Il cinema sociale non teme il tempo: Stefano Accorsi, Itziar Ituno e Ivana Lotito intervengono su questo tema al Social World Film Festival

Il secondo giorno del Social World Film Festival ha avuto come special guest nomi legati sia al mondo della tv che del cinema e, quindi, attori in grado di paragonare questi due strumenti e spiegare al pubblico dell’evento (attraverso workshop, seminari, incontri, masterclass, contest) quanto e come questi possono influire sul sociale. La prima ad esprimersi in merito è stata l’attrice Ivana Lotito, “Azzurra” in Gomorra e nelle vesti di tanti altri personaggi sul grande schermo: “Il linguaggio delle serie televisive è cambiato tanto negli ultimi anni, ha mutuato molto dal cinema… Grazie anche a lavori come “Gomorra – La serie” cinema e tv ora si equivalgono: sono entrambi strumenti di comunicazione potentissimi, che possono influire sul senso critico e, quindi, essere socialmente utili“. Itziar Ituno, l’ispettrice della “Casa di Carta”, serie televisiva da record firmata Netflix, ha raccontato a tutti del suo apprezzamento per la serie Gomorra e ha confessato che le piacerebbe recitare con Ivana Lotito, che ha conosciuto proprio nell’ambito del Festival (“siamo diventate amiche!“, ha esclamato la bella attrice spagnola). “Mi piacerebbe prendere parte ad una commedia oppure interpretare il ruolo di una donna molto forte” ha rivelato Itzar, che ha dimostrato di apprezzare molto il ruolo valorizzatore del cinema e della tv nei confronti della figura femminile. Stefano Accorsi, padrino dell’edizione 2019 del Festival, ha infine dimostrato che alcuni dei film di cui è stato protagonista sono ancora attuali: “Ho avuto la fortuna di recitare in diversi film che sono rimasti attuali negli anni, ad esempio “Radio Freccia” che, a distanza di parecchio tempo, trovo ancora un film bellissimo. “L’ultimo bacio” è stato considerato all’epoca un film generazionale: racconta un passaggio della vita che, aldilà delle mode, dei tempi, dei costumi, ognuno deve affrontare“. Insomma, li cinema sociale non teme il tempo che passa!

La Mostra Internazionale del Cinema Sociale prosegue a Vico Equense fino al 4 agosto.   Questa sera sul red carpet del Festival sfileranno Lorenzo Richelmy e il cast dell’Amica Geniale.

In Arena Loren – Piazzale Siani, Richelmy ritirerà il premio come attore rivelazione dell’anno per le sue interpretazioni nei film “Ride” di Jacopo Rondinelli, “Una vita spericolata” di Marco Ponti e “Dolceroma” di Fabio Resinaro. A seguire un focus sulla serie tv firmata Hbo e Rai: sul palco saliranno Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, Antonio Buonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitolo, Alessio Gallo, Christian Giroso e Gennaro De Stefano. Chiude la serata un omaggio al regista Bernardo Bertolucci.

Prima dell’incontro con gli attori, verrà proiettato alle 20,30 il film “Dumbo” di Tim Burton per la selezione “Grande Schermo”. In contemporanea nell’Arena Magnani – SS. Trinità e Paradiso spazio ai lungometraggi e cortometraggi in concorso nella Selezione “Focus”: “Dei” di Cosimo Terlizzi (Italia, 90’) prodotto da Riccardo Scamarcio, Valeria Golino e Viola Prestieri, “Palla Prigioniera” di Hermes Mangialardo (Italia, 3’), “L’affitto” di Antonio Miorin (Italia, 8’), e “L’etoile” di Alfredo Mazzara (Italia, 15’).

Ivana Lotito – Foto di Maurek Poggiante

Il programma completo è disponibile sul sito www.socialfestival.com/programma . 

