Archivi tag: fiera

EDIT Napoli: da venerdì 7 a domenica 9 giugno apre al pubblico nel Complesso di San Domenico Maggiore l’innovativa fiera di design

EDIT Napoli, l’innovativa fiera di design, debutta dal 7 al 9 giugno 2019  all’interno del Complesso di San Domenico Maggiore, nel cuore della città partenopea. Con una ricca storia di artigianato e industria manifatturiera, Napoli è un vivace palcoscenico di forte richiamo internazionale e vanta una scena artistica fuori dal comune.

La fiera punta i riflettori sul design editoriale o design d’autore, etichetta che definisce una determinata categoria di produzione attorno alla quale ruotano designer, aziende e artigiani che coniugano una sofisticata ricerca espressiva a processi di produzione di alta qualità. Gli editori del design sono eccellenze creative che fondono idee e modalità contemporanee con i saperi antichi del fare.
Questo ramo del design contemporaneo, oggi in forte crescita, vede i designer non solo come figure legate all’industria, ma anche come attori indipendenti responsabili del progetto del quale curano tutto l’iter creativo: dal concept alla produzione, dal branding alla distribuzione. Per la prima volta, una fiera di design esplora questa tendenza a 360°.
Domitilla Dardi ed Emilia Petruccelli, ideatrici del progetto, hanno selezionato più di 50 espositori – spaziando da nomi noti a talenti emergenti, e stimolando collaborazioni inedite tra produttori e designer. La fiera diventa quindi l’anello di congiunzione tra designer-produttori e potenziali partner: buyer, rivenditori, interior designer e architetti.
In mostra una serie di creazioni concepite esclusivamente per EDIT Napoli da designer e produttori. Tra i tanti, saranno presenti: la product e interior designer francese Constance Guisset; Nika Zupanc dall’eccentrica eleganza; l’artista italiano del vetro Simone Crestani; e Andrea Anastasio con la sua ricerca poliedrica. A rappresentare il design olandese, Dirk Vander Kooij e Max Lipsey, celebri per la spontaneità e la genuinità delle loro creazioni. Fra gli artigiani e le aziende che contribuiranno al percorso espositivo, GHIDINI1961, un riferimento per la produzione in ottone; De Castelli, grande esperto nella lavorazione dei metalli; e Bitossi Ceramiche, che vanta una tradizione secolare nell’arte della ceramica. Fra le collaborazioni inedite tra designer e produttori si contano: Gum Design con Alfaterna Marmi, Daniele Della Porta con B Beds 1967, BCXSY con Laboratorio Morseletto, e Elisa Ossino con Nesite.
EDIT Napoli consolida il legame con il territorio e il suo ricco patrimonio culturale grazie a un programma di Residenze. Le collezioni realizzate da Khaled El Mays, Reinaldo Sanguino e Faberhama insieme alle maestranze locali campane verranno presentate e commercializzate a livello internazionale sotto l’etichetta Made in EDIT. Si aggiunge al progetto, la collaborazione con PPPattern che vedrà l’artista napoletana Resli Tale creare un tavolo da ping pong – PPPingPong – per il cortile del Complesso.
Una commissione di esperti – composta da Giulio Cappellini (it), art director di Cappellini, David Alhadeff (usa), fondatore di The Future Perfect, Esra Lemmens (uae) della The Esra Lemmens Agency, Alessandro Valenti (it) di ELLE Decor Italia e Francesco Tuccillo (it), imprenditore locale – premierà il miglior inedito. La scelta cadrà sulla collezione che meglio incarna i valori promossi da EDIT Napoli: design intelligente con un’attenzione particolare al processo, un profondo rispetto per il patrimonio culturale e un prezzo equilibrato.
Infine, due i progetti che arricchiranno il programma culturale dell’evento. Gli EDIT Talks, a cura del critico e curatore Marco Petroni, due format di tavole rotonde quotidiane, “O’ Cafè” e “Design Kitchen”, entrambe ispirate a Napoli e i suoi rituali – il caffè e la cucina – offrono l’occasione per parlare di design a tutto tondo. EDIT Table by Food Confidential, a cura di Nerina Di Nunzio, una piattaforma che grazie al potere creativo della cucina avvicina chef, pizzaioli, pasticcieri e imprenditori del mondo della ristorazione e dell’hotellerie, a designer, artigiani e aziende per farli interagire direttamente nella creazione di progetti unici e tailor made.

