Archivi tag: archeologia

Nasce la Via dell’Archeologia nel centro storico di Napoli

Un itinerario che tende a collegare il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (www.museoarcheologiconapoli.it) con i siti archeologici più importanti della città. Nasce la Via dell’Archeologia nel centro storico, una iniziativa che si inserisce nella politica di espansione sul territorio cittadino del museo e trova corpo grazie alla collaborazione con l’Associazione Pietrasanta Polo Culturale Onlus.

«La definizione della via dell’archeologia nel centro storico – spiega Paolo Giulierini, direttore del Mann – è la prima tappa di un importante lavoro la cui progettazione è in corso, in collaborazione con gli enti preposti, Comune, Soprintendenza, Regione. L’obiettivo è far nascere un percorso virtuoso che valorizzi le emergenze archeologiche del centro storico, dalle mura greche fino al Mann, dove è presente la sezione Neapolis, che entro il 2020 sarà rinnovata. La mostra del Mann alla Pietrasanta è la prima di una serie di esposizioni che valorizzeranno anche i nostri depositi».

La prima tappa, che verrà inaugurata domenica 3 marzo, collega il Mann alla Basilica della Pietrasanta (piazzetta Pietrasanta, 17-18) dove sono in mostra i reperti della collezione dedicata a Napoli antica, nell’installazione “Sacra Neapolis” presso il Lapis Museum (www.lapismuseum.com).

«Questa iniziativa – dichiara Raffaele Iovine, presidente Pietrasanta Onlus – è la conferma che i grandi attrattori culturali, gestiti in forma sia pubblica sia privata, possono cooperare tra di loro nel comune obiettivo di far conoscere, in modo moderno ed innovativo, la storia di questa antichissima città. La Via dell’Archeologia deve diventare una opportunità e una ricaduta favorevole per il commercio e l’artigianato di via Costantinopoli e di via dei Tribunali. L’obiettivo è quello di espandersi fino ad includere tutti i siti archeologici della città, mettere in collegamento queste realtà con opere di promozione sul prezzo, facendo biglietto integrato. Hanno già manifestato interesse il complesso di San Lorenzo Maggiore, Sant’Aniello a Caponapoli, il Duomo e la Fondazione Banco di Napoli».

Ai visitatori del Mann verrà dato un coupon che permetterà loro di acquistare il biglietto per le mostre nel Lapis Museum a 3€, anziché 10.

Nuovi scavi e ricerche nel parco archeologico di Pompei

Pompei e la ricerca: nuovi tasselli per la storia di Pompei emergono attraverso studi e ricerche negli spazi pubblici e nei luoghi di culto della città antica. Dalla primavera di quest’anno sono iniziati i nuovi cantieri di scavo che stanno interessando ben 8 aree di indagine all’interno del perimetro del sito, oltre al cantiere di scavo nel suburbio meridionale.

Continua la lettura di Nuovi scavi e ricerche nel parco archeologico di Pompei

Ritorna a vivere la Villa Romana di Caius Olius Ampliatus

Dopo anni di chiusura e di inaugurazioni, viene finalmente restituita al territorio orientale e alla città tutta l’antica Villa Romana di Caius Olius Ampliatus a Ponticelli, al cui interno prenderanno vita una serie di attività rivolte a tutti, in particolare agli abitanti del quartiere. Si parte con un weekend di visite gratuite guidate da ragazzi: per visitare l’incredibile sito archeologico, sabato 20 e domenica 21 maggio, dalle 10.00 alle 12.00, sono stati organizzati tour gratuiti a numero chiuso da Econote, Associazione Culturale che promuove il turismo sostenibile in collaborazione, con il Rotary Community Corp Napoli Est, l’organizzazione che gestirà il sito in accordo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il comune di Napoli.

Continua la lettura di Ritorna a vivere la Villa Romana di Caius Olius Ampliatus

“Kiki da Rua Catalana a Montparnasse”: prima assoluta di Cristina Donadio e Marco Zurzolo