Cronaca del party del diciottesimo di Rosa Bonavolta, la figlia della “Boss delle cerimonie”

La “Boss delle cerimonie”, Annalucia Bonavolta, nota per le sue frequenti partecipazioni al programma di Real Time “Il boss delle cerimonie”, è stata nell’ultimo periodo impegnata con l’organizzazione di una festa molo importante, ovvero quella del diciottesimo della figlia, Rosa Bonavolta.  Una giornata intensa, indimenticabile, cominciata alle prime luci dell’alba con una calorosa sorpresa: una colazione personalizzata nella sua camera addobbata con palloncini, coriandoli e stelle filanti. Ha fatto seguito la prova abiti (due creazioni fantastiche di Gaetano Angel Moda), il trucco (a cura di Mu Make Up), il parrucco, il servizio fotografico di Enzo Calone, e l’arrivo a Villa Gioia (ubicata a Casoria, in provincia di Napoli), dove la festeggiata è stata accolta da due trampolieri, un violinista, un sassofonista, i fuochi d’artificio e gli addobbi floreali di Carmine La Gardenia. Affettuosamente accolta  dai familiari – la mamma Annalucia, i fratelli Luca e Valentina, i cognati, i nipoti, gli zii, i cugini –, dal fidanzato, dagli amici e da tanti personaggi del mondo dello spettacolo, dell’editoria, del giornalismo e dell’ambiente musicale, la bellissima Rosa, dopo un brindisi beneaugurale, ha dato il via ai festeggiamenti: un buffet di benvenuto composto da salumi, latticini offerti dal Caseificio dei sapori, fritturine varie, assaggi di pesce e di carne, ha anticipato la cena in sala, accompagnata da musica dal vivo, balli e tante sorprese. La serata, presentata in maniera impeccabile dallo show man Gaetano Gaudiero, ha visto la partecipazione di prestigiosi artisti della canzone napoletana: Ida Rendano, Gianluca Capozzi, Emiliana Cantone, Nico Desideri, Stefania Lay, Ivan Granatino, Franco Ricciardi, I Sciosciammocca, Tony Colombo, Alessio, Erry Mariano e Mario Forte. Tra un’esibizione e l’altra la consegna dei regali, numerosi omaggi video a testimonianza dell’affetto e dell’amore da cui è circondata Rosa, un videomessaggio di Gigi D’Alessio e la consegna del super dono fatto dalla sua adorata mamma: una strepitosa Smart. Una gigantesca torta, un trionfo di dolci, una variegata confettata e la consegna delle bomboniere hanno concluso questa favolosa festa. 

Social World Film Festival 2019: 500 opere selezionate, ospiti Stefano Accorsi, Abel Ferrara e l’ispettrice della “Casa di Carta”

Prenderà il via il 27 luglio la nona edizione del Social World Film Festival di Vico Equense, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale che trasforma la città della Penisola Sorrentina nella capitale del cinema impegnato, quello che fa riflettere. Sarà un’edizione internazionale in quanto anta un regista americano come presidente di giuria, Abel Ferrara, una super ospite direttamente dalla “Casa di Carta” di Netflix, Itziar Ituno, e un padrino di fama mondiale, Stefano Accorsi. Fino al 4 agosto a Vico Equense saranno protagoniste 500 opere tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisive in concorso e fuori concorso in 17 sezioni, con una spiccata attenzione ai nuovi linguaggi come le opere delle sezioni in virtual reality, in verticale e realizzate con gli smartphone. Opere, di cui 72 in anteprima, che provengono da 60 diverse nazioni dei cinque continenti, per un totale di ben 126 proiezioni che offrono 3mila minuti di programmazione.

«Siamo sempre alla ricerca dei migliori talenti cinematografici in circolazione nel mondo – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del festival – con il focus principale sul cinema socialmente impegnato, che fa riflettere e magari educa». Sulla locandina campeggia Vittorio De Sica, mito del cinema molto legato alla Penisola Sorrentina. Verrà ricordato con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica. «De Sica amava questi luoghi – così Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense – si è sempre dichiarato affascinato da questo litorale. A lui verrà dedicata una sala del Museo del Cinema di Vico Equense». E poi spazio agli omaggi ai registi Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e Ugo Gregoretti (già presidente di giuria al festival nel 2013) recentemente scomparsi.

Il festival, definito il più emozionante al mondo da Claudia Cardinale, presidente onorario dal 2017, avrà come tema “Viaggio: esplorazione, itinerario, evasione”. «Dedicheremo un focus all’immigrazione, il viaggio inteso anche come speranza – così il regista e produttore Nuzzo – affinché il pubblico del social possa confrontarsi sui temi di scottante attualità». 

