Archivi tag: sociale

I vini di Selvanova: sociali, biologici e a km0

Sono vini biologici e a chilometro zero, e raccontano una storia sociale: il progetto di Selvanova, azienda di Castel Campagnano (Caserta) del gruppo di imprese sociali Gesco, presentato questa mattina presso il Gran Caffè La Caffettiera, in piazza dei Martiri.

All’incontro hanno partecipato: il presidente del gruppo di imprese sociali Gesco, Sergio D’Angelo; la pittrice Alessandra Illiano, autrice delle etichette dei vini; l’attore Massimiliano Gallo; e l’oncologo Paolo Antonio Ascierto cui è stato consegnato un riconoscimento per il suo impegno nella ricerca.
Selvanova è un’azienda biologica vitivinicola che ospita un agriturismo e una fattoria didattica, avviata nel 1997 da Antonio Buono e presa in gestione dal gruppo Gesco due anni fa, con l’obiettivo di rivitalizzarne le attività tradizionali e di realizzarvi una comunità per adolescenti a rischio.
A Selvanova, che si estende per circa 50 ettari sulle colline attraversate dal Volturno,  viene praticata una viticoltura sostenibile che intacca il meno possibile, con l’azione umana, quello che la natura ha formato in migliaia di anni. Qui vengono prodotti quattro tipi di vino (Pallagrello Bianco, Pallagrello nero, Fiano, Aglianico e Cabernet Sauvignon) e olio biologico, oltre che miele e paté di olive caiazzane. Il vino è l’anima centrale di Selvanova, che è anche agriturismo e fattoria didattica.

Le etichette dei vini Selvanova ne raccontano la storia attraverso l’immaginario artistico dei quadri di Alessandra Illiano, giovane pittrice formatasi nel laboratorio artistico del Centro Diurno Dipartimentale di Riabilitazione Aquilone (del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl Napoli 1 Centro, gestito da Gesco attraverso la cooperativa Era). Coloratissimi e postmoderni insediamenti urbani sulle sponde del fiume, nel mezzo del quale c’è la rappresentazione grafica e stilizzata di una zattera, divenuta il logo aziendale.

Da qualche anno abbiamo esteso il raggio d’azione dall’area del disagio a quella dell’agio, che poi è strettamente legata alla prima – spiega il presidente di Gesco Sergio D’Angelo -. Lo abbiamo fatto soprattutto con un grande investimento nell’integrazione sociale, nella cultura, negli eventi, nel turismo e tempo libero, nella ristorazione. Oltre al ristorante Il Poggio, che nasce da un’operazione di rigenerazione urbana e sociale, lo facciamo oggi presentando i vini biologici dell’azienda Selvanova che ospiterà a breve anche una comunità di accoglienza per adolescenti problematici”. “Oggi occuparsi di salute e ambiente – conclude D’Angelo – significa pure preoccuparsi di ciò che arriva sulle nostre tavole, e sicuramente i vini di Selvanova sono biologici e genuini. Questa iniziativa ha poi un valore aggiunto in fatto di bellezza: le bottiglie di questi vini sono impreziosite dai disegni di Alessandra Illiano, una ex utente di un nostro centro di salute mentale, le cui opere sono state anche esposte al Pan. Insomma, dietro al vino che presentiamo qui oggi c’è molto di più”.

Sono quattro vini declinati in chiave assolutamente contemporanea – ha spiegato l’enologo Gennaro Reale –. Si va da quelli più strutturati a vini più leggeri, a gradazione alcolica minore, adatti alle diverse esigenze e ai diversi gusti. La Corda di Luino Rosso è composto da un uvaggio prevalentemente  di Pallagrello Nero, con dieci per cento di Aglianico e altrettanto di Cabernet. Si passa poi ai bianchi con La Corda di Luino Bianco, prodotto con Pallagrello Bianco al 70% e Fiano al 30%, e lo spumante Londro Bianco, 100% Fiano, per finire con il rosè, il Londro Rosato, ottenuto da uve all’ 80% Pallagrello Nero e 20% Aglianico”.

