Archivi tag: mozzarella

La Mozzarella di bufala Dop batte i formaggi francesi: in 10 anni +100% di export

Dal 2006 al 2016 l’export della mozzarella di bufala campana Dop è cresciuto di oltre il 100%, passando dal 15,6% al 32,1%. Nello stesso periodo la produzione di bufala campana è aumentata del 31%. E il 2017 si prefigura come l’anno del record assoluto, visto che nei primi otto mesi si è già registrato un ulteriore incremento del 7,5% di produzione rispetto al 2016. Sono proprio le esportazioni a trainare il comparto.

Continua la lettura di La Mozzarella di bufala Dop batte i formaggi francesi: in 10 anni +100% di export

Bufala Fest, una manifestazione per la promozione della filiera bufalina

Al via l’edizione 2016 del Bufala Fest, che aprirà il suo villaggio sul lungomare di Napoli  alle ore 19 di mercoledì 1 giugno e resterà aperta fino a domenica 5 giugno, offrendo 5 giorni dedicati alla gastronomia che ruota intorno ai prodotti della filiera bufalina, con spettacoli, seminari e dibattiti di approfondimento.
Quest’anno la manifestazione raddoppia: 2mila metri quadri di gusto, da piazza della Repubblica fino a piazza Vittoria, con il cuore del divertimento alla rotonda Diaz, dove verrà allestito il palco che ospiterà gli spettacoli. 60 gli espositori.

I convegni

  • Giovedi 02/06/2016 alle 12 : “La Filiera Bufalina”.
    Interverranno:
    Renato Rocco, Presidente dell’Associazione Filiera Bufalina.
    Gennarino Masiello, Presidente della Coldiretti Campania Gennarino Masiello.
    Il Direttore dell’ANASB Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufalina.
    Il Presidente dei Ristoratori di Confcommercio Napoli e Vicepresidente Associazione Pizza Verace Massimo Di Porzio.
    Fortunato Giaquinto, Presidente del Comitato regionale dell’Unione Nazionale Consumatori.
    Corrado Martinangelo, del Ministero Politiche Agricole.
  • Venerdi 03/06/2016 alle 18.00 :  “Sostenibilità e certificazioni delle produzioni alimentari”
  • Sabato 04/06/2016 alle 11.00 si terrà il Convegno : “La Campania del buono”
    Interverranno:
    Domenico Raimondo, Presidente Consorzio Mozzarella di Bufala DOP
    Giovanni Marino, Presidente del Consorzio del Piennolo DOP
    Tommaso Romano, Presidente del Consorzio S.Marzano Dop
    Vincenzo Peretti, Direttore Consorzio del Provolone del Monaco Dop
    Maurizio Cortese, Direttore del Consorzio di Pasta di Gragano IGP
    Giuseppe Orefice, Presidente Slow Food Campania
  • Domenica 05/06/2016 alle ore 11.00: ”Campania Sicura”.
    Interverranno:
    Annamaria Palmieri , Assessore all’ Istruzione del Comune di Napoli.
    Matteo Lorito, Direttore Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli.
    Giuseppe Campanile ,del Dipartimento di Veterinaria dell’Università Federico II di Napoli.
    Luigi Frusciante, docente di Genetica Agraria dell’Università Federico II di Napoli.
    Antonio Limone, Commissario dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno.
    Sergio Costa,Comandante Corpo Forestale della Campania.
    Antonio Postiglione, Direttore Generale della Sanità.

Gli spettacoli (tutti con inizio alle ore 21)

1 giugno – Simone Schettino

3 giugno – Monica Sarnelli in concerto

4 giugno – Maria Nazionale in concerto

5 giugno – Carlo Faiello e Giovanni Mauriello con i Pietrarsa

Le cene e i pranzi stellati

1 giugno – ore 20.30 – chef Paolo Gramaglia

2 giugno – ore 13.30 – chef Giuseppe Aversa

2 giugno – ore 20.30 – chef Peppe Stanzione

3 giugno – ore 20.30 – chef Vito Antonio Lombardo

4 giugno – ore 13.30 – chef Alfonso Crisci

4 giugno – ore 20.30 – chef Giuseppe Daddio

5 giugno – ore 13.30 – chef Lino Scarallo

5 giugno- ore 20.30 – chef Cristian Torsiello

I pranzi e le cene bufaline stellate sono un format CBS e possono essere prenotate all’indirizzo prenotazioni@bufalafest.it, al costo di 50 euro a persona per singolo evento.