Il programma: ospiti, proiezioni, premi

Aspettando il “Social World Film Festival” sabato 27 luglio con la Grande Orchestra Italiana di Fiati con 65 elementi, un medley di colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema. Galà d’apertura domenica 28 luglio con il padrino Stefano Accorsi e la proiezione del film “Camorra” alla presenza del regista Francesco Patierno. Attesi anche Monica Guerritore, Ivana Lotito, Valentina Romani, Ester Gatta e Itziar Ituno, l’ispettrice della “Casa di Carta” serie televisiva da record firmata Netflix che pubblicherà dal 19 luglio la terza stagione.

Lunedì 29 luglio focus su “L’Amica Geniale”, serie tv firmata Hbo e Rai, alla presenza del cast: ci saranno Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, Antonio Buonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitolo e Gennaro De Stefano. Durante la serata verrà premiato Lorenzo Richelmy come attore rivelazione dell’anno per aver recitato nei film “Ride” di Jacopo Rondinelli, “Una vita spericolata” di Marco Ponti e “Dolceroma” di Fabio Resinaro.

Evento speciale Venezia 76 martedì 30 luglio con Cristina Donadio protagonista del film breve “La scelta” di Giuseppe Alessio Nuzzo selezionato nel “Concorso Giovani Autori Italiani” della Siae,e poi l’incontro con Anastasio,rapper reduce dalla vittoria di XFactor su Sky.

Mercoledì 31 luglio sarà il turno del cast della “Compagnia del cigno”, serie tv di Rai1 firmata da Ivan Cotroneo: saliranno sul palco Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora. Ospiti Claudio Giovannesi e Simona Tabasco che riceveranno rispettivamente il premio come regista dell’anno per aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino con “La paranza dei bambini”, che verrà proiettato durante la serata, e attrice rivelazione dell’anno.

Giovedì 1 agosto si tornerà a parlare dell’Amica Geniale con l’attrice Ludovica Nasti, e avverrà conferimento del premio alla musica sociale “Paolo Serretiello” ai Bowland.

Il premio alla carriera  Corinne Clery venerdì 2 agosto saluterà il pubblico con Gina Amarante, Luciano Giuliano e Gianni Parisi protagonisti dell’ultima stagione di “Gomorra – La serie”.

Gran galà di premiazione sabato 3 agosto con sfilata sul red carpet degli autori in concorso e delle giurie, sarà presente il regista americano Abel Ferrara.

Tutte le sere, inoltre, verranno proiettati sul maxischermo in 2k e audio Dolby Sorround i film più premiati della stagione come “Aladdin”, “A star is born”, “Dumbo” in arena Loren – piazzale Giancarlo Siani, mentre nel secondo schermo dell’Arena Magnani – Chiostro della SS. Trinità e Paradiso la selezione Focus con le più importanti opere nel Mezzogiorno come “Il Vizio Della Speranza” di Edoardo De Angelis, “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio, “La Sera Della Prima” di Loretta Cavallaro, “Dei” di Cosimo Terlizzi, “Ed è subito sera” di Claudio Insegno.

Monumento, Museo, Mercato europeo del cinema giovane e tour mondiale

Il Social World Film Festival è l’unico festival del cinema in Italia ad essere promotore di un Mercato, un Museo e un Monumento al cinema. Gli ospiti d’onore firmeranno il Wall of Fame, monumento al cinema che vede già gli autografi in bronzo di Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Michele Placido, Stefania Sandrelli, Katherine Kelly Lang, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta. Nel 2014 fu inaugurato il Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina: due sale dell’antico palazzo comunale di Vico Equense raccolgono documenti, testimonianze fotografiche, reperti video di tutta la cinematografia girata in questi meravigliosi luoghi.

Torna per il quarto anno consecutivo il Mercato europeo del cinema giovane, Young Film Market, che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovani autori. Dall’ 1 al 3 agosto si parlerà della ricerca delle location in Campania con la Film Commission Regione Campania, delle autodistribuzioni di lungomentraggi indipendenti, e un focus dedicato alla Cina con i rappresentanti di Hengdian Group, uno dei dieci gruppi privati cinesi più importanti del Paese fondatore degli Hengdian World Studios, gli studios più grandi del mondo.