Social World Film Festival 2019: 500 opere selezionate, ospiti Stefano Accorsi, Abel Ferrara e l’ispettrice della “Casa di Carta”

Prenderà il via il 27 luglio la nona edizione del Social World Film Festival di Vico Equense, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale che trasforma la città della Penisola Sorrentina nella capitale del cinema impegnato, quello che fa riflettere. Sarà un’edizione internazionale in quanto anta un regista americano come presidente di giuria, Abel Ferrara, una super ospite direttamente dalla “Casa di Carta” di Netflix, Itziar Ituno, e un padrino di fama mondiale, Stefano Accorsi. Fino al 4 agosto a Vico Equense saranno protagoniste 500 opere tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisive in concorso e fuori concorso in 17 sezioni, con una spiccata attenzione ai nuovi linguaggi come le opere delle sezioni in virtual reality, in verticale e realizzate con gli smartphone. Opere, di cui 72 in anteprima, che provengono da 60 diverse nazioni dei cinque continenti, per un totale di ben 126 proiezioni che offrono 3mila minuti di programmazione.

«Siamo sempre alla ricerca dei migliori talenti cinematografici in circolazione nel mondo – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del festival – con il focus principale sul cinema socialmente impegnato, che fa riflettere e magari educa». Sulla locandina campeggia Vittorio De Sica, mito del cinema molto legato alla Penisola Sorrentina. Verrà ricordato con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica. «De Sica amava questi luoghi – così Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense – si è sempre dichiarato affascinato da questo litorale. A lui verrà dedicata una sala del Museo del Cinema di Vico Equense». E poi spazio agli omaggi ai registi Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e Ugo Gregoretti (già presidente di giuria al festival nel 2013) recentemente scomparsi.

Il festival, definito il più emozionante al mondo da Claudia Cardinale, presidente onorario dal 2017, avrà come tema “Viaggio: esplorazione, itinerario, evasione”. «Dedicheremo un focus all’immigrazione, il viaggio inteso anche come speranza – così il regista e produttore Nuzzo – affinché il pubblico del social possa confrontarsi sui temi di scottante attualità». 

Il programma: ospiti, proiezioni, premi

Aspettando il “Social World Film Festival” sabato 27 luglio con la Grande Orchestra Italiana di Fiati con 65 elementi, un medley di colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema. Galà d’apertura domenica 28 luglio con il padrino Stefano Accorsi e la proiezione del film “Camorra” alla presenza del regista Francesco Patierno. Attesi anche Monica Guerritore, Ivana Lotito, Valentina Romani, Ester Gatta e Itziar Ituno, l’ispettrice della “Casa di Carta” serie televisiva da record firmata Netflix che pubblicherà dal 19 luglio la terza stagione.

Lunedì 29 luglio focus su “L’Amica Geniale”, serie tv firmata Hbo e Rai, alla presenza del cast: ci saranno Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, Antonio Buonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitolo e Gennaro De Stefano. Durante la serata verrà premiato Lorenzo Richelmy come attore rivelazione dell’anno per aver recitato nei film “Ride” di Jacopo Rondinelli, “Una vita spericolata” di Marco Ponti e “Dolceroma” di Fabio Resinaro.

Evento speciale Venezia 76 martedì 30 luglio con Cristina Donadio protagonista del film breve “La scelta” di Giuseppe Alessio Nuzzo selezionato nel “Concorso Giovani Autori Italiani” della Siae,e poi l’incontro con Anastasio,rapper reduce dalla vittoria di XFactor su Sky.

Mercoledì 31 luglio sarà il turno del cast della “Compagnia del cigno”, serie tv di Rai1 firmata da Ivan Cotroneo: saliranno sul palco Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora. Ospiti Claudio Giovannesi e Simona Tabasco che riceveranno rispettivamente il premio come regista dell’anno per aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino con “La paranza dei bambini”, che verrà proiettato durante la serata, e attrice rivelazione dell’anno.

Giovedì 1 agosto si tornerà a parlare dell’Amica Geniale con l’attrice Ludovica Nasti, e avverrà conferimento del premio alla musica sociale “Paolo Serretiello” ai Bowland.

Il premio alla carriera  Corinne Clery venerdì 2 agosto saluterà il pubblico con Gina Amarante, Luciano Giuliano e Gianni Parisi protagonisti dell’ultima stagione di “Gomorra – La serie”.

Gran galà di premiazione sabato 3 agosto con sfilata sul red carpet degli autori in concorso e delle giurie, sarà presente il regista americano Abel Ferrara.

