Il Consorzio per la tutela dell’Asti da domani al Vinitaly

aprile 7, 2017 / Cibo, Notizie

Nato nel 1932, il Consorzio per la tutela dell’Asti ha un obiettivo molto chiaro: svolgere tutto quanto è ritenuto necessario per la tutela, la valorizzazione e la promozione, in Italia e nel mondo, dell’Asti e del Moscato d’Asti. Queste due eccellenze rappresentano la punta di diamante nell’ambito dei vini e spumanti “dolci” di qualità e rappresentano un immenso bagaglio di cultura, ricordi, tradizioni, saperi, storie di intere famiglie che, ai loro vigneti, hanno dedicato una vita intera di sacrifici e di dedizione.


L’Asti docg, il vino dei brindisi, compagno ideale di ogni dessert ma non solo.  Per la sua versatilità, è perfetto anche per una cena, magari in contrasto con piatti dai toni decisi, come ingrediente per una ricetta fuori dall’ordinario, oppure come drink per un aperitivo capace di stupire tutti.  I territori da cui proviene l’uva moscato bianco, destinata a produrre l’Asti docg e il Moscato d’Asti docg sono paesaggi dalle caratteristiche uniche, luoghi generosi, dove regna la pace ma allo stesso tempo aspri, duri, impervi.
L’Asti e il Moscato d’Asti docg simboleggiano un’immagine di un’Italia forte, tenace, caparbia nel portare avanti l’ambizione e il desiderio di far conoscere un territorio e i suoi valori, informandone i consumatori di tutto il mondo perché possano essere pienamente consapevoli del valore della loro scelta.

Il Consorzio dell’Asti docg sarà presente al Vinitaly 2017, la più grande manifestazione legata al mondo del vino che quest’anno riunirà a Verona oltre 4.100 espositori. Il Consorzio dell’Asti sarà presente all’interno del Padiglione Piemonte (Padiglione 10, Stand D3), dove tra i 171 produttori dei 52 comuni della zona di produzione del Moscato bianco sarà possibile degustare alla presenza dei produttori:

Il Consorzio avrà uno spazio istituzionale con possibilità di degustare l’Asti e il Moscato d’Asti docg delle aziende associate.

 

Buzzoole

Leave a reply