Il Mercato, inoltre, vedrà importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente. La città costiera si trasformerà in salotto dell’industria cinematografica: dibattiti, conferenze, incontri e video library digitale per offrire on demand centinaia di titoli, tra cortometraggi, documentari, lungometraggi e opere audiovisive indipendenti. Inoltre, la partecipazione garantisce la possibilità che le opere siano selezionate per la proiezione nei tantissimi eventi internazionali organizzati dal SocialWorld Film Festival, che in soli otto anni hanno coinvolto i cinque continenti per 40 eventi in 28 città tra cui Los Angeles, Hong Kong, Shanghai, New York, Seoul, Berlino, Barcellona, Cannes, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Londra, Lisbona, Sydney, Tunisi, Rio de Janeiro, Budapest.

Premio Rai Cinema Channel, nuove sezioni e focus sull’ambiente


Prosegue la collaborazione con Rai Cinema Channel che metterà a disposizione un premio in denaro di 3mila euro per l’acquisto dei diritti di un cortometraggio. Inoltre le 12 opere selezionate nella “Città del cortometraggio” avranno la grande opportunità di essere visibili sul canale web di Rai Cinema.
Quest’anno la kermesse ospiterà nuove sezioni come “Vision Vr”, sulla realtà virtuale, che verrà votata dal pubblico in piazza attraverso la visione con speciali visori; “Mobile”, votata da una street giuryche vedrà le opere direttamente da uno smartphone;“Vertical”, non competitiva di opere in formato 9:16.
Il Social World Film Festival guarda all’ambiente grazie a Sabox – Formaperta che trasforma il macero della città di Vico Equense, leader in raccolta differenziata, in suppellettili e installazioni di cartone che abbelliranno i luoghi del festival, già certificata in passato come ecologicamente sostenibile.

Workshop, contest, seminari, giurie, masterclass di recitazione e regia cinema

Le attività del festival iniziano già dalle prime ore del giorno con numerose attività che daranno spazio e voce a migliaia di giovani tra i quali i workshop gratuiti per la realizzazione di corti durante il festival, di giornalismo, videomaking e photoreport, movimento del corpo, attività col maestro d’armi, sull’utilizzo della voce, il seminario sui costumi da cinema, il concorso Social Photo Contest, e masterclass di recitazione con Stefano Accorsi e regia cinematografica con Abel Ferrara, dedicate a giovani dai 18 ai 35 anni di età. Daranno colore alle giornate del festival centinaia di giurati che gireranno in città tra giovani, adulti e diversamente abili (peculiarità assoluta della rassegna).

Il programma completo è disponibile sul sito www.socialfestival.com/programma

Il Social World Film Festival è socio dell’Afic – Associazione Festival Italiani di Cinema, fondatore e membro attivo del Coordinamento Festival Cinematografici della Regione Campania e partecipa ai lavori del Clarcc – Coordinamento Lavoratori Regione Campania Cinema e Audiovisivi.

Il Social World Film Festival è realizzato in collaborazione con: Eles Couture, Pizza a Metro – da Gigino, Rai Cinema Channel, T&D Angeloni – trasporti cinematografici, Sabox-Formaperta, HM make up, Università del Cinema e delle arti dello spettacolo – sedi di Acerra, Caserta, Napoli, Milano, Roma, Paradise Pictures, PM5 Talent.

Media partner: Radio Marte, Canale 21, CinecittàNews, La rivista del Cinematografo, Red Carpet Magazine.

Con l’adesione della Film Commission Regione Campania.

A Capri sabato si terrà l’evento “Dalì Night – A Surrealist Gala”

