Successo per la presentazione-evento de  “La partita nel cuore” di Italo Palmieri

Grande successo per la presentazione – evento del libro di Italo Palmieri “La partita nel Cuore”. Il Teatro In Arte Vesuvio ha ospitato per l’occasione l’intera squadra del Posillipo ‘84-‘85, che si rese protagonista di una favolosa annata e soprattutto della gara di cui si parla nel libro: Posillipo – Ravenna, semifinale di Coppa Italia. E’ proprio da quella partita che prende il via un excursus sull’intero pianeta del calcio posillipino degli anni ‘70 ed ‘80. Un periodo storico del calcio partenopeo.

Presente al completo la squadra bianco verde con Moriello, Arbitrio, Autieri, Urgo, Donadio, Laringe, Luzi, Bonanno, Foti, De Rosa, Volpicelli, Testa, il preparatore Bruno Di Lauro, il Team Manager Giuliani con il figlio del compianto mister di quella squadra Mariolino Sommella, Gianluca.

Sul palco, insieme all’autore, il giornalista Geppino Riccio, il comico Angelo Di Gennaro, che ha letto alcune pagine del libro e il calciatore posillipino più noto, colui che ha curato con il direttore del quotidiano Roma, Antonio Sasso, la prefazione de “La partita nel cuore”: il “baronetto di Posillipo” Gianni Improta. In una sala strapiena, in prima fila anche gli ex calciatori del Napoli Canè, Montefusco, e poi Paolo Specchia, Nello Di Costanzo, Gaetano Di Liddo. Tra i presenti anche il procuratore Paolo Palermo, l’ex azzurro Massimo Russo, Franco Villa detto il Kaiser, super vincitore di decine di campionati negli anni ‘80 e ‘90. E poi Gianni Bonanno, Mario Cangiano, Giuseppe Gargiulo, Max Bonardi, Liberato Ferrara, Max Boscia, Romina Parisi, Antonello Greco, Pasquale De Simone, Pino Esposito, Francesco Assante, Dario Festa, Lello e Alessandro Riccio, Pierino Scamarchio, Riccardo Guarino, Franco Di Stasio, Peppe La Marca. E poi tanti ex posillipini. Paolo Esposito, i fratelli Giovanni e Salvatore Blanchi, Fabrizio Di Pinto, Genny Russo, Antonio Guerra, Romoletto Aprile,  Mimmo Maraolo, “Bubazza” Di Giovanni, mister Enzo Cerbo, Ciro e Massimo Scognamiglio, Peppe Petricione, Peppe Esposito. L’ultimo pensiero è stato con molta partecipazione il ricordo di Mimmo Paesano, il mister di sempre dei Posillipini. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *