Archivi tag: lavoro

Progetto ANSENUM: pubblicati due bandi per l’assunzione a tempo determinato di due figure professionali

Sono stati pubblicati due bandi che porteranno all’assunzione a tempo determinato (per un massimo di dieci mesi) di due figure professionali che saranno coinvolte nel progetto ANSENUM (ANtichi SEmi NUovi Mercati) finalizzato al recupero di antiche coltivazioni e dei terreni ove queste venivano effettuate al fine di ridurre l’impatto ambientale dell’agricoltura. Si ricercano in particolare:

–          Nr. 1 Esperto Junior: soggetto con esperienza nelle attività di supporto per la verifica dei rendiconti presentati dai Partner di progetto oltre alle attività di monitoraggio nella stesura di reports delle attività in essere, di processi partecipativi e tavoli di concertazione;

–          Nr. 1 Esperto junior: soggetto con esperienza nelle attività di sensibilizzazione e animazione di operatori in ambito rurale e agricolo (con particolare attenzione ai temi relativi alla valorizzazione di prodotti di agricoltura sostenibile, e di varietà vegetali autoctone, alla salvaguardia della biodiversità naturalistica e alla protezione e gestione del suolo). Con competenze tecnico-professionali negli ambiti dell’animazione socio-economica, delle iniziative di sviluppo locale (in particolare, gestione di iniziative locali per lo sviluppo), della gestione di processi partecipativi e tavoli di concertazione, della ricerca di campo, dell’informazione e sensibilizzazione di stakeholders.

Per entrambi i profili è richiesta una  buona conoscenza diretta del territorio dei Monti Lattari.

ANSENUM è promosso dall’Associazione temporanea di scopo (A.T.S.) di cui è capofila l’Associazione turistica pro-loco di Vico Equense. Il progetto è stato finanziato con i fondi psr Regione Campania 2014-2020 (tipologia d’intervento 16.5.1 “Azioni congiunte per la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’adattamento ad essi e per pratiche ambientali in corso”).

More info: https://www.prolocovicoequense.it/bandi-progetto-ansenum/

I Pensionati ‘periferia sociale’ dell’Italia

Esistono periferie territoriali e periferie sociali. Così come per “zona periferica” si intende un’area disposta ai margini dell’agglomerato urbano non sufficientemente curata dagli organi politici che governano la Città e per questo spesso soggetta a disagi, analogamente la cerchia delle “periferie sociali” comprende tutte quelle persone che sono costrette a vivere in un contesto sociale non sufficientemente attenzionato dalle Istituzioni. E’ il caso degli anziani e dei giovani, “periferie” dimenticate dai governi che si sono avvicendati negli ultimi anni. Nasce con l’intenzione di riaccendere i riflettori su di esse l’evento dal titolo “I Pensionati ‘periferia sociale’ dell’Italia” che si terrà venerdì 19 ottobre (alle ore 16) presso il MAMT – Museo della Pace di Napoli (ubicato in via A. De Pretis, 130). Durante l’incontro interverranno: Fortunato Sommella, Segretario Nazionale del Partito dei Pensionati d’Europa e coordinatore dell’iniziativa; Severino Nappi, presidente dell’Associazione Nord Sud e docente universitario; e David Lebro, Capogruppo de “La Città” al Consiglio Comunale e Consigliere della Città metropolitana di Napoli. Modererà Alessandro Sansoni, Componente Esecutivo Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e Vicepresidente Nazionale Modavi ONLUS.

Dignità, Speranza ed Entusiasmo: questi i punti di partenza della trattazione del delicato argomento su cui è incentrato l’evento… Si parlerà della difesa dei pensionati e del contesto civile e sociale in cui sono costretti a vivere e del diritto dei giovani (purtroppo anche loro rientranti nella cerchia delle “periferie sociali” d’Italia) al lavoro e, dunque, alle loro future pensioni. “Dignità, Speranza ed Entusiasmo” sono anche tre parole molto ricorrenti nel libro “Napoli: Capitale delle Periferie” del giornalista Carmine Zamprotta, testo che sarà presentato nel corso dell’evento, incentrato su quanto la politica degli ultimi anni abbia fallito nella gestione delle periferie allontanandole dal centro anziché amalgamarle.

La partecipazione all’evento è libera, non occorre invito.

Per ulteriori informazioni: ☎️081 54 65 809 e📱347 80 66 712

 

ACIIEF prima scuola a Napoli a lanciare il corso di formazione per addestratore cinofilo

Arriva un corso di 600 ore per conoscere meglio i nostri amici a 4 zampe: da come curarli e nutrirli a come comunicare con loro. Ma, a differenza di altri percorsi, questo è un vero e proprio corso di formazione professionale: una qualifica spendibile nel mercato del lavoro, un attestato riconosciuto a livello regionale e nazionale.

Continua la lettura di ACIIEF prima scuola a Napoli a lanciare il corso di formazione per addestratore cinofilo

Apre PZ-C il primo coworking “eco” di Napoli

Utilizzare una postazione da lavoro con tutti i comfort di un ufficio completo ed efficiente per un mese, una settimana, un giorno o un anno in uno spazio arredato con mobili ecosostenibili. Si chiama Co-working, ed è dagli Stati Uniti che sta prendendo sempre più piede un nuovo stile lavorativo, quello condiviso: dalla postazione alla luce, dal caffè ai costi fissi. Si lavora nello stesso ambiente con altre persone, in piena autonomia, si dimezzano le spese e si fa rete.
Pz-C, il primo Eco-Coworking di Napoli apre in pieno centro, vicino la metropolitana di Piazza Garibaldi. L’arredo è tutto realizzato con materiali recuperati dai pallet rigenerati. 21 le postazioni: 15 in condivisione e 6 individuali, armadietti personali, sala riunioni, area relax, internet illimitato, stampante e fax. Si lavora senza essere mai soli.

In città, in ogni quartiere stanno nascendo stazioni di Coworking – spiega Alfredo Perez, fondatore di Pz-C – il progetto permette ai free lance, agli start upper e ai professionisti, non solo di trovare un luogo in cui lavorare senza doversi preoccupare di affitto, bollette e spese condominiali, ma anche di incontrarsi e magari dar vita a un network o a delle nuove iniziative comuni. Oggi giorno il numero dei free lance aumenta sempre di più, lavorare a casa è spesso demotivante; penso ai fotografi, ai giovani giornalisti, ai web master, agli architetti, agli avvocati che non hanno ancora un loro studio o un ufficio. Ecco che il coworking può essere una soluzione ideale. Inoltre noi siamo al centro della città e quindi facilmente raggiungibili anche per chi viene da fuori Napoli”.

I costi di una postazione per un mese in media variano dai 150 ai 230 euro, per una settimana dai 55 ai 75, 18 euro quello giornaliero. Sono diversi i pacchetti promozionali da quello easy (150 € al mese), a quello top (180 € al mese) fino ad arrivare a quello king che offre maggiori servizi (230 € al mese); ma Pz-c ha studiato anche la formula daily (18 € al giorno) e weekly pass (55 € a settimana) per chi si trova in città e ha bisogno per un giorno o più di una postazione per poter lavorare in tranquillità. Per chi prenota una postazione entro la fine di novembre, il primo mese di lavoro condiviso è gratis. Per informazioni www.napolicoworking.it, 3356860927.

Photo Carmine Luino