Un tempo per descrivere i conduttori radiofonici venivano utilizzate frasi ispirate ai film cult, come ad esempio “Dio li fa e poi li accoppia”. Ora queste declinazioni prendono spunto dagli accadimenti social, ed eccoli dunque, e ancora in duo, Fabrizio Silvestri e Walter Garibaldi: “i migliori tra i peggiori speaker in circolazione”. Saranno loro a adoperarsi sagacemente nel raccontare i Festival del passato, con l’irrefrenabile e contagiosa simpatia che li contraddistingue.

Sono chiacchierate preziose e davvero esclusive, con chi al successo odierno dei Festival di Sanremo ha contribuito notevolmente. Tante le chicche assolute confidate dai loro ospiti e mai prima dichiarate.

Qualche anticipazione?

La prima presentatrice donna in assoluto di Sanremo, la fatina Maria Giovanna Elmi, rivelerà di un epico capitombolo in platea che coinvolse nientedimeno che la pantera nera Grace Jones e Lello Bersani; Adriano Aragozzini – organizzatore assoluto di cinque edizioni – sottolineerà, tra il divertito ed il polemico, di come la Star Laura Pausini fu scelta da lui e non da Pippo Baudo che quell’anno (1993) si limitò esclusivamente a condurlo; mentre l’attrice e show-woman Brigitta Boccoli racconterà delle escursioni notturne che la videro gironzolare per la cittadina dei fiori in compagnia di Fiorello, ma soprattutto svelerà ai due strampalati conduttori ghiotti segreti sul brano “Stella” che interpretò insieme alla sorella nel 1989. “Stella” oggi è un brano cult della discografia italica e porta la firma di Jovanotti. Ma Lorenzo per chi l’aveva scritta? E che ruolo ha “mantenuto” poi nella canzone versione 45 giri?

L’appuntamento con “SanremoStory” è fissato per tutti i giorni del Festival alle ore 12 su Viva la Radio Leggerissima, Viva la Radio Emozioni Italiane, Radio Pantelleria, il circuito Agenzia Italia Stampa. Inoltre, dopo la prima diffusione, le puntate saranno disponibili in podcast sul canale spreaker “L’uomo con la Radio” di Fabrizio Silvestri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.