Archivi tag: artigianato

La Bulla, la 2^ edizione del Premio “La Bulla in mostra”

Si terrà lunedì 22 luglio , alle ore 19,30 , presso il palazzo della scuola orafa La Bulla, la 2^ edizione del Premio “La Bulla in mostra” , un’esposizione delle opere degli allievi del Creative Lab della scuola orafa, i quali saranno chiamati a preparare dei gioielli e a presentarli al giudizio di una commissione di esperti. 

A giudicare i manufatti realizzati con materiali nobili e non nobili una giuria composta da: Mario Zaccaria, presidente della commissione e Presidente dell’Ussi Campania; Massimo Vernetti Presidente della Confcommercio Napoli; Chiara Marciani Assessore alla Formazione della Regione Campania; Rossella Paliotto presidente Fondazione Banco di Napoli; Nino Daniele Assessore alla Cultura del Comune di Napoli; la giornalista Annapaola Merone; Patrizia Gargiulo, Presidente dell’Associazione Donna per il Sociale; Marina Lebro, Docente dell’ Accademia della Moda e Accademia delle belle arti; Alfonso Presta imprenditore, Cristina D’Angelo, Alessandro Sarracino, consiglieri Consorzio Antico Borgo Orefici; la professoressa presidente Associazione “Artur” Maria Luisa Iavarone.

Ad esporre i manufatti 18 partecipanti, che sono stati seguiti dai docenti Salvatore e Michele Garofalo, e Ilaria Mainini. 

Ai vincitori delle due categorie sarà consegnata la cassetta con gli attrezzi da orafo donata dall’Antico Borgo Orefici. 

La serata sarà presentata dal giornalista Rosario Mazzitelli.
Una seconda edizione – spiega Roberto De Laurentiis, presidente del Consorzio Antico Borgo Orefici- che è un punto d’arrivo di una realtà che a Napoli funziona grazie soprattutto alle aziende del Consorzio che da anni, instancabilmente e con passione, portano avanti questa antica tradizione. Dopo tempo, grandi gruppi nazionali e internazionali che operano nel settore orafo, oggi, puntano forte sui nostri giovani e le nostre aziende. Basti pensare che nell’ultimo anno ben 14 ragazzi, tra cui anche il vincitore della 1^ edizione de “La Bulla in mostra”, hanno trovato un impiego stabile in grandi realtà aziendali. Un lavoro fatto quotidianamente sul territorio il nostro, che si arricchisce anche di progetti a carattere sociale come “Polis Mercato” contro la dispersione scolastica, messo in campo in sinergia con il Campo del Moricino e con l’Elena di Savoia.  Solo tra il 2018 e il 2019 sono stati ben 12 i giovanissimi strappati alla strada e alla criminalità e avviati al lavoro!”.

Mercato Marchesa: rovistare tra arte e vintage è terapeutico

Vintage e artigianato, modernariato e oggetti di design, ma anche un grande prato verde dove lasciar giocare i bambini tra uno scivolo ed un’altalena. E poi street food, musica e un buon bicchiere di vino. Non il solito mercato. Sabato 22 settembre, dalle 10 alle 22, si ripete la magia di Mercato Marchesa al Parco Pinocchio di Salerno. Una parte di quei 40mila metri quadrati di polmone verde cittadino è pronta a trasformarsi non solo nella piazza dello shopping e dello svago formato famiglia, ma ad offrirsi come una vera e propria attrazione turistica, un’esperienza da non perdere.

Continua la lettura di Mercato Marchesa: rovistare tra arte e vintage è terapeutico

Arte e artigianato nel cuore del Vomero

Sabato 2 dicembre alle ore 19:00 la bottega d’artigianato di Flavio Toro “Eres Design”, in via Arenella 94 al Vomero, festeggia due anni dall’apertura con un party a base di musica, arte e cibo (ingresso gratuito). Per l’occasione verrà presentata la nuova collezione “Stalattiti”.

