Archivio mensile:Gennaio 2018

#NAPOLISROCK: successo al Lanificio 25 per il reveal T-Roc di casa Volkswagen

L’ultimo gioiello di casa Volkswagen si chiama T-Roc, un crossover dal design distintivo ed emozionale, accolto con “Napolisrock”, un party esclusivo negli spazi di Lanificio 25, per la storia che custodisce. Antica chiesa dell’insula di Santa Caterina a Formiello, divenuta nel corso dei secoli fabbrica di lana e oggi luogo che ospita appuntamenti di grande appeal.

Un momento solenne per la rivelazione di T-Roc, comparsa dal buio su un tappeto sonoro di chitarre elettriche, ad evocarne l’anima forte, la personalità decisa e lo stile grintoso e unico.

I più curiosi potranno conoscerla sabato 20 e domenica 21, dalle 9.30, in occasione dell’open week end nelle autoconcessionarie Auto Uno di Agnano e San Vitaliano.

La colonna sonora del party, organizzato da Kidea, è stata affidata ai Funkovitz, cinque dei sette componenti la band napoletana Slivovitz che mostrano il loro lato più funk e rock. Un side project che spazia tra l’improvvisazione e arrangiamenti in chiave strumentale di grandi classici del rock e del funk. On stage, Marcello Giannini (chitarra), Vincenzo Lamagna (basso), Salvatore Rainone (batteria), Riccardo Villari (violino) e Charles Ferris (tromba).

In consolle, i dj Gabriele del Prete e Alaia & Gallo.

 

Il pluripremiato Cantico dei Cantici di Roberto Latini apre la Stagione 2018 Mutaverso Teatro

La Stagione 2018 Mutaverso Teatro, giunta alla terza edizione, diretta da Vincenzo Albano/Erre Teatro, in scena all’Auditorium Centro Sociale di Salerno (in via Cantarella 22, quartiere Pastena) venerdì 19 gennaio alle ore 21, inizia con uno spettacolo che ha al proprio attivo due Premi Ubu 2017 per ‘Miglior progetto sonoro’ e per ‘Miglior attore o performer’ appena conquistati.

Il Cantico dei Cantici, della compagnia Fortebraccio Teatro, adattato e interpretato in maniera straordinaria da Roberto Latini, già vincitore nel 2014 di un altro premio Ubu, che ha collazionato anche il Premio Sipario nell’edizione 2011 e il Premio della Critica dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015, farà da apripista ad una stagione che si preannuncia ricca di interpretazioni interessanti. Le note di regia chiariscono che il Cantico “è uno dei testi più antichi di tutte le letterature. Pervaso di dolcezza e accudimento, di profumi e immaginazioni, è uno dei più importanti, forse uno dei più misteriosi; un inno alla bellezza, insieme timida e reclamante, un bolero tra ascolto e relazione, astrazioni e concretezza, un balsamo per corpo e spirito”.

«Non ho tradotto alla lettera le parole, sebbene abbia cercato di rimanervi il più fedele possibile – ha dichiarato Roberto Latinima ho tradotto alla lettera la sensazione, il sentimento che mi ha da sempre procurato leggere queste pagine. Ho cercato di assecondarne il tempo, tempo del respiro, della voce e le sue temperature. Ho cercato di non trattenere le parole, per poterle dire, di andarle poi a cercare in giro con il corpo, di averle lì nei pressi, addosso, intorno. Ho provato a camminarci accanto, a prendergli la mano, ho chiuso gli occhi e, senza peso, a dormirci assieme».

Musiche e suoni di Gianluca Misiti; luci e tecnica Max Mugnai.

Biglietto intero: 12 euro – ridotto: 9 euro.

Possibilità di acquisto carnet da 8 spettacoli al prezzo di 70 euro.

Pagamento ticket e/o abbonamento anche con la carta docente.

Info: info@erreteatro.it – tel. 329 4022021 – 348 0741007.