Approda ad Ischia sabato 10 settembreKiki da Rua Catalana a Montparnasse” il nuovo spettacolo di Cristina Donadio, la celebre attrice impegnata in questi mesi con la serie Gomorra 3. Il debutto rientra nel programma a Villa Arbusto di “Campania By Night, archeologia sotto le stelle”, il calendario di visite notturne realizzate quest’estate da Scabec e finanziato dalla Regione Campania. La Donadio con la musica dal vivo di Marco Zurzolo metterà in scena la storia di Kiki di Montparnasse, la modella musa e amante di Man Ray, resa immortale dalla foto di schiena a mo’ di contrabbasso. Una donna che resta vittima della sua icona e che finisce la sua vita imbruttita, cocainomane e cartomante nei peggiori bistrot di Parigi. La commistione di teatro e musica porterà ad un risultato affascinante in cui la musica non sarà più etichettabile, ma sarà legata alla poesia dei suoni, al recitato e alle immagini. A precedere lo spettacolo in programma alle 21, due turni di visite guidate presso il Museo Archeologico di Pithecusae alla scoperta della storia più antica dell’isola verde tra primitivi e greci. Sul palco con Cristina Donadio, Vittorio Carità nel ruolo di Man Ray. Foto delle video istallazioni di Fabio Donato, video di Mario Franco. Abiti di Alessio Visone.

Per info e prenotazioni 800 600 601
www.campaniabynight.it 

 

CAMPANIA BY NIGHT: visite guidate, passeggiate notturne, spettacoli e concerti in 5 siti archeologici

Sono 9 gli appuntamenti  settimanali di “CAMPANIA BY NIGHT – Archeologia sotto le stelle” il programma di aperture serali dei siti archeologici campani proposto dalla Scabec, la società della Regione Campania che opera per la valorizzazione e la promozione dei beni culturali.  Dal mercoledì alla domenica tutti i giorni fino al 17 settembre la Scabec offre visite guidate, passeggiate notturne e spettacoli in cinque siti straordinari.

Continua la lettura di CAMPANIA BY NIGHT: visite guidate, passeggiate notturne, spettacoli e concerti in 5 siti archeologici

Ti presento Pompei

La storica inglese Mary Beard conduce lo spettatore di History tra le strade, le ville, le case di uno dei luoghi più affascinanti al mondo, Pompei. Nello speciale BBC Ti presento Pompei, cooprodotto con la Soprintendenza Pompei, in onda lunedì 30 maggio alle 21.00 sul canale 407 di Sky, la Beard, docente all’università di Cambridge, ricostruisce la storia della città campana e la vita dei suoi abitanti, utilizzando tecnologie all’avanguardia e provando a svelare ciò che ancora si nasconde sotto terra.

Continua la lettura di Ti presento Pompei

“Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire”: inaugura Eugenio Bennato

Sabato 28 maggio s’inaugura l’VIII edizione di Pausilypon Suggestioni all’Imbrunire, rassegna stabile di musica e teatro al Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon, ideata e curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus d’intesa con la Soprintendenza Archeologia della Campania e con il sostegno del Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo.
Raffinato incontro tra archeologia, natura, musica e teatro, la rassegna si svolge nella straordinaria cornice della Villa d’Otium del I Sec a.C di Publio Vedio Pollione, sospesa tra la roccia e il mare della baia di Trentaremi.
Dal 28 maggio al 26 giugno, il cartellone propone dieci appuntamenti per la direzione artistica di Stefano Scognamiglio e Francesco Capriello ed invita a riscoprire e a vivere l’incanto del Pausilypon al tramonto, accompagnati dai suoni e le voci dell’avanguardia culturale, teatrale e musicale napoletana.
Ad aprire la rassegna sarà, sabato sera, Eugenio Bennato con i Taranta Power in “Le città di mare”.

È bello tornare a Napoli – dichiara il maestro – e sapere che si realizzano concerti che, in controtendenza con l’assordante brusio della civiltà globale, accolgono il pubblico sulle gradinate di pietra antica del teatro Pausilypon e affidano le onde sonore all’acustica ingegnosamente concepita duemila anni fa. La Gaiola ci riporta, nel silenzio interrotto solo dai gabbiani, ad un paesaggio incontaminato sullo sfondo del mare delle leggende“.

Suggestioni all’Imbrunire è un progetto culturale nato dal basso per dare nuova vita ad uno dei siti archeologico-naturalistici più importanti della Campania che negli anni ha acquisito un sempre crescente apprezzamento di pubblico e di critica suggellato nel 2013 dall’accreditamento quale Rassegna Stabile del Parco Archeologico- Ambientale del Pausilypon, e nel 2016 quale Grande Evento del Maggio dei Monumenti.
Invariata la scelta di “non invasività” portata avanti sin dalla prima edizione, coniugando divulgazione scientifica ed arte senza utilizzare allestimenti scenici, elettronici ed infrastrutturali che possano in qualunque modo alterare il fascino naturale del sito archeologico. L’artista si esibisce quindi sfruttando le già perfette condizioni di luce e di acustica del teatro romano, nel totale rispetto dei luoghi, un omaggio in punta di piedi alla straordinaria bellezza del Pausilypon, “il luogo dove finisce il dolore”, che ancora oggi restituisce intatta l’essenza stessa del suo nome.
Ogni appuntamento, come da consuetudine, avrà inizio col percorso dall’imponente Grotta di Seiano (ingresso da via Coroglio) fino all’incontro con gli artisti presso l’area dei teatri. Prima dello spettacolo sarà offerta una degustazione delle eccellenze enologiche campane, selezionate anche quest’anno dall’Associazione Ager Campanus, accompagnata da un rinfresco di qualità offerto da Alma Flegrea.

