Aperte al pubblico da oggi (sabato 17 febbraio) le prime tre mostre del cartellone di Seravezza Fotografia 2018. Ospite d’onore della rassegna il fotoreporter milanese Uliano Lucas con una possente antologica dal titolo “La vita e nient’altro – Cinquant’anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance” a Palazzo Mediceo di Seravezza fino all’8 aprile: duecento immagini in bianco e nero che celebrano il mezzo secolo di una straordinaria carriera in ambito fotogiornalistico testimoniando la ricchezza, la varietà e l’originalità del racconto che Lucas ha fatto dell’Italia e del mondo nel corso dei decenni.

Si possono visitare da oggi anche “La scelta dello sguardo” di Isabella Balena, alle Scuderie Granducali fino al 18 marzo, retrospettiva che raccoglie alcuni significativi reportage realizzati dalla fotografa riminese in tutto il mondo negli ultimi vent’anni e “Odi et Amo” di Tatiana Mura, centrata sul tema del cibo e del ruolo dell’alimentazione nella società contemporanea, alla galleria La Seravezziana fino al 10 marzo.
Tre mostre al cuore di una programmazione, curata dal direttore artistico Ivo Balderi, che ci porterà fino al 27 maggio con altre esposizioni, seminari, incontri con gli autori, eventi ed approfondimenti pensati per un pubblico trasversale di professionisti, appassionati dell’arte fotografica, fotoamatori e giovani.

Gli altri eventi in calendario
Le Scuderie Granducali, oltre alla retrospettiva di Isabella Balena, ospiteranno la mostra “Terre Medicee” e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzù relativi al lavoro svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario “Reflexions Masterclass” (23 marzo – 2 aprile), la mostra “Minime soddisfazioni narcisistiche” che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria (6 – 29 aprile), e la collettiva “Fotopia – danza di un’utopia fotografica” con gli scatti realizzati da professionisti e fotoamatori in occasione della mostra site specific tenuta la scorsa estate dallo scultore Emanuele Giannelli nel centro storico di Seravezza (4 – 27 maggio).
Due le esposizioni proposte nel centro civico di Querceta: “La Cura” di Luca Vecoli, fotografo professionista versiliese che da tempo vive e lavora a Berlino, con una serie di immagini che indagano il rapporto tra le generazioni attraverso il legame madre-figlia (16 marzo – 28 aprile) e una selezione curata da Lorenzo Belli di foto partecipanti alla sesta edizione del Premio “Fulvio D’Iorio”, concorso fotografico nazionale con raccomandazione ufficiale FIAF (1 – 26 maggio).
Completa il programma espositivo la personale di Bruno Madeddu dal titolo “Appunti di vita” (16 marzo – 8 aprile) alla galleria La Seravezziana di Seravezza che da domani ospita la mostra di Tatiana Mura.
Tra gli altri appuntamenti del ricco cartellone di quest’anno figurano il seminario “Estetica e Fotografia” a cura di Carlo Ciappi e Marcello Ricci (17 marzo), l’attesa due-giorni di Foto Gang dedicata ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti (24 e 25 marzo), le letture portfolio aperte a tutti i fotografi e fotoamatori che intendono presentare e sottoporre a giudizio i loro scatti (7 e 8 aprile); la proiezione di audiovisivi fotografici a cura del Gruppo Audiovisivi Toscani (7 aprile).

Leave a reply