“Dimmi di Sì… e Poi”: wedding day a Tenuta Cigliano

Si è tenuta domenica 29 novembre, nella splendida location di Tenuta Cigliano ad Agnano, la prima edizione di “Dimmi di Sì…e Poi“, un wedding day promosso e organizzato dalla wedding planner Stella Calise che ha messo insieme una rete di operatori del settore per offrire alle coppie di fidanzati futuri sposi un servizio di consulenza completo, e al contempo divertente, modano ed elegante, per poter passo dopo passo scegliere tutti gli elementi giusti per coronare al meglio il proprio sogno d’amore.
Eleganza e bon ton queste le parole chiave di un matrimonio firmato da Stella Calise che è stata coadiuvata nella realizzazione dell’evento da: Pasquale Cuorvo (fotografo), Massimo D’Ambrosio (Liberi Parrucchieri), De Simone catering, Villa Cigliano, Diamante Atelier, Tramontano gioielli, Imperatore fiori, Son music Live, Equador travel, Luisa Festa MUA.
La serata è stata arricchita da momenti di spettacolo con le performance del giocoliere Luigi Fiorentino e i momenti di danza dei ballerini della Latin Steps e le ballerine Daniela Ruggiero e Roberta Cirillo.
Nel corso dell’evento si è tenuto un flash mob con una vera dichiarazione d’amore e una proposta di matrimonio tra due romantici fidanzati che hanno reso al meglio il concetto di “Dimmi di Sì”.
L’evento è stato ripreso dalle telecamere di Sky – canale La Sposa.
A condurre la serata il produttore e giornalista di Telecapri Gianni De Somma.

L’attrice Margherita Laterza a “Sogni sotto l’albero”

Sarà Margherita Laterza, la giovane artista  di  origine caprese, la testimonial di “Sogni Sotto L’Albero”, il Charity Gala promosso da Maridì Communication a favore dell’associazione “3xTe-Onlus” presieduta da Annalaura di Luggo. L’attrice, sarà tra le protagoniste de “Il Paradiso delle Signore”, una fiction ambientata nella Milano degli anni ’50 che andrà in onda in prima serata su Rai 1 a partire dall’8 dicembre. Margherita rivestirà il ruolo di Monica, una ragazza cinica, senza scrupoli, che utilizza il suo fascino per ottenere quello che desidera. “Sogni sotto l’albero” si svolgerà il 1 dicembre  sera nell’elegante cornice di Villa Maria, a Posillipo (Napoli), e si articolerà in più momenti. Come ouverture, per il Fashion,  in omaggio all’imminente Natale,  “Monnalisa”  con gli outfit della linea Couture, indossati da deliziose piccole mannequin dell’Istituto Adolphe Ferriere, tra i partner della kermesse  anche con un ambizioso progetto artistico dal titolo “La Lirica nello Zaino”. A seguire, Fashion Tribute del maestro Nino Lettieri, che proporrà un’antologia degli abiti più rappresentativi della sua prestigiosa carriera. Ed ancora sempre per la moda , in passerella “Il triplum” ,  l’anello simbolo della creatività e dell’estro dell’ artigiana di gioielli  romana Gaia Caramazza accanto ad una serie di parure della collezione “Musiva”, mentre Eles alias Ester Gatta, presente in città con due boutique di tendenza posizionate in  zona Poerio e nel cuore del Vomero, proporrà un flash for “Christmas Holidays”  black and red  in omaggio all’Argentina, paese di tango e di passione. Dulcis in fundo , le avvolgenti preziose pellicce di Umberto Antonelli, dai tagli e dalle geometrie all’avanguardia, realizzate con materiali di alta qualità  in coloratissime nuance o dai toni tradizionali quali il nero, il grigio o i marroni. A seguire dinner party, ravvivato dalle suadenti note di un live sax con un’aromatica tazzina di caffè preparatp secondo l’antica tradizione napoletana by Caffè Borbone . Molto significativi gli interventi nel segmento medico della Femir Salus , in materia di prevenzione al femminile, e di Matachione Group che in vista dell’imminente Natale offrirà a tutti gli ospiti  Fidelity cards da poter utilizzare in tutte le farmacie del territorio di appartenenza al Gruppo. Da segnalare infine anche  un’attenzione particolare alla cultura, nella fattispecie all’ art interior design con il vernissage  di alcuni pezzi della Collezione griffata dall’architetto Francesca Frendo. Attesi, centinaia di ospiti, esponenti del mondo dello spettacolo, dell’impresa e delle professioni.

