Archivi tag: Cenando sotto un cielo Diverso

GlarKimon: sulla passerella di “Cenando sotto un Cielo Diverso” la moda inclusiva di Rosita Coppola

Si chiama «adaptive fashion», è la moda che si rivolge a persone con disagi, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna tutti ne parlano… e la seguono!  Si tratta di un fenomeno esploso di recente che ha acceso i riflettori sulle esigenze di chi si muove grazie a una sedia a rotelle o ad altri tipi di ausili, di chi ha protesi e di chi convive con malattie croniche ma che, non per questo, rinuncia  a sentirsi desiderabile e glamourous. A “Cenando sotto un Cielo Diverso”, l’evento la cui mission è plasmare un mondo inclusivo attraverso il cibo buono da mangiare e “funzionale” per la salute dell’organismo, con l’ausilio di campagne pubblicitarie, e – da quest’edizione – attraverso la moda; sfileranno, infatti, ragazzi con disagi che indosseranno degli abiti che non hanno nulla da invidiare a quelli delle passerelle parigine.
Alfonsina Longobardi, ideatrice della kermesse, e Ciro Langella, nutrizionista e creatore di “SANA FOOD”, la prima rete di aziende che producono cibi “funzionali” (ovvero cibi che contribuiscono al corretto funzionamento dell’organismo), hanno realizzato assieme alla manager Grazia Infranzo e alla stilista Rosita Coppola una linea originale ed esclusiva di kimono “made in Italy” brandizzati “GlarKimon” . Pezzi unici, indossabili sia dalle donne che dagli uomini, adatti a tutte le forme (da passerella e non). Essi saranno presentati in occasione dell’evento che si svolgerà nella serata di domani, domenica 1 dicembre, presso Villa Domi (ubicata in via Salita Scudillo, a Napoli). Visto che il mood di “Cenando Sotto un Cielo Diverso” è sin dalla sua prima edizione il “buon gusto”, la stilista emergente presenterà in tale occasione anche due capi da lavoro da lei disegnati appositamente per gli chef. Gli abiti in passerella saranno poi venduti durante la serata ed il ricavato sarà devoluto in beneficenza.
L’appuntamento vedrà all’opera più di 80 cuochi presso le stanze di una delle più belle ville napoletane: un evento di beneficenza che sarà animato da chef stellati (hanno già dato conferma della loro presenza Ciro Sicignano, Domenico Stile, Gianluca D’Agostino), cuochi di accalorato livello, pasticcieri, maestri panificatori, pizzaioli, produttori locali, cantine vinicole, bar tender, aziende agroalimentari d’eccellenza… Sarà possibile passeggiare nelle sale della Villa godendo delle sue bellezze architettoniche ed assaporando le leccornie preparate dagli chef presso le varie postazioni allestite, tutti piatti studiati con un ingrediente principale di partenza: la gioia di donare a chi è meno fortunato di noi! Come di consuetudine, l’edizione invernale di “Cenando sotto un Cielo Diverso” prevede anche lo svolgimento di un galà di beneficenza che si terrà il 12 dicembre presso un’altra bellissima location, ubicata nel casertano, ovvero Tenuta San Domenico. In questa occasione, oltre a un parterre artistico d’eccezione che animerà la serata, saranno protagonisti ai fornelli: gli chef stellati Danilo Di Vuolo, Giuseppe Aversa, Michele de Blasio, Michele De Leo e Raffaele Vitale; i maestri panificatori Domenico Fioretti e Filippo Cascone; e il pastry chef Marco Aliberti.
Due le mission di questa edizione dell’evento: raccogliere denaro necessario all’acquisto di giochi da donare durante il periodo natalizio ai bambini ospedalizzati presso il reparto di nefrologia pediatrica del Santobono Pausilipon (obiettivo ormai storico dell’edizione invernale di “Cenando sotto un Cielo Diverso”) e presso quello di cardiochirurgia pediatrica dell’ospedale Monaldi, e il prosieguo della raccolta fondi per la costituzione di un laboratorio ludico didattico per persone affette da sindromi schizofreniche.
Testimonial della kermesse sono  Floriana Messina – ex concorrente del Grande Fratello, ed oggi presentatrice, influencer, e nominata dai tifosi napoletani madrina della loro squadra del cuore – e l’attore Francesco Albanese. Durante le due serate interverranno numerosi personaggi legati mondo della musica e dello spettacolo, come il cantautore Michele Selillo ed il modello e attore Nicola Coletta, che saranno egregiamente introdotti dalla presentatrice ufficiale della kermesse Ida Piccolo.

