Archivi tag: commedia

“Mostri a parte” di e con Maurizio Casagrande: è sold out ovunque

È inarrestabile il successo dello spettacolo teatrale Mostri a parte di e con Maurizio Casagrande che anche al Teatro Cilea di Napoli ha registrato gli ennesimi sold out, idem al Teatro Augusteo di Salerno (serata legata alla raccolta fondi “Insieme per Sarno”).

Continua la lettura di “Mostri a parte” di e con Maurizio Casagrande: è sold out ovunque

Al Teatro Augusteo di Napoli Gigi e Ross saranno in scena con lo spettacolo musicale “Troppo napoletano”

Al Teatro Augusteo di Napoli, da venerdì 17 fino a domenica 26 febbraio, Gigi e Ross saranno in scena con lo spettacolo musicale “Troppo napoletano”.

Continua la lettura di Al Teatro Augusteo di Napoli Gigi e Ross saranno in scena con lo spettacolo musicale “Troppo napoletano”

Dall’1 gennaio Alessandro Siani diventa Mister Felicità!

A due anni esatti dall’uscita di Si accettano miracoli, Alessandro Siani tornerà sul grande schermo l’ 1 gennaio 2017 con la sua nuova attesa commedia intitolata Mister Felicità, che lo vede protagonista accanto a Diego Abatantuono, Carla Signoris, Elena Cucci, Cristiana Dell’Anna.
Nel film da lui diretto e sceneggiato, insieme a Fabio Bonifacci, Siani interpreta il ruolo di Martino, un giovane napoletano indolente e disilluso, che vive in Svizzera dalla sorella Caterina.
Un imprevisto costringe all’immobilità la giovane sorella che ha bisogno di costose cure. A Martino non resta che lavorare al posto di Caterina come uomo delle pulizie presso il Dott. Guglielmo Gioia, un mental coach specializzato nello spronare le persone attraverso il pensiero positivo e l’azione.
Durante un’assenza del Dottor Gioia, Martino ne approfitta per fingersi il suo assistente. Uno dei suoi primi pazienti sarà la famosissima campionessa di pattinaggio Arianna Croft che, dopo una brutta caduta sul ghiaccio, ha perso completamente fiducia in se stessa e amore per il proprio sport. I campionati europei di pattinaggio, però, sono alle porte: ce la farà Martino, nell’insolito ruolo di Mister Felicità, tra equivoci e rivelazioni inaspettate, a far tornare Arianna la campionessa che era?
Non vi resta che scoprirlo al cinema dall’1 gennaio!

Buzzoole

I Vanzina tornano al cinema con “Miami Beach”

Miami Beach è una commedia romantica ambientata nel mondo degli italiani a Miami. Oggi, come tutti sanno, Miami è la meta più ambita dai giovani italiani. E’ lì, infatti, che vanno a studiare all’università Luca (Filippo Laganà), romano, figlio di Giovanni (Max Tortora) e Valentina (Camilla Tedeschi), milanese, figlia di Olivia (Paola Minaccioni). Durante il viaggio in aereo da Roma a Miami, Olivia e Giovanni litigano furiosamente. I loro figli ancora non sanno che si ritroveranno insieme nella stessa università. Tra i due però, malgrado i genitori che si odiano, nascerà una romantica e buffa storia d’amore ambientata nel mondo del college; quello che vediamo spesso nei film americani e che è il sogno di tutti i nostri ragazzi: feste, sport, scherzi.
A Miami arriva anche Giulia (Neva Leoni) insieme a delle sue amiche coetanee di 17 anni. Sono venute qui per assistere al famoso concerto dei deejay più importanti del mondo. C’è un problema però: Giulia doveva andare in vacanza con suo padre Lorenzo (Ricky Memphis) ma è scappata lasciandolo all’aeroporto di Roma, disperato. Lorenzo decide di andare a cercarla a Miami ma non sa dov’è, non parla inglese e non conosce la città. E’ un’impresa quasi disperata. Si farà aiutare nella sua ricerca da un giovane perdigiorno italiano, Bobo (Emanuele Propizio), studente fuoricorso con il quale scoprirà la vita dei giovani in quella grande metropoli.
Giulia intanto s’invaghisce di Filippo (Giampaolo Morelli), un giovanotto più grande di lei, un italiano immobiliarista e sciupafemmine al quale farà credere di essere molto più grande di quello che è. Una storia impossibile ma dalla quale imparerà a crescere. Insomma, Miami Beach, tra spiagge, università, feste e locali è un ritratto scanzonato del mondo italiano che sogna all’estero quello che in Italia non riesce più a trovare: ottimismo, divertimento, sentimenti e voglia di vivere.