I biglietti saranno acquistabili sul circuito ETES ad un costo, volutamente popolare, di 15 Euro ad evento. Come sempre gli introiti delle serate andranno a finanziare progetti di ricerca, tutela e valorizzazione del comprensorio archeologico-naturalistico Pausilypon – Gaiola dove il CSI Gaiola onlus è impegnato in prima linea da oltre dieci anni.

Grazie ai fondi raccolti durante le edizioni 2013, 2014 e 2015 della rassegna è stato possibile infatti portare avanti un progetto di recupero, studio e valorizzazione, dell’antico Calidarium delle terme superiori del Pausilypon, oltre ad altri interventi minori di ordinaria manutenzione e decoro del sito.
Quest’anno, grazie al sostegno del Comune di Napoli (Assessorato alla Cultura e Turismo), tutto l’incasso delle prime due serate (28 e 29 Maggio) sarà interamente utilizzato per finanziare il restauro e la rifunzionalizzazione dell’Odeion dell’antica Villa del Pausilypon, inagibile dal 2012, per realizzare delle Compost toilette e per dotare il sito di accessi e facilitazioni per i disabili.

Gli orari: dalle 17 alle 18 accesso con visita guidata al sito. Dalle 18 aperitivo di benvenuto. Ore 19 inizio dello spettacolo.

 

 

La rosa antica di Pompei

Il fiore più bello del mondo, la rosa, in accostamento ad un luogo unico e senza tempo come gli scavi di Pompei. E’ il connubio perfetto che ha condotto ad uno studio di ricerca scientifico sulla presenza e sull’utilizzo di questo pregiato fiore nell’antica città di Pompei e nell’area vesuviana, a cura del Laboratorio di Ricerche Applicate della  Soprintendenza Pompei  con la collaborazione del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II.

Continua la lettura di La rosa antica di Pompei

Archeo Video Festival

Dal 15 al 18 ottobre il MavMuseo Archeologico Virtuale di Ercolano ospiterà la kermesse “Archeo Video Festival”, rassegna internazionale di film e documentari sull’archeologia, l’arte antica e le nuove tecnologie di simulazione digitale che renderà protagonisti i suoi visitatori anche attraverso escursioni e attività collaterali, come le rievocazioni storiche. Un programma fitto e ricco di anteprime che affascinerà sia i grandi che i più piccini, un progetto della Pro Loco Hercvlanevm con la direzione artistica di Antonio Borriello ed il supporto del Mav guidato da Ciro Cacciola.

TANTE ANTEPRIME. Si partirà forte giovedì 15 alle 10,30 con una anteprima mondiale, “Nefertina sul Nilo”. Verranno proiettate due delle 52 puntate di 11’ della serie tv per l’età prescolare realizzata dalla Graphilm di Maurizio Forestieri, coprodotta da Rai Fiction e dai francesi Cyber Group Studios. A seguire una preview nazionale con “Le grand cirque Calder” di Jean Painlevé (Francia, colore, 1955, 43’) e estratti da “Little Circus”, di Carlos Villardebo (Francia, colore, 1964, 45’). In entrambe le opere, restaurate e rimasterizzate, vengono immortalate le ricostruzioni-giocattolo dell’universo circense realizzate e animate da Alexander Calder in magiche performances artigiane d’una stop motion in diretta. Il pomeriggio è dedicato alle scuole grazie alla sezione “arCtoons”, archeologia animata e animazione archeologica, in collaborazione con Animav a cura del giornalista e critico cinematografico Mario Serenellini. Alle 16, ancora una anteprima italiana, “I mondi immaginari di Winsor Mc Cay” ovvero il campionario completo dei cortometraggi animati del grande disegnatore americano (Usa, colore e BN, 1912-1921, 86’). Conclude la prima giornata alle 19 il documentario “Life and death in Pompei and Herculaneum” (BBC/GB 2013 89’ – Inglese con sottotitoli). Grazie al supporto dell’archeologo Alain Genot, durante l’intera durata del festival sarà visibile il video inedito del Museo Francese di Arlès (Musée Arlesantique) dedicato all’operazione Arles Rhône 3, il ritrovamento di una chiatta romana sul fondo del fiume Rodano (Fra sott. Eng 20’).