Fashion Show Fall – Winter 2018/19 griffata Alessandro Legora

Novità nella nuova collezione griffata Alessandro Legora a cominciare dal target a cui è diretto che ora si estende in maniera esponenziale rivolgendosi stavolta anche ad un pubblico femminile più giovane e trendy che si fa largo accanto alle signore più adulte il cui favore è già consolidato, mirando così ad ingrandire la fetta di pubblico conquistata dal brand napoletano.

Una donna vestita Legora a 360° e H24, dal look giornaliero da ufficio ad uno stile più informale da indossare nei momenti di svago fino all’outfit elegante da gran sera. In passerella hanno sfilato modelle in look grintosi e più spregiudicati, complici la lavorazione della pelle che ha fatto strage di cuori tra giovani trentenni ammaliate da maxi cappotti con giochi di zip e catene. Abiti e tailleur spaziano da fantasie colorate a mood consolidati come l’animalier e quindi lo zebrato, il pitonato ma rivisitati in chiave inedita e super femminile. Maxi pantaloni con banda laterale e applicazioni su giacche e cappotti strizzavano l’occhio ad uno stile da divisa “ufficiale e gentildonna”. Grande spazio nel guardaroba avranno le sciarpe e sciarponi in seta italiana realizzati appositamente per la griffe Legora e declinate su stampe fantasia. Sono un must-have di questa stagione anche le cinture in plex strizzate in vita così come le collane saliscendi. Declinati nei colori più vivaci i maxi gilet con frange in tema shabby chic. E per la sera, applicazioni di paillettes everywhere! Le calzature che hanno sfilato in passerella erano firmate Albano. Il make up della sfilata è stato curato da Francesca Esposito per Koinè e le acconciature dell’hair stylist  Salvatore Cerrone.

Tanti gli ospiti, intrattenuti da un gustoso brunch a cura di Galà Eventi e accolti da Mila Gambardella responsabile della comunicazione e Cristiana Giordano ufficio stampa, tra cui Francesco Tavassi di GLS, Francesco Celentano, Felicetta Stanco vice direttore dell’Unione Industriali, Mariano De Matteo delle butique De Matteo, Gianluca Guida produttore Rai, Sonia Albano, Vienna Palma di Paviè Bijoux, Floriana Romanzi e tanti nomi della stampa campana. Ospiti e amiche dello stilista, l’attrice Miriam Candurro, Rosa Miranda e la cantante Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar.

 

Alessandro Legora

www.alessandrolegora.com

press@alessandrolegora.com

faebook: Alessandro Legora

instagram: @alessandrolegora

Arriva la terza edizione de “Il Bosco delle Meraviglie”

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte e l’associazione Amici di Capodimonte onlus promuovono la terza edizione di MeLe Progetto Il Bosco delle Meraviglie: Capodimonte, a cura dell’associazione Archipicchia!Architettura per Bambini, composta da giovani architetti napoletani e presieduta da Federica Ferrara. Il laboratorio è fondato su temi legati all’architettura ed è rivolto a bambini a partire dai 5 anni di età, da svolgere nello spazio del museo dedicato alla collezione dei manifesti pubblicitari dei Magazzini Mele.

La terza edizione del progetto, articolato in 6 incontri, una domenica al mese dal 21 gennaio al 17 giugno 2018 (dalle ore 11.00 alle 12.30), è realizzata grazie al contributo della Fondazione Emiddio Mele, che ne sostiene interamente i costi, per assicurare la partecipazione gratuita a tutti i bambini e aumentare l’offerta culturale del museo loro dedicata. Quest’anno, insieme ai piccoli partecipanti, si indagherà il tema del patrimonio verde pubblico sollecitando in maniera pratica e giocosa uno sguardo consapevole su concetti quali ambiente, sostenibilità, ecologia.

I bambini scopriranno il Real Bosco di Capodimonte e guarderanno anche alle altre aree verdi della città, ormai sempre più ridotte. Guidati da una mappa del Parco di grandi dimensioni, i partecipanti si cimenteranno nella realizzazione di progetti architettonici di vario tipo e diverse scale e, nell’ultimo appuntamento, realizzeranno insieme ai genitori un’istallazione artistica temporanea per il Parco.