LA BOTTEGA. Più che un negozio di gioielli “Eres” è una officina orafa poiché è qui che il giovane artigiano da vita alle sue opere. La lavorazione a mano avviene proprio al suo interno, permettendo a chiunque di assistere alla creazione di un gioiello seguendo tutte le sue fasi, utilizzando oro 750 in tutte le colorazioni, l’argento 925, il bronzo, le pietre preziose (diamanti, zaffiri, smeraldi), le pietre semipreziose (acquamarina), le pietre dure o le perle di acqua dolce e salata.

LA COLLEZIONE. La stalattite è una formazione calcarea che rappresenta la pazienza eterna della natura e la sua capacità di creare anche laddove l’occhio umano non può percepire trasformazione e movimento. Ai nostri occhi le stalattiti sono rocce immobili, bellissime, ma prive di ogni vibrazione vitale, quando invece dentro di esse scorre lento, insaziabile e continuo il flusso di minuscole gocce di acqua che le vanno a formare, a volte anche impiegando migliaia di anni. Le stalattiti di Flavio Toro vogliono rappresentare proprio la maestosità del movimento anche quando diventa impercettibile, anche nelle sue forme più solide, come una stalattite forgiata dai metalli, richiamando l’Uomo ad una visione del reale che vada oltre le apparenze e le forme associate alle idee preconcette.

LA MOSTRA. Durante l’evento verrà inaugurata la mostra “Lightpaint” di Daniele Rosselli e Loris Lombardo. «Abbiamo aperto le porte della nostra bottega orafa e offerto i suoi spazi e i suoi muri per dare vita a un’iniziativa che rompe i canoni standard dell’arte, facendo della nostra bottega luogo d’incontro per artisti e artigiani emergenti e appassionati che vogliano esporre le proprie opere, dire la loro, confrontarsi con un pubblico inusuale. Un connubio di volta in volta diverso e sempre stimolante tra l’artigianato dell’arte orafa e ogni altra forma d’espressione creativa e artistica. Fino ad oggi sono state tante le collaborazioni e ci auguriamo possano moltiplicarsi, per continuare a unire mondi a volte apparentemente distanti e per dare voce a quelle realtà artistiche soffocate dalla rigidità e dalla senescenza del sistema arte». “Lightpaint” nasce dall’incontro tra i due artisti che, spinti dalla voglia di collaborare e sperimentare, decidono di fondere esperienze e linguaggi espressivi raggiungendo la perfetta sintesi attraverso la creazione di opere pittorico-luminose.

L’ARTIGIANO. Flavio Toro nasce a Napoli il 6 giugno 1984 e fin da bambino mostra una notevole inclinazione artistica e spiccata abilità manuale.  Dopo la maturità classica si avvia all’arte orafa grazie all’incontro con un maestro gioielliere e in seguito si iscrive e poi diploma alla scuola di orafo-gioielliere presso il Tarì di Marcianise, dove viene notato per le sue abilità da un’azienda per la quale svolge uno stage di circa un anno.  In seguito inizia a lavorare a Napoli presso uno dei laboratori più prestigiosi della gioielleria napoletana dove apprende ed approfondisce le antiche tecniche di lavorazione dell’alta gioielleria e del design. Dopo diversi anni di laboratorio Flavio Toro ha deciso di non volersi dedicare più esclusivamente all’ideazione, al disegno e alla creazione dei suoi gioielli, ma di poterne curare tutte le fasi, compresa l’esposizione e il rapporto con la clientela. Eres Design è l’espressione completa del gioielliere artigiano Flavio Toro.