NOTE DI REGIA
Negli ultimi anni Miami è diventata una delle mete preferite dagli italiani.
Attirati dal sole, dalle spiagge e dal clima tropicale 12 mesi all’anno, gli italiani sbarcano sempre più numerosi nella capitale della Florida.
Ora nelle strade di South Beach spesso si sente parlare italiano. E lungo Lincoln Avenue, la strada principale di Miami, è tutto un pullulare di ristoranti italiani.
Partendo da queste considerazioni ho pensato che dopo il mio film “South Kensington”, dove raccontavo la storia degli italiani a Londra, si potevano ugualmente raccontare divertenti avventure in quel di Miami. Oltretutto di Miami conoscevo abbastanza bene una certa fauna di “italians” emigrati sotto al sole della Florida.
In più quattro anni fa avevo visitato parecchi campus universitari insieme alle mie figlie che impazzivano all’idea di studiare là. (In realtà ora studiano a Londra e spero mi offrano nuovi spunti per un “South Kensington 2”!). E’ proprio dal campus che sono partito nel primo soggetto.
Era tanto che, insieme a mio fratello Enrico, volevamo raccontare le comiche vicende di studenti italiani approdati in una Università Americana.
Imbevuti di film “teen” americani tipo “Animal House” e “American Pie” abbiamo pensato che era divertente avere in quel contesto dei protagonisti nostrani con i quali il nostro pubblico giovane potesse identificarsi ancora meglio.
Oltre a questo “freshman” abbiamo messo in scena tre ragazzine italiane che volano a Miami per coronare il loro grande sogno: prendere parte all’Ultra Music Festival, un contest di deejay che attira ogni anno migliaia di giovani fan da tutto il mondo.
Sulle loro tracce un padre disperato che si è fatto scappare la figlia sotto al naso in aeroporto. Il poveretto non parla inglese e per trovarle si fa aiutare da un altro tipico italiano emigrato a Miami: “Il fancazzista fuoricorso”. A completare il tutto un playboy astro napoletano che si occupa di vendite immobiliari e i due genitori dei ragazzi universitari che si detestano tra loro.
Insomma, una fotografia di tipi buffi e divertenti, presi dalla vita vera, vissuta.
Non è la prima volta che giro un film in America. Ne ho fatti parecchi: “Vacanze in America”, “Sognando la California”, “Mai Stati Uniti”, i due “A spasso nel tempo” più l’incipit di “Sotto il vestito niente” nel Wyoming, due divertenti flashback di “Olè” girati a San Francisco e gli scenari di Wall Street e Manhattan per “Miliardi”.
E’ complicato girare negli States. Serve una lunga preparazione burocratica: visti di lavoro, passaporti di tecnici e attori passati al setaccio.
C’è anche una certa diffidenza “economica” nei nostri confronti. Ci vedono come dei “sola” napoletani pronti a rifilare fregature.
Ma una volta che si parte e si inizia a girare tutto fila liscio. Le troupe sono professionali, gli attori di contorno bravissimi, o set e i panorami meravigliosi. Proprio come nei film americani!
A Miami ero già stato parecchie volte in passato ma quando sono partito per i primi sopralluoghi l’ho trovata in gran forma.
C’è una forte adrenalina nell’aria, dovuta al mix tra i “latinos” e gli “Yankee”. Si respira energia, buonumore, spensieratezza, voglia di divertimento.
Qui il “sogno americano” è ai massimi. Quando passa una Camaro convertible con a bordo fusti a torso nudo e chicas alla Jennifer Lopez, ognuno pensa che un giorno potrà essere lì al posto loro. Forse sono solo sogni, ma dei sogni è fatta la vita. Se non si sogna, si è morti.
Nella sceneggiatura abbiamo ambientato molte scene in posti alla moda: il ristorante “Casa Tua”, il mitico “Hotel Pelican” su Ocean Drive, l’arena dell’”Ultra Music Festival” e poi le spiagge di South Beach, la famosa passeggiata “boardwalk” lungomare, la Lincoln Avenue, Down Town, l’Art District, le ville da sogno di Coral Gables e infine le famose Everglades, la landa desolata popolata dagli alligatori!
Tutto questo fa di “Miami Beach” un film ricco, colorato, allegro, pieno di musica latina che cerca di trasmettere la vitalità di Miami e l’altezza della sua fama.