Il calendario degli appuntamenti, dalle ore 11.00 alle 12.30

21 gennaio 2018 – Pianta il parco!

Alla scoperta del Real Bosco di Capodimonte attraverso la sua mappa e le vedute storiche. Tutti gli elementi che la compongono, i segreti architettonici, naturali e paesaggistici, diventeranno parte di una mappa “della memoria”, per ridisegnare liberamente quella del Parco attuale. Inoltre, saranno raccontati con la stessa modalità anche di altri parchi storici, vicini e lontani.

Età consigliata: dagli 8 anni

18 febbraio 2018 – Il casino della Regina e delle Delizie

Tra i tanti edifici del Bosco, il laboratorio si soffermerà sul Casino della Regina, che un tempo era attorniato da un Giardino delle Delizie, oggi perduto. Che cos’era? Come lo immaginano i bambini? Il gioco consiste nel reinventarlo a partire dal nome!

Età consigliata: dai 5 anni

18 marzo 2018 – Giochi d’acqua

La storica fontana del Belvedere introdurrà un altro elemento architettonico fondamentale nella costruzione degli spazi verdi: l’acqua. Negli zampilli delle fontane, l’acqua è gioco, spettacolo, ornamento. Lo specchio d’acqua duplica e riflette l’architettura, ne aiuta a regolare il microclima, la arricchisce di nuovi valori percettivi. Il laboratorio mira a costruire piccole architetture che accolgono i percorsi dell’acqua: fontane, cascate, laghetti e bacini.

Età consigliata: dagli 8 anni

15 aprile 2018 – Adotta una panchina… perché non ri-progettarla?

La panchina rappresenta un momento di sosta, una pausa nel parco, nel bosco, tra il verde. Come venivano disegnate, come si può disegnare e realizzare una panchina? Il laboratorio proverà a costruirla con materiali leggeri, di riciclo e di scarto e terminerà con la realizzazione di una seduta a impatto zero a misura di bambino!

Età consigliata: dai 6 anni

20 maggio 2018 – Napoli: che bel vedere!

Dal belvedere del Parco di Capodimonte, appostati insieme come dei birdwatchers, i bambini sono chiamati a individuare le aree verdi ancora presenti in città, confrontandole con quelle delle antiche vedute di Napoli. Il laboratorio affronterà il tema dei parchi pubblici, del suolo naturale, del verde a terra, sui tetti e sulle facciate. Ogni bambino realizzerà un progetto di verde urbano, dando voce alle proprie esperienze e fantasie, per capire come i più piccoli percepiscono e desiderano vivere l’elemento naturale nello spazio urbano.

Età consigliata: dagli 8 anni

17 giugno 2018 – I giardini della Reggia

L’ultimo appuntamento è teso ad indagare il rapporto che l’uomo instaura con la natura e con il paesaggio, sia naturale che artificiale. Guardando alle architetture arcaiche e alle opere di artisti contemporanei, sarà possibile scoprire la land art. Genitori e figli insieme realizzeranno un intervento artistico nella zona dello Spianato del Belvedere: un’azione temporanea collettiva per misurarsi direttamente con lo spazio naturale in cui si è immersi.

Età consigliata: dagli 8 anni

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Prenotazione obbligatoria via e-mail a prenotazioni@amicidicapodimonte.org 

081 7499147 (lun/ven ore 10.00/16.00)

Tunisi canta Napoli il 3 febbraio alla Casina Pompeiana

Gli artisti tunisini M’barka Ben Taleb e Marzouk Mejri propongono un concerto in cui le melodie nordafricane incontrano i brani classici della canzone partenopea, per esaltare il legame profondo tra le due culture musicali mediterranee, quella tunisina e quella napoletana, combinandole con nuove sonorità, all’insegna della fratellanza e del rispetto per tutti i popoli e i loro colori.