Mia Sposa “Libera l’amore” dal 6 al 14 ottobre presso il Parco Commerciale Auchan di Giugliano

Libera l’amore”: questo il tema della nuova edizione di “Mia Sposa – Fiera degli Sposi e della Cerimonia”, che si svolgerà dal 6 al 14 ottobre al Parco Commerciale “Auchan” di Giugliano, in provincia di Napoli. Ad annunciarlo il patron Marcello Damiano CEO & FOUNDER di New Events srl  (società che si occupa di comunicazione e marketing , organizzazione  di eventi fieristici tra cui l’evento “Bimbo days” e di progetti editoriali quali MIA SPOSA MAGAZINE), nel corso della conferenza stampa tenutasi giovedì 27 settembre nella prestigiosa sede di UNIPEGASO, a Palazzo Zapata (Napoli).

Continua la lettura di Mia Sposa “Libera l’amore” dal 6 al 14 ottobre presso il Parco Commerciale Auchan di Giugliano

Napoli capitale del tatuaggio: torna il Tattoo Fest con 300 artisti da tutto il mondo

Per tre giorni Napoli sarà capitale mondiale del tatuaggio. Torna infatti dal 25 al 27 maggio l’International Tattoo Fest che porterà nella Mostra d’Oltremare  (Piazzale Tecchio, 52) circa 300 tatuatori, di fama nazionale ed internazionale, provenienti da Polynesia, Samoa, Taiwan, Giappone, Brasile e da tutta Europa.

Continua la lettura di Napoli capitale del tatuaggio: torna il Tattoo Fest con 300 artisti da tutto il mondo

Apre la Ventiquattresima edizione di #ARTISSIMA

Artissima 2017 apre oggi all’OVAL di Torino, accogliendo il pubblico da venerdì 3 a domenica 5 novembre, per la prima volta sotto la guida di Ilaria Bonacossa, nominata direttrice a dicembre 2016.
Artissima si conferma un appuntamento unico nel panorama culturale europeo, capace di attrarre gallerie, artisti, collezionisti e professionisti del settore da tutto il mondo.
Riconosciuta a livello internazionale per la sua attenzione alle pratiche sperimentali e per la capacità di innovarsi a ogni edizione, nel 2017 la fiera introduce una serie di novità che investono trasversalmente il suo programma e la sua struttura.
Le innovazioni dell’edizione 2017 sottolineano la vocazione della fiera alla scoperta e alla valorizzazione di talenti, riconfermandone il ruolo di autorevole laboratorio di ricerca per il futuro dell’arte.
La vitalità di Artissima e la sua forza innovatrice si riverbera su tutta la città, attraverso collaborazioni con le numerose istituzioni museali e con i progetti culturali del territorio.
La fiera è da sempre considerata un evento fondamentale per Torino grazie alla capacità di attrarre pubblici ampi e internazionali e di attivare processi economici, culturali e di accoglienza incisivi. In occasione dell’edizione 2017, l’indotto cittadino e regionale verrà analizzato attraverso un’indagine puntuale che la Camera di commercio di Torino, confermando il suo interesse per la fiera, ha commissionato al Dipartimento di Management dell’Università di Torino. I risultati verranno presentati nel 2018.
Ancora una volta Artissima si conferma un progetto unico, in grado di sostenere la ricerca curatoriale con un approccio dinamico in continua evoluzione.
La fiera è gestita da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.
 
