Archivi tag: cultura

I programmi della Fondazione Terrone: il dopo Covid 19/La cultura per ricominciare

La Fondazione Francesco Terrone di Ripacandida e Ginestra  organizza una serie di incontri/convegni per riprendere il discorso, solo temporaneamente interrotto, sulla necessità di puntare sui valori della creatività artistica e culturale per un’indifferibile  rinascita umana e civile condividendo pienamente ciò che ha chiaramente affermato la commissaria alla cultura dell’Unione Europea, Mariya Gabriel, vale a dire che “l’Italia, l’Europa e il mondo intero usciranno da questa crisi più forti  e più uniti grazie alla cultura”.

Continua la lettura di I programmi della Fondazione Terrone: il dopo Covid 19/La cultura per ricominciare

Candidare Napoli a capitale della cultura 2023: spot e petizione su change.org

Candidare Napoli a capitale della cultura 2023. Questa la petizione lanciata sulla piattaforma Change.org da Davide D’Errico che in pochi giorni ha registrato oltre 5mila adesioni (chng.it/FVV2BDyk8M). Ad accompagnare la campagna un video con immagini della città a giustificarne la candidatura.

Continua la lettura di Candidare Napoli a capitale della cultura 2023: spot e petizione su change.org

La XXI edizione delle Giornate Nazionali dei Castelli

La XXI edizione delle Giornate Nazionali dei Castelli, promossa dall’Istituto Italiano dei Castelli e patrocinata dal MIBAC, si svolgerà quest’anno sabato 11 e domenica 12 maggio. Si apriranno in tutta Italia castelli solitamente preclusi alla visita, si terranno tavole rotonde, mostre e dibattiti per la valorizzazione dell’immenso patrimonio castellano del nostro paese.     
Le iniziative organizzate in Campania si articoleranno in tutte e cinque le provincie.

In provincia di Avellino, a Bagnoli Irpino, si terranno visite guidate al castello Cavaniglia (ore 10 – 13) a cura della Pro – Loco e dell’Istituto Italiano dei Castelli. Sabato alle ore 17 si svolgerà una tavola rotonda sulla valorizzazione dei castelli in area Irpina. Saranno effettuate visite guidate anche al castello di Gesualdo (a cura della coop. Guido, tel. 345 0459691) Info generali: arch. Giuseppe De Pascale – 333 6636614.

In provincia di Benevento sabato 11 a Campolattaro alle ore 10,30 si terrà una visita guidata al castello; a seguire si svolgerà una conversazione dello storico Francesco Bove sui castelli del Sannio. Visite guidate anche sabato pomeriggio e domenica 12.   Info: 329 2660592

In Terra di Lavoro, sabato e domenica mattina, saranno effettuate visite guidate al Castello ducale di Sessa Aurunca (ore 10 – 13), a cura della pro – loco (info: 392 1082779). Sarà visitabile anche la sala espositiva dei reperti archeologici sita nel Castello (info: arch. Gennaro Farinaro tel.  338 4226054 – gfarinaro@yahoo.it)

Nel Cilento, sia sabato che domenica, si terranno visite guidate al castello Giusso di Sicignano degli Alburni   (ore 10 – 13; 17 – 19,30 –  a cura del Forum dei Giovani  info 338/8727070 – 388/8608651) e al castello di Agropoli (ore 10 – 12 a cura dell’Istituto Italiano dei Castelli. Info: dott. Antonio Capano 339 8605936). Sempre nel castello di Agropoli, domenica 12, nel pomeriggio alle ore 18, si svolgerà la presentazione del volume dello storico Pasquale Natella: Sanseverino di Marsico. Una Terra, un Regno. II. Dalle Signorie alle Contee, ai Principati (1081-1568).

 Sempre in provincia di Salerno, nell’agro Sarnese – Nocerino, saranno svolte visite guidate al castello Fienga di Nocera Inferiore (sabato e domenica, ore 10,30 – 13/ 15-18,30) a cura dell’associazione “Ridiamo vita al Castello”  info: 320 1906074  328 7640415.

Napoli, nel week-end, a Castel dell’Ovo –  dalle ore 10 – 13,30 – apertura straordinaria della sede dell’Istituto Italiano dei Castelli, con proiezioni video su Castel dell’Ovo e sui castelli di Napoli. Visita alle mostre fotografiche ed iconografiche sui castelli di Napoli e della Campania. Visita alla cisterna medievale. Accesso libero.

