“Non c’è niente che cambierei”: l’autobiografia di Massimiliano Campanile

Gennaio 25, 2020 / Eventi, Tempo libero

Non c’è niente che cambierei”, edito da Graus Edizioni, non è una semplice biografia, ma una riflessione intima e amichevole in cui Massimiliano Campanile si racconta senza peli sulla lingua,
mettendo a nudo la sua anima, affrontando questioni scottanti della sua vita: i traumi infantili, il bullismo subito, il percorso di accettazione della propria omosessualità, la passione infinita per il suo lavoro, i progetti per il futuro. Un libro emozionante e onesto.

Una risposta a tutte quelle domande che nessuno, giornalisti compresi, gli ha mai posto.
Da Barra, suo quartiere natale, a Chiaia, il salotto prestigioso di Napoli. Dalla periferia al centro coronando il proprio sogno, quello di diventare uno degli Hair Stylist più bravi ed importanti d’Italia ed esclusivista in Campania del marchio “Aldo Coppola”. Nel mezzo, però, una vita piena
di difficoltà e sacrifici che gli hanno permesso di raggiungere il successo, “perché quando desideri qualcosa con tutto te stesso e a sostenerti c’è il tuo talento, trovi sempre un modo per venir fuori dalle situazioni più difficili e a coronare i tuoi desideri”.
Massimiliano Campanile, giunto quasi alla soglia dei cinquant’anni, ha deciso di intraprendere questo cammino da scrittore perché vuole utilizzare il libro come strumento di comunicazione, di incontro. Ha deciso di parlare soprattutto alle famiglie, ai genitori che improvvisamente si ritrovano a fare i conti con la “diversità” del proprio figlio, con l’omosessualità che non sanno come affrontare. In quel caso un figlio o una figlia ha semplicemente bisogno di normalità, di essere ascoltato, aiutato, protetto. Ha bisogno di mani tese e non di muri che si erigono. “I figli so figli” gridò la Filumena di Eduardo, ed è proprio questo concetto che Massimiliano vuole affrontare da platee televisive, con incontri scolastici, in associazioni e ovunque ci si possa confrontare con i genitori e i ragazzi che devono continuare a vivere e ad amarsi normalmente.
“Non c’è niente che cambierei”, l’autobiografia di Massimiliano Campanile vanta la prefazione dell’attrice Cristina Donadio. Il libro sarà presentato lunedì 27 gennaio al PAN di Napoli in via dei Mille nr 60, con inizio previsto alle ore 17:30. Insieme all’autore interverrà l’attrice Cristina
Donadio. Modererà l’incontro la giornalista del Corriere del Mezzogiorno Natascia Festa.
Il ricavato delle vendite sarà interamente devoluto in beneficenza all’Associazione “Insieme si può” di Sarno (Sa), che si occupa di bambini affetti da autismo, e presieduta da Biagio Ruocco.

Massimiliano Campanile, dopo questa prima fatica letteraria, darà seguito al suo percorso scrivendo un nuovo libro che tratti esclusivamente dell’omosessualità, del cammino, spesso complesso e delicato, che un ragazzo o una ragazza omosessuale si ritrova a percorrere prima verso la presa di coscienza del proprio io e in seguito verso il coming out.

Leave a reply