MARCHETTE #2 – Il primo Design Market del Sud torna per la seconda edizione

Il Primo Design Market del Sud si ripropone a espositori, ospiti e fan in veste autunnale. Una domenica
speciale, per scoprire brand di nicchia e artigiani 2.0, gustare cibo buono, bio, a chilometro zero, scoprire
birre e vini inediti, immergersi in arte, chiacchiere e buona musica fino a sera.
Più di 50 stand e uno spazio espositivo contenitore di mostre d’arte, moda, fotografia, cibi & vini e
un’eclettica selezione musicale.
Nato sulla scia dei design market popolari a Londra, Parigi e Milano, MARCHETTE prevede oltre 10 ore di
shopping, degustazioni, divertimento, per un afflusso di pubblico che ha portato durante la scorsa edizione piu’ di 2000 persone alla scoperta di brand di nicchia, designer emergenti, artisti inediti e di avanguardia. L’edizione pilota dello
scorso Maggio ha scalato subito la hit parade del genere, conquistando i cuori di ospiti e addetti ai lavori e
confermandosi ai primi posti nazionali per popolarità, organizzazione, immagine e affluenza.
Dopo la pausa estiva, Marchette si prepara a grande richiesta a fare il bis.
Un progetto ambizioso, nato da un collettivo di giovani professionisti legati alla città. Domenica 8 ottobre, dalle 10 alle 21, Marchette presenta la seconda edizione. Lo spazio resta il medesimo, un edificio industriale rivisitato in chiave contemporanea che comprende un grande spazio all’aperto dove si terrà la maggior parte delle attività previste: tra aiuole fiorite, piazzole e vialetti, sarà possible passeggiare alla scoperta di cose belle.
Marchette e’ un contenitore che al concetto classico di mercato affianca mostre d’arte e musica giusta con
djs e live sets.
Il nome gioca sull’equivoco, ma la vera verità è che è inteso come Marchette quelle là ☺, nel senso che
Non si vive di sole Marchette”… e’ una piccola provocazione.
Una giornata molto street style, perché è così che vuole essere immaginata: in stile saliforniano, piena di
vibrazioni positive. Una giornata in cui dimenticare l’auto, grazie anche al vasto parcheggio gratuito a
disposizione degli ospiti .

 

MARCHETTE #2 – Il primo design market del Sud Italia
Domenica 8 ottobre dalle 10 alle 21 in Via Giulio Pastore 24, Salerno 84131 – SALIFORNIA

L’associazione Mercato&Industrie è stata fondata da un gruppo di appassionati cosmopoliti che lavorano
nel marketing, nella comunicazione, nell’impresa, nel design legati indissolubilmente a Salerno, loro città
d’origine. C’è tra di loro chi, per lavoro, amore e casi della vita, vive lontano ma torna sempre con la testa
sotto le palme del Lungomare. Chi non l’ha mai lasciata, e non vedeva l’ora che la sua terra strizzasse
l’occhio a realtà internazionali. Chi infine, dopo innumerevoli giri, ha deciso di tornare, ma non abbandonare
il bagaglio culturale costruito e metterlo a disposizione della città del suo cuore. Tante teste, un unico
obiettivo: let’s make Salerno great again! Per ridere, restando seri sulle intenzioni.

OXALAB: una piattaforma digitale su cui acquistare accessori inediti

OXALAB è un progetto napoletano dedicato al design: una piattaforma digitale su cui acquistare accessori inediti, uno staff esperto in attività di tutoraggio e supporto alla prototipazione degli oggetti, una vetrina per l’artigianato contemporaneo di qualità. OXALAB è un sistema nato per valorizzare le idee e trasformarle in prodotto, creato da chi da tempo lavora nel settore: Silvia Caliendo, architetto e designer; Fabio De Luca, titolare dal 1996 di un’azienda di lavorazione laser su metacrilato, legno e metalli; Ivan Ferreri, architetto e designer.

Continua la lettura di OXALAB: una piattaforma digitale su cui acquistare accessori inediti

PIPER by DIVA GIOIELLI: il corpo si veste di oblò e ouvertures

La collezione Piper di Diva Gioielli, recentemente presentata a VicenzaOro, è un nuovo modo di concepire lo stile. L’impronta forte dei Sixties, le correnti culturali del Piper Club, oggi del tutto riconosciute, determinano uno stile contemporaneo di immediato impatto. Seduzione e femminilità ispirano fortemente questa collezione che si compone di gioielli in argento 925 di grande fascino e carattere. Piper racchiude in sé tutta la filosofia Diva Gioielli, una griffe preziosa che esce dai canoni tradizionali e impone l’eleganza del dettaglio nell’enfasi di un look “illuminato” e importante. Tagli netti e linee decise disegnano un palcoscenico magico di dischi piatti, oblò e ouvertures rotonde capaci di stravolgere la percezione dell’abito indossato, d’impatto sulla pelle nuda, sorprendenti tra i capelli. Le forme degli anni ’60 grazie a Diva divengono senza tempo e rigorosamente contemporanee, nell’interessante gioco inaspettato delle proporzioni a contrasto, manifestandosi spettacolari. Un’attrazione fatale di anelli, collane, orecchini e spilloni over, per una collezione iconica e inconfondibile, destinata ad arricchirsi. I modelli “Piper” esplorano diverse finiture, dal rodio lucido alla placcatura oro, all’oro rosato e all’argento nella versione graffiata, nell’arte eccelsa di quella minuziosa lavorazione “a mano”. Diva (Gioielli) si diventa… La collezione è composta di 16 modelli in Argento 925.

 

Alla scoperta delle antiche tradizioni sartoriali campane

Ritornano gli appuntamenti del Grand Tour di Campania>Artecard, questa volta dedicati alla sezione dell’artigianato d’arte. Sabato 16 gennaio, per conoscere la straordinaria tradizione artigianale campana del tessile, il Grand Tour propone la visita al Museo del Tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini, ospitato nel complesso monumentale seicentesco della Chiesa di Santa Maria delle Grazie nel cuore dei Quartieri Spagnoli si Napoli. Il tour prevede una visita guidata tra preziosi ricami e fibre tessili nobili custodite nel museo. Fondato nel 1655 da Elena Aldobrandini, duchessa di Mondragone, come “Ritiro per Matrone e Vergini nobili”, il Complesso è oggi sede della Fondazione Mondragone, ente impegnato nella promozione e valorizzazione dell’arte e della produzione tessile antica e contemporanea campana.
Un tuffo nel passato tra paliotti e paramenti sacri databili tra la fine del Seicento fino all’Ottocento, tessuti e manufatti ricamati, cappelli, guanti e ombrellini di fine Ottocento e inizio Novecento. Ma a colpire lo sguardo dei visitatori saranno anche elementi di arredamento e passamanerie contemporanei realizzati nelle manifatture di San Leucio nonché la prestigiosa collezione Mare Moda Capri di Livio de Simone, le collezioni donate dallo stilista napoletano Fausto Sarli e la collezione di Tullia Passerini Gargiulo, costituita da tessuti di fine Ottocento e della prima metà del Novecento.

Appuntamento: Biglietteria del Museo tessile e dell’Abbigliamento Elena Aldobrandini alle ore 10.
Per partecipare al Grand Tour di Campania>Artecard è necessaria la prenotazione al numero verde 800 600 601, da cellulari o dall’estero +39 06 39 96 76 50. Il costo della partecipazione è 12 euro, gratuito fino a 14 anni.

Tutte le informazioni su www.campaniartecard.it/grandtour.

Merry Handmade a Napoli

Arriva a Napoli il MERRY HANDMADE un evento nazionale che, con il coinvolgimento di tutti i creatori di “A little Market Italia”, mira a promuovere la creatività, gli oggetti fatti a mano e il Made in Italy. Il 12 e 13 dicembre tanti artigiani campani allestiranno un mercatino negli spazi de Il Clubino in Via Luca Giordano 73. Un appuntamento imperdibile in vista dei regali di Natale!

Di seguito il programma della due giorni:

  • 12 dicembre
    Ore 10:30 apertura al pubblico;
    Ore 18:00 aperitivo e brindisi di Natale;
    Ore 20:30 chiusura della giornata.
  • 13 dicembre
    Ore 10:00 apertura al pubblico;
    Ore 14:30 chiusura al pubblico.

L’evento è ad ingresso gratuito . Per informazioni info@blineventi.it | www.blineventi.it.

