Archivi tag: Pompei

I PanLuxury: le versioni “salate” e “raffinate” del panettone

Preferisci il “dolce” oppure il “salato”? Quante volte ci è stato chiesto o lo abbiamo domandato durante un incontro con gli amici, oppure nel corso di un primo appuntamento?

Continua la lettura di I PanLuxury: le versioni “salate” e “raffinate” del panettone

Il Comitato “Difendiamo Pompei” scrive al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Pompei è in ginocchio! Siamo una città a vocazione turistica e le conseguenze del blocco dovuto al Covid-19 sono molto più devastanti rispetto alle città la cui economia non si basa sul turismo. Questo è un fatto oggettivo, come oggettivi sono gli investimenti e gli impegni economici che gli imprenditori hanno assunto all’inizio della stagione turistica.

Il presidente De Luca ci ha invitato a fare proposte per la fase 2, per affrontare la progressiva ripresa delle nostre attività. In questi mesi di stop non siamo stati fermi, con il progetto Difendiamo Pompei abbiamo subito creato una rete di imprenditori, condividendo paure ma anche strategie per la ripresa. Subito ci siamo fatti promotori di istanze per contrastare i primi effetti dell’emergenza, ottenendo dall’amministrazione: le sospensioni del COSAP, della TARI, del Ticket parcheggio in tutta la città e di una nuova sospensione della tassa di soggiorno.

Successivamente come comitato, formato da 150 membri, abbiamo lavorato ad un documento diviso in tre sezioni, con azioni per affrontare lo stato di emergenza, la ripresa e il futuro turistico della città. Abbiamo redatto un proposta costituita da 50 punti: il pacchetto di misure contiene agevolazioni fiscali e finanziarie, strategie per il turismo e gestione dei flussi, attività di promozione e digitalizzazione, raggiungimento di obiettivi di sostenibilità e nuove forme di ospitalità, riqualificazione degli spazi aperti e recupero degli edifici abbandonati.

Questo documento, per la prima volta, è nato in modo condiviso raccogliendo le esigenze di tutti e discutendo punto per punto quelle che erano le azioni da intraprendere. Un duro lavoro, un efficace confronto che delinea in modo chiaro quali sono le condizioni per poter continuare ad operare. Pompei non è una città in cui basta riaccendere la luce, dopo un blackout, per rimettersi in attività perché i costi di gestione sono molto più onerosi rispetto ad una città che non vive di turismo: i nostri affitti sono molto più alti, abbiamo più personale e i posti di lavoro collegati al turismo rappresentano la parte più ampia della nostra economia (guide turistiche, camerieri, cuochi, agenzie di viaggio, trasportatori, artigiani, ecc.). Ci occorre una robusta e immediata iniezione di liquidità perché non ci sarà una fase 2 se non si dispongono di nuove risorse per affrontarla.

La Regione Campania e il Governo devono farci capire se Pompei rappresenta una meta strategica per il turismo in Italia, perché senza un decreto speciale per le città a vocazione turistica le città “morte” saranno due.

 

Il Comitato “Difendiamo Pompei”
Distanti contro il virus, Uniti contro la crisi.

Rotary Club Pompei dona un ventilatore e pacchi alimentari

Ventilatori per la terapia intensiva a sostegno dei malati di Covid-19 dell’ospedale di Boscotrecase e pacchi alimentari per le famiglie del vesuviano colpite dalla crisi lavorativa: sono queste le due principali linee d’azione messe in campo dal Rotary Club Pompei, coadiuvato dal Rotaract Club Pompei e dall’Interact Club Pompei, per far fronte alla duplice emergenza, sanitaria ed economica, del momento.

Continua la lettura di Rotary Club Pompei dona un ventilatore e pacchi alimentari

“Mylord: Sir Andrea Frankfourth e il tesoro degli Incas” arriva a Pompei

Mylord, ovvero Sir Andrea Frankfourth, granduca inglese, novello Indiana Jones tra i fantasmi dei Re Incas” il nuovo lavoro di Lady Ghost/Anna Maria Ghedina (la signora dei Fantasmi) sarà presentato giovedì 20 febbraio, alle ore 18,30, presso lo store Rosa Pompeiano 2.0 di Pompei (NA).

Sarà il giornalista Antonio D’Addio a moderare l’incontro, con l’eccezionale presenza dell’attore e top model internazionale Ciro Torlo che leggerà alcuni brani tratti dal primo romanzo della saga.