 

Pagina Facebook:  “Cenando Sotto un Cielo Diverso”

 

“Cenando sotto un Cielo Diverso” getta le basi per la creazione di un laboratorio ludico – didattico per malati schizofrenici

Il rispetto della diversità passa attraverso il buon gusto”: questo il claim della decima edizione di “Cenando Sotto un Cielo Diverso”, evento di beneficenza che si è svolto domenica 30 giugno presso il Castello di Lettere. 130 professionisti dell’enogastronomia (chef, pizzaioli, pasticcieri, maestri panificatori, produttori) hanno allestito altrettante postazioni trasformando la roccaforte medievale in un borgo del gusto. Tra le proposte culinarie c’erano: piatti classici della tradizione napoletana come il “ciurillo imbuttunat e fritto” cucinato da “I dottori del fritto” (fiore di zucca fritto in olio extra vergine di oliva, imbottito con ricotta, basilico, provola di Agerola e ciccioli di maialino nero casertano); piatti tradizionali della regione Campania leggermente rivisti come gli spaghetti di riso alla Nerano (con fonduta di provolone del Monaco, cipolla rossa di Tropea caramellata e tartare di tonno, una ricetta dello chef Marco Nitride); la pizza nella sua versione più golosa, ovvero la montanara, che Aniello e Nicola Falanga hanno farcito con ricotta arricchita con gelsi e lavorata con menta, pepe e zeste di limoni del Vesuvio e spolverata con briciole di tarallo napoletano; pietanze dal profumo e dal sapore di mare come il salmone marinato allo zenzero con yogurt di bufala, aneto e lime, scarola riccia, ravanello e lampone, una ricetta dello chef Nunzio Spagnuolo al timone delle cucine del Rada di Positano; prodotti antichi come il “Panis Pompeii” di Carmelo Esposito, un pane dolce che veniva preparato dagli antichi romani per le occasioni importanti oppure mangiato a colazione; il cioccolato sottoforma di sofisticata pralina con ganache al nocino e ganache al cioccolato bianco racchiuse in un guscio fatto di cioccolato fondente e al caramello (la “Noce delle Streghe”, una creazione di Gianna Micco che si è classificata terza al concorso “Miglior pralina 2019”); la golosa torta del pasticciere Raffaele Caldarelli, una dolce miniatura del Castello di Lettere.
Tante le special guest intervenute all’evento, tra le quali: Luigi Libra, cantautore napoletano il cui primo disco “Terra Viva” è un inno alla “Campania Felix”; Luca Volpe, l’unico mentalista italiano ad essere riconosciuto a livello internazionale nonché volto televisivo di molti programmi in onda sulle reti Rai; Michele Selillo, promessa della musica napoletana reduce dalle partecipazioni come protagonista a spettacoli teatrali e musicali diretti e organizzati da Gianfranco Gallo (come ” Quartieri Spagnoli”) e a spettacoli e varietà dove si è esibito con nomi quali Caterina De Santis, Lucia Cassini, Saverio Mattei, Rosario Ferro e tanti altri; Nicola Coletta, modello e attore attualmente impegnato in un progetto radiofonico di Radio Studio Emme.
Quest’anno “Cenando Sotto un Cielo Diverso” spegne 10 candeline – afferma Alfonsina Longobardi, ideatrice ed organizzatrice dell’evento -, in virtù di questa maturità anche l’obiettivo della manifestazione è diventato più importante: a partire da quest’edizione raccoglieremo i fondi necessari all’avvio di un laboratorio ludico – didattico per malati schizofrenici che sarà molto probabilmente allocato a Sant’Antonio Abate”.

Hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa: la show girl Ida Piccolo, che ha animato la serata intervistando ospiti e chef; il giornalista Antonio D’Addio in veste di direttore artistico; la delegazione campana della Fondazione Italiana Sommelier. Oltre all’associazione “Tra Cielo e Mare”, fondata da Alfonsina Longobardi, le altre associazioni coinvolte nel progetto sono: Disabili di Gragnano, L’Aliante, Abili alla Vita.

Ph. Gianni Cesariello

Decima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso”

Non esiste modo migliore di imparare il rispetto delle diversità di quello di entrare in contatto con chi, appunto, è diverso da noi. Soltanto attraverso la conoscenza, il confronto, l’apertura mentale, è possibile comprendere che tra le persone spesso ci sono più punti di contatto che di alterità. È per questo che Alfonsina Longobardi, organizzatrice di “Cenando sotto un Cielo Diverso”, ha deciso di affiancare ai 115 chef che parteciperanno il 30 giugno alla decima edizione dell’evento persone speciali, diversamente abili, che lavoreranno a quatto mani con i professionisti del gusto per cucinare buonissimi piatti. Gli uni imparano dagli altri, in un percorso di sostegno reciproco che porterà tutte le parti coinvolte a crescere. Storie ordinarie e straordinarie insieme.
Cenando sotto un Cielo diverso” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pizzaioli, pasticceri, produttori del territorio campano e non (tutti di acclarata professionalità), aziende, personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene. 
Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla dott.ssa Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food attraverso l’Associazione “Tra cielo e mare” da lei fondata nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani). 
L’edizione estiva della kermesse si svolgerà come di consuetudine presso il Castello di Lettere. Il messaggio di questa “special edition” è “Il rispetto della diversità passa attraverso il buon gusto”.  Sarà un’occasione di confronto per testare e migliorare il rapporto di noi tutti con il mondo della diversità. Perché è anche attraverso il cibo che si stabilisce un rapporto con l’altro e si condivide l’opportunità di conoscersi. La cucina rappresenta infatti un terreno di scambio che pone tutti sullo stesso piano davanti a ingredienti da dosare con cura e ricette da condividere, con il cibo che rivendica il suo ruolo comunicativo, e la cucina letta come luogo di socialità privilegiato.  Sull’orizzonte di una normalità, che si nutre di sentimenti e della capacità di condividere obiettivi più che mettere in mostra le abilità del singolo, il rapporto tra le parti si inverte: chi pensa di dover aiutare l’altro, senza neppure troppa convinzione, finisce per essere salvato a sua volta.

La mission specifica della prossima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso” consiste nel raccogliere fondi per la costituzione di un laboratorio ludico didattico per persone affette da sindromi schizofreniche. Se a soddisfare gli appetiti dei partecipanti all’evento ci penseranno i 115 chef che vi hanno aderito, la parte di intrattenimento sarà affidata a personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo che interverranno sul palco introdotti dalla presentatrice Ida Piccolo (confermata la presenza di Luca Volpe, mentalista e tutor del programma Rai “Detto Fatto”, del modello e attore Nicola Coletta e de cantautore Luigi Libra). L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia. Consenso convalidato anche dai seguenti patrocini: Comune di Lettere, Slow Food, FIS, Parco Archeologico del Castello di Lettere.

Le altre associazioni coinvolte nel progetto sono: Disabili di Gragnano, L’Aliante, Abili alla Vita.

Cenando sotto un Cielo Diverso: obiettivo ‘ecografo’ raggiunto!

Ringrazio lo chef Michele De Leo e tutti gli altri chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli, produttori (oltre 100) che hanno animato sia la cena di gala svoltasi a Tenuta San Domenico a Capua che l’evento tenutosi al Tiberius di Pompei – dichiara Alfonsina Longobardi, organizzatrice della kermesse “Cenando sotto un Cielo Diverso” -. Ringrazio inoltre l’attore Francesco Albanese che da anni affianca l’associazione ‘Tra Cielo e Mare’ indipendentemente dagli obiettivi che essa si prefigge (il cui minimo comune denominatore è l’ausilio di persone meno fortunate) e che quest’anno ha messo su un parterre d’eccezione che ha regalato sorrisi a tutti coloro che hanno voluto contribuire alla nobile causa dell’acquisto di un ecografo che sarà destinato al reparto di nefrologia dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Ringrazio i proprietari delle strutture che hanno ospitato le due tappe dell’evento, la presentatrice Ida Piccolo, tutto il mio staff e, soprattutto, tutti coloro che hanno partecipato alla kermesse contribuendo dunque all’acquisto non solo del macchinario, ma anche di giocattoli che saranno consegnati ai piccoli degenti durante il periodo natalizio”.

Continua la lettura di Cenando sotto un Cielo Diverso: obiettivo ‘ecografo’ raggiunto!

“Cenando sotto un Cielo diverso” on the road

L’alta cucina a sostegno dei bambini ricoverati nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno lo chef stellato Michele De Leo, lo chef Danilo Di Vuolo e l’attore Francesco Albanese a fare da padrini all’edizione invernale dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso on the road” in programma domenica 2 dicembre alle ore 19:30 presso il ristorante “Tiberius” di Pompei (ubicato in via Villa dei Misteri, 7) e venerdì 7 dicembre a Capua presso Tenuta San Domenico (allocata in via Casa Cerere, S. Angelo in Formis). Nella data domenicale saranno coinvolti più di 100 chef, tutti nomi prestigiosi della cucina campana, che proporranno altrettanti piatti in versione degustazione. Il 7 dicembre si terrà inoltre una serata di gala che vedrà coinvolti ai fornelli diversi chef stellati che presenteranno un menù a più mani che promette di essere indimenticabile. Gusto e solidarietà: un connubio perfetto per un’esperienza culinaria in grande stile resa possibile grazie all’utilizzo di una selezione di eccellenze del territorio campano come la mozzarella di bufala, l’olio extravergine di oliva, la pasta di Gragnano, etc.

Continua la lettura di “Cenando sotto un Cielo diverso” on the road

Più di 90 chef ai fornelli per “Cenando sotto un Cielo Diverso”

Più di 90 professionisti del gusto all’opera per l’edizione estiva di “Cenando sotto un Cielo diverso”, un evento che coinvolge in qualità di protagonisti ai fornelli cuochi, pasticceri, pizzaioli, produttori del territorio campano e non, e in qualità di pubblico migliaia di persone che vi partecipano per far del bene e mangiare bene. Chef stellato testimonial dell’ottava edizione della kermesse – che si svolgerà presso il Parco Archeologico del Castello di Lettere il 24 giugno sera (dalle ore 20 in poi) – sarà Michele De Leo. Altra special guest della serata l’attore, regista, autore e sceneggiatore napoletano Francesco Albanese.

Continua la lettura di Più di 90 chef ai fornelli per “Cenando sotto un Cielo Diverso”

Cenando sotto un Cielo Diverso: doni ai bimbi dell’ospedale Santobono Pausilipon consegnati dall’attore Francesco Albanese e dallo chef stellato Giovanni De Vivo

Una Befana che gioca d’anticipo quella che è scesa in groppa alla sua scopa dalla volta celeste di “Cenando sotto un Cielo Diverso” per atterrare nel reparto di nefrologia pediatrica dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli.

L’Epifania è domani, ma al nosocomio pediatrico la “vecchietta” del 6 gennaio ha spedito negli scorsi giorni un bel po’ di regali che sono stati consegnati ai piccoli degenti dall’attore, regista, autore e sceneggiatore Francesco Albanese, dallo chef stellato Giovanni De Vivo, dall’ideatrice del progetto “Cenando sotto un Cielo Diverso” Alfonsina Longobardi, dal prof. Carmine Pecoraro direttore del reparto, e dal giornalista Davide Milone. Con loro Vincenzo Di Cecio, di Tenuta San Domenico, location ove a marzo si svolgerà il prossimo evento di “Cenando sotto un Cielo Diverso in tour”, il cui obiettivo sarà raccogliere fondi per l’acquisto di un macchinario da destinare al reparto di nefrologia pediatrica dell’ospedale napoletano.

Cenando sotto un cielo diverso: il cibo genuino fa bene… in tutti i sensi!

Il cibo, nella sua declinazione più genuina, ovvero lo street food,  a sostegno del sociale. E’ questo il concetto che anima l’edizione invernale di “Cenando sotto un cielo diverso (on the road)”, un evento “senza fissa dimora” (in quanto viene organizzato in location sempre diverse) che è ripetuto più volte durante l’arco dell’anno. Domenica 3 dicembre, alle ore 19:30, il ristorante Tiberius (ubicato in via Villa dei Misteri, 7 – Pompei) ospiterà la settima edizione della kermesse gastronomica organizzata dall’associazione “Tra cielo e mare”, che dal 2013 promuove iniziative sociali per raccogliere fondi a favore dei soggetti più deboli, con disagi psichici, e di persone “normali” che hanno bisogno di un sostegno per superare la paura di affrontare le situazioni di disagio in cui versano familiari ed amici.

Continua la lettura di Cenando sotto un cielo diverso: il cibo genuino fa bene… in tutti i sensi!

Al Castello di Lettere domenica 25 giugno si cena “sotto un Cielo diverso”

Domenica 25 giugno nello storico Castello di Lettere (Napoli), avrà luogo la VI edizione dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso”, kermesse patrocinata dal Comune di Lettere con protagonista un parterre di ospiti, chef e aziende di tutto rispetto.

Continua la lettura di Al Castello di Lettere domenica 25 giugno si cena “sotto un Cielo diverso”