Archivi tag: Curiosità

NASCE TEENTV: DA SALERNO VOLA IN EUROPa IL PRIMO FORMAT DEDICATO AI TEENAGERS

Nei primi tre mesi e mezzo di vita, in un momento estremamente difficile e di grande incertezza, è riuscito a collezionare circa 15.000 domande di casting e selezionato 4.000 giovani artisti per le prime due serie della stagione. Nello stesso lasso di tempo, dieci milioni di visualizzazioni l’hanno resa la piattaforma leader sul mercato per i talent casting online formato teenagers.

Continua la lettura di NASCE TEENTV: DA SALERNO VOLA IN EUROPa IL PRIMO FORMAT DEDICATO AI TEENAGERS

Una nuova vita: ogni venerdì in seconda serata su La5

E’ inziato venerdì 3 luglio su La5 in seconda serata, e in replica il sabato successivo alle 14, “Una nuova vita“. Alla guida della trasmissione, prodotta dalla 11 Eleven srl di Bruno Frustaci e Alessandro Carpigo, ci sono Claudio Guerrini e Crisula Stafida. Ogni settimana verranno trasmesse due puntate, una dopo l’altra, per un totale di dodici.

Il programma è scritto da Luigi Miliucci e Tommaso Martinelli, mentre la regia è firmata da Luca Celia.
C’è chi la rincorre affannosamente per anni, chi la schiva consapevolmente, chi vi inciampa sopra senza nemmeno accorgersene: una nuova vita. Un traguardo da bramare, una seconda possibilità che grazie alla sorte, o alle nostre capacità, può presentarsi sul nostro cammino. L’emergenza sanitaria in corso e l’emergenza economica che ne seguirà fanno sì che già molti di noi stiamo prendendo piena consapevolezza dell’inevitabilità di questa nuova vita con cui fare i conti. Claudio Guerrini e Crisula Stafida ci racconteranno tra speranze, ambizioni e già concrete realizzazioni, le nuove vite di personaggi celebri e di persone comuni. Ciascun ospite, collegato dalla propria abitazione, illustrerà come immagina, o come attivamente sta sviluppando, la sua nuova vita. In ogni puntata si metteranno a confronto le “nuove ricette di vita” di due persone: una nota e un’altra appartenente a un diverso ambito professionale. Gli ospiti, sollecitati dalle curiosità dei conduttori, ripercorreranno ricordi e stati d’animo della loro quarantena e mostreranno come hanno deciso di ingegnarsi e attrezzarsi per il nuovo volto da dare alla propria vita.
Un programma sulla resilienza degli italiani, sull’ottimismo, sulla possibilità di rintracciare nuove positive occasioni di riscatto dopo tanta sofferenza. Perché anche dietro una mascherina possiamo accorgerci dello spuntare di un sorriso. Gli ospiti commenteranno, inoltre, contenuti estratti dal web (video, foto, post social) divertenti, curiosi o toccanti (propri o altrui). Il periodo della quarantena, infatti, ha prodotto un rapido moltiplicarsi di questo materiale, utile a un’interessante lettura di abitudini di vita, svaghi, hobby e nuovi talenti sviluppati degli italiani durante e dopo il lockdown. A conclusione di ogni puntata, i protagonisti mostreranno due oggetti che vorrebbero porre in un’ipotetica scatola del futuro da lasciare ai posteri: uno che rappresenti la loro vita di ieri (o che abbia avuto un significato particolare durante la loro quarantena) e uno simbolo, invece, della loro nuova vita.

Venticinque gli ospiti delle dodici puntate, provenienti dal mondo dello spettacolo, assieme a protagonisti dell’attualità più recente: Arisa, Paolo Genovese, Lillo, Francesca Manzini, Giusy Versace, Maria Sole Pollio, Maurizio Mattioli, Elisa D’Ospina, Enzo Salvi, Laura Freddi, Cristina Quaranta, Gianluca Mech, Benedetta Mazza, Carmen Di Pietro, Emily Rinaldi, Jane Alexander, Gianmarco Amicarelli, Luca Ruggeri, Ivano Scolieri, Vincenzo Sorrentino, Romana Busani, Davide Desario, Vincenzo Freni, Maria Vittoria Rava e Lucia Gaeta.

“Io, Tony Tammaro”