Dalì Night – A Surrealist Gala”: questo il titolo di un evento esclusivo che si terrà sabato sera 27 luglio negli eleganti spazi dell ’Hotel La Palma di Capri. L’evento, a cui parteciperanno selezionatissimi invitati, esponenti del mondo delle istituzioni, dell’impresa e del professionismo italiano e internazionale, costituisce “la punta di diamante” di un progetto promosso sull’isola azzurra dall’Istituto di Cultura Meridionale, nella persona del Presidente, Avv. Gennaro Famiglietti Console Onorario della Repubblica di Bulgaria, di concerto con la Dalì Universe, rappresentata dal Dott. Marco Franchi ed il Direttore artistico Arch. Pantè, attivato sull’isola azzurra qualche settimana fa e denominato “ Dalì e l’eleganza del surrealismo” , un vernissage di 70 tra le opere più belle dell’artista, tra sculture e rappresentazioni grafiche..
Sulla scia del grande successo riscosso tra i millenari Sassi di Matera, con la mostra “ Dalì – la persistenza degli opposti” tutt’ora in essere, e dell’’evento Matera e Plovdiv – Due capitali europee, tenutosi presso l’Istituto di Cultura Meridionale di Napoli qualche mese fa – spiega il Console Famiglietti – abbiamo deciso di allestire una mostra delle preziose opere di Dalì a Capri, isola magica, da sempre meta preferita dell’intelligentia mondiale il cui momento clou sarà la serata di sabato prossimo all’Hotel La Palma, dove gli invitati potranno ammirare le sculture “gioiello” con diamanti e pietre preziose di colore di Dalì ed abiti di Griffes di Alta Moda, ispirati alle opere del maestro catalano”. Ad allietare la serata, il tenore di fama internazionale Gianluca Terranova, che interpreterà alcuni pezzi del suo repertorio apprezzato dagli “intenditori” doc di tutto il mondo.  

Mattia Esposito e Rosariapia Teofrasto sono i due vincitori de “La Bulla in mostra”

Mattia Esposito e Rosariapia Teofrasto sono i due vincitori della seconda edizione de “La Bulla in mostra”, il contest dedicato ai giovani artisti orafi organizzato dalla Scuola orafa la “Bulla” e dall’Antico Consorzio Borgo orefici presieduto da Roberto De Laurentiis.
I due ragazzi, hanno sottoposto all’attenzione della giuria presieduta da Mario Zaccaria, due creazioni inedite attraverso le quali hanno rappresentato il controllo dei mass media sulle persone e la riscoperta della felicità con gli occhi dei bambini.
A giudicare i manufatti, realizzati con materiali nobili e non, nel corso della serata presentata da Rosario Mazzitelli, una giuria composta da Massimo Vernetti (Presidente della Confcommercio Napoli), Chiara Marciani (Assessore alla Formazione della Regione Campania), Rossella Paliotto (presidente Fondazione Banco di Napoli), Nino Daniele (Assessore
alla Cultura del Comune di Napoli), la giornalista Annapaola Merone, Patrizia Gargiulo (Presidente dell’Associazione Donna per il Sociale Onlus), Marina Lebro (Docente dell’ Accademia della Moda e dell’Accademia delle belle arti), l’imprenditore Alfonso Presta, Cristina D’Angelo, Alessandro Sarracino, i consiglieri del Consorzio Antico Borgo Orefici, e la professoressa – presidente Associazione “Artur” – Maria Luisa Iavarone.
Ai due vincitori è stata consegnata da Ilaria Mainini, docente de la Bulla, la cassetta con gli attrezzi da orafo donata dall’Antico Consorzio Borgo Orefici.
Sono soddisfatto per il livello che anche quest’anno i ragazzi hanno raggiunto – afferma Roberto De Laurentiis – e per quanto hanno mostrato ai giudici. Si tratta di artisti, non più di studenti! Spero che anche quest’anno come nella scorsa edizione uno di loro si possa imporre sul grande palcoscenico nazionale e internazionale trovando lavoro presso grandi aziende”.
L’assessore alla Formazione della Regione Campania Chiara Marciani ha apprezzato “non il talento ma anche l’allestimento e la scenografia utilizzata dai ragazzi”. “Hanno proposto – prosegue l’assessore – veri e propri piccoli capolavori. Un segnale importante anche stando all’attenzione che le grandi aziende italiane ed estere riservano ai nostri ragazzi. Questo significa
che Napoli e la Campania possono e devono valorizzare i propri talenti
”.