Tutte le sere, inoltre, verranno proiettati sul maxischermo in 2k e audio Dolby Sorround i film più premiati della stagione come “Aladdin”, “A star is born”, “Dumbo” in arena Loren – piazzale Giancarlo Siani, mentre nel secondo schermo dell’Arena Magnani – Chiostro della SS. Trinità e Paradiso la selezione Focus con le più importanti opere nel Mezzogiorno come “Il Vizio Della Speranza” di Edoardo De Angelis, “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio, “La Sera Della Prima” di Loretta Cavallaro, “Dei” di Cosimo Terlizzi, “Ed è subito sera” di Claudio Insegno.

Monumento, Museo, Mercato europeo del cinema giovane e tour mondiale

Il Social World Film Festival è l’unico festival del cinema in Italia ad essere promotore di un Mercato, un Museo e un Monumento al cinema. Gli ospiti d’onore firmeranno il Wall of Fame, monumento al cinema che vede già gli autografi in bronzo di Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Michele Placido, Stefania Sandrelli, Katherine Kelly Lang, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta. Nel 2014 fu inaugurato il Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina: due sale dell’antico palazzo comunale di Vico Equense raccolgono documenti, testimonianze fotografiche, reperti video di tutta la cinematografia girata in questi meravigliosi luoghi.

Torna per il quarto anno consecutivo il Mercato europeo del cinema giovane, Young Film Market, che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovani autori. Dall’ 1 al 3 agosto si parlerà della ricerca delle location in Campania con la Film Commission Regione Campania, delle autodistribuzioni di lungomentraggi indipendenti, e un focus dedicato alla Cina con i rappresentanti di Hengdian Group, uno dei dieci gruppi privati cinesi più importanti del Paese fondatore degli Hengdian World Studios, gli studios più grandi del mondo.

Il Mercato, inoltre, vedrà importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente. La città costiera si trasformerà in salotto dell’industria cinematografica: dibattiti, conferenze, incontri e video library digitale per offrire on demand centinaia di titoli, tra cortometraggi, documentari, lungometraggi e opere audiovisive indipendenti. Inoltre, la partecipazione garantisce la possibilità che le opere siano selezionate per la proiezione nei tantissimi eventi internazionali organizzati dal SocialWorld Film Festival, che in soli otto anni hanno coinvolto i cinque continenti per 40 eventi in 28 città tra cui Los Angeles, Hong Kong, Shanghai, New York, Seoul, Berlino, Barcellona, Cannes, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Londra, Lisbona, Sydney, Tunisi, Rio de Janeiro, Budapest.

Premio Rai Cinema Channel, nuove sezioni e focus sull’ambiente


Prosegue la collaborazione con Rai Cinema Channel che metterà a disposizione un premio in denaro di 3mila euro per l’acquisto dei diritti di un cortometraggio. Inoltre le 12 opere selezionate nella “Città del cortometraggio” avranno la grande opportunità di essere visibili sul canale web di Rai Cinema.
Quest’anno la kermesse ospiterà nuove sezioni come “Vision Vr”, sulla realtà virtuale, che verrà votata dal pubblico in piazza attraverso la visione con speciali visori; “Mobile”, votata da una street giuryche vedrà le opere direttamente da uno smartphone;“Vertical”, non competitiva di opere in formato 9:16.
Il Social World Film Festival guarda all’ambiente grazie a Sabox – Formaperta che trasforma il macero della città di Vico Equense, leader in raccolta differenziata, in suppellettili e installazioni di cartone che abbelliranno i luoghi del festival, già certificata in passato come ecologicamente sostenibile.

Workshop, contest, seminari, giurie, masterclass di recitazione e regia cinema

Le attività del festival iniziano già dalle prime ore del giorno con numerose attività che daranno spazio e voce a migliaia di giovani tra i quali i workshop gratuiti per la realizzazione di corti durante il festival, di giornalismo, videomaking e photoreport, movimento del corpo, attività col maestro d’armi, sull’utilizzo della voce, il seminario sui costumi da cinema, il concorso Social Photo Contest, e masterclass di recitazione con Stefano Accorsi e regia cinematografica con Abel Ferrara, dedicate a giovani dai 18 ai 35 anni di età. Daranno colore alle giornate del festival centinaia di giurati che gireranno in città tra giovani, adulti e diversamente abili (peculiarità assoluta della rassegna).

Il programma completo è disponibile sul sito www.socialfestival.com/programma

Il Social World Film Festival è socio dell’Afic – Associazione Festival Italiani di Cinema, fondatore e membro attivo del Coordinamento Festival Cinematografici della Regione Campania e partecipa ai lavori del Clarcc – Coordinamento Lavoratori Regione Campania Cinema e Audiovisivi.

