La prima edizione del Napoli Horror Festival è ai nastri di partenza. La manifestazione, che avrà luogo dal 13 al 15 settembre dalle ore 16 all’Ex Base Nato di Bagnoli, è organizzato da Cooperativa Mestieri del Palco in collaborazione con la Compagnia CRASC, che da alcuni anni promuove eventi a carattere multidisciplinare.

Napoli Horror Festival è un evento dedicato al tema paura: il logo rappresenta una stilizzazione dell’amigdala, la ghiandola del cervello che gestisce e controlla le emozioni ancestrali, tra cui la paura. Come tutte le emozioni ancestrali, anche la paura può generare arte ed il tema della prima edizione del festival è l’arte generata dalla paura.
Il programma è molto articolato e prevede ogni giorno due mostre, quattro performance, la proiezione di due film, un concorso, un escape room, dibattiti ed un incredibile jumpscare tunnel con proiezioni e attori.
Letteratura, cinema, arte visiva, arte di strada, percorsi emotivi e sensoriali caratterizzeranno il Festival che dalle ore 16 fino a tarda serata vede come ospiti Massimiliano Gallo, Sergio Stivaletti, professor Sergio Brancato, professor Giuseppe Limone, Marco Perillo, Massimo Piccolo, Gennaro Varavallo, Nicola Guarino, Baracca dei Buffoni, Artgarage, Daniele Misischia, Francesco Prisco, Anna Ceprano, Cristiano Ciccotti, Claudio Camilli, Federico Frusciante, Giuseppe Colella, Anemone Ledger, Campo 77.

La filosofia del progetto nasce da una serie di domande sulla funzione e fruizione dell’arte. Cosa proviamo guardando “La morte di Marat” di Edvard Munch, “Giuditta che decapita Oloferne” di Artemisia Gentileschi, oppure “Saturno che divora uno dei suoi figli” di Francisco Goya? E ancora: i “Racconti” di Edgar Allan Poe o “Dracula” di Bram Stoker o “Psyco” di Alfred Hitchcock e “Shining” diretto da Stanley Kubrick: sono capolavori, analisi spietata dell’animo umano o intrattenimento?

Da questi quesiti Napoli Horror Festival sviluppa un evento completo ed articolato che si pone come obiettivo l’aggregazione e lo scambio di esperienze affrontando il genere horror nella sua accezione più ampia e la paura come emozione primaria.

Dopo la Parata Zombie in un clima ironico e goliardico a via Toledo con circa 200 comparse truccate e centinaia di spettatori sparsi tra Largo Berlinguer e piazzetta Augusteo, l’organizzazione della manifestazione ha promosso una serie di iniziative per coinvolgere direttamente gli appassionati del genere e premiarli attraverso il concorso letterario e di corti cinematografici. Per il Concorso dedicato ai corti sono arrivate 855 proposte artistiche provenienti da tutto il mondo, tra cui Iran, Giappone, Canada, Turchia, Argentina e Polonia.
Sarà possibile iscriversi al contest per il Miglior Cosplay Horror per vincere un weekend per due persone in una località d’eccezione: la Transilvania.

JUMPSCARE TUNNEL
Un percorso immersivo in uno dei tunnel segreti della Ex Base Nato. Attori, effetti speciali e atmosfere horror regaleranno un percorso emotivo e sensoriale degno delle altre attrazioni sul genere presenti nelle maggiori capitali europee. “Sei pronto ad affrontare le tue paure più profonde?” Vietato ai minori di 10 anni, alle donne incinte e ai deboli di cuore.

ESCAPE ROOM “Horror Hotel” –
Vietato ai minori di 18 anni se non accompagnati. Attrazione a pagamento e prenotazione obbligatoria. A cura di Escape Hotel Caserta.

MOSTRE

“L’horror negli anni 50/60” a cura dell’Associazione Nuovo Cinema Paradiso: una mostra di locandine e poster originali dei film di genere degli anni ‘50 e ‘60 curata da Alberto Bruno.

“Il senso dell’orrore” in collaborazione con Archigraf: un percorso tra le opere visionarie e disturbanti di Artemisia Gentileschi, Goya, Francis Bacon, Shain Erin e tanti altri, a cura della Dr.ssa Susy Penna.

“Vrenzole e Horror – un surreale viaggio a fumetti”: esposizione di tavole originali del fumetto 47 Dead man Talking by Artsteady- CartaStraccia Comics.  Ospiti gli autori dei fumetti.

“Auto funebri che passione”: selezione di auto funebri d’epoca del Museo di auto funebri di Atripalda – onoranze funebri Sandrino Russo a cura di Agostino Fasulo.

PROIEZIONE
“La madre, i figli e la paura”. Indizi di cinema montati da Nicola Guarino, sonorizzati da Stanislav Koljia. Nicola Guarino è autore e regista di corti, film, web series e regista RAI.

PERFORMANCE E SPETTACOLI

  • Artgarage in “Bella ‘Mbriana” coreografie Emma Cianchi
  • CRASC e Baracca dei Buffoni in “Apocalypse Parade” performance itinerante
  • “NULLEAMAI FIRE PERFORMER” performance col fuoco
  • “L’ora d’aria” installazione con attori

ANIMAZIONI A CURA DI CAMPO 77

  • Disinnesco Adrenalinico – Chirurgo dell’Apocalisse
  • Scatena l’Apocalisse – il Bunker

Ambientazioni sonore a cura di Max Amitrano

Info e programma completo:

Info: 351 010 0102 – info@napolihorrorfestival.it – https://www.napolihorrorfestival.it/

Leave a reply