Creattiva Napoli: un successo inarrestabile

Il quarto appuntamento annuale di Creattiva, svoltosi a Napoli (presso la Mostra d’Oltremare) dal 6 all’8 novembre, ha coinvolto un numero enorme di appassionati, aziende e creativi non solo napoletani.
L’evento è il pianeta della fantasia all’ennesima potenza applicata alle arti manuali: patchwork e quilting, agopittura, stencil e decorazione, bigiotteria e ricamo, cucina creativa e feltro. E poi, punto croce, découpage, stamping, candele, pittura, lavori d’ago, decorazioni, bricolage, e tante, tantissime altre arti manuali! Un mix tra innovazione e semplicità, tra novità e riciclo, tra passione e curiosità, in grado di riunire attorno allo stesso evento un popolo multigenerazionale che più diverso non si può. Creattiva è anche il luogo in cui sono riscoperte antiche arti, a tutto beneficio in particolare delle nuove generazioni.
La passione Creattiva attraversa l’Italia da nord a sud e da ovest a est! Dieci infatti le Regioni rappresentate, che vanno dalla Valle d’Aosta alla Puglia. La rappresentativa più numerosa tocca alla regione ospitante: 31 infatti le imprese della Campania. Seguono la Lombardia (18 imprese) e il Veneto (6). A Napoli Creattiva si respira anche aria d’Europa, grazie ad una impresa proveniente dalla Spagna.
In fiera è possibile trovare tutto ciò che serve per soddisfare la propria passione creativa: dai tessuti alle componenti per bigiotteria, dalle paste modellabili ai colori, dai filati alla carta…ma non solo! Creattiva si rivolge anche ad un pubblico di visitatori amanti del bello e del fatto a mano, perciò in fiera è possibile trovare anche bijoux, borse, accessori per la casa, idee regalo  uniche perché create dalle sapienti mani di artigiani ed hobbisti che ivi espongono le loro creazioni, le personalizzavano in aderenza alle richieste dei clienti e tengono corsi. Infatti Creattiva non è solo esposizione e vendita di prodotti, ma è soprattutto una fiera esperienziale che propone al visitatore decine di corsi e dimostrazioni per apprendere direttamente dai professionisti tecniche e segreti dell’arte creativa.
La manifestazione, ideata e organizzata da Promoberg Fiera Bergamo, vuole essere anche un’opportunità per i giovani di talento che non hanno ancora potuto far emergere tutto il proprio valore. In quest’ottica, all’ottima sinergia con la Mostra d’Oltremare, si somma la più che proficua collaborazione con l’Assessore ai Giovani, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. Una sinergia che ha dato la possibilità per il terzo anno consecutivo ai giovani creativi napoletani – quest’anno dodici – di esporre gratuitamente in fiera.
Le amanti del cake design, infine, hanno la possibilità di vedere il dolce realizzato con le proprie mani esposto e ammirato da migliaia di persone in fiera. Il tutto grazie al contest l'”Oro di Napoli” promosso da Promoberg Fiera Bergamo e Pavoni.

 

 

Torna a Roma la fiera “Abilmente”