L’undicesima edizione di “Te le do io le bollicine” abbina i piatti del territorio a champagne, spumanti e prosecchi

Si è svolta lunedì 22 luglio l’undicesima edizione di “Te le do io le bollicine“, evento organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier (delegazione di Napoli) e dal Nabilah (famoso beach club dell’area flegrea, ove tra l’altro si svolge ogni anno la kermesse). Oltre a voler essere un’occasione di approfondimento sul mondo delle bollicine, altre mission dell’iniziativa sono festeggiare i nuovi sommelier e, quindi, brindare con loro al successo delle tante attività promosse dall’AIS durante l’anno sociale. 
Migliaia i partecipanti – esperti di vini o semplici appassionati – che hanno potuto degustare bollicine italiane e non e sperimentare abbinamenti con un’ampia scelta di piatti: ricette fusion, pietanze di mare o di terra, risotti, paste ripiene, pizze, formaggi, lievitati… Un’attenzione particolare è stata riservata ai piatti locali (come la cistecca montese), cui sono state dedicate numerose postazioni. Altra golosa opportunità che è stata data alle migliaia di intervenuti è consistita nell’abbinamento delle bollicine con i piatti di quattro rinomati chef stellati: le linguine ai frutti di bosco di Luciano Villani (chef di Acquapetra Resort & Spa); le candele spezzate con cipollotto fresco, limone salato, taccole e tonno affumicato di Lino Scarallo (chef di Palazzo Petrucci); i tubetti con cozze, peperoncini verdi e pomodori secchi di Angelo Carannante (chef di Caracol); e un piatto a sorpresa proposto da Marianna Vitale (chef di Sud Ristorante). Minimo comune denominatore di tutte queste proposte: l’utilizzo di ingredienti del territorio campano, in primis la pasta, quella trafilata al bronzo del pastificio Carmiano.
Foto di Paola Tufo

Elvira Scarfato è la vincitrice della tappa napoletana di Miss Italia

È Elvira Scarfato la vincitrice della tappa napoletana di Miss Italia organizzata da Lorenzo Crea
L’evento, che si è svolto da Tendentia, il nuovo lounge Restaurant di Mergellina, ha riscosso una grande partecipazione di aspiranti Miss. Ben 26, infatti, sono state le ragazze che hanno concorso alla gara di bellezza condotta in modo puntuale da Erennio De Vita.

Miss Italia è da 80 anni un pezzo di cultura popolare del nostro paese.

I proprietari di Tendentia, Fabio Arzillo, Stefano e Roberto Gagliardi, Alessandro Guglielmini e Andrea Parisi hanno subito colto l’occasione di portare nel loro nuovissimo locale un evento che conserva, intatto, il suo fascino.

Le ragazze in gara hanno dimostrato, oltre all’indubbia bellezza, grande verve e simpatia tanto da mandare letteralmente in crisi la giuria composta fra gli altri, dai proprietari di Tendentia, da Titti Borrelli già Miss Sorriso qualche anno fa, da Gino Serrao proprietario del Brand Giuda, da Alessia Parisi, da Simona Cavallaro dietista e nutrizionista, dall’imprenditore Stefano Guglielmini, dal gioielliere Armando Gentile e dal Presidente della Confcommercio Napoli Massimo Vernetti. 

Nel rush finale l’ha spuntata la Scarfato che si porta a casa la fascia di Miss Tendentia e parteciperà alle prossime finali regionali in programma nei prossimi giorni organizzate, come sempre, dall’infaticabile Antonio Contaldo e dal suo staff composto da Nicola Santulli, Martina Filosa e Cristina Ciancio, e dai fotografi Giuseppe Moggia e Walter Scalera.

Insieme a lei, accedono alle finalissime altre 5 ragazze che ieri sera hanno partecipato alla tappa napoletana: Alessia Todisco, Chiara Cernicchiara, Carla Fedora Corcelli, Viviana Netti, Giuseppina Ponticelli.

Miss Italia per loro continua…

ESTROEYEWEAR SUMMER TOUR 2019 – la seconda tappa partenopea a Coroglio presso lo Scirocco Bay

Con la seconda tappa partenopea del suo Summer Tour 2019, ESTRO presenta l’anteprima della stagione 2019-2020 a Coroglio presso lo Scirocco Bay  domenica 21 luglio dalle 19.30 in poi. Ospite d’eccezione Ambra Lombardo.

Un concorso a premi è legato all’evento e, anche questa volta, 
basterà farsi fotografare con i modelli EstroEyewear e le foto più belle 
riceveranno in premio gli occhiali della nuova collezione!

