Archivi categoria: Eventi

Sneakers Hub: il 19 e il 20 settembre presso l’ex base nato di napoli

Sneakers Hub è il primo evento partenopeo interamente dedicato alla hype culture che si svolgerà nella ex-base NATO di Napoli il 19 il 20 settembre, dopo un party d’apertura inaugurale che si terrà venerdì 18 settembre. la kermesse nasce con l’ambizione di essere il primo evento napoletano in grado di riunire tutti gli appassionati di street life e il mondo dello sneakers culture.

Continua la lettura di Sneakers Hub: il 19 e il 20 settembre presso l’ex base nato di napoli

Fashion Gold Party Wedding: l’11 settembre a palazzo auricchio protagonisti moda, spettacolo e buon gusto

Tutto pronto per l’ottava edizione del Fashion Gold Party, un grande evento, ideato ed organizzato da Alfonso Somma, patron di Moda Gold, agenzia specializzata in cinema, moda, spettacoli ed eventi, che si terrà l’11 settembre 2020, con un format completamente rinnovato,.

Continua la lettura di Fashion Gold Party Wedding: l’11 settembre a palazzo auricchio protagonisti moda, spettacolo e buon gusto

Social world film festival: la decima edizione della kermesse sarà presentata a venezia77

Lunedì 7 settembre alle ore 10 nell’Italian Pavillion della 77esima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia (Sala Tropicana 2 al piano terra dell’Hotel Excelsior di Venezia Lido) l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Vico Equense Annalisa Donnarumma e il direttore generale del Social World Film Festival Giuseppe Alessio Nuzzo annunceranno le novità della decima edizione che si terrà dal 6 all’11 ottobre, mostrando in anteprima le immagini più emozionanti della passata edizione come le letture di cinema internazionale di Stefano Accorsi e il red carpet di Itziar Ituno della “Casa di Carta”, disponibili anche in realtà virtuale.

Continua la lettura di Social world film festival: la decima edizione della kermesse sarà presentata a venezia77

E’ già sold out il nuovo spettacolo di Vincenzo Salemme, “Napoletano? E famme na’ pzza”

E’ Vincenzo Salemme ad inaugurare il nuovo ciclo di eventi della Provincia di Avellino. Sabato 29 agosto 2020, alle ore 21, l’Anfiteatro romano di Avella (Av) ospita l’attore partenopeo in “Napoletano? E famme ‘na pizza!”, con Antonio Guerriero, Vincenzo Borrino, Mirea Flavia Stellato.

Continua la lettura di E’ già sold out il nuovo spettacolo di Vincenzo Salemme, “Napoletano? E famme na’ pzza”

SUMMER CONCERT: stasera protagonista la chitarra di Domenico Savio Mottola

Appuntamento con la chitarra, tra canzoni popolari catalane e spagnole, sulle note di Manuel Maria Ponce, Francisco Tarrega, Miguel Llobet eseguite da  Domenico Savio Mottola, stasera – mercoledì 19 Agosto, ore 20.00 e ore  21.30 – a Palazzo Mazziotti a Caiazzo.

Continua la lettura di SUMMER CONCERT: stasera protagonista la chitarra di Domenico Savio Mottola

Ferragosto da favola al Borgo di Quaglietta: viaggio nel tempo, nella fantasia e nel benessere con il “Borgo delle Favole”

Immaginate di estraniarvi per un po’ dal caos della vita quotidiana, dallo stress del traffico, della folla e del caldo torrido per calarvi in una dimensione di quiete e magia in cui il tempo si è fermato. In un villaggio delle favole di epoca medioevale, immerso nel verde e nella natura, dove principesse, pirati, fate e cavalieri vi condurranno fino al castello baronale dove tanto tempo fa sì avverò uno straordinario prodigio.

Continua la lettura di Ferragosto da favola al Borgo di Quaglietta: viaggio nel tempo, nella fantasia e nel benessere con il “Borgo delle Favole”

I programmi della Fondazione Terrone: il dopo Covid 19/La cultura per ricominciare

La Fondazione Francesco Terrone di Ripacandida e Ginestra  organizza una serie di incontri/convegni per riprendere il discorso, solo temporaneamente interrotto, sulla necessità di puntare sui valori della creatività artistica e culturale per un’indifferibile  rinascita umana e civile condividendo pienamente ciò che ha chiaramente affermato la commissaria alla cultura dell’Unione Europea, Mariya Gabriel, vale a dire che “l’Italia, l’Europa e il mondo intero usciranno da questa crisi più forti  e più uniti grazie alla cultura”.