Gli orari di apertura al pubblico del villaggio

1 giugno: dalle 19 alle 24

2 giugno: dalle 12.30 alle 15.30 e dalle  19.30 alle 24

3 giugno: dalle 19.30 alle 24

4 giugno: dalle 12.30 alle 15.30 e dalle 19.30 alle 24

5 giugno: dalle 12.30 alle 15.30 e dalle 19.30 alle 24

Il menù

Il menù avrà un costo a persona di 12 euro e permetterà di avere un piatto a scelta (tra una pizza, un panino, un primo o un secondo),  un dolce o un gelato, una bibita (birra, cola, vino o acqua), un caffè e un digestivo a base di latte di bufala. Anche per questa edizione si è pensato alle famiglie, cui è riservata un’attenzione particolare. Il menù per quattro (due adulti e due bambini) è proposto a 40 euro.

Gli organizzatori del Bufala Fest

Associazione filiera Bufalina (Renato Rocco, Luca Staempfli, Antonio Rea).

Il Bufala Fest punta a promuovere tutti i prodotti della filiera bufalina – dichiara Renato Rocco, presidente Associazione filiera bufalina – dalla carne, ai derivati del latte, alle piccole produzioni di nicchia. Una manifestazione che ha, dunque, un valore economico se si considera che solo la vendita della mozzarella di bufala campana dop fa registrare un fatturato annuo di 400 milioni: il giro d’affari dell’intero comparto supera il miliardo di euro. Mettere in moto la filiera significa garantire sviluppo a uno dei settori trainanti dell’economia campana“.

I patrocini

Regione Campania, Comune di Napoli, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana dop, Slow Food Campania, Onaf (Organizzazione nazionale Assaggiatori Formaggi) e Ais Napoli.

Le Strade della Mozzarella: l’azienda Toscana Savini Tartufi presenta una “perla nera”

In anteprima a Paestum durante la due giorni, lunedì 18 e martedì 19 aprile, di LSDM, l’azienda Toscana Savini Tartufi presenta una “perla nera”.
Il tartufo cambia nella forma ma non nel gusto e nel profumo. Si tratta di piccole sfere che racchiudono in sé il succo del Tartufo Nero Pregiato – Tuber Melanosporum Vitt.
L’aspetto elegante e unico, unito al sapore caratteristico e delicato, lo rendono sublime su canapè e piatti ricercati. L’Oro Nero Savini, conferisce ad ogni pietanza un gusto piacevolmente tartufato.
Delicato al palato, una volta schiacciato, sprigiona un avvolgente sapore di bosco. Il profumo della natura che da sempre caratterizza le creazioni Savini Tartufi.
SAVINI TARTUFI
Savini è una famiglia di tartufai da ben quattro generazioni, una vera passione tramandata di padre in figlio. Ispirandosi al sapere del padre, Giuseppe Savini ha creato il business, Luciano ha ascoltato l’offerta, con Cristiano l’azienda si è aperta al mondo e adesso esporta in più di 40 Paesi; ovviamente in piccole quantità. Il bello è che ancora oggi, produzione e procedimenti di lavorazione siano artigianali. In particolare, il ciclo è completo: dalla raccolta alla selezione, dalla pulizia alla lavorazione, dal confezionamento alla consegna. Tutto questo ha origine agli inizi degli anni ’20. Poi, dal 1982 Luciano Savini affianca al fresco il conservato. Un plus di questa “perla Toscana” è proprio la produzione di diverse linee di articoli al tartufo, elaborati “al naturale”: linea “Elegance”, “Luxury” e “Tricolore”.
La zona della Toscana in cui è collocata Savini è molto importante per il tartufo: a metà tra Pisa, Firenze e Siena; vi si trovano infatti tartufi tutto l’anno. Inoltre, poter lavorare in questo triangolo di terra, garantisce un prodotto di alta qualità e di sicura provenienza.
Le varietà spaziano dal Tartufo nero pregiato al Tartufo scorzone estivo, dal Tartufo bianchetto al Tartufo uncinato per arrivare al Tartufo bianco per eccellenza, ovvero il “Tuber magnatum Pico”.
Da citare il 2007, l’anno del tartufo Guinness dei primati: Savini, grazie al cane Rocco, ha rinvenuto il famoso tartufo bianco gigante da 1,497 kg, che rimane ancora adesso il più costoso: 330.000 dollari, devoluti in beneficenza all’Asta Internazionale del Tartufo Bianco di Toscana.
In poche parole, Savini Tartufi è un’azienda di nicchia, familiare ma internazionale, che ha intrapreso un business su uno dei prodotti più di pregio al mondo: il tartufo, di cui garantisce qualità e provenienza.