Archivi tag: Museo di Capodimonte

Giovedì 4 Gennaio proiezione del film “Loving Vincent” – ingresso gratuito

Sarà proiettato giovedì 4 gennaio 2018 alle ore 19.00 (Auditorium, piano terra) il film Loving Vincent di Dorota Kobiela & Hugh Welchman dopo i problemi tecnici dello scorso 28 dicembre 2017 che avevano costretto a rinviare a proiezione – ultimo appuntamento con Cinema-La Settima Arte a Capodimonte, la rassegna a cura del Museo e Real Bosco di Capodimonte e del Cinema Hart inserita nel cartellone di eventi “Capodimonte dopo Vermeer” finanziato con fondi POC della Regione Campania, che per due mesi, ogni giovedì, ha offerto la visione di otto pellicole-capolavoro sul rapporto tra arte e cinema. Loving Vincent chiude un percorso narrativo iniziato il 2 novembre scorso con Das Cabinet des dr. Caligari film del 1919 simbolo dell’espressionismo tedesco, Senso storica pellicola del 1954 di Luchino Visconti, Barry Lyndon il capolavoro di Stanley Kubrick. Tre i film biografici: Frida (2002) di Julie Taymor dedicato alla vita di Frida Kahlo, Caravaggio (1986) di Derek Jarman, che ha lanciato il mito di Caravaggio nel mondo contemporaneo e Turner (2014) di Mike Leigh, e un omaggio a Pier Paolo Pasolini con Mamma Roma (1962) e La ricotta (episodio del film RO.GO.PA.G.) del 1963.

Loving Vincent è un film d’animazione realizzato con una tecnica di ultima generazione in cui più di 120 artisti dipingono l’incredibile storia della vita di Vincent Van Gogh attraverso i suoi quadri. Un potente e suggestivo racconto realizzato con oltre 60.000 tele dipinte a mano per un viaggio nell’arte e nel mistero della scomparsa di uno dei più importanti pittori di sempre. La pittura qui oltre ad essere contenuto è anche strumento narrativo: ogni singolo fotogramma del film è realizzato a mano.

Dorota Kobiela, pittrice polacca, e il regista inglese Hugh Welchman, hanno intrapreso questa avventura sei anni fa per raccontare, attraverso uno stile da cinema noir, le ultime settimane di vita del pittore olandese trasferitosi ad Arles, in Francia, nel 1888. Vincent Van Gogh, l’artista più noto al mondo, personaggio tormentato, nel luglio 1890 si spara in un campo di grano nei pressi di Arles. Il giovane Armand Roulin, figlio del postino Roulin, unico amico di Van Gogh, non convinto del suicidio dell’artista, ripercorre le sue ultime settimane di vita incontrando le persone che, anche nei momenti più drammatici, gli sono state vicine.

La proiezione del film sarà preceduta, come di consuetom da un drink di benvenuto.

Il film è in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni scrivere a mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it o telefonare allo 081.7499130.

Gli elementi del contemporaneo…Che forma ha il vento?

Che forma ha il vento? è il sesto appuntamento del ciclo di laboratori Gli elementi del contemporaneo dedicati alle famiglie con bambini di età compresa fra i 6 e gli 11 anni. Ciascun incontro è dedicato ai quattro elementi naturali (acqua, aria, fuoco, terra), per avvicinare i bambini all’arte contemporanea, stimolandone la capacità di osservazione e la rielaborazione creativa attraverso esperienze ludico-formative che ne favoriscono l’interazione con i genitori. L’appuntamento del mese di settembre, dominato dal segno zodiacale della Bilancia, approfondirà l’elemento aria analizzandone la mutevolezza delle forme.

Le opere di Fabro, Ontani, Merz, Pistoletto e Marisa Albanese, opportunamente illustrate da Daria Giampaglia dei Servizi Educativi di Capodimonte, aiuteranno i giovanissimi visitatori a dar vita ad originali sculture mobili realizzate, con il supporto di mamma e papà e dell’operatore didattico, utilizzando cartoncini colorati, veline, pastelli, carta stagnola e fogli di rame messi a loro disposizione. Al termine del laboratorio, al quale è possibile partecipare gratuitamente, con il solo biglietto di ingresso del Museo, gli artisti in erba potranno portare via le loro coloratissime mobiles. Il laboratorio è gratuito, incluso nel biglietto d’ingresso del Museo (intero 8 euro, ridotto 4 euro, gratuito fino a 18 anni).

Prenotazione obbligatoria al numero:

tel. 081 440438 (da lun. a ven. ore 10.00-14.00);

e-mail info@progettomuseo.com e attendere la risposta con conferma di disponibilità.

Sabato: tel. 081 7499130 (10.00-13.00 | 15.00-17.00)

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:

Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)

Fermate a richiesta lungo il percorso

Tariffe da 2 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti

Arte senza frontiere visita didattica alla collezione Borgia

Per la #domenicalmuseo a ingresso gratuito, il Museo e Real Bosco di Capodimonte ha deciso di abbattere le frontiere tra culture diverse scoprendo insieme la collezione Borgia (sala 7, primo piano), in un percorso tematico dedicato al valore e alla bellezza della diversità, alla arte intesa come dialogo e contaminazione.

La visita, condotta da Stefania Napoleone, storica dell’arte dei Servizi Educativi del Museo di Capodimonte che, come tutte le prime domeniche del mese, propone ai visitatori del Museo approfondimenti tematici gratuiti, mette in luce proprio l’interesse verso culture ‘altre’ di Stefano Borgia, raffinato ed erudito cardinale, uomo dalle idee nuove e tra i personaggi più influenti del XVIII secolo.

Grazie all’apertura del prelato verso culture lontane ed esotiche, al suo colto spirito illuminista, al suo ruolo di segretario della Congregazione di Propaganda Fide e al materiale proveniente dalle missioni cattoliche presenti nei più disparati angoli del mondo, oltre le frontiere della cultura occidentale, il cardinale istituì, nel suo palazzo di Velletri, un vero e proprio Museo.

Una raccolta specchio di una straordinaria sintesi tra Oriente ed Occidente, suddivisa in dieci classi di oggetti, in linea con lo spirito classificatore e didascalico dell’enciclopedismo illuministico.

Alla collezione, venduta nel 1814 a Gioacchino Murat in base ad un accordo ratificato nel 1817 da Ferdinando I di Borbone, è dedicata la sala 7 al primo piano del Museo di Capodimonte dove sono raccolti i manufatti d’arte medievale e moderna che ripropongono parti dell’originario allestimento borgiano come il Museo Sacro e il Museo Indico.

Appuntamento presso la biglietteria del Museo alle ore 10.00 e alle ore 11.30.

Visita gratuita con prenotazione obbligatoria:

mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it

tel. 081.7499130 (dal giovedì al martedì 10.00-13.00 | 15.00-17.00).

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:

Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento (Teatro San Carlo)

Fermate a richiesta lungo il percorso

Tariffe da 1.50 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti

La notte di San Lorenzo e i giovedì d’agosto a Capodimonte: apertura serale straordinaria per ammirare le mostre in corso e le preziose collezioni

Proseguono per tutti i giovedì del mese di agosto – a partire dalla notte di San Lorenzo 10 agosto e proseguendo con il 17, 24 e 31 – le aperture serali straordinarie al Museo di Capodimonte. Un’occasione in più per ammirare al prezzo scontato di 4 euro le mostre in corso: Van Dyck nell’ambito del ciclo L’opera si racconta (sala 6, primo piano) e Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio (sala 82, secondo piano) nell’ambito del ciclo Incontri Sensibili, che mette a confronto in questo caso due opere dell’artista belga realizzate interamente con gusci di scarabeo gioiello, elemento distintivo e ricorrente della sua ricerca – Spanish Sword (Knight of modesty) / Spada spagnola (Cavaliere di umiltà) e Railway Tracks to Death / Binari verso la Morte – con la Wunderkammer o “camera delle meraviglie”, una raccolta di curiosità tipica delle collezioni d’arte del Cinquecento e Seicento custodite al Museo di Capodimonte. 

Continua la lettura di La notte di San Lorenzo e i giovedì d’agosto a Capodimonte: apertura serale straordinaria per ammirare le mostre in corso e le preziose collezioni