LE NOVITÀ DELL’EDIZIONE 2017
Disegni: la nuova sezione di Artissima, curata da Luís Silva e João Mourão, valorizza una pratica artistica in grado di catturare l’immediatezza processuale e di pensiero del gesto creativo, e rivolge una particolare attenzione alla crescita di un nuovo collezionismo.
Un nuovo team di curatori: le sezioni ad invito si rinnovano attraverso il coinvolgimento di personalità italiane e internazionali attive nelle trasformazioni del mondo dell’arte contemporanea.
Il Deposito d’Arte Italiana Presente: il nuovo progetto espositivo e culturale di Artissima, curato da Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini, dedicato all’arte italiana dal 1994 a oggi. Il Deposito ospita importanti prestiti dalle istituzioni piemontesi e opere provenienti dalle gallerie presenti in fiera.
“PIPER. Learning at the discotheque”: sperimentale programma di incontri a cura di the classroom pensato per raccontare l’arte contemporanea in maniera non convenzionale in uno spazio ispirato alla storica discoteca Piper Club di Torino.
Sette premi ad artisti e gallerie di cui quattro alla loro prima edizione: l’OGR Award è il nuovo premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT finalizzato all’acquisizione di un’opera che si aggiunge alla propria Collezione e destinata alle neonate OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Refresh Premio Irinox, promosso da Irinox e dedicato alla nuova sezione Disegni, celebra l’artista che “reinventa conservando” ed esalta in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva del disegno. Il Campari Art Prize, in collaborazione con Gruppo Campari, premia un artista under 35 che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni. Il Premio CARIOCA KIDS, in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione della Città di Torino, promosso da CARIOCA e curato da ZonArte, è dedicato a New Entries e finalizzato ad attivare nuovi percorsi didattici nelle scuole dell’infanzia di Torino.
La piattaforma digitale: Artissima trasforma il suo catalogo in una piattaforma digitale in costante aggiornamento e di facile fruizione per offrire alle gallerie una vetrina non solo fisica per entrare in contatto con un pubblico più vasto di appassionati.
La #SocialRoom: uno spazio in cui il pubblico della fiera potrà ricaricare i propri dispositivi e non solo, trovando un ambiente ricco di stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali.
La nuova immagine coordinata: il progetto grafico scelto per rappresentare l’identità della fiera, a cura di Studio Sonnoli, racconta lo spirito trasformativo dell’arte contemporanea che Artissima da sempre promuove.
Il progetto di allestimento: lo studio Vudafieri-Saverino Partners di Milano firma il nuovo allestimento per valorizzare gli spazi del padiglione e i diversi progetti della fiera.
Nuova attenzione al food e alla ricerca enogastronomica: il vigore e l’inventiva della Chef stellata Mariangela Susigan, del Gardenia di Caluso, accoglieranno gli ospiti nel ristorante in Vip Lounge, arredato da Edra con sedie di Jacopo Foggini, tappezzerie Dedar, luci Nemo Ligthing e cucine di Marrone, per offrire loro un’esperienza intensa e fantasiosa. Il bistrot, arredato da Lago Design, sarà a cura di Piaceri d’Italia, realtà gastronomica attenta alla qualità e all’autenticità grazie alla vicinanza con i presidi Slow Food.
After Artissima: lo storico circolo torinese Società Canottieri Esperia organizzerà “After Artissima”, una lounge “chill, drink and dance” da giovedì 2 a sabato 4 novembre dalle 22.30 alle 03.00 (l’ingresso sarà consentito agli ospiti muniti di badge espositore, vip, press).
Nelle parole di Ilaria Bonacossa:
 
