli e della sua rinascita, oggi all’attenzione particolare per la riapertura del percorso archeologico sotterraneo, che si parte il 6 dicembre con il primo appuntamento d’eccezione, il QUARTETTO SAVINIO, che si esibirà nell’antica cattedrale, eretta sui resti del Tempio di Augusto e dedicata a San Procolo.
Un repertorio prettamente classico, con musiche di Haydn e Mozart, presentato da Alberto Maria Ruta e Rossella Bertucciai ai violini, Francesco Solombrino alla viola, Lorenzo Cerianial al violoncello. Questi i componenti del Quartetto che prende nome dall’eclettico artista Alberto Savino (1891 -1952). Eccellenza Napoletana nel mondo, il gruppo si è formato grazie al contributo di grandi Artisti del mondo del Quartetto quali : P.Farulli, H. Beyerle, M. Skampa, N. Brainin, M. Lovett, V. Berlinsky. Debutta nel 2000 e subito si è distinto ottenendo importanti premi e riconoscimenti attraverso prestigiosi concorsi. Molto attivo nell’ambito della musica contemporanea, vanta collaborazioni con compositori quali: F. Bacchi, A. Corghi, M.D’Amico, R. Bellafronte, R. Panfili, R. Molinelli.
Classic & Jazz” attraverso il Pozzuoli Jazz Festival vuole essere dunque la riconferma di un legame profondo e sorprendente tra una musica rigorosa e composta e la vibrazione emotiva della musica jazz.
Il 20 dicembre (ore 19,30) sarà invece la black music ad invadere il cuore della città di Pozzuoli, presso la Chiesa di S. Maria della Consolazione (cosidetta del Carmine), con il concerto Gospel dei THE VOICES’BOX, con Cristina Balzano, Pala Buonomo, Fabiana Martone, Nello Nocera, Mauro Trombaccia e Lorenzo Campese al piano. Il gruppo nato artisticamente a Napoli nel 2001, alterna un repertorio che spazia dal Gospel al Soul, dal R’n’B al Jazz.
Chiude la rassegna il 27 dicembre (ore 20,00) presso Villa di Livia a Pozzuoli, il duo Andrea Rea al piano e Mino Lanzieri alla chitarra con “CONVERSATION”, brillante progetto di originali composizioni dei due jazzisti, con celeberrimi brani appartenenti al latin jazz e alcuni tra i più significativi standard della tradizione jazzistica.E’ prevista degustazione enogastronomica con la Cantina Torrevento “Vini di un’altra Puglia” e con la “Cucina di Ruggiero” (ingresso di 15,00 euro).
“CONVERSATION” è anche lo spirito dell’associazione promotrice del festival “Jazz and  Conversation” che da diversi anni  porta la musica jazz nel luoghi più belli e affascinanti di campi Flegrei. Gli eventi sono organizzati in collaborazione con l’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Pozzuoli e con il patrocinio del Comune di Pozzuoli.

Per info: info@ pozzuolijazzfestival.it 3473312416 – 335.6684161

Incontri di lettura…a voce alta

A Napoli e Pozzuoli, dal 24 al 28 novembre 2015, la IX edizione degli “Incontri di lettura…a voce alta” promossi dalle associazioni culturali Soup e A Voce Alta a cui, da quest’anno, si aggiunge la collaborazione con “La pagina che non c’era”. Con il patrocino del Comune di Napoli e del Comune di Pozzuoli, in collaborazione con la Biblioteca Nazionale di Napoli, la Biblioteca napoletana di Storia Patria, gli Istituti scolastici, gli Istituti di cultura e le librerie, il sostegno dell’Istituto Banco di Napoli Fondazione,  e di alcuni sponsor privati.

Continua la lettura di Incontri di lettura…a voce alta

Nuit Noire: gioielli fatti della stessa sostanza dei sogni

 

La collezione di gioielli Nuit Noire, frizzante brand napoletano, connotato da un’indomabile creatività, si compone di pezzi unici e dallo stile glam, ideale per ogni outfit femminile. Per regalare un tocco di luce in più al look, quella “connotazione” chic che qualsiasi donna sogna di dare ai propri outfit.

Continua la lettura di Nuit Noire: gioielli fatti della stessa sostanza dei sogni