Tutte le visite guidate sono gratuite.

Per ulteriori informazioni visitare il sito web www.castcampania.it e su Facebook il gruppo aperto Istituto Italiano dei Castelli – Regione Campania, oppure inviare un e-mail acastellicampania@virgilio.it

Premio “Il Sognatore”: ecco i nomi di chi ha ricevuto l’ambito riconoscimento

Chiusura con il botto per la quarta edizione del premio “Il Sognatore”, istituito dal giornale Lo Strillo, che è stato consegnato a sei illustri personalità che, secondo il parere dell’organizzazione, sono dei sognatori, o per il loro percorso di vita, o perché hanno fatto sognare gli altri, o perché hanno realizzato i loro sogni. L’evento, condotto dal direttore responsabile Annamaria Ghedina e dal vice direttore Antonio D’Addio, si è tenuto il 16 marzo presso l’incantevole Villa Domi, gentilmente messa a disposizione dal proprietario Domenico Contessa.
I premiati, insigniti di un’originale scultura realizzata dal maestro Armando Jossa, sono stati e continuano ad essere dei sognatori: il violinista elettrico internazionale e cantante Andrea Casta, richiestissimo nei locali più prestigiosi d’Europa grazie al suo violino elettrico e colorato; l’imprenditrice Remigia Luana Cavazzuti, sempre al fianco delle donne nell’ambito sociale e lavorativo; l’attore Mario Ermito, volto noto delle fiction e rivelazione dell’ultima edizione di Tale e Quale Show; la cantante, attrice e scrittrice Miranda Martino, che ha portato in giro per il mondo, con la sua stupenda voce, la melodia partenopea e che ha realizzato il sogno di essere una delle più apprezzate attrici teatrali italiane ed una ottima scrittrice; l’ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano Pino Porzio, a cui è andato il Premio Il SognatoreMimì De Simone,dedicato alla memoria del mitico direttore e fondatore de Lo Strillo; Elisabetta Viviani, artista completa, beniamina dei bambini grazie alla sua hit Heidi, icona della Disney, appassionata di operette, conduttrice ufficiale del Bimbofestival e apprezzata pittrice.
Nel corso della serata si sono svolti vari momenti di spettacolo: gli intermezzi musicali di Pepito Sax, di Elisabetta Viviani (che ha regalato al folto pubblico presente, Le donne della mia età, il singolo che dà il titolo al suo nuovo lavoro discografico, e l’immortale Heidi), gli esperimenti, del mentalista Luca Volpe, direttamente da Detto Fatto (la trasmissione in onda nel pomeriggio di Rai Due, condotta da Bianca Guaccero), della scrittrice Isabella Rosa Pivot, volto noto della televisione, che ha presentato il suo libro Non ho tempo, dell’attore Lorenzo Sarcinelli, presenza fissa a Un Posto al sole, la soap opera più longeva della televisione italiana, e del modello e attore Nicola Coletta, reduce dal suo successo personale nella prima puntata di Ciao Darwin 8, il noto programma in onda su Canale 5 e condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, e dell’assessore alla Cultura e al Turismo della Città di Napoli, Nino Daniele. Molto commovente il ritorno sulle scene della vulcanica Lucia Cassini, che ha scelto Il Sognatore per riabbracciare il mondo dello spettacolo dopo un forzato allontanamento per motivi di salute. Tanti gli ospiti, i giornalisti, gli addetti ai lavori che sono intervenuti: il Pulcinella Angelo Iannelli, il musicista e produttore Claudio Damiani, il musicista Mario Formisano, Gianfranco Coppola, Ermanno Corsi, Tullio De Simone, Maresa Galli, Alfredo Mariani, Maria Consiglia Izzo, Armando Sanchez, Lina La Mura, Anna Feroleto, Chiara Stile, Alfonso Somma, Ida Piccolo, Magda Mancuso, Davide Guida, Pasquale Capasso, Gianfranco Bellissimo, Dora Chiariello, Teresa Lucianelli, Daniela Del Prete, Mariangela Petruzzelli, Luigi Ventriglia, Mariantonia Iannantuoni, Stefania Santamaria, Gerardo Moretta, Valentina Capuano, Nicola Rivieccio, Roberto Della Ragione, Sabrina Abbrunzo, Giuseppe De Girolamo, Fulvio Frezza, Maria Grazia Gargiulo, Manuela De Rosa, Rossana Trinchillo, Marcello Tenore, Antonio Chiaro, Fabio Tramontano, Mariapia Della Valle, Giuseppe Moggia, Umberto Raia, Pasquale Garofalo, Maurek Poggiante, Elio Guerriero.
Appuntamento alla quinta edizione dell’evento.

“Liasons poetiche. Culture, versi e note” a Napoli il 23 marzo

Si intitola  “Liasons poetiche. Culture, versi e note” l’evento internazionale in programma  a Napoli sabato 23 marzo 2019  organizzato dall’Associazione Culturale “Venti di Speranza Onlus”.

L’iniziativa, che gode del patrocinio dell’Institut Français de Naples Grenoble, di Alliance Française di Avellino e del Liceo Statale Comenio di Napoli, si inserisce nell’ambito della programmazione delle attività culturali dell’associazione presieduta da Daniela Metitiero.Un doppio appuntamento che si snoderà nel convegno in programma al Maschio Angioino alle 10,00 e nel concerto serale in programma alla Domus Ars di via Santa Chiara 10 a Napoli. Sia il convegno che vedrà la partecipazione di professori universitari, intellettuali ed esperti di lingua francese che l’evento spettacolo serale dal titolo “Une poesie de concert Giovanni Dotoli”, ruotano attorno alla poesia del professor Dotoli  musicata dal maestro Étienne Champollion.

Abbiamo accolto con interesse ed emozione la proposta  del prof. Giovanni Dotoli di organizzare a Napoli, il suo spettacolo di fama europea – spiega il presidente Daniela Metitiero- ed abbiamo voluto creare per l’occasione  un evento di un’intera giornata che a partire dal titolo, vuole raccontare  i legami storici, poetici e linguistici  che hanno accomunato nei secoli la cultura francese a quella  napoletana. I complimenti alla città partenopea delle ultime settimane espressi dal presidente Macron non sono un caso, ma sottolineano, se ce ne fosse bisogno, i meriti di una città come Napoli da sempre capitale della cultura europea”.

Nasce la Via dell’Archeologia nel centro storico di Napoli

Un itinerario che tende a collegare il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (www.museoarcheologiconapoli.it) con i siti archeologici più importanti della città. Nasce la Via dell’Archeologia nel centro storico, una iniziativa che si inserisce nella politica di espansione sul territorio cittadino del museo e trova corpo grazie alla collaborazione con l’Associazione Pietrasanta Polo Culturale Onlus.

«La definizione della via dell’archeologia nel centro storico – spiega Paolo Giulierini, direttore del Mann – è la prima tappa di un importante lavoro la cui progettazione è in corso, in collaborazione con gli enti preposti, Comune, Soprintendenza, Regione. L’obiettivo è far nascere un percorso virtuoso che valorizzi le emergenze archeologiche del centro storico, dalle mura greche fino al Mann, dove è presente la sezione Neapolis, che entro il 2020 sarà rinnovata. La mostra del Mann alla Pietrasanta è la prima di una serie di esposizioni che valorizzeranno anche i nostri depositi».

La prima tappa, che verrà inaugurata domenica 3 marzo, collega il Mann alla Basilica della Pietrasanta (piazzetta Pietrasanta, 17-18) dove sono in mostra i reperti della collezione dedicata a Napoli antica, nell’installazione “Sacra Neapolis” presso il Lapis Museum (www.lapismuseum.com).

«Questa iniziativa – dichiara Raffaele Iovine, presidente Pietrasanta Onlus – è la conferma che i grandi attrattori culturali, gestiti in forma sia pubblica sia privata, possono cooperare tra di loro nel comune obiettivo di far conoscere, in modo moderno ed innovativo, la storia di questa antichissima città. La Via dell’Archeologia deve diventare una opportunità e una ricaduta favorevole per il commercio e l’artigianato di via Costantinopoli e di via dei Tribunali. L’obiettivo è quello di espandersi fino ad includere tutti i siti archeologici della città, mettere in collegamento queste realtà con opere di promozione sul prezzo, facendo biglietto integrato. Hanno già manifestato interesse il complesso di San Lorenzo Maggiore, Sant’Aniello a Caponapoli, il Duomo e la Fondazione Banco di Napoli».