“Il 2017 segna una ricorrenza importante, non solo per Torino, ma per tutto il mondo dell’arte: 50 anni dalla prima mostra dell’Arte Povera (1967), la più rivoluzionaria, emozionante e poetica avanguardia artistica del dopoguerra che sancì la vocazione contemporanea di questa città. Per celebrare oggi quell’energia creativa, Artissima richiama negli spazi dell’Oval due esperienze sorprendenti, ma ancora poco conosciute, di quegli anni: il Piper Club di Torino (1966–69), e il Deposito dell’Arte Presente (1967–68). La storia della discoteca Piper, culla di una fervente subcultura, viene rievocata dal progetto “PIPER. Learning at the discotheque”, in cui un palinsesto di lezioni-conferenze si trasforma in scuola non convenzionale. La rivoluzionaria esperienza del Deposito, uno spazio industriale aperto per presentare fuori dagli spazi “borghesi” le opere della nascente Arte Povera, è invece ispirazione per il progetto “Deposito d’Arte Italiana Presente” in cui un magazzino si trasforma in spazio espositivo per presentare una selezione di opere create tra il 1994 e il 2017 da artisti italiani di diverse generazioni.
Dirigere Artissima è, per una curatrice, l’occasione non solo per riscoprire il passato ma per spiare il futuro dell’arte e metterne in discussione lo status quo. Le fiere d’arte contemporanea si distinguono per la dimensione non gerarchica della loro offerta in cui la molteplicità delle ricerche artistiche ridefinisce il sistema globale dell’arte contemporanea. La fiera si sviluppa orizzontalmente come un rizoma, affiancando in una struttura diffusa e reticolare, acentrica, le opere di settecento artisti presentati da più di duecento gallerie. Come il rizoma è un anti-albero, un’anti-radice, così la fiera è un’anti-struttura capace nella sua molteplicità di aprire spiragli sulle trasformazioni future della società contemporanea. Se l’arte da sola non può cambiare il mondo, ci auspichiamo che l’incontro con opere sorprendenti ed emozionanti possa cambiare il modo in cui ciascuno guarda la realtà”.
INFORMAZIONI PRATICHE  
Opening: 2 novembre 2017   
Anteprima stampa dalle ore 12.00
Anteprima collezionisti dalle ore 12.00 (su invito)
Inaugurazione ore 18.00-21.00 (su invito)
 
Apertura al pubblico: 3-4-5 novembre 2017
ore 12.00-20.00
Biglietti:
Intero: € 15,00
Ridotto: € 10,00 *
Abbonamento 3 giorni: € 30,00
* Ragazzi 12-18 anni. Over 65. Studenti universitari su presentazione del libretto universitario. Militari in divisa. Biglietto ridotto su presentazione dell’abbonamento Torino Musei e della Torino+Piemonte Card dal 3 al 5 novembre. Per le altre convenzioni: www.artissima.it/info. Ingresso gratuito per i disabili con accompagnatore.
ARTISSIMA SRL
www.artissima.it
info@artissima.it
Artissima Digital: www.artissima.art
Facebook: Artissima Fair
Twitter: @ArtissimaFair
Instagram: ARTISSIMAFAIR
Pinterest: Artissima
Youtube: Artissima Fair
#artissima #artissima2017 #followthepink

Preview Fall Winter Milano: Le Zirre Napoli presenti con la nuova collezione

Dal 15 al 18 settembre sarà accessori-mania alla Fiera di Homi Milano che apre i battenti a tutti gli appassionati e addetti al settore per mostrare le meravigliose creazioni della prossima stagione Autunno Inverno 2017/18. All’appuntamento con questa eccezionale vetrina espositiva non poteva non partecipare il brand Le Zirre Napoli® la cui principale caratteristica è STUPIRE con le sue tante novità capaci di catalizzare l’attenzione a 360°!

