Roma: Debutto del Docufilm sulle Aree Interne con il Progetto “Ciak si Gira”

Presentazione a Roma il 3 luglio 2024 del docufilm "I SEGRETI DEI LUOGHI PERDUTI": valorizzazione delle aree interne italiane nel Cilento e Vallo di Diano.

Il 3 luglio 2024 segna una data importante per Roma e per la valorizzazione delle aree interne italiane grazie alla presentazione dell’atteso docufilm “I SEGRETI DEI LUOGHI PERDUTI – Viaggio tra natura e storia nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni“. Questo evento rientra nel Progetto “Ciak si Gira, il Cineturismo”, promosso dalla Fondazione Monte Pruno e dall’Agenzia di Produzione Eventi dLiveMedia.

La giornata inizierà alle ore 11:45 con una conferenza stampa presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, accessibile solo su accredito, vedrà la partecipazione di importanti figure istituzionali e del mondo del cinema, tra cui Antonio Mastrandrea, Direttore della Fondazione Monte Pruno, l’On. Gianluca Caramanna, Membro Vigilanza RAI, Roberto Vargiu, Direttore dLiveMedia Manager Event, e Michele Albanese, Presidente Fondazione Monte Pruno. La conferenza sarà moderata dal giornalista Alberto Caccia.

Nel pomeriggio, alle ore 16:00, la Casa del Cinema, Sala Fellini, a Villa Borghese, ospiterà la proiezione del docufilm, con ingresso libero. L’evento sarà anticipato dai saluti istituzionali moderati dalla giornalista Roberta Nardi e vedrà la partecipazione degli attori protagonisti Bianca Nappi e Simone Montedoro.

Il docufilm, diretto da Elio Di Pace con la fotografia di Guglielmo Lipari, intende valorizzare le bellezze poco conosciute del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Attraverso la narrazione e le immagini, il film punta a promuovere il territorio come destinazione turistica e cinematografica. Le riprese, iniziate a febbraio e concluse a fine aprile, hanno coinvolto luoghi suggestivi come Roscigno Vecchia, il Ponte di Sacco, le Gole del Sammaro, la Grotta di San Michele a Sant’Angelo a Fasanella, il Monte Cervati a Piaggine, il Castello Macchiaroli a Teggiano, il Battistero di San Giovanni in Fonte a Padula e le Grotte di Pertosa.

Il progetto “Ciak si Gira” è stato reso possibile grazie alla collaborazione della BCC Monte Pruno e dLiveMedia, con il patrocinio morale del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Michele Albanese, Presidente della Fondazione Monte Pruno, ha sottolineato l’importanza del progetto per la promozione della cultura e del cinema italiano, evidenziando la bellezza e il valore dei borghi meno conosciuti documentati nel film.

Albanese ha espresso gratitudine verso tutti i collaboratori e gli enti che hanno contribuito alla realizzazione del docufilm. Roberto Vargiu, Direttore dLiveMedia Manager Event, ha ribadito l’importanza e l’ambizione del progetto, frutto di mesi di lavoro sinergico.

Questo evento non solo celebra il cinema italiano, ma rappresenta anche un passo significativo nella valorizzazione e promozione di territori unici e poco conosciuti, ricchi di storia, tradizioni e bellezze naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *