Archivi tag: festival

Mario Salieri, il maestro dell’hard si ispira a Eduardo per l’esordio nella commedia dell’arte

Per la prima volta un film diretto da un regista del genere adult è selezionato in un concorso ufficiale ad un festival del cinema tradizionale. “I morti non fanno paura” (Italia, 42’), commedia diretta da Mario Salieri, è nella selezione “Greatest Indipendent” del Festival Nazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, e verrà proiettata martedì 9 luglio alle ore 23 al Multisala Gaveli (Contrada Piano Cappelle, Benevento).L’opera è liberamente ispirata all’omonimo testo teatrale di Eduardo De Filippo di cui conserva tutte le caratteristiche della farsa macabra evidenziando alcuni aspetti grotteschi.

SINOSSI
Napoli nel 1969. Enrico Gargiulo, un commesso viaggiatore affittuario di una piccola stanza nell’umile casa dei coniugi Coppola, rientrato in anticipo da un viaggio di lavoro a Milano, viene a conoscenza che il signor Coppola è deceduto il giorno precedente al suo arrivo per causa di un infarto fulminante e che da poche ore si è svolto il suo funerale. Nonostante la sorpresa e il dolore per quanto accaduto, l’uomo, sofferente dei sintomi di una fastidiosa influenza, desidera andare a riposare ma apprende dai vicini di casa che la sua stanza era stata adibita in camera ardente per esporre il defunto alla visita di amici e parenti e che prima di essere utilizzata richiedeva le dovute pulizie. Impressionato, confida a un medico che va a visitarlo le sue paure ma l’uomo di scienza lo rassicura spiegandogli che i morti non devono terrorizzare e che semmai è dei vivi di cui bisogna avere paura. Diffidente e superstizioso Enrico Gargiulo resta da solo in casa e attraverso una serie d’inattese rivelazioni presto capirà che il dottore aveva perfettamente ragione.

IL REGISTA
Dal lontano 1984, anno d’esordio come regista, Mario Salieri lavora nell’industria audiovisiva d’intrattenimento per adulti e nel corso degli anni diviene un’icona mondiale del genere erotico/pornografico. Il suo inconfondibile stile coniuga narrativa ed erotismo e le sue produzioni sono realizzate con rigore, creatività e attenta cura dei dettagli. Nella seconda metà degli anni novanta, con il raggiungimento della maturità artistica, molti film di Salieri divengono autentici cult del genere e molto spesso sono associati a polemiche e scandali.  Le sue indubbie capacità tecniche e artistiche si misurano anche con altri generi e recentemente il regista partenopeo si è misurato con un nuovo stile di raccontare il teatro attraverso il linguaggio televisivo. Per la prima volta nella storia dello spettacolo un regista dell’industria audiovisiva d’intrattenimento per adulti si cimenta nella direzione di un’opera teatrale con il chiaro intento di dimostrare che l’autorialità esiste anche in un genere denigrato e poco stimato dai puristi della settima arte.    

Procida Film Festival

Al via la settima edizione del Procida Film Festival, rassegna cinematografica riconosciuta a livello internazionale che quest’anno sarà animata dal tema “Sport e Cinema”. Le serate saranno presentate da Gianfranco Coppola, Massimo Sparnelli e Fiorenza D’Antonio (seconda classificata a Miss Italia). Tra gli ospiti spicca il nome di Patrizio Oliva, campione olimpionico di pugilato. Altro campione, ma stavolta cinematografico, Massimo Troisi, di cui, day by day, saranno proiettati corti, inediti o meno, e raccontati storia cinematografica ed aneddoti della sua vita privata. Anna Pavignano e Renato Scarpa, tra gli altri, racconteranno di lui da più punti di vista ed argomenteranno su “Procida, 25 anni dopo Il Postino”. Sono state presentate ben 280 pellicole di 16 Paesi diversi, di cui ne sono state selezionate 30, suddivise in 4 categorie: cartoon, cortometraggi dedicati al mare, cinema e donna, giovani e accademie. Lavori cinematografici dalla Francia agli Stati Uniti, passando per Spagna, Iran, Repubblica Ceca ed Italia. Produzioni di assoluto valore, realizzate da autori che saranno presenti in quel di Procida.
PFF rappresenta anche un’occasione di sviluppo per la bella isola, puntando il focus sia sul “movie tourism” che sul progetto “Procida Isola Europea della Cultura”, senza dimenticare l’approfondimento scientifico di ProcidaLab. Di altrettanta fama e valore i giurati che avranno l’arduo compito di decretare i vincitori del Festival, i quali potranno godere di una settimana di vacanza gratis, a patto che producano documentari su Procida; la Giuria sarà formata da: Gerome Bourdezeau, Agi Berta, Alessandro Cecchi Paone, Antonio Fiore, Ilaria De Laurentiis, Silvia Moraes e Maurizio Vitiello. Sul palco, ad orchestrare magistralmente le serate, oltre ai suddetti presentatori, si alterneranno anche Francesco Bellofatto, direttore artistico del Festival, Anna Masecchia, Massimo Proietto e Noemi Cognigni. Un’edizione del PFF in rete, vista la collaborazione con l’Osservatorio Cinematografico Vesuviano, con la Federico II, la Suor Orsola Benincasa, l’ Accademia delle Belle Arti. L’Hotel La Suite, la Chiesa di S. Giacomo e Marina di Procida, Lato Lingua, saranno gli scenari dal 18 al 21 giugno di un evento che si preannuncia ricco di emozioni, arte e personaggi di rilievo internazionale. Procida è pronta per il Procida Film Festival, come lo avrebbe voluto l’indimenticato ideatore Fabrizio Borgogna.  

VertegliaMater: un viaggio viaggio esperenziale in Irpinia

Manca poco a VertegliaMater, l’evento in programma dal 24 al 28 luglio 2018 nello scenario suggestivo dell’Altopiano di Verteglia a Montella (AV) ai piedi del Monte Terminio. Un vero e proprio viaggio esperenziale quello di VertegliaMater, che attraverso il potere aggregante e attrattivo della musica di qualità mostrerà al grande pubblico quelli che sono i punti di forza dell’Irpinia: l’agroalimentare, il territorio, l’ecologia e le risorse.

Continua la lettura di VertegliaMater: un viaggio viaggio esperenziale in Irpinia

Mozart alla Corte di Pulcinella

Il Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano è giunto quest’anno alla XVIII edizione grazie all’impegno e alla cura dell’Associazione Domenico Scarlatti (che quest’anno festeggia i suoi 35 anni di attività) e all’associazione Il Canto di Virgilio. Ad inaugurare la manifestazione, che si svolge a Napoli dal 7 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, la farsa in musica, “Mozart alla corte di Pulcinella”, giovedì 7 dicembre alle ore 19,30 e alle ore 21 alla Domus Ars di via Santa Chiara, 10 prodotta dell’associazione Il canto di Virgilio.

Mozart alla Corte di Pulcinella. Uno spettacolo al limite del grottesco dove le vicende del viaggio giovanile del genio di Salisburgo si mescolano ai ricordi di Pulcinella destinato a proteggere i napoletani “trapassati” a miglior vita. Sulla scena insieme a Franco Javarone e Antonella Morea anche Sara Grieco, Diane Patierno, Pietro Quirino, Antonio Faiello, Maria Teresa Iannone e il Quartetto Santa Chiara. Elementi scenici di Bruno De Luca, costumi di Maria Pennacchio, direzione Carlo Faiello.

Nel cimitero delle Fontanelle, dove Pulcinella è da tempo custode delle anime del purgatorio, giunge Mozart. Il musicista, in un susseguirsi di vicende paradossali, chiede insistentemente di (essere ospitato) entrare a far parte del “reparto” dei “morti partenopei”. Lo perseguita il ricordo della sua visita a Napoli avvenuta nella primavera del 1770; il giovane Amadeus, appena quattordicenne, soggiornò a Napoli per oltre un mese e mezzo avendo l’opportunità di conoscere la capitale del Regno delle due Sicilie e la sua gloriosa scuola musicale. La permanenza nella città fu decisiva per la formazione artistica del compositore austriaco. Mozart confida a Pulcinella, maschera/simbolo in rapporto molto stretto con il mondo dei morti, come il fascino e l’incanto dei luoghi vesuviani ispirarono le sue opere.