Tra il vintage e il glam , ESTRO EYEWEAR rappresenta il vero street 
style del momento.I punti di forza sono la scelta dei materiali di alta qualità e i modelli sempre attuali e  estremamente alla moda.

Milano impazzisce per l’occhiale cult del momento trasformando ESTRO 
nell’accessorio immancabile nei guardaroba delle Celeb’s.

Dal basic classico-intellettuale scelto da Ambra Lombardo al modello 
colorato-eccentrico scelto da Bella Hadid sul red carpet di Cannes 
quest’anno. Il modello rock absolute black con lente verde acido 
realizzato appositamente per Tommy V a quello più strong con borchie 
incastonate realizzato per Francesca Delogu direttore di Cosmopolitan 
Italia di giorno e bassista rock la sera nei locali milanesi più cool.

Nato da un’idea dell’imprenditore campano Paolo Romano che vanta oltre 
20 anni di esperienza nel settore dell’ottica e già titolare di diversi 
brand di occhiali di successo, ESTRO quest’anno si affaccia sul mercato 
internazionale con la forza dello stile Made in Italy e dell’alta 
qualità manifatturiera che gli ha permesso in breve tempo di diventare 
oggetto cult e accessorio moda indispensabile.


“Napolitaners”, proiezione con soundtrack live: ospiti Franco Ricciardi, Valerio Jovine e Emiliano Pepe a Torre Annunziata

Musica e cinema a due passi dal mare. Venerdì 19 luglio alle ore 21,30 verrà proiettato “Napolitaners”, il docufilm di Gianluca Vitiello con l’esecuzione live della soundtrack con Franco Ricciardi, Valerio Jovine, Emiliano Pepe e il dj set di Gransta Msv, al Rena Nera di Torre Annunziata (via Marconi 7, ingresso gratuito). Ad arricchire la location le anteprima di due mostre fotografiche: “È solo una palla che rotola” di Marianna Quartuccio e “WAN – We Around Naples/We are Naples” di Francesco Moggio. «Dopo aver girato tanto negli ultimi due anni – dichiara Vitiello – Napolitaners, il mio docufilm, sarà proiettato a Torre Annunziata, la città dove sono nato e cresciuto. Dopo tanto tempo volevo tornare a casa e farlo bene, sarà un bellissima festa di cinema, musica, arte, amicizia. Tra l’altro Napolitaners è un film molto torrese, oltre a me, c’è Giuseppe Ragone che con me firma la regia, e tra i protagonisti c’è Gabriella De Vita, torrese doc emigrata a Milano».

Uscito di recente in home video con la CG Entertainment, “Napolitaners” è un racconto inedito sulla città di Napoli attraverso lo sguardo di chi ci è nato e che oggi la vive dal di fuori, lontano migliaia di chilometri da casa, alla ricerca di esperienze e nuovi percorsi di vita. Un documentario, prodotto da Dna Lab, che nasce dall’amore che lega da sempre Gianluca Vitiello con la sua Napoli, lo stesso amore che lega tanti napoletani che hanno dovuto lasciare la loro città in nome del lavoro, di un sentimento o di una ricerca.

Artista e speaker di radio DeeJay, classe 1976 di Torre Annunziata, è “emigrato” a Milano da 11 anni. Ed è proprio dalla capitale lombarda inizia la narrazione che si snoda tra le vie di Berlino, New York, Ibiza, Milano e Tokyo, tra i bar i quartieri e luoghi di lavoro. Una storia d’amore intramontabile sulle proprie origini e la propria terra attraverso ritratti-interviste di ragazzi che vivono all’estero. Un omaggio alla “napoletanità” nel mondo.

Un racconto pop di 80 minuti diviso in 16 capitoli, ognuno dei quali tratta un aspetto della napoletanità e del rapporto speciale tra chi lascia la città e la città stessa. «In ogni città ho intervistato quattro-cinque persone – spiega Vitiello – dai pizzaioli e ristoratori alla fascia di intellettuali e di professionisti, ognuno con il proprio vissuto e il denominatore comune della mancanza profonda del luogo d’origine. Spero di poter tracciare così un quadro e un omaggio della napoletanità nel mondo, con storie di un amore intramontabile nei confronti di Napoli». Una Napoli che non si vede mai tranne che in due graffiti dell’artista Jorit che ritraggono due simboli della città come Maradona e San Gennaro.