Ai visitatori del Mann verrà dato un coupon che permetterà loro di acquistare il biglietto per le mostre nel Lapis Museum a 3€, anziché 10.

“Single per legittima difesa”: il libro di Nunzia Marciano di nuovo in libreria con una grafica rinnovata e un capitolo in più!

Due anni e dodici ristampe dopo “Single per legittima difesa” di Nunzia Marciano ritorna a far parlare di sé. Una nuova edizione con veste grafica rinnovata – senza perdere l’iconica immagine di copertina – e un nuovo capitolo.

Continua la lettura di “Single per legittima difesa”: il libro di Nunzia Marciano di nuovo in libreria con una grafica rinnovata e un capitolo in più!

Presentazione del “Dizionario Appassionato di Napoli” tradotto in lingua italiana

Ilmondodisuk festeggia i suoi primi dieci anni pubblicando il “Dizionario appassionato di Napoli” di Jean-Noël Schifano, che presenterà giovedì 6 dicembre 2018 nella sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (Via Suor Orsola 10, ore 16.00 – 18.00) e venerdì 7 dicembre (ore 17.00) alla Fondazione Premio Napoli (Palazzo Reale, piazza del Plebiscito, 1).
Il 6 dicembre con l’autore e alla presenza del Rettore, prof. Lucio d’Alessandro, interverranno: la scrittrice e conduttrice Antonella Del Giudice, l’editrice Donatella Gallone e il prof. Alvio Patierno, che ha coordinato la traduzione del volume realizzata assieme alle francesiste del Suor Orsola Benincasa. Ai loro interventi, l’attrice Tina Femiano affiancherà la lettura di alcuni brani tratti dal Dizionario stesso. Il 7 dicembre lo scrittore franco-siciliano, unico francese cittadino onorario di Napoli, parlerà delle sue 600 pagine che svelano l’anima carnale della città, dalla a alla zeta. Introduce l’incontro il presidente della Fondazione Premio NapoliDomenico Ciruzzi. Interviene il presidente dell’Ordine dei giornalisti della CampaniaOttavio Lucarelli. Letture di Cristina Donadio e Antonella Stefanucci.

Il progetto

SosPartenope è un progetto di crowdfunding che ilmondodisuk ha lanciato, prima dalla piattaforma Derev e poi da Meridonare della Fondazione Banco di Napoli. Obiettivo: la traduzione e pubblicazione del “Dictionnaire amoureux de Naples” (Dizionario appassionato di Napoli) di Jean-Noël Schifano (a cura delle giovani francesiste del Suor Orsola Benincasa guidate dal docente Alvio Patierno), un libro che si propone come libro della città, un ritratto fedele in cui tutti i napoletani possano riconoscersi, capace di smantellare gli stereotipi su una metropoli troppo spesso e troppo a lungo etichettata come covo del malaffare. Per sostenerlo, circa 140 artisti italiani e stranieri hanno donato le loro opere per una mostra (SosPartenope, 100 artisti per il libro della città) organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli ed esposta prima a Castel dell’Ovo, poi nella chiesa di San Giovanni Maggiore e, infine, all’interno del palazzo La Bulla, scuola di formazione professionale e sede del Consorzio Antico Borgo Orefici.

Assieme all’artista Maria Carolina Siricio, che ha disegnato anche il logo della mostra, hanno illustrato il libro gli studenti del liceo artistico Filippo Palizzi, guidati dal prof. Peppe Esposito, che ha disegnato i capilettera per ogni voce del dizionario.

Il libro

Sinuosa, tattile, avvolgente. Si fa ascoltare e anche vedere, la scrittura del “Dizionario appassionato” di Jean-Noël Schifano. Lega l’autore e il lettore in un anello d’indissolubile complicità attraverso il realismo barocco di voci, dalla a alla zeta, cariche di emozioni, create per essere lette. Abbaglianti immagini letterarie che generano desiderio, dipendenza, impazienza di assaporarle fino all’ultimo dettaglio: è “il piacere del testo” (come lo definiva il semiologo francese Roland Barthes) che avvince in una suspense da “spogliarello corporale”. E in una grande festa della sapienza. Premuroso, Schifano spoglia lentamente l’amata Napoli con la seduzione della parola, e, senza falso pudore esistenziale e storico, ne offre l’anima carnale, svelata dai propri sentimenti, a chi vuole capirla senza lasciarsi ingannare dal già detto e dal già scritto.