Ha girato con la sua chitarra tutti i 550 comuni della Regione Campania, portando la musica anche in quelle amene località dove non si sarebbero mai esibiti Vasco Rossi o Ligabue. Solo dopo 25 anni di gavetta ha realizzato il primo tour italiano: Milano, Bologna, Roma e, ovviamente, Napoli e Salerno. Lo hanno definito sociologo e  grande musicista, però lui ha solamente fatto quello che gli veniva spontaneo fare. Dalla musica al cinema, dalle musicassette piratate da “Mixed By Erry”, verso il quale nutre un sentimento di odio e amore perché, allo stesso tempo, pur sottraendogli la possibilità di ottenere lauti guadagni gli ha permesso una diffusione inaspettata della sua musica in tempi in cui i social erano cartoni animati di fantascienza, alle performance di attore al fianco di attori e attrici come Ascanio Celestini, Biagio Izzo, Massimiliano Gallo e Cristina Donadio.
Un giorno, all’improvviso, ha deciso di sdraiarsi sul lettino dello psichiatra, professore Ignazio Senatore, abile penna, critico cinematografico e collaboratore per tante testate giornalistiche, e raccontare tutta la sua vita che è sfociata in questa autobiografia, scritta a quattro mani proprio con il Senatore, edita dalla casa editrice napoletana “Graus Edizioni”: “Io, Tony Tammaro – antidepressivo naturale senza effetti collaterali”.
Un lavoro sorprendente, profondo, a tratti esilarante ed emozionante. Aneddoti, riflessioni, risatine e J’accuse ritraggono un Tony Tammaro sorprendente e inedito, dall’inizio della carriera, illuminata dagli insegnamenti del padre, il grande chitarrista Egisto Sarnelli, fino alle lezioni tenute in alcune Università. Un artista e un uomo che quasi nessuno si attende di incontrare e che tutti credono di conoscere.

“IO, TONY TAMMARO – Antidepressivo naturale senza effetti collaterali”       di Tony Tammaro e Ignazio Senatore
Graus Edizioni, euro 15,00.           C
ollana: “Personaggi”

Cafiero Music Pen Drive

Cafiero Music Pen Drive” è il nuovo progetto discografico di Cafiero, disponibile, in versione limitata, dal 25 maggio. Un lavoro esclusivo in formato Music Pen Drive, dalle dimensioni di una carta di credito, contente brani inediti, singoli tratti dall’album di debutto, progetti musicali, sorprese e spazio per archiviazione personale.

Continua la lettura di Cafiero Music Pen Drive

Capodimonte, un viaggio tra la reggia, la pinacoteca e il bosco dei miracoli

Riscoprire Capodimonte attraverso gli occhi di una telecamera accompagnati dal racconto del critico d’arte Roberto Nicolucci. Un documentario, una visita virtuale completa, approfondita e di grande qualità è il risultato di un lavoro svolto durante il lockdown che ha consentito di fare un viaggio tra la Reggia, la Pinacoteca e il bosco dei miracoli utilizzando telecamere in alta definizione, droni e quanto la migliore tecnologia può mettere a disposizione per l’arte.

Continua la lettura di Capodimonte, un viaggio tra la reggia, la pinacoteca e il bosco dei miracoli

Simona Ventura, continua il successo di “Settimana Ventura” oltre il 7% di share

Quando all’inizio di questa complessa stagione Tv si è pensato di rinnovare la fascia della domenica mattina di Rai2, di portare a casa buoni ascolti e di farlo con un programma a bassissimo costo per l’azienda, chiunque probabilmente avrebbe rinunciato a questa sfida.

Continua la lettura di Simona Ventura, continua il successo di “Settimana Ventura” oltre il 7% di share

Scuole del futuro: l’I.C. San Rocco di Marano

È tempo di iscrizioni scolastiche e di scelte consapevoli per le famiglie interessate alla migliore formazione dei propri figli. In un momento in cui il sistema scuola arranca, soprattutto nelle provincie italiane, tra tagli di risorse e problema sicurezza, un piccolo grande Istituto della provincia di Marano di Napoli si fa notare per impegno, innovazione, sguardo al futuro e rapporto diretto con le famiglie. L’I.C. San Rocco di Marano è in Campania uno dei pochissimi istituti ad essere rientrato nel Progetto “Scuola senza zaino”.

Continua la lettura di Scuole del futuro: l’I.C. San Rocco di Marano

EduCARE, come prendersi cura di Napoli Est

EduCare è un progetto della durata di 3 anni dai numeri estremamente significativi: 213 laboratori attivati, per un totale di circa 5.000 ore; 30 nuclei familiari destinatari di tutoraggio educativo domiciliare in famiglia; e 30 borse di studio per il sostegno di giovani talenti del territorio in attività sportive agonistiche presso strutture di eccellenza presenti nell’area orientale della città di Napoli.

Continua la lettura di EduCARE, come prendersi cura di Napoli Est

Albert Einstein diceva che sacrificarsi al servizio della vita equivale ad una grazia. Rocksottoassedio l’intervista!

Rosa Spampanato ha intervistato per il Magazine VanityHer la tribute band Rocksottoassedio dedicata a Vasco Rossi. Nati nel 2003 dalla passione per la musica oggi i Rocksottoassedio si racconteranno a noi e a voi lettori in una bellissima intervista. Raccontateci un po di voi? Chi sono i Rocksottoassedio? 

Siamo un gruppo di amici che condividono la passione per la musica e soprattutto un metodo di lavoro dove l’interazione, il valore dei legami, l’influenzamento reciproco e la coesione , rappresentano le fondamenta su cui abbiamo costruito il nostro rapporto. Quando nasce la band?