Così, il compositore austriaco richiama alla memoria la musica che ebbe modo di ascoltare (respirare) muovendosi tra i vicoli chiassosi della capitale settecentesca: Giovan Battista Pergolesi e le tammurriate contadine; Domenico Cimarosa e i ritmi ipnotici delle tarantelle; Giovanni Paisiello e i canti “a fronne ‘e limone”; Leo Vinci Niccolò Piccinni e i suoni dei numerosi musici girovaghi presenti in città.

Il programma del Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano prevede sette concerti, dalla musica strumentale a quella sacra, dall’opera buffa alla musica colta e popolare con l’intento di divulgare i lavori dei Maestri della insuperabile Scuola Musicale Napoletana in una operazione di recupero della “memoria”: Domenico Scarlatti, Gaspar Sanz, Francesco Durante, Nicolò Porpora, Domenico Cimarosa, Giovanni Paisiello, Ferdinando Carulli, Lauro Rossi di cui sarà proposta un’inedita opera Buffa Un Maestro ed una Cantante mirabilmente recuperata dal Maestro Ivano Caiazza per la Regia di Filippo Zigante.

PROGRAMMA 2017

“Associazione Domenico Scarlatti” e “il Canto di Virgilio”
Presentano
Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano
XVIII Edizione
Dal 7 al 29 Dicembre 2017
Domus Ars Centro di Cultura
Via Santa Chiara, 10 Napoli


7 Dicembre ore 19,30 e 21
MOZART ALLA CORTE DI PULCINELLA

Opera di e con Carlo FAIELLO
Con , Franco JAVARONE, Antonella MOREA , Pietro QUIRINO , Sara GRIECO , Diane PATIERNO
e con la partecipazione di Francesco BAKIU al pianoforte nel ruolo del piccolo Mozart
ORCHESTRA SANTA CHIARA
Elementi scenici: Bruno DE LUCA.
Direzione Carlo FAIELLO

12 Dicembre ore 19.00
OMAGGIO A “MIMMO” SCARLATTI
Musiche di Domenico Scarlatti, Gaspar Sanz.
Cristina GALIETTO chitarra

17 Dicembre ore 19.00
UN MAESTRO ED UNA CANTANTE
Scherzo Comico di Lauro Rossi (1810-1885)
Revisione critica Ivano CAIAZZA
La Real Cappella di Napoli
Ivano CAIAZZA direttore
Filippo ZIGANTE regia
Giuseppe ZARBO scene e costumi
Personaggi:
Il Maestro Francesco AURIEMMA baritono
La Cantante – Ilaria IAQUINTA soprano

20 Dicembre ore 11.30
LE STELLE DI SAN PIETROBURGO
L’influenza della Scuola Musicale Napoletano sullo sviluppo della musica in Russia. Conferenza
Enzo AMATO relatore
Egidio CARBONE voce recitante

20 Dicembre ore 19.00
CONCERTO PER PIANOFORTE
Musiche di Domenico Scarlatti, Giovanni Paisiello, Domenico Cimarosa.
Ernesto SPARAGO pianoforte

29 Dicembre ore 18.30

MAGNIFICAT

Musiche di Francesco Durante, F. Anerio, E. Esenvalds, B. Britten
Coro della Pietrasanta

I Solisti dell’Orchestra da Camera Irpina
Pierfrancesco BORELLI basso continuo

Rosario PELUSO direttore

6 Gennaio 2018 ore11.00
IL VIOLINO CHE CANTA
Musiche di Domenico Cimarosa, Nicolò Porpora, Niccolò Paganini, Ferdinando Carulli, Igor Stravinsky
Eleonora AMATO violino
Enzo AMATO chitarra

Info Domus ars Centro di Cultura
Via Santa Chiara10c Napoli
0813425603 – infoeventi@domusars.it

Italian Movie Award: un parterre di grandi ospiti per l’edizione 2017

In occasione della 74° Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica di Venezia presso l’Italian Pavilion all’Hotel Excelisor, il Presidente e Direttore Artistico Carlo Fumo e il conduttore Luca Abete hanno presentato ufficialmente la IX edizione del Festival internazionale del Cinema ITALIAN MOVIE AWARD ® che si svolgerà a Pompei dal 10 al 17 settembre 2017, presso l’Italian Movie Arena, nel parco naturale de La Cartiera (in via Macello 22).

Continua la lettura di Italian Movie Award: un parterre di grandi ospiti per l’edizione 2017

Social World Film Festival: Premio alla Carriera a Claudia Cardinale, Laura Morante è madrina della 7a edizione

Icona di bellezza e di bravura, l’attrice Claudia Cardinale riceverà il Premio alla Carriera alla 7a edizione del Social World Film Festival che si terrà a Vico Equense dal 23 al 30 luglio. La musa di Luchino Visconti, Federico Fellini e Pasquale Squitieri si racconterà attraverso le fasi della sua carriera in piazza Mercato – Arena Loren venerdì 28 luglio recitando alcuni passi dei più celebri film nazionali ed internazionali. Alla Cardinale verrà dedicata una retrospettiva con la proiezione di “8 e mezzo”, “Il Gattopardo”, “I guappi” e sarà insignita del titolo di Ambasciatrice del Museo del Cinema della Penisola Sorrentina. L’attrice, che campeggia anche sulla locandina del Festival, succede nell’albo d’oro dei premiati ad artisti come Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta.

Continua la lettura di Social World Film Festival: Premio alla Carriera a Claudia Cardinale, Laura Morante è madrina della 7a edizione

Festival che passione!

Paese che vai, usanza che trovi! Quale modo migliore per scoprire un Paese, infatti, se non partecipare a un festival tradizionale? Un appuntamento unico che racchiude le principali usanze e tradizioni locali, immergendo il viaggiatore nel vivo del folklore di una determinata destinazione. Ideata da chi ama viaggiare per chi ama viaggiare, Evaneos.it presenta il calendario dei festival da non perdere in giro per il mondo, ottimo spunto per pianificare la prossima fuga speciale verso mete lontane.

Continua la lettura di Festival che passione!

Ravello Chocolate Festival: AAA cioccolatino per Ravello cercasi

A Ravello il nuovo anno inizia in dolcezza: si svolgerà qui la prima edizione del “Ravello Chocolate Festival”, un viaggio sensoriale nel mondo del cioccolato lungo tre giorni (dal 3 al 5 gennaio) organizzato dall’associazione Notte Ravellese in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Continua la lettura di Ravello Chocolate Festival: AAA cioccolatino per Ravello cercasi

Ivan Cotroneo, Myriam Catania e Marco Bocci inaugurano il Social World Film Festival. Primo argomento all'”ordine del Festival”: il bullismo

Tutti sul red carpet per l’inaugurazione dell’edizione 2016 del Social World Film Festival: tra le novità di questa edizione c’è stata, infatti, la possibilità data a tutti di attraversare il red carpet percorrendo lo stesso percorso dei vip. Un ulteriore segno di apertura da parte degli organizzatori dell’evento, che vogliono che il Festival non sia un evento per pochi eletti, ma sia accessibile a tutti gli appassionati di cinema, ai curiosi, ai cittadini di Vico Equense, ai turisti…
Il regista Ivan Cotroneo è stato il primo ospite intervenuto ieri, 23 luglio, reduce dal grande successo che ha riscosso il suo secondo lungometraggio, Un bacio, la storia di tre adolescenti che frequentano la stessa scuola, alle prese con i turbamenti della loro età (i primi amori,la voglia e la paura di crescere) e che si ritrovano a dover affrontare i temi dell’omofobia e del bullismo (quest’ultimo attualissimo, dato che sembra che l’autore dell’attentato avvenuto negli scorsi giorni a Monaco sia un ragazzo vittima di episodi di bullismo durante la sua adolescenza). “Il film sarà proiettato a settembre al Ministero della Pubblica Istruzione – svela Cotroneo, a proposito della grande risposta di pubblico che ha avuto il film, anche oltre la distribuzione -. Il Ministro Giannini ha deciso di usarlo per una campagna contro il bullismo“.”Il film nasce da un romanzo che ho pubblicato nel 2010 e che ho successivamente presentato nelle scuole – continua il regista -. Dall’osservazione dei tanti ragazzi che ho incontrato mi è venuta voglia di fare questo film“. “Non bastano le leggi a cambiare le cose – afferma Cotroneo a proposito del bullismo -, è lo stato d’animo umano che deve essere più sereno e tranquillo. Mi auguro che tra qualche anno il mio film rappresenti solo un documentario su quello che è accaduto in questi anni“. “A fine agosto inizierò le riprese di ‘Sirene'”, svela il regista, che a proposito del suo rapporto con il Ferzan Ozpetek (con il quale ha lavorato al film “Mine vaganti”) dice: “Ci diciamo sempre di voler lavorare nuovamente assieme. Io ho cominciato a lavorare con Ozpetek quando ero già fan dei suoi film, e lui aveva letto il mio libro ‘La kriptonite nella borsa’. Quanto lui mi abbia influenzato non lo so, se mi influenza mi fa piacere. E’ un regista che stimo, è un regista che – come me – ha voglia di comunicare al suo pubblico e mi piace pensare che noi due guardiamo al mondo con occhi simili“.