Il Social World Film Festival è realizzato in collaborazione con: Eles Couture, Pizza a Metro – da Gigino, Rai Cinema Channel, T&D Angeloni – trasporti cinematografici, Sabox-Formaperta, HM make up, Università del Cinema e delle arti dello spettacolo – sedi di Acerra, Caserta, Napoli, Milano, Roma, Paradise Pictures, PM5 Talent.

Media partner: Radio Marte, Canale 21, CinecittàNews, La rivista del Cinematografo, Red Carpet Magazine.

Con l’adesione della Film Commission Regione Campania.

Nunzio Bellino: il protagonista di “Elastic Heart” diviene un eroe

Nunzio Bellino, attore napoletano, caparbio, tenace e determinato conquista le luci della ribalta dopo il grande successo del corto ” Elastic Heart” diretto dal noto regista Giuseppe Cossentino. Da vittima di bullismo per essere affetto da una rara patologia, la Sindrome di Ehlers- Danlos, che rende la sua pelle super elastica e fragile sia all’interno che all’esterno, Nunzio diventa una vera star del grande schermo. Un successo straordinario: la storia forte, toccante e commovente arriva al cuore del pubblico che ama il personaggio ” l’uomo elastico”. Si, è così che è stato definito Nunzio per le caratteristiche della sua pelle allungabile che lo rendono un super eroe. Nunzio è un esempio rampante di chi ce l’ha fatta anche in situazioni difficili. Il messaggio è forte è chiaro: ” Sorridere sempre, nonostante la patologia e andare avanti, senza arrendersi mai“. Artista sensibile, raffinato ed elegante, Nunzio ama la recitazione e il mondo dello spettacolo e dopo il corto non sono mancate partecipazioni significative in cortometraggi, serie tv, radio e soap opera come ” Passioni Senza fine 2.0″ dove presta la sua voce ad un bimbo, Sandro, abusato da un prete orco. E tra un evento e un red carpet come attore Nunzio è impegnato molto anche nel sociale su tutto il territorio nazionale per combattere ogni forma di violenza, bullismo e sopruso. Dal corto, ” Elastic Heart”, intanto è nato un monologo scritto da Giuseppe Cossentino che Nunzio, insieme al regista ed autore, sta portando in vari contesti importanti.

“Diversamente belli”

Domani 20 aprile – alle ore 10 – al teatro De Filippo di Portici si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica “Diversamente belli”. In occasione del convegno “Vita indipendente dopo di noi”, organizzato da “Politiche Sociali e Progetti”, un’associazione di promozione sociale costituita da cittadini attivi, associazioni di volontariato e cooperative sociali operanti nel terzo settore, verrà presentato al pubblico questo progetto fotografico e di comunicazione sociale, che vuole elevare allo stato del bello comune, il bello diverso.

Continua la lettura di “Diversamente belli”