La giornalista Anna Maria Ghedina, nota per essere una delle maggiori esperte di Fantasmi (infatti, il suo penultimo libro si chiama “Guida ai Fantasmi d’Italia”), da qui il soprannome di Lady Ghost, presenterà il suo nuovo libro dal titolo “Sir Andrea Frankfourth e il tesoro degli Incas” (Terre Blu Editore), primo episodio della collana Mylord, una saga avventurosa, romantica, misteriosa e appassionante che, sicuramente, catturerà il lettore grazie ai suoi protagonisti, undici episodi che porteranno l’aristocratico inglese tra i misteri dell’Egitto con una storia di reincarnazione, a Pompei, tra gli Aztechi e i Maya alla ricerca della Pietra Perduta, tra i fantasmi di Manoel Island a Malta, nella cella della Maschera di Ferro tra Cannes e Nizza, tra le piramidi di Tikal in Guatemala, e sui fondali del Mar Nero alla scoperta del relitto più antico del mondo.

Sir Andrea Frankfourt, aristocratico della swinging London, granduca di Blakeneys candidato alla Camera dei Lords, è alle prese con una serie di omicidi, che lo porteranno ad indagare sul tesoro scomparso degli Incas. L’ambientazione è nella Londra di metà anni ‘70 inizio anni ‘80.

Il romanzo è dedicato ai genitori dell’autrice: A Rudy e Silvia Innamorati forever.

Consta di 262 pagine e costa 16 euro e al lord inglese è dedicato un blog: https://sirandreamylord.blogspot.com/

È uscito anche uno spot promozionale della saga, interamente realizzato a Villa Domi , girato  dal film maker Giuseppe Moggia e interpretato dagli attori Nicola Coletta, Germana Cirelli e Sergio Baraschini; diffuso in rete, sul web e su tutti i canali di comunicazione:

https://www.youtube.com/watch? v=ku4_jNJguWA&feature=share& fbclid= IwAR14Mn5dIeTngOtMrU5F55Lf3JB- tkhY-dfu- a8LqSMUT2HtfmPud28hDT8

Rosa Pompeiano 2.0 si è impegnato per anni a mantenere le sue radici a Pompei e, da maggio scorso, alla solida tradizione familiare di pelletteria e pellicceria degli artigiani della pelle Made in Italy, ha affiancato il vintage che celebra la moda iconica e prende sul serio le tendenze dallo street style globale e sceglie dagli armadi di ieri scovando quelli che corrispondono le tendenze guardando colore, dimensioni, vestibilità, qualità ed etichetta per soddisfare le esigenze dei suoi clienti e da questo nasce Rosa Pompeiano 2.0 ambiente in cui la moda, la passione e le idee lasciano alla cultura momenti importanti, nuovi, unici come la moda vintage.

Bambini sempre più pigri: a Pompei esperti a confronto

Studi e ricerche scientifiche riportano ogni giorno dati allarmanti sulla sedentarietà dei bambini, sui rischi dell’uso smodato della tecnologia nell’età evolutiva e sull’importanza dell’attività motoria. Fondamentali le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che impone il divieto assoluto di restare fermi davanti ad uno schermo per i bambini da 0 a 2 anni, mentre dai 2 ai 4 anni i bimbi non dovrebbero essere mai lasciati per più di un’ora a guardare passivamente lo schermo televisivo, come quello di cellulari e tablet, raccomandando almeno tre ore al giorno di attività fisica.

Continua la lettura di Bambini sempre più pigri: a Pompei esperti a confronto

Musica: “Gli Echi dell’Eterna Bellezza”, pensando a Pompei

Melodie composte immaginando di passeggiare a Pompei: vuole essere questo “Gli Echi dell’Eterna Bellezza”, disco di musica contemporanea ispirata alle meraviglie dell’antica città sepolta che è tornata a vivere, perennemente sospesa fra il suo tragico passato e uno splendido futuro, capace di regalare sempre nuovi tesori.

Continua la lettura di Musica: “Gli Echi dell’Eterna Bellezza”, pensando a Pompei

So Zen: aperitivo sulla terrazza più suggestiva di Pompei

So Zen è la nuovissima terrazza, del Tiberius ubicato a Pompei: un vero e proprio salotto orientale che ospiterà due volte a settimana, il martedì ed il venerdì, delle incantevoli danzatrici del ventre; mentre il giovedì, il sabato e la domenica dj set con Jakie D.  Non mancheranno serate in cui sarà possibile cenare e ammirare le stelle con un telescopio, la cartomante e delle professioniste che impreziosiranno il vostro corpo con dei tatuaggi all’henné.

L’idea nasce dal Pasquale Nina e Karine Compain (proprietari e manager del Tiberius), i quali, intendono contribuire alla tutela di questo luogo attraverso la promozione di eventi ed attività che diano risalto alla storia, alla cultura locale e soprattutto all’eredità culinaria regionale.

Lo chef Francesco Lombardo, il pastry chef Graziano Notarnicola e tutto lo staff delizieranno gli ospiti con una gastronomia che spazia dalla cucina mediterranea, alla pizza o semplicemente con fantastici cocktails.

Il Tiberius si ispira ai colori e ai profumi della natura mediterranea e ai meravigliosi giardini circostanti. La magia delle Ville Romane, del Vesuvio, di Capri rievocano il clima cosmopolita e dinamico dell’antica Pompei. Il fascino delle epoche passate si ritrova nell’ambiente circostante e nelle viste mozzafiato e si riflette negli spazi esterni e nelle sale interne del ristorante, dove autenticità e comfort si fondono con elementi pieni di eleganza e raffinatezza. Una location esclusiva polivalente nella parte più suggestiva di Pompei, a ridosso degli Scavi a pochi passi da Villa dei Misteri e che gode di una meravigliosa vista su Capri. Oltre 8.000 mq di spazi esterni che racchiudono il So Zen, La Terrasse ed il Giardino dei Sensi, ambienti privilegiati per feste ed eventi all’aperto. L’incantevole vista dal Giardino dei Sensi, sugli Scavi archeologici di Pompei, è la punta di diamante di questa proprietà, completamente rinnovata nel periodo 2014-2016.

La location risulta ideale per cerimonie, feste di laurea, meeting aziendali, cene di gala, eventi culturali e mondani. L’area verde ha un passeggio che attraversa il vigneto, l’orto ed il delizioso pergolato d’uva e rose che guarda all’antica Villa di Diomede. L’eterogeneità degli spazi consente la realizzazione di numerose attività private come: degustazioni di prodotti tipici, laboratori di cucina, la pizza fai-da-te ed il Toga Party Antica Pompei.

Tiberius

Via Villa dei Misteri, 7 
80045 Pompei (Na) info@tiberiusonline.com

“Cenando sotto un Cielo diverso” on the road

L’alta cucina a sostegno dei bambini ricoverati nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno lo chef stellato Michele De Leo, lo chef Danilo Di Vuolo e l’attore Francesco Albanese a fare da padrini all’edizione invernale dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso on the road” in programma domenica 2 dicembre alle ore 19:30 presso il ristorante “Tiberius” di Pompei (ubicato in via Villa dei Misteri, 7) e venerdì 7 dicembre a Capua presso Tenuta San Domenico (allocata in via Casa Cerere, S. Angelo in Formis). Nella data domenicale saranno coinvolti più di 100 chef, tutti nomi prestigiosi della cucina campana, che proporranno altrettanti piatti in versione degustazione. Il 7 dicembre si terrà inoltre una serata di gala che vedrà coinvolti ai fornelli diversi chef stellati che presenteranno un menù a più mani che promette di essere indimenticabile. Gusto e solidarietà: un connubio perfetto per un’esperienza culinaria in grande stile resa possibile grazie all’utilizzo di una selezione di eccellenze del territorio campano come la mozzarella di bufala, l’olio extravergine di oliva, la pasta di Gragnano, etc.

Continua la lettura di “Cenando sotto un Cielo diverso” on the road

Pompei, “Il Principe” è tornato

Ha riaperto i battenti mercoledì 27 giugno 2018 il ristorante “Il Principe”, luogo che rappresenta la storia della ristorazione pompeiana (esiste dal 1986). Dopo un breve periodo dedicato alla progettazione di un nuovo format enogastronomico, la location è oggi attivissima in quel di  via Colle San Bartolomeo, a pochi passi dal Santuario e dagli Scavi.

Continua la lettura di Pompei, “Il Principe” è tornato

Trigaio: tre piani di buon umore per i buoni intenditori del gusto

Pompei, salita per fortuna agli onori della cronaca per fatti positivi (gli scavi archeologici registrano quasi ogni fine settimana decine di migliaia di presenze), è ormai divenuta una città in cui gente proveniente da ogni angolo del mondo si reca per vivere la storia e vivere una storia. Ragion per cui tanti sono i progetti sorti come corollari al forte potere attrattore del famoso sito archeologico: tra questi c’è il wine bar e ristorante “Trigaio”, ubicato nel cuore di Pompei – a pochi metri dal Santuario (altro fiore all’occhiello della città) -, in via Lepanto 180.

Continua la lettura di Trigaio: tre piani di buon umore per i buoni intenditori del gusto