Prima attrice ad attraversare il red carpet del Social World Film Festival di quest’anno, Myriam Catania, madrina dell’evento, volto amato di numerose serie tv e film al cinema, che ha dichiarato di essere felicissima per questa sua nuova esperienza in Costiera.


Ha chiuso la prima serata del Festival l’intervento dell’attore Marco Bocci. “Non sognavo di fare l’attore da bambino ma il pilota di aeroplani o di automobili – ha rivelato Bocci – poi un giorno incontrai un regista teatrale, anziano, si era allontanato dalle scene per trasferirsi in Umbria. Parlando e confrontandomi con lui ho scoperto che il teatro mi piaceva. Piano piano quella passione è cresciuta talmente tanto che non riuscivo a pensare a nient’altro: studiavo architettura, ma mi immaginavo attore».
In autunno sarà protagonista di “Solo”, una nuova serie per Mediaset prodotta da Taodue. “È un lavoro a cui tengo molto perché ci ho dato tanto, tante energie; il regista è molto giovane e bravo, gli attori sono strepitosi; è una storia che parla di malavita e di sentimenti e rapporti umani in maniera molto concreta“.
Tema di questa edizione della kermesse diretta da Giuseppe Alessio Nuzzo è “Sogno: desiderio, speranza, passione”. “Di sogni ne ho tanti e cambiano molto spesso – conclude l’attore – il più concreto che mi viene in mente è quello di riuscire a fare il mio mestiere così come lo sto facendo, come l’ho fatto fino ad ora, con passione ed entusiasmo, ogni volta che recito“.

IL CAST DI “GOMORRA” SUL RED CARPET. Stasera in piazza Mercato di Vico Equense grande attesa per il momento dedicato all’evento televisivo dell’anno “Gomorra – La Serie” con un’intervista dibattito al protagonista Salvatore Esposito (“Genny Savastano”) e al resto del cast composto da Marco Palvetti (“Salvatore Conte”), Cristina Donadio (“Scianel”), Gianluca Di Gennaro (“Zingariello”) e Denise Capezza (“Marinella”).

GLI OSPITI ATTESI. Attesi nei prossimi giorni sul red carpet della Penisola Sorrentina numerosi divi del piccolo e grande schermo come Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola, Anna Safroncik e Madalina Ghenea (28 luglio). Ornella Muti, icona di talento e bellezza italiana riconosciuta in tutto il mondo, riceverà al Social World Film Festival il premio alla carriera venerdì 29 luglio e firmerà il “Wall of Fame”, monumento al cinema che raccoglie gli autografi dei più celebri artisti italiani e internazionali.

ANTICIPAZIONI SU LUNEDÌ. Dal momento che l’estate è la stagione preferita di molti, il Social Film Festival coglie l’occasione per portare il cinema in spiaggia. Altro che drive in e cinema all’aperto, lunedì c’è “La notte del cinema” con proiezioni dalla Spiaggia Spencer/Pedersoli di Marina di Vico Equense degli 8 cortometraggi selezionati arrivati da Stati Uniti, Spagna, Messico e Cina. Via le poltrone, spazio alla comodità di una sdraio. Farà da sottofondo il rumore delle onde, lo schermo si confonderà col blu del cielo stellato in una location speciale, estiva e perfetta per un festival in cui i giovani la fanno da protagonisti.