Continua la lettura di I programmi della Fondazione Terrone: il dopo Covid 19/La cultura per ricominciare

GiocaItalia/GiocaSalerno: il programma completo della kermesse

Inizierà questa sera la manifestazione “GiocaItalia/GiocaSalerno” che si svolgerà in due diverse location salernitane (l’Arena del Mare e il teatro Augusteo) e a Vietri sul Mare nei giorni 30, 31 luglio, 1 e 2 agosto. Grande attesa per la prima serata: giovedì 30 luglio presso l’Arena del Mare di Salerno si esibiranno decine di artisti di fama nazionale, ed altri – appartenenti al mondo della cultura, della scienza, della politica e dello spettacolo – saliranno sul palco per essere insigniti del prestigioso premio “GiocaItalia” (arrivato alla 42esima edizione). Gran parte della serata di gala, che inizierà alle ore 20:30, sarà animata dal trio pop lirico “Appassionante“, reduce dal successo che ha riscosso nell’ambito del programma “La Repubblica delle Donne” condotto da Piero Chiambretti  e  andato in onda in prime time su Rete4, ove le tre donne hanno incantato i telespettatori interpretando brani memorabili come “La cura”, “Che bambola”, “Bella ciao”. Giorgia Villa (soprano leggero), Mara Tanchis (soprano drammatico) e Stefania Francabandiera (soprano spinto) saranno anche insignite del premio per la musica. Tra i premiati anche Giulio Rapetti Mogol, musicista e cantante che ha colonizzato i vertici delle classifiche italiane non appena ha esordito nel mondo della musica, dal 2018 presidente della SIAE. Il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone, riceverà il premio per il suo impegno nel settore turistico.  L’attrice Nunzia Schiavone, il giornalista Sandro Ravagnani – ideatore e direttore artistico della kermesse – e il cantante e ballerino Sammy Barbot introdurranno questi e numerosi altri ospiti, tra i quali: Us Music Band, Groove Explosion, Antonio Ferrara, Umberto Scipione, Danilo Florio, Ivano De Simone, Annalisa, Percussionamo, Gianmarco Gridelli, Am Bros One, Pjero, Danilo Florio. Altri premi saranno assegnati a: Claudio Gubitosi, Guglielmo Talento, Mons.  Jean Marie Gervais, Ciriaco de Mita, Fabrizio Esposito, Francesco Musto, Gennaro Cuccurullo, Elisabetta Barone, Gabriele Bojano, Vittorio Vavuso, Giovanni De Simone, Vincenzo Pagliara. Venerdì 31 luglio gli appuntamenti della kermesse si svolgeranno presso il teatro Augusteo, ove sarà allestita tra l’altro una mostra fotografica di Jerry Fezza sul Torneo Santa Teresa. Alle ore 15 inizierà il convegno dal titolo “Il Bene di Essere: medicina come nutrimento e cura. Educazione, equilibrio emozionale e corporeo: le basi della nuova medicina, cura del corpo e dell’anima” durante il quale interverrà il prof. Giulio Tarro. Seguirà alle ore 16 il convegno “Il ruolo della città di Salerno nel turismo e l’intento di valorizzare le aree fragili del Cilento e dell’Irpinia“. A partire dalle ore 17 si parlerà dell’importanza del gioco per i bambini e gli adulti. Alle ore 18 inizierà l’incontro dal titolo “Nuovi e più stretti rapporti tra giovani e anziani: il ruolo della memoria nella storia contemporanea e il senso civico dei giovani nel linguaggio dei social“. La giornata terminerà con il gran galà dello sport “Omaggio al torneo Santa Teresa” (inizio previsto per le ore 20) a cui parteciperanno alcuni atleti del Coni, numeri circensi e le squadre che hanno animato il torneo fino a oggi. Sul palco saliranno i seguenti artisti: il coro Golden Gospel Voice di Lina Marino, Gennaro De Crescenzo, Susanna Reppucci, Luca Argenti, Gina Rodia, Anna Maggi, Antonio Ferrara, Giovanni Adinolfi e Antonio Costantino.L’1 agosto prenderà il via la kermesse vietrese che prevede: l’allestimento della Mostra sulle Olimpiadi di Roma 1960, con l’esposizione dei bellissimi manifesti che vennero realizzati all’epoca per l’evento sportivo; esibizioni sportive a cura del CONI; il concerto di Danilo Florio; la proiezione del film “La grande olimpiade”. Nel pomeriggio di domenica 2 agosto si terrà il convegno “ROMAMXMLX  – Le Olimpiadi dell’Eurovisione”, mentre in serata si terranno il concerto degli “Am Bros One”, e a seguire le esibizioni di Federica Nutini, Carmine De Feo e Anna Maggi. 

L’opera Il Canto di Circe visibile dal 23 maggio online

La Sala delle Biblioteca del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore a Napoli, ospita l’installazione site specific, dell’artista Nello Petrucci dal titolo “Il Canto di Circe” a cura di Marina Guida. Il progetto installativo pensato appositamente per questa occasione – e reso fruibile in streaming sui canali social dell’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli – è promosso dall’ Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con Contemply nell’ambito della manifestazione Maggio dei Monumenti 2020 e presenta tre opere di grande formano, un trittico su tavola, omaggio al pensiero del filosofo nolano Giordano Bruno.