Continua la lettura di Tunisi canta Napoli il 3 febbraio alla Casina Pompeiana

In Alto Adige famiglie felici e vacanze al TOP nei Familienhotels Südtirol

Famiglia, natura e affidabilità. Sono questi i segreti di una vacanza in famiglia indimenticabile nei Familienhotels Südtirol. Grazie alla capacità di comprendere le esigenze delle famiglie, la presenza di un personale esperto con un ricco programma di attività in e outdoor, i Familienhotels Südtirol sono gli specialisti della vacanza per famiglie in Alto Adige da ormai vent’anni. Venticinque strutture “certificate a misura di bambino”, dislocate tra la zona delle Dolomiti, Bolzano Vigneti, Merano e dintorni, la Valle Isarco e la Val Venosta, che ogni anno fanno la felicità di più di 14.000 famiglie. In ognuno dei Familienhotels Südtirol il benessere di genitori e figli è garantito dalla disponibilità di un’assistenza personalizzata e dall’equilibrio tra tempo per i più piccoli e tempo per i grandi.

Continua la lettura di In Alto Adige famiglie felici e vacanze al TOP nei Familienhotels Südtirol

Valencia: tra festeggiamenti, gusto e gite all’aria aperta!

Sarà un inizio d’anno decisamente spettacolare per Valencia. Si parte con i primi appuntamenti del Festival de Las Fallas – l’Exposiciò del Ninot dal 2 al 15 febbraio e la cerimonia de La Crida il 25 febbraio per poi vivere l’anima gourmet di Valencia con uno dei più attesi appuntamenti dell’anno: il Valencia Culinary Meeting dal 25 febbraio al 3 marzo.

Continua la lettura di Valencia: tra festeggiamenti, gusto e gite all’aria aperta!

Salisburghese: un 2018 all’insegna delle novità

L’ente del Turismo Salisburghese si lascia alle spalle un anno caratterizzato da bilanci positivi e buoni risultati. L’offerta turistica, gli appuntamenti con le tradizioni locali, lo sport, l’enogastronomia e l’inaugurazione della prima rete ferroviaria OBB Nightjet che collega diverse città italiane con il Land, hanno catturato l’attenzione di molti italiani che hanno scelto il territorio salisburghese per vivere esperienze indimenticabili.

Continua la lettura di Salisburghese: un 2018 all’insegna delle novità

Al Nostos Teatro in scena “Uno è Trino”, un viaggio in tre atti unici con Felice Montervino, tra i protagonisti dello spettacolo Premio Ubu 2017

Sabato 20 gennaio – alle 21 – al Nostos Teatro di Aversa va in scena “Uno è Trino – Trittico sulle idiosincrasie”, un viaggio in tre atti unici con Felice Montervino, tra i protagonisti dello spettacolo Premio Ubu 2017 “Macbettu”. In “Uno è Trino” i protagonisti sono tre uomini che, nella loro quotidianità, affrontano le proprie idiosincrasie. Amedeo, Loris e Vito, individui apparentemente normali, si trovano a vivere e ad agire tra abitudini strangolanti e tic autocostruiti, visioni inquietanti e memorie sconvolgenti, fino a mostrarci la parte più comica delle loro disperate ossessioni.

Continua la lettura di Al Nostos Teatro in scena “Uno è Trino”, un viaggio in tre atti unici con Felice Montervino, tra i protagonisti dello spettacolo Premio Ubu 2017

Presentazione di “Trado”, l’opera vincitrice del “Divin Castagne Art”

Mercoledì 17 gennaio, alle ore 12:00, a Sant’Antonio Abate, presso la Casa Comunale, si terrà la consegna ufficiale dell’opera/installazione “Trado”, vincitrice della prima edizione del Concorso Internazionale d’arte contemporanea a cura dell’Associazione “Napul è”, nell’ambito dell’evento “Divin Castagne Art”.

Continua la lettura di Presentazione di “Trado”, l’opera vincitrice del “Divin Castagne Art”