Il 30 novembre e il 1 dicembre al Teatro Augusteo i concerti di Ludovico Einaudi

Il 30 novembre e il 1 dicembre Ludovico Einaudi farà tappa a Napoli per due straordinari concerti al Teatro Augusteo.
Pianista e compositore italiano, ha venduto oltre 750.000 dischi in tutta Europa. La sua carriera di musicista è iniziata nel jazz rock, poi il classico, componendo musiche orchestrali e da camera.
Le opere di Ludovico Einaudi affondano le radici nel classico, con l’aggiunta di elementi derivati dalla musica pop, rock, folk e contemporanea. Ha suonato nei maggiori teatri del mondo come La Scala di Milano, la Royal Albert Hall di Londra, l’Olympia di Parigi, la Philharmonie di Berlino e la Sydney Opera House di Sydney. Il 30 novembre debutterà nella storica sala del Teatro Augusteo, in Piazzetta Duca D’Aosta 263.

Christopher Leoni “sposo” per Vito Aramo

Domenica 29 novembre 2015 l’amore farà tappa a “Villa di Bacco”. Un wedding day speciale quello promosso da Ti Sposo (che si terrà ad Ercolano dal 1 al 9 Ottobre 2016), nella suggestiva location ubicata a Boscotrecase (Napoli) in Via Settetermini 18. L’evento, dedicato alle future coppie di sposi, prevede una cena buffet per tutti gli ospiti e il défilé firmato Vito Aramo, atelier con show room a Scafati, che proporrà le tendenze 2016 per lo sposo e la sposa.

Continua la lettura di Christopher Leoni “sposo” per Vito Aramo

Un cadeau sotto l’albero: moda, cibo e musica a Villa Diamante

Si è svolta ieri, venerdì 26 novembre, a Villa Diamante (Napoli) una piacevole serata dedicata alla moda: “Un cadeau sotto l’albero”, evento organizzato da Maridì Communication che in tale occasione ha presentato una delle aziende baluardo della moda “Made in Naples”, ovvero “Calabrese dal 1924”. Dalle ore 17 fino a quasi mezzanotte Villa Diamante ha lasciato le porte aperte per accogliere tutti in una grande festa di shopping, cocktail, sfilate e musica. Tanti gli articoli presentati in tale occasione. Tra le linee speciali ad esempio c’erano le sciarpe, di borsoni da viaggio, le mantelle, tutti accessori nati dopo un accurata ricerca stilistica dando importanza al “particolare” e fondendo l’intramontabile stile classico con l’attuale gusto contemporaneo.
L’azienda Calabrese ha contribuito in quasi 100 anni a diffondere l’eleganza nel mondo e lo stile “made in Naples”. Le sue cravatte fatte interamente a mano sono diventate ormai un’icona dell’alta qualità tessile italiana nonchè del buon gusto nel vestire e nell’abbinare colori e tessuti.

“Lucano 1894”: il nuovo spot di Amaro Lucano

Lucano 1894”, il nuovo spot pubblicitario dell’Amaro Lucano, in TV (e sui social) a fine mese dopo diversi anni di assenza. Un richiamo all’anima più autentica del prodotto di punta dell’omonima azienda, uno dei liquori più venduti in Italia.
Lo spot conferma l’atmosfera di fascino e seduzione che hanno reso famoso l’amaro. È ambientato in una raffinata e bellissima villa, dove si tiene una sontuosa festa. Un dandy, vestito in modo elegante, e  una bellissima ragazza entrano nella villa camminando tra gli elegantissimi invitati. Un uomo, con due grammofoni, mixa i vinili come un vero e proprio dj, che con grande maestria “gioca” con la musica. Due ragazze sedute su un divano, in compagnia di un uomo, stanno incredibilmente chattando con dei telegrafi, come se stessero scrivendo un messaggio con lo smartphone. Un gruppetto di giovani ragazzi sono intenti a farsi un selfie con una famosa diva dell’epoca utilizzando una pesante macchina fotografica con un robusto bastone da selfie. Allo scatto della foto, il flash abbaglia tutti e crea una densa nuvola di fumo. Appare così un uomo dietro a un bancone, che con fare sicuro versa l’Amaro Lucano in un tumbler con ghiaccio. Il dandy e la sua compagna sorseggiano l’Amaro. Una mano maschile regge un flyer raffigurante una bottiglia di Amaro Lucano. Il flyer si abbassa e… l’uomo della versata è in realtà Pasquale Vena, fondatore di Amaro Lucano!
L’invenzione dell’Amaro risale al 1894 ad opera per l’appunto di Pasquale Vena, proprietario dell’omonimo biscottificio nel paese di Pisticci e pasticciere che produceva empiricamente l’amaro mescolando diverse erbe officinali. Nel 1900, l’Amaro Lucano ottenne notorietà a livello nazionale, da quando i Vena divennero fornitori ufficiali della reale Casa Savoia, il cui stemma appare sull’etichetta.
Amaro Lucano: una preziosa ricetta segreta. oltre un secolo di antica sapienza. Un lavoro che la passione ha trasformato in arte. Sobrio nell’aroma e deciso al palato, grazie alla perfetta combinazione di più di 30 erbe officinali…  Cosa vuoi di più dalla vita?

:Buzzoole

Louis Vuitton presenta la Mostra «Volez, Voguez, Voyagez – Louis Vuitton» presso il Grand Palais

Sotto la direzione di Olivier Saillard, la mostra «Volez, Voguez, Voyagez – Louis Vuitton» che sarà allestita al Grand Palais di Parigi ripercorre la storia della Maison Louis Vuitton dal 1854 al presente attraverso i ritratti dei suoi fondatori ma anche di coloro che oggi inventano il Louis Vuitton del domani.

La Maison Louis Vuitton è sempre stata un’avanguardista nelle sue creazioni. Se oggi, dopo più di un secolo dalla sua fondazione, la Maison è leader mondiale indiscusso nel settore del lusso e della moda è grazie alla valorizzazione del nostro patrimonio e alla nostra sensibilità nell’anticipare le tendenze. Per questa mostra, Olivier Saillard si è immerso negli archivi della Maison per scoprirne tutti i segreti. La sua è una nuova visione del nostro passato, presente e futuro.” dice Michael Burke, CEO di Louis Vuitton.

Il Grand Palais è stato costruito nel 1900 per una delle più spettacolari Esposizioni Universali, quella di Parigi, che accolse 48 milioni di visitatori. All’alba di un nuovo secolo, George Vuitton era responsabile della sezione “Articles de voyage et maroquinerie”. Lo stand Louis Vuitton, con la sorprendente forma di un carosello, presentava le valigie e le borse più eleganti ed esclusive della Maison.
La mostra sarà visitabile dal dal 4 dicembre 2015 al 21 febbraio 2016.
I biglietti sono disponibili al seguente link:
http://www.grandpalais.fr/en/event/volez-voguez-voyagez-louis-vuitton

Il nuovo vocabolario della moda Italiana alla Triennale di Milano

Dal 24 novembre al 6 marzo, la Triennale di Milano ospiterà nella Galleria dell’Architettura firmata da Gae Aulenti “Il Nuovo Vocabolario Della Moda Italiana”, appuntamento imperdibile per appassionati, curiosi ed esperti del settore. Una mostra unica nel suo genere, nata dall’esigenza di riconoscere e celebrare l’Italia della moda contemporanea e i suoi protagonisti. Marchi e creativi che negli ultimi 20 anni hanno rinnovato e recuperato il DNA culturale, tecnico e tecnologico della tradizione, riscrivendolo in un linguaggio del tutto originale.
Il nuovo vocabolario della moda italiana analizza questo linguaggio e la nuova natura della moda italiana attraverso il lavoro dei suoi protagonisti e le loro molteplici espressioni. Dal prêt-à-porter allo streetwear, dalle calzature agli occhiali, dai bijoux ai cappelli: un inedito vocabolario di stile e produttività.
La mostra è un’accurata messa in scena del tratto di storia recente del made in Italy, a partire dal 1998, l’anno che segna il concreto passaggio a un mondo interconnesso dal web, alle nuove forme della comunicazione;  dieci anni prima della grande crisi globale del 2008, che investe le economie occidentali e mette in crisi i paradigmi economici, sociali e culturali della post-modernità. Il 1998 è l’anno spartiacque tra il “prima” e il “dopo”; tra chi ha attraversato la crisi rigenerandosi e chi ne ha tratto la spinta per intraprendere un percorso autonomo.
Oltre cento realtà tra le più importanti del panorama contemporaneo partecipano alla mostra con i propri prodotti e progetti. Sono stilisti e marchi, selezionati con l’approccio didattico-scientifico di un sistema a fasi successive dai curatori Paola Bertola e Vittorio Linfante insieme con il Comitato Scientifico della mostra (presieduto da Eleonora Fiorani e composto da Silvana Annicchiarico, Gianluca Bauzano, Patrizia Calefato, Enrica Morini, Domenico Quaranta e Salvo Testa), e avvalendosi di un nutrito gruppo di “advisor” esperti del mondo della moda (comunicatori, stilisti, giornalisti, produttori, distributori…).