Non a caso è stata scelta dall’artista proprio la Sala della Biblioteca del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, luogo in cui il giovane filosofo ebbe modo di formare il suo pensiero critico ed indipendente, anche attraverso la lettura di testi proibiti di cui questa biblioteca era fornita.

E non è casuale nemmeno il giorno scelto per l’inaugurazione, quel 23 maggio in cui Giordano Bruno nel 1592 fu arrestato a Venezia e trasferito nelle carceri del Sant’Uffizio di San Domenico di Castello (Venezia). Le opere del trittico raccontano infatti proprio quell’avvenimento in tre momenti: il giorno della mancata abiura, la censura e l’arresto.

Nelle tre tavole di Petrucci – realizzate in tecnica mista fondendo decollage/collage, pittura, grafica computerizzata, fotografia e stampa in quadricromia – la potente icona del filosofo emerge sui frammenti di manifesti strappati che rappresentano simbolicamente le false credenze, i proclami e le finte certezze dell’era globalizzata e massificata. L’ispirazione per quest’opera è stata tratta dal libro il “Canto di Circe” che il filosofo Giordano Bruno pubblicò a Parigi 1582. Nella quarta, quinta e sesta “questione” del “Dialogo Primo” del libro, il filosofo descrive la vera natura di taluni esseri, umani in apparenza ma ferini nella sostanza e, riferendosi alla specie degli uomini ridiventati scimmie fa dichiarare a Circe: ”Questi animaliprivi di qualsiasi utilità nelle faccende serie – si rendevano graditi ai magnati adulandoli, facendo gli istrioni e recitando la parte dei parassiti: anche adesso, giacché non possono portare pesi insieme agli asini, marciare in terra insieme ai cavalli, arare insieme ai buoi, pascersi di cadaveri insieme ai porci, non servono ad altro che a far ridere.” Circe descrive gli uomini scimmia, cortigiani del potere, oppositori del libero pensiero. L’artista Nello Petrucci riprende l’immagine della scimmia – in questo caso è la personificazione della censura, che blocca la libertà di pensiero e di espressione – e costruisce la scena con due figure antitetiche: la libertà di pensiero personificata da Giordano Bruno e la censura che tutti i poteri costituiti, dalla notte dei tempi, esercitano sulla prima, cercando di limitarla e sopprimerla in ogni sua forma.

Nello Petrucci dopo il 2018 – anno della sua residenza artistica presso il 3World Trade Centre, dove ha realizzato la monumentale The Essence of Lightness – ha iniziato a formulare un pensiero visivo che fonde gli stilemi ed i codici iconografici desunti dalla storia dell’arte dei secoli scorsi, con le soluzioni formali tipiche della street-art, in cui una complessa commistione di persistenze e citazioni, rimandi e parallelismi, formano un universo visivo che dà vita a immagini a cavallo tra l’antico ed il contemporaneo, offrendo molteplici livelli semantici. Il Canto di Circe può essere considerata un’opera di street art allestita in un luogo pubblico e rappresenta un omaggio al pensiero libero ed un invito ad andare simbolicamente oltre i doxa di tutte le forme dittatoriali di potere, manifeste o occulte e perseguire sempre la veritas, come il filosofo Giordano Bruno ci ha insegnato, con ostinazione e coraggio.

Nello Petrucci (Castellammare di Stabia, 1981) vive a Pompei ed è un artista e filmmaker italiano, laureato all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Una curiosità onnivora, e un talento poliedrico, hanno generato l’inconfondibile stile dei suoi “Decollage”; tanto che i critici hanno coniato un nuovo termine, “Pop Cinetica”, per definire la sua arte. Una sua opera, The essence of lightness è esposta permanentemente al 45° piano del 3° World Trade Center di New York; unico italiano invitato ad esporre, insieme ai migliori street artist del mondo. Sempre a New York ha esposto due volte all’Agorà Gallery, e poi a Roma all’Ambasciata Americana di Roma con Over the Sky, una serie di tele dedicate all’11 settembre. Sul versante cinematografico, oltre a interpretare diversi ruoli in veste di attore, tra cui anche una piccola parte in Gangs of New York di Martin Scorsese, gira un cortometraggio Lost Love (2019) sul tema del razzismo e firma la regia del videoclip Remove the frame sul tema dell’omosessualità all’interno del Parco Archeologico di Pompei. Nel 2019 fonda la casa di produzione cinematografica Satyr M.B. production.

La Mostra

Promosso da

Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli

Titolo

Il Canto di Circe

Autore                      

Nello Petrucci

A cura di                   

Marina Guida            

Sede                         

Complesso Monumentale S. Domenico Maggiore – Napoli

Date                           

23 maggio 2020 – 28 giugno 2020

Dal 23 maggio online sulla pagina Facebook dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli