Continuano i lavori della Somnia Aura spa, la nuova Area Benessere del Grand Hotel Des Anglais targata Dream Massage® dedicata ai big del Festival.

Buona la prima per Monika Ostrowska al Festival dei sogni di Sanremo. Infatti tra gli operatori olistici scelti per questo evento dal Maestro Stefano Serra (direttore e ideatore dell’area benessere) spicca il nome della sapiente massaggiatrice di origini polacche.
E’ un grande successo quello che sta riscuotendo lo spazio benessere dopo l’inaugurazione a cui hanno presenziato  rappresentanti politici e personaggi del mondo dello spettacolo. Molti i trattamenti fatti e quelli già prenotati dai VIP presenti nella città dei fiori per questa settimana festivaliera.

Monika Ostrowska

«Non riesco ancora a credere al sogno che sto vivendo qui a Sanremo, un’esperienza intensa e formativa di vita e di lavoro» racconta Ostrowska.

«Ho scoperto cosa vuol dire far parte di un grande evento sempre a contatto con tante personalità, con un gruppo di lavoro unico capitanato egregiamente da Rosa Frezza e dal maestro Stefano Serra. Sono davvero felice di aver potuto partecipare al master Massaggiatore professionista dello spettacolo e dei grandi eventi. E’ iniziato tutto da li, e successivamente sono stata selezionata per lavorare a Sanremo mettendomi alla prova sul palcoscenico più importante in Italia. Spero che i prossimi giorni continueranno a regalarmi grandi emozioni e ringrazio tutti gli artisti che si sono affidati e che si affideranno alle mie mani per trovare ristoro e benessere. In primis Antonella Salvucci, attrice e conduttrice di fama internazionale, reduce dal suo ultimo lavoro nel film “Lamborghini the legend” per la regia del premio Oscar Bobby Moresco, che è qui in veste di madrina dell’area Dream. E’ un grande motivo di orgoglio per me essere a Sanremo: vuol dire che anni di studio, sacrifici, lavoro hanno davvero forgiato la mia persona. Sanremo per me è sicuramente un punto di arrivo, ma anche di partenza  del mio percorso professionale perché i miei sogni sono troppo grandi per essere chiusi in un cassetto.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.