Per gli appassionati del “fatto a mano” è d’obbligo fare a capolino a Roma nei prossimi giorni. Dal 5 al 9 novembre si svolgerà infatti la fiera “Abilmente“. Due padiglioni della Fiera di Roma ospiteranno otto Atelier ricchi di laboratori, mostre ed eventi, con un denominatore comune: la creatività. Cucito, feltro, tessitura, cake design, ricamo, bijoux e riciclo creativo.
La seconda edizione di “Abilmente-Roma” è ricca di stimoli: le Aree demo ospitano il consueto Atelier del patchwork, organizzato in collaborazione con l’Associazione nazione Quilt Italia, che si conferma tra i grandi protagonisti della manifestazione. Le vivaci e dinamiche dimostrazioni tenute dalle quilter hanno l’obiettivo di avvicinare i visitatori al mondo del patchwork. Assemblare, trapuntare, stratificare e accostare, realizzando vere e proprie opere d’arte, non è mai stato così semplice: sedersi di fronte a una macchina per cucire, unendo tessuti differenti per creare giochi di colore, permette anche ai visitatori alle prime armi di realizzare con naturalezza complementi d’arredo e accessori, per un risultato davvero sorprendente.
Crochet e Tricot, immancabili ospiti di “Abilmente”, trovano il giusto spazio in un Atelier completamente dedicato, nel quale i maggiori esperti del settore illustrano le tecniche più di tendenza. Negli ultimi anni, le nuove espressioni di queste due storiche tecniche hanno generato un grande interesse del pubblico, che si ritrova sempre più spesso nei knit cafè per lavorare a maglia in compagnia.
Adornare e personalizzare sono le parole d’ordine nell’Atelier della decorazione, anche quest’anno dedicato al Natale creativo. Alberi realizzati con materiali riciclati o con la carta, palline per addobbare l’abete in maglia e ghirlande in feltro: tutto è pensato per accogliere gli ospiti con un tocco di originalità, senza limite alla fantasia, alla voglia di creare e di stupire. Chi ama rendere speciale ed esclusiva la propria casa durante le festività, o semplicemente desidera valorizzare in modo unico i propri regali, può dare libero sfogo alla creatività. Sempre in tema natalizio, il cake design con l’evento “Natale a Casa Miss Cake”, ideato per chi vuole imparare l’arte della decorazione dei dolci durante le festività natalizie.
La grande novità di questa edizione è rappresentata dall’Atelier del ricamo, che regala ai visitatori di “Abilmente-Roma” un viaggio tra tradizione e contemporaneità. Le prestigiose scuole e associazioni presenti mostrano in modo dinamico e divertente le diverse tecniche attraverso corsi e dimostrazioni.
Dopo il successo dello scorso anno, torna a grande richiesta l’Atelier del bijoux: gioielli di ogni forma e colore, adatti a ogni personalità, interamente realizzati a mano da vere esperte del settore che sperimentano tecniche sempre nuove dando vita ad accessori originali realizzati con materiali semplici come la carta, la plastica e il tessuto.
Gli artisti dell’Atelier del riciclo creativo, organizzato in collaborazione con Riscarti (Festival internazionale di riciclo), recuperano oggetti di qualità e promuovono la riqualificazione e la rielaborazione di ciò che scartiamo o buttiamo attraverso percorsi d’arte e green-design. Dedicato, invece, alle mamme, che desiderano personalizzare la festa di compleanno dei propri bambini, il Party delle CreativeMamy trova la giusta collocazione in un coloratissimo laboratorio.
Anche quest’anno, l’Atelier del feltro vede all’opera affermate maestre feltraie che, mixando creatività e abilità tecnica, fondono il calore della lana con la morbidezza del feltro lavorato a mano. Un tessuto duttile, economico e di facile lavorazione: il feltro può diventare protagonista di splendidi lavoretti e oggetti originali. Un ritaglio di tessuto e una buona dose di manualità sono sufficienti per dare vita a nuove forme e accessori divertenti e colorati: dai segnaposto alle decorazioni per la casa, fino a pupazzi e marionette per far divertire i più piccoli, il feltro si presta a mille interpretazioni e lavorazioni diverse.
Il filato, in lana o cotone, è in assoluto uno dei grandi protagonisti della manifestazione: nell’Atelier dedicato alla tessitura tutte le espressioni della trama e dell’ordito sono in mostra con arazzi, abiti, accessori originali, caratterizzati dalle superfici modulate dell’opera tessuta a mano. La maggior parte delle lavorazioni dei laboratori è realizzata con telai manuali, ricorrendo a tecniche della tradizione tessile e filati di primissima qualità: con semplicità e naturalezza viene data la possibilità a tutti i visitatori di creare qualcosa di esclusivo, dal gusto retrò.
Insomma, passione, talento e inventiva: “Abilmente-Roma” rende omaggio all’arte creativa in un’atmosfera calda e colorata, garantendo un’esperienza stimolante e ricca di spunti autentici.