 

Dizionario appassionato di Napoli

M come Maradona

«… Il 3 luglio 1990, si svolge nello stadio San Paolo la semi-finale della Coppa del mondo: Italia-Argentina. Il bambino ricciuto delle bidonville di Buenos Aires ha raggiunto, oltre l’Italia, tutti i bambini ricciuti del cuore di Napoli e della sua periferia. Sotto le urla, sotto gli sputi, sotto le maledizioni, non importa: ha espresso ciò che Napoli stessa storicamente ha, in una maniera indelebile, inciso nella sua memoria più nascosta, più tramortita, più alterata, più raggirata: l’Italia della Disunità più che dell’Unità, l’Italia dei Cavour e dei Savoia ha violentemente degradato, derubato e insozzato, dal 1860, la sola capitale d’Italia, Napoli. Centotrent’anni più tardi, a Napoli, nello stadio San Paolo, con la squadra azzurra argentina, Maradona sconfigge l’Italia, eliminata così dalla Coppa del mondo. Qualche settimana dopo, l’Italia lo sospende per uso di cocaina… L’idolo nemico deve pagare, cadere, arrendersi, sparire (è forse per questo che Maradona presto raddoppierà di volume, raddoppierà le sue sembianze, con un’ironia senza pari, fino a sfiorare due volte la morte?…)».

Jean-Noël Schifano

L’autore

Dalle sue Cronache napoletane del 1984 fino a Le coq de Renato Caccioppoli (Gallimard, 2018tutti i libri dello scrittore, traduttore ed editore Jean-Noël Schifano, unico francese cittadino onorario di Napoli, portano il segno forte della sua passione per la città dove ha a lungo vissuto e diretto il Grenoble dal 1992 al 1998.

La casa editrice

Ilmondodisuk nasce nel giugno 2008 da una scommessa di Donatella Gallone, giornalista napoletana con esperienza nella carta stampata dall’inizio degli anni ottanta e nel settore radiofonico (Radiouno e Radiotre). L’idea è di esportare il talento di Napoli nel mondo operando su fronti diversi: portale (www.ilmondodisuk.com), magazine online, casa editrice. La casa editrice ha esposto i suoi libri anche a Chicago, negli Usa, nello stand italiano della Chicago Book Expo 2016 e ha annunciato il progetto di pubblicazione del “Dizionario” alla prima edizione di Napoli Città Libro, che si è svolta nel convento di San Domenico Maggiore nel maggio 2018.

 

Autore: Jean-Noël Schifano

Titolo: Dizionario appassionato di Napoli (pagine 608, traduzione di Alvio Patierno e Francesca Fichera, con la collaborazione di Simona Colombo, Adriana Cordua, Maria Oliva)

Editore: ilmondodisuklibri

Formato: 13 x 20 ISBN: 978-88-96158-15-9

Prezzo: 28,00 euro

“Vorrei che fosse già domani”: Miriam Candurro e Massimo Cacciapuoti presentano il loro libro a Meta di Sorrento

Si terrà lunedì 3 settembre 2018 alle ore 20.45, nella splendida cornice del Lido Marinella (spiaggia di Meta), la presentazione al pubblico del romanzo dal titolo “Vorrei che fosse già domani”. Il volume, edito da Garzanti, è un’opera scritta a quattro mani da Miriam Candurro, nota e talentuosa attrice della soap ‘Un posto al sole’ e della fiction Rai ‘I bastardi di Pizzofalcone’, e dallo srittore Massimo Cacciapuoti.

Continua la lettura di “Vorrei che fosse già domani”: Miriam Candurro e Massimo Cacciapuoti presentano il loro libro a Meta di Sorrento

“Teatro in pillole” a Sorrento

Proseguono gli appuntamenti della rassegna Summertime promossa dalla Fondazione Sorrento, in collaborazione con il Comune di Sorrento, nello scenario incantato di Villa Fiorentino. Mercoledì 5 settembre, a partire dalle 21,00, Stefania Russo e Carlo Alfaro presenteranno “Teatro in pillole”, un originale format teatrale ideato da Stefania Russo che riscuote enorme successo a Napoli da 4 anni e che per la prima volta viene proposto al pubblico della penisola sorrentina.

Continua la lettura di “Teatro in pillole” a Sorrento