Perché “vocabolario”? Per sintetizzare, illustrare, definire le caratteristiche fondanti del made in Italy contemporaneo, oggi ancora in fase di scrittura e di evoluzione.
“Vocabolario”, dunque, nel suo significato di “repertorio di termini e locuzioni” è il mezzo per definire e cristallizzare il nuovo linguaggio del made in Italy.
Per valorizzare il contenuto progettuale dei capi, degli accessori e per esprimere con forza il concetto di “vocabolario”, la mostra è strutturata in un percorso composto da Lemmi che sintetizzano ognuno un concetto tipico e rinnovato del made in Italy. Per esempio: Materia, Costruzione, Ornamento, Dettaglio, Laboratorio… ognuno caratterizzato da istallazioni che illustrano il prodotto e il relativo processo creativo, dal cartamodello, agli accessori, dalle prove di lavorazione alle componenti.

La mostra è articolata in 3 macro sezioni:

  • Vocabolario: qui i prodotti sono organizzati intorno a concetti chiave, così da rappresentare i diversi approcci progettuali che ricontestualizzano gli elementi archetipici del prodotto italiano.
  • Narrazioni: dove viene tracciata la mappa del sistema di produzione culturale e comunicativa che ruota intorno alla moda: fotografia, illustrazione, nuovi media, editoria, video-arte.
  • Biografie: è la sezione che concentra la narrazione sulle storie dei singoli stilisti e marchi cui si deve il nuovo linguaggio della moda made in Italy.

La collezione “Paris-Rome” di Chanel sfila a Cinecittà

Chanel ha scelto Roma come palcoscenico per la linea Métiers d’art 2015/16 creata da Karl Lagerfeld, che sfilerà il prossimo 1 dicembre all’interno di CinecittàParis-Rome, questo il nome della collezione, che rappresenterà dunque un contatto potente tra le due capitali.

Continua la lettura di La collezione “Paris-Rome” di Chanel sfila a Cinecittà

Prezioso e scintillante il Natale di Tino generation

Un Natale che regala bagliori metallici e dettagli scintillanti, quello di Tino generation.
Il marchio di gioielli e accessori moda regala una nuova e preziosa interpretazione all’iconica sagoma stilizzata di un bambino, anima di Tino generation.
Raffinata e chic la linea Luxury: collane pendenti e bracciali dove il metallo più prezioso abbraccia la matericità delle pietre dure.
Un design essenziale che esprime tutta la sua intensità grazie alla bellezza assoluta dell’oro, alla leggerezza eterea e forza spirituale dell’agata bianca, alla potenza e al fascino impenetrabile dell’onice nero.
La linea preziosa di Tino generation si compone così di ciondolo e bracciale con cordino nero e Tino dal profilo in oro giallo e dall’anima in onice nero; ciondolo e bracciale con cordino bianco e Tino dal profilo in oro rosa e dall’anima in agata bianca.
Il brand TINO generation continua la sua missione all’insegna della solidarietà. Parte del ricavato della vendita degli accessori TINO va a favore dell’Anffas di Desenzano del Garda, associazione per famiglie di persone con disabilità intellettiva e relazionale, al fine di sostenere progetti solidali, mirati e specifici.