Continua la lettura di Preview Fall Winter Milano: Le Zirre Napoli presenti con la nuova collezione

#Vadovetiportailbacio: baciatevi in stazione! Contest sull’amore organizzato da Hera (fino al 30 agosto)

Fino agli anni trenta era taboo, ora il bacio è scienza con tanto di studiosi in camice bianco, gli osculologi, esperti di filematologia, studio delle funzioni e di tutti gli aspetti del bacio in una coppia. Per invadere l’Italia d’amore, Hera, la kermesse dedicata al wedding luxury che si svolgerà dal 7 al 15 ottobre al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa lancia il contest #Vadovetiportailbacio, in collaborazione con Trenitalia, per celebrare l’amore, l’affetto e i baci dati nelle stazioni…

Continua la lettura di #Vadovetiportailbacio: baciatevi in stazione! Contest sull’amore organizzato da Hera (fino al 30 agosto)

E’ solo un altro Comicon: il cortometraggio dell’edizione 2017 della Fiera del fumetto

Napoli COMICON – Salone Internazionale del Fumetto (28 aprile – 1 maggio)  presenta È solo un altro Comicon, cortometraggio diretto da Claudio Di Biagio (regista Vittima degli eventi e Freaks), realizzato da Slim Dogs, con protagonisti: Andrea Delogu, Fabrizio Biggio, Roberto Recchioni, Zerocalcare, Giacomo Bevilacqua, Milo Manara e Francesco Montanari. Saranno proprio Andrea Delogu (conduttrice radio/tv, scrittrice) e Fabrizio Biggio (attore e conduttore televisivo) a condurre la cerimonia dei Premi Micheluzzi 2017, i prestigiosi riconoscimenti assegnati ogni anno dalla manifestazione partenopea ad autori e pubblicazioni del mondo del Fumetto, che si terrà a Napoli COMICON domenica 30 aprile.

Continua la lettura di E’ solo un altro Comicon: il cortometraggio dell’edizione 2017 della Fiera del fumetto

Bridal Fashion Award: stilisti emergenti all’appello

Dal 14 al 16 ottobre la kermesse “Calabria Sposi La Fiera” si apre ai designers emergenti, con un progetto che punta a sostenerli. La tutela dell’arte, della moda, dell’artigianato Made In Italy partono da quella dei giovani designers, delle loro proposte. I talenti emergenti vanno sostenuti nelle attività di crescita, promozione, distribuzione delle proprie creazioni. Sono queste le  premesse da cui parte il progetto Bridal Fashion Award che volge  ad accrescere la consapevolezza dell’identità artistica e commerciale degli stilisti e a metterli in contatto con buyers, stampa di settore, opinion leaders, al fine di una crescita professionale.
L’evento è organizzato dalla Oceania srl, concessionaria del marchio Calabria Sposi, che ha organizzato una tre giorni dove i designer potranno confrontarsi con i clienti finali, rivenditori, e vivere concrete esperienze di confronto lavorativo, oltre alla competizione della gara. Una borsa di studio di mille euro e uno shooting fotografico con pubblicazione sul Magazine di Calabria Sposi per il primo classificato, uno shooting fotografico per il vincitore del premio “Creatività”, uno shooting fotografico più pubblicazione su Calabria Sposi per il vincitore del premio “Artigianato Made In Italy”. Questi i premi per il concorso, che è aperto a giovani designer.
Gli stilisti emergenti rappresentano una ricchezza per quello che è un patrimonio italiano, ossia l’artigianato, l’abilità sartoriale Made in Italy; per questo motivo nasce l’evento che vuole, di anno in anno, sostenere sempre di più i giovani”, ha dichiarato  Massimo Mauro, direttore di “Calabria Sposi La Fiera”.
Il concorso chiede ai giovani stilisti molto di più che semplici creazioni: “Raccontateci storie con ago e filo, intrecciatele tra le mani, e con la sapienza che solo un artigiano sa fare, tessete la tela dei ricordi per imprimere su tessuto favole di vita vissuta e di amori nati e coronati. Ricamate fiori che hanno adornato ciocche di giovani spose, anelli su mani che oggi accarezzano un ventre che cresce. Così facendo ci mostrerete la vostra manualità, il vostro taglio, e la firma dentro un abito che parlerà di voi”… Questa la particolare richiesta del concorso, che, in modo particolare, giocando con l’immaginario, fan capire quanto dello stilista, e di un artigiano in genere, ci sia in una sua creazione. Per informazioni e ricevere il bando:  marketing@calabriasposi.com.