Tra i protagonisti del film tra gli altri ci sono Alberto “Polo” Cretara che a New York nel quartiere di China Town ha fondato Radio Nuova York un riferimento per gli italiani che vivono nella Grande Mela, fino ai galleristi Gigiotto del Vecchio e Stefania Palumbo che hanno portato la loro Galleria d’arte Supportico Lopez dal rione Sanità al cuore di Berlino. Ad Ibiza troviamo Alessio Matrone C.E.O di Optima Italia e oggi proprietario del ristorante stellato “It”, mentre a Tokyo c’è Peppe Errichiello della pizzeria “Napoli sta’ ca”, da 11 anni in Giappone, dove ha fondato il Club Napoli Tokyo.

Ad arricchire questo viaggio intorno al mondo le musiche di Franco Ricciardi (“Femmena bugiarda”), Gnut (“Passione”), Valerio Jovine feat O’Zulu (“Napulitan”), Emiliano Pepe (“Napoletano”), Tarall & Wine alias Gnut e Dario Sansone (“L’importante è ca staje buono”), Gransta MSV (“O’ Pallone”).

__

GIANLUCA VITIELLO
Giornalista e conduttore radiofonico, blogger, musicista, docente in linguaggi urbani e culture metropolitane nella moda. Ideatore e produttore di format per lo spettacolo ed eventi. 
Tra gli ultimi la mostra fotografica ‘Deejaynellamardio Exhibition’ in collaborazione con Radio Deejay.

La Bulla, la 2^ edizione del Premio “La Bulla in mostra”

Si terrà lunedì 22 luglio , alle ore 19,30 , presso il palazzo della scuola orafa La Bulla, la 2^ edizione del Premio “La Bulla in mostra” , un’esposizione delle opere degli allievi del Creative Lab della scuola orafa, i quali saranno chiamati a preparare dei gioielli e a presentarli al giudizio di una commissione di esperti. 

A giudicare i manufatti realizzati con materiali nobili e non nobili una giuria composta da: Mario Zaccaria, presidente della commissione e Presidente dell’Ussi Campania; Massimo Vernetti Presidente della Confcommercio Napoli; Chiara Marciani Assessore alla Formazione della Regione Campania; Rossella Paliotto presidente Fondazione Banco di Napoli; Nino Daniele Assessore alla Cultura del Comune di Napoli; la giornalista Annapaola Merone; Patrizia Gargiulo, Presidente dell’Associazione Donna per il Sociale; Marina Lebro, Docente dell’ Accademia della Moda e Accademia delle belle arti; Alfonso Presta imprenditore, Cristina D’Angelo, Alessandro Sarracino, consiglieri Consorzio Antico Borgo Orefici; la professoressa presidente Associazione “Artur” Maria Luisa Iavarone.

Ad esporre i manufatti 18 partecipanti, che sono stati seguiti dai docenti Salvatore e Michele Garofalo, e Ilaria Mainini. 

Ai vincitori delle due categorie sarà consegnata la cassetta con gli attrezzi da orafo donata dall’Antico Borgo Orefici. 

La serata sarà presentata dal giornalista Rosario Mazzitelli.
Una seconda edizione – spiega Roberto De Laurentiis, presidente del Consorzio Antico Borgo Orefici- che è un punto d’arrivo di una realtà che a Napoli funziona grazie soprattutto alle aziende del Consorzio che da anni, instancabilmente e con passione, portano avanti questa antica tradizione. Dopo tempo, grandi gruppi nazionali e internazionali che operano nel settore orafo, oggi, puntano forte sui nostri giovani e le nostre aziende. Basti pensare che nell’ultimo anno ben 14 ragazzi, tra cui anche il vincitore della 1^ edizione de “La Bulla in mostra”, hanno trovato un impiego stabile in grandi realtà aziendali. Un lavoro fatto quotidianamente sul territorio il nostro, che si arricchisce anche di progetti a carattere sociale come “Polis Mercato” contro la dispersione scolastica, messo in campo in sinergia con il Campo del Moricino e con l’Elena di Savoia.  Solo tra il 2018 e il 2019 sono stati ben 12 i giovanissimi strappati alla strada e alla criminalità e avviati al lavoro!”.