Nell’agosto 2003. Dopo qualche incertezza nella ricerca del genere musicale da suonare, è emerso con chiarezza che la strada che intendevamo percorrere fosse quella  della tribute band di Vasco Rossi. In questa band si sono avvicendati molti musicisti, attualmente la formazione vede alla Voce Mirko Renda, alla batteria Marco Lombardo, alle tastiere Claudio Catanzani, al basso e ai cori Francesco Barberini, alla chitarra solista Stefano Ciotola ed in fine alla chitarra ritmica Luigi La Rocca che è anche il fondatore di questa Band. Quanti e quali sacrifici per amore della musica?

Albert Einstein  diceva che sacrificarsi al servizio della vita equivale a una grazia. Per  noi aver fatto dei sacrifici per la musica equivale ad aver ricevuto  una grazia. Scherzi a parte. E’ normale che quando si coltiva una passione qualche sacrificio bisogna farlo e a volte lo devono fare anche le persone a noi vicine , ma le soddisfazioni che viviamo ci ripagano ampiamente

Al di fuori della band cosa fate?

Molti di noi sono nel campo della musica chi come insegnante chi come musicista professionista e compositore, altri hanno lavori nel campo dell’informatica e dell’industria. Perché questo nome, Rocksottoassedio?

Rock sotto l’assedio, era il nome di una tournèe  organizzata  nel 1995 da Vasco per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla guerra nella ex Jugoslavia. Per diversificare il nome dall’originale lo abbiamo modificato in Rocksottoassedio Quali i vostri progetti futuri?

Ne abbiamo più di qualcuno che speriamo si possano concretizzare al più presto tra cui una possibile tournèe che ci vedrà in varie piazze italiane. Prima di salutarci e ringraziarvi per la vostra presenza qui sul magazine volete aggiungere qualcosa?

Volevamo ringraziare per questa intervista e tutti i fans che ci seguono e ci supportano durante le nostre serate. Tra l’altro volevo ricordare che per chi volesse seguirci e rimanere informato sulle date dei nostri prossimi concerti, potrà farlo iscrivendosi su Facebook alla nostra pagina “Rocksottoassedio fanclub ufficiale”, oppure su Instagram digitando “@Rocksottoassedio”, o visitando il nostro canale Youtube “Rocksottoassedio” A cura di Rosa Spampanato 

“Ti Porto Se Vuoi”, il nuovo singolo degli Armonika

Un inno all’amore che supera barriere e differenze.

Sonorità mediterranee e latine, il rap partenopeo e il ritmo irresistibile del reggaeton.

Si intitola “Ti Porto Se Vuoi“, il nuovo singolo de “Gli Armonika”, il duo napoletano composto da Antonio Ucciero ed Erika Calì  in vendita dal 7 Maggio 2019 su tutti i digital store su etichetta Advice Music – Milano e on line su YouTube.

Prodotto da  Mad Man Factory, il brano è composto e arrangiato da Gianfranco Voiglio.

Due artisti, Antonio e Erika, che hanno avuto la fortuna di incontrarsi tra le “note” della vita e fondersi in un’unica anima:“Gli Armonika”.

Un mix eclettico fatto di soul, pop, rap e dance. Il duo ha all’attivo anni di show in tanti locali della Campania con una proposta musicale che parte dagli anni 70/80/90 fino ai giorni nostri.

Poi la necessità per Antonio e Erika di scrivere, arrangiare, mescolare note, creare un prodotto che parlasse di sé, che fosse a suo modo autobiografico, ma anche intimo e personale. Proprio come il loro logo, una lettera emme stilizzata che riporta al nome della loro bambina: Melody.

“Ti Porto Se Vuoi” racconta attraverso lo spartito e nel video, ideato da Peppe De Muro per la regia di Mauro Di Rosa, la storia d’amore tra una ragazza napoletana e un ragazzo di colore. Un amore che gioca a rincorrersi, che spinge a cercarsi e conoscersi. “Io ti seguirei pure in capo al mondo, per recuperare tutto il tempo perso… qui si tratta di noi!” E’ anche un testo che parla di integrazione culturale, contro il razzismo e la discriminazione con Napoli “ombelico del mondo”, città di accoglienza e cosmopolita. Un singolo che dimostra a tutti che il più potente antidoto contro l’odio e il rifiuto dell’altro è l’amore!

Un testo e una musica che ci hanno subito colpito – spiegano Gli Armonika – non solo per il significato ma soprattutto per il forte messaggio che lancia. Mancava però la parte rap, quel qualcosa che ci contraddistingue da sempre e abbiamo deciso di aggiungerla alla fine della canzone. La nostra storia professionale e come coppia è un mash-up, nasce nel 2011; da subito abbiamo deciso di iniziare a suonare e di intraprendere insieme questo percorso fin dai primi passi, mescolando stili, sensazioni, generi, e perché no, anche artisti a cui ispirarsi. Da quel momento sono nate cover riarrangiate di brani italiani e non, sperimentazioni, la partecipazione a X-Factor e tante serate e partecipazioni a manifestazioni musicali”.