Archivi tag: donna

La sposa – Odette di Salvatore Pappacena

La nuova collezione sposa di Salvatore Pappacena scardina i canoni dell’abito da sposa classico: il couturier campano ha contemporaneamente alleggerito e impreziosito il vestito del giorno più importante della vita di una donna, proprio per consentirle di arrivare all’altare fluttuante come una danzatrice, con un incedere fluido e sicuro come l’andamento di un cigno in un lago.
Musa ispiratrice della nuova collezione, che è stata presentata domenica 17 novembre presso il Complesso Zeno (Ercolano), è per l’appunto la principessa Odette, protagonista de “ Il lago dei cigni”, uno dei più famosi e acclamati balletti del XIX secolo. Simbolo di eleganza, della forza dell’amore che vince su tutto,  della bellezza che non ha bisogno di eccessivi orpelli per emergere, del lieto fine. Ma sullo specchio del lago maledetto dal perfido stregone Rothbart nuota anche il cigno nero, Odile, che inganna il principe facendogli credere di essere il cigno bianco del quale si è innamorato. Il giovane cade nel tranello e promette il suo cuore ad Odile tradendo inconsapevolmente Odette. L’ammaliatrice è la musa ispiratrice della linea houte couture di Salvatore Pappacena, composta da abiti vivaci e provocanti, destinati a una donna forte, determinata, desiderosa di affermarsi e perciò pronta a tutto per farlo.  Il sacro e il profano hanno animato la passerella che si è trasformata in un palcoscenico/lago ove le modelle – danzatrici si muovevano come dei cigni.

Eteree come delle ballerine, le spose di Salvatore Pappacena vestono abiti fatti di tulle e piume, di  tessuti  impalpabili che li rendono aerei, con trasparenze e sovrapposizioni di veli.  Elegante, sorprendente, tenue, sottile, lieve, splendente. Il mood è principesco, con dettagli che luccicano e le trasparenze che li esaltano. A illuminare la figura, accessori di pregio, preziose piume di cristalli (inserti che diventano il punto focale di tutto il vestito) e ricami unici. La sposa di Salvatore Pappacena è leggiadra, ma anche un po’ misteriosa grazie alle ombre e alle trasparenze dell’abito che indossa.

E poi ci sono gli abiti da sera creati dal couturier di origini casertane, quelli ispirati al cigno nero, disegnati per esaltare la bellezza della donna, per incentivare il suo potere ammaliatore. Via libera dunque a forme importanti, colori che gridano eleganza da tutti i pori, tessuti di pregio e accessori preziosi.
Che si indossi un abito da sposa oppure uno da sera sembra di essere in una fiaba e forse il mondo di Salvatore Pappacena lo è davvero, infatti i tanti ospiti che hanno assistito alla sfilata sono stati catapultati da subito in un’atmosfera  magica, senza tempo, quella che solo gli abiti della collezione “Odette” del giovane stilista riesce a creare.

Photo Credit: Carlo Ferrara

 

Napoli è Donna. Premio Lydia Cottone 2017: assegnati i riconoscimenti

Grande successo per la terza edizione di “Napoli è donna. Premio Lydia Cottone” a cura di Terziario Donna Confcommercio Napoli. La manifestazione ha visto presenti nella sala del Complesso di Santa Maria La Nova oltre  50 donne eccellenti, tra premiate ed ex premiate delle edizioni precedenti, e poi studenti, imprenditori, professionisti, istituzioni. Una festa tutta al femminile dove ad essere premiati sono stati il talento, la forza e l’abnegazione in rosa.  A presentare la cerimonia la giornalista Simonetta De Chiara Ruffo.

Continua la lettura di Napoli è Donna. Premio Lydia Cottone 2017: assegnati i riconoscimenti

Hi Woman – tecnologia e creatività al servizio delle donne

Hi Woman – tecnologia e creatività al servizio delle donne è un ciclo di appuntamenti professionalizzanti riservati alle donne di tutte le età, validi a tessere legami e ispessire le conoscenze per essere più pronte al mercato del lavoro, al life long learning, a sviluppare nel tempo un nuovo hobby che potrebbe diventare un nuovo lavoro.

Continua la lettura di Hi Woman – tecnologia e creatività al servizio delle donne

Festa della Donna: 5 film da vedere con le amiche

Per festeggiare la Festa della Donna cosa c’è di meglio di una serata tranquilla passata in compagnia delle amiche avanti alla tv? Magari bevendo una tisana e sgranocchiando qualche biscottino… Ecco i titoli dei film più adatti all’occasione.

Ma come fa a far tutto?

Kate Reddy è una donna e mamma di 35 anni. Durante il giorno lavora a Boston per una società di gestione finanziaria, quando torna a casa trova due bambini e il marito Richard, disoccupato.
Un giorno un cliente inizia a farle delle avance e contemporaneamente il marito riceve un’offerta di lavoro che proprio non può rifiutare.

Mamma Mia!

Protagonista è Sophie, una giovane ventenne che sta per sposarsi con Sky. Desidera però avere alle nozze il suo papà, che non ha mai conosciuto. Quando trova il diario della mamma Donna, scopre che sono tre gli uomini che la donna frequentava e decide di invitarli tutti. Tra difficoltà, equivoci e solidarietà, il film regala un’ora e mezza di divertimento sulle note dei mitici Abba.

 Il favoloso mondo di Amelie

A Parigi Amélie lavora in un bar di Montmartre e ha una vita semplice e serena. Un giorno trova per caso una scatoletta al cui interno ci sono ricordi e giocattoli di un bambino che nel passato abitava nello stesso appartamento. Scopre un nome: Dominique Bredoteau. A questo punto cerca di rintracciare tutti gli abitanti di Parigi con quel nome, tra avventure e peripezie.

Sex and the City

Un grande classico delle serate al femminile: Sex & The City 1 e 2. Le quattro protagoniste della serie più amata di tutti i tempi – Carrie, Miranda, Samantha e Charlotte – tornano in quella che è la conclusione dei tanti anni di avventure a Manhattan: tra sesso, amori, relazioni sbagliate e amicizia.

Le ragazze del Coyote Ugly

Violet Sanford è una ragazza del New Jersey che vorrebbe diventare cantante, ma è timida e ha paura del palcoscenico. Decide comunque di trasferirsi a New York e trova lavoro in un locale, dove incontra anche un gruppo di nuove amiche con cui condividere molte avventure e cercare di realizzare il suo sogno.