SERGIO LEONE E APPOLINE PROJECT. La mattina di venerdì 16 (dalle ore 10), sarà interamente dedicata ai documentari: “Ercolano, Villa dei Papiri” (Rai Scuola 10’), “Ercolano, passaggio a nord ovest” (Rai 12’), “I Papiri di Ercolano ai raggi X” (Rai Storia, 16’). Alle 16,30 spazio all’incontro Apolline Project, progetto di recupero della Villa Augustea presso Somma Vesuviana e degli scavi di Pollena, nel quale interverranno alcuni responsabili che presenteranno in esclusiva diversi elaborati video condividendo le ultime scoperte. Grande attesa alle 18 con un classico di Sergio LeoneIl Colosso di Rodi” (Ita 1961, 136’).

RIEVOCAZIONI STORICHE. Anche la mattina di sabato 17 (dalle ore 10), saranno protagonisti i documentari: “Herculaneum – Diari del buio e della luce”, di Marcellino De Baggis (Ita sott. Eng, 50’) con il supporto di HCP e l’intervento di Christian Biggi; “Romolo e Remo” di Sergio Corbucci con Steve Reeves e Gordon Scott e sceneggiato anche da Sergio Leone (1961 Eng, 108’). Nell’auditorium, in occasione del gemellaggio tra la città di Ercolano e la città Cinese di Xi’An, verrà proiettato alle 11,30 un elaborato video che illustra l’esercito di Terracotta (Ita sott. Eng, 50’). Nel pomeriggio dalle 16,30 si discuterà de “L’antico al cinema“, alle origini di un genere cinematografico di successo a cura di Pasquale Iaccio, Professore di cinema all’ università Federico II di Napoli, e Mauro Menichetti. A seguire, l’attesa rievocazione storica con una breve esibizione del gruppo “Legio 1 Adiutrix” di Pompei e del “Gruppo Storico Oplonti”. Durante tutto il giorno saranno organizzate visite guidate presso l’area archeologica di Ercolano.

IL CIBO NELL’ANTICA ROMA. Focus sul cibo domenica 18 (ore 10,30) con la discussione “Il gusto del ’79 D.C.”. Rivivranno i pani ed i cibi dell’antica Pompei grazie all’intervento dello Chef stellato Paolo Gramaglia che illustrerà quali erano le pietanze dell’epoca con assaggio del pane preparato con il metodo dell’epoca. Verrà proiettato inoltre “Pompei, cosa mangiavano nell’antica Roma”.

IL DIRETTORE ARTISTICO. «Film e documentari – spiega il direttore artistico, Antonio Borriellosono il mezzo ideale per raccontare le storie della ricerca e della valorizzazione archeologica: le sfide, i problemi e le emozioni di chi quotidianamente lavora in questo ambito. L’obiettivo dell’evento è valutare le potenzialità comunicative della documentaristica archeologica che viene sviluppata attraverso l’ideazione, la costruzione e la realizzazione di elaborati pensati non solo come progetti didattici, ma anche come strumenti d’infotainment. Una carrellata di pellicole cinematografiche del genere storico/mitologico, offrirà un panorama variegato atto a soddisfare un pubblico “di nicchia” e allo stesso tempo un’audience più generalista. Siamo felici di poter ospitare un evento del genere a due passi degli scavi archeologici di Ercolano, quasi una kermesse obbligata, è come se a Parigi non dedicassero cineforum a Godard e Truffaut».

LA PRO LOCO. «Siamo entusiasti di riprendere questo filone culturale con la nostra rassegna cinematografica che offre un’immagine dinamica e completa dell’archeologia – dichiara il presidente della Pro Loco di Ercolano, Gianluigi NovielloL’auspicio che ho è che la manifestazione possa diventare un appuntamento fisso nel panorama di eventi culturali cittadini, anche in considerazione della candidatura di Ercolano a Capitale Italiana della Cutura 2016».

IL DIRETTORE DEL MUSEO. «Il primo festival di cinema e archeologia, organizzato dalla Pro Loco di Ercolano rappresenta un’occasione straordinaria per consolidare sempre di più il ruolo di Ercolano capitale dell’archeologia. Per tre giorni  il MAV – così Ciro Cacciola, direttore generale fondazione Cives – ospiterà un ricco programma con una anteprima, arCtoons, a cura di ANIMAV6 dedicata all’animazione archeologica. Giovani, studenti e appassionati di archeologia saranno i protagonisti di un week end dedicato al cinema e all’archeologia, con visite speciali agli scavi e al MAV».