L’Alta Moda a sostegno di Save the Children

Parata di Vip per “Spring is woman 2016”, il Charity Gala promosso da Maridi  Communication  a sostegno,  in questa edizione, di   Save the Children, la più importante organizzazione internazionale indipendente che dal 1919 è vicina ai bambini in pericolo e ne difende i diritti. L’evento, che si è svolto il 20 aprile sera a Villa Diamante (Napoli), ha visto in pole position, insigniti da Fabio Majello ed Imma Sarnacchiaro con il Ricciocaprese – un prezioso oggetto in ceramica di Capodimonte simbolo dell’isola di Capri nel mondo -, Gianni Molaro, il noto Art Couturier, Patron dell’Accademia della Moda nel programma RAI 2 “Detto Fatto” di Caterina Balivo, Maria Giovanna Elmi nota conduttrice ed annunciatrice TV, autrice con Francesca Schenetti di “Bellezza”, una raccolta di 60 interviste ad esponenti dello showbiz nazionale sul tema della bellezza,  Maria Bolignano attrice ed autrice, notissimo volto di  “Made in Sud” nel ruolo della “Milf”   reduce dal  grande successo riscosso  in teatro con  “Tutti per Uno, Uno per Titty”, un lavoro in cui figura nel doppio ruolo di autrice ed attrice protagonista. La serata si è articolata  tra fashion, cultura, relax e tempo libero.  Dopo il discorso di rito di Francesca Ursaia, responsabile “Grandi Eventi Save the Children  Italia”,  in  passerella hanno sfilato: gli abiti di Molaro con una capsule  della sua esclusiva “white collection” che lo ha reso celebre in tutto il mondo; Danila Dubuà, che ha proposto un flash della sua linea “Magnifique Limited Edition” con capi realizzati interamente a mano; ed ancora i divertenti, originali outfit by “Eles”, alias Ester Gatta, che per l’occasione ha presentato anche alcuni capi  di una nuova linea sartoriale da lei stessa ideata; i gioielli estrosi, preziosi nei materiali e nel design, by Maria Rosaria Gentile che vanta un nuovo store total black in via Scarlatti; gli abiti e gli accessori rigorosamente artigianali e ispirati ad Ibiza, isola del sole e della trasgressione, proposti da La Coolness alias Annarita Monopoli; le mise colorate Spring /Summer  di “Calabrese dal 1924” dai  tessuti stampati riecheggianti le ceramiche vietresi. Non solo moda, ma anche cultura in tema di design con i  suggerimenti del noto architetto Francesca Frendo.   Tanto spazio anche al relax grazie alle alchimie ed alla professionalità di  Viviana Romano, titolare del noto Centro di Estetica nel cuore dei “Mille”, ed alle Piscine Biodesign, presentate da Michele Castello. Protagonista anche il tempo libero con un ventaglio di allettanti proposte in campo turistico  offerte da Planet Travel  in partenrship con “Grandi Viaggi” illustrate dall’imprenditore Diego Marengo. Molto apprezzata la performance musicale di alcuni allievi dell’Istituto Adolphe Ferriere,  diretto da Anna Sommella che, nell’ambito del progetto “La Lirica nello zaino”, ideato dalla musicista e regista Eleonara Paterniti , hanno inscenato un piccolo saggio del Barbiere di Siviglia in omaggio al mondo dell’infanzia. Da segnalare tra gli autorevoli partner della kermesse: Confapid, aderente alla Confapi, rappresentata dall’ imprenditrice consigliera  Antonella Giglio. A conclusione della serata, sullo sfondo di una scenografia curata da Zebby Animation,  si sono svolti un light dinner, il taglio augurale di una maxy torta confezionata da  Armando Divano, e la degustazione di un’ aromatica tazzina di caffè Kamo.
Visti tra tanti: Marizia Rubino, Maria Carmen Vitobello, Totti Moschini, Rossella Acquaviva, Grazia Agnello, Simona Gallipoli, Edwige Nastri, Maria Teresa De Lisa, Alessandra Carriero, Pino Papaleo, Ermanno Mennella, Presidente Federalberghi Ischia, Rossella Frendo, Sabrina De Luca, Achille Aveta, Valeria Scarano, Gennaro De Pascale,  Elvira La Vecchia, Francesca Di Gennaro, Cristina Vitiello, Daniela Garofalo, Isapaola Mazio, Gino Serrao, Francesca Chianese,  Carla Travierso, Paolo Bowinkel, Luca e Barbara Novi, Antonella Visone, Veronica Cervone, Francesca Isaia, Daniela , Loredana e Imma Laino, Annamaria Pagliaro, Sabrina Ruggiero, Maurizia Moriello, Allegra Amicarelli,  Federica Montella, Antonio Trani, Nunzio  Annamaria Tranna e Antonella Catocci, Annamaria Curcio, Tiziana Ferrara Ketty Migliaccio, Massimiliano Campanile, Giovanni Scognamiglio e consorte, Walter Moretti  e signora, Alfredo Morelli e consorte, Massimo e Eliana Sbaragli, Dario e Daniela Giordano,  Loredana Maddaloni, Agata Leccisi, Lucio e Maria Teresa Giordano.

Gli spot della Fondazione Prosud, L’Oro della Prevenzione, alla Mostra del Cinema di Venezia

Gli spot della Fondazione Prosud, L’ORO DELLA PREVENZIONE, approdano alla 72a edizione della Mostra del Cinema di Venezia. I cortometraggi dedicati alla prevenzione del tumore della prostata, saranno proiettati il 4 settembre nella prestigiosa Sala Pasinetti alle 15.30 all’interno del Venice Film Market, una sezione del Festival dedicata alla promozione di tutte le produzioni cinematografiche iscritte alla prestigiosa Mostra.

Continua la lettura di Gli spot della Fondazione Prosud, L’Oro della Prevenzione, alla Mostra del Cinema di Venezia