Al Teatro Augusteo di Napoli stasera debuttano Carlotta Proietti, Marco Morandi, Claudia Campagnola e Matteo Vacca con lo spettacolo “Non c’è due senza te”

Dall’11 al 20 marzo, al Teatro Augusteo di Napoli, sarà in scena la divertente commedia musicale “Non c’è due senza te” interpretata da Claudia Campagnola nel ruolo della scrittrice Mariateresa, Carlotta Proietti nel ruolo di Sara, la responsabile della casa editrice, Marco Morandi nei panni di Danny, il musicista, e Matteo Vacca in quelli di Giorgio, il professore di matematica. Una compagnia teatrale giovane che porterà sul palco della storica sala di Piazzetta Duca D’Aosta due giovani dal cognome famoso: Carlotta, figlia del grande Gigi Proietti; e Marco, figlio dell’amatissimo Gianni Morandi. La commedia musicale, realizzata con la supervisione artistica di Gigi Proietti, la regia e i testi di Toni Fornari e le musiche di Enrico Blatti, gioca sul tema della bigamia, la biandria in questo caso, indagando la complessità dell’amore: si possono amare due persone contemporaneamente? Questa domanda affollerà la mente degli spettatori, che probabilmente guardando la commedia troveranno una risposta, che quasi sicuramente non piacerà ai rispettivi partner.

Sinossi
Mariateresa è una scrittrice di romanzi, una romantica sognatrice sposata con due uomini, ignari di tutto: Giorgio, un intellettuale professore di matematica, e Danny, un musicista che vive nel suo mondo. Mariateresa, con la scusa degli impegni di lavoro con la casa editrice, trascorre il suo tempo alternativamente con l’uno e con l’altro marito, e le cose sembrano funzionare. Ma un giorno ha dei mancamenti, la nausea. Attraverso un test di gravidanza scoprirà di essere incinta. Chi sarà il padre? La sua amica editrice, Sara, le consiglierà di indagare, senza tuttavia scoprire le sue carte. Mariateresa così scoprirà che nessuno dei due uomini ha intenzione di avere figli e ne rimarrà delusa. Nel frattempo Giorgio e Danny si incontrano per caso davanti la vetrina di un negozio di neonati, entrambi lì per un senso di colpa verso le rispettive mogli. Stringeranno amicizia, insieme decideranno di fare una sorpresa alle consorti, comprando un ciuccio e un bavaglino, e chiedendo loro di avere un bimbo. Giorgio inviterà Danny a cena nella sua casa, per potersi conoscere con le rispettive mogli. Cosa farà Mariateresa, avrà il coraggio di confessare il suo segreto ai due consorti?

Prezzo Poltrona € 30,00 / Poltroncina € 20,00 – Biglietti e informazioni sono disponibili al sito www.teatroaugusteo.it o telefonando al botteghino: 081414243 – 405660, dal lunedì al sabato tra le ore 10:30 e le ore 19:30. La domenica tra le ore 10:30 e le ore 13:30.

Stressati ….ancora di più

La show girl e conduttrice televisiva Laura Freddi, reduce dal successo di Tale e Quale Show,  ritorna nella città di Napoli e approda a teatro. Dopo il sold out della prima edizione di “Stressati… ancora di più”, anche quest’anno Laura sarà la protagonista femminile della commedia scritta a quattro mani da Lello Marangio e Lucio Pierri, in scena dal 25 febbraio al 6 marzo al teatro Totò e nel mese di aprile al teatro Cilea.

Continua la lettura di Stressati ….ancora di più

Filumena Marturano al Teatro Troisi

Dopo lo strepitoso successo di critica e di pubblico ottenuto al Teatro San Ferdinando ritorna in scena al Teatro Troisi di Napoli per soli 3 giorni, dal 22 al 24 gennaio, “Filumena Marturano” con Gloriana convincente protagonista. Al suo fianco nel doppio ruolo di regista e di protagonista maschil,e nel ruolo di Domenico Soriano, c’è Nello Mascia. Oltre ad un gruppo di ottimi attori e attrici tra cui spiccano i nomi di Cloris Brosca e Giancarlo Cosentino. E con la chicca delle musiche di James Senese. Uno spettacolo che torna dunque per tre speciali repliche a grande richiesta nella sala di Fuorigrotta.

Continua la lettura di Filumena Marturano al Teatro Troisi

Luca De Filippo debutta il 23 ottobre al Teatro Augusteo con lo spettacolo “Non ti pago”

Il 23 ottobre debutto di Luca De Filippo al Teatro Augusteo di Napoli con lo spettacolo “Non ti pago”. L’opera, una delle commedie più brillanti di Eduardo De Filippo, apre la stagione teatrale dello storico teatro napoletano di Piazzetta Duca D’Aosta 263.

Continua la lettura di Luca De Filippo debutta il 23 ottobre al Teatro Augusteo con lo spettacolo “Non ti pago”