Ristorante pizzeria Haccademia: pizze di primavera a Km 0

marzo 25, 2017 / Cibo, Locali

Il km 0 non è una moda passeggera, ma uno stile di vita, una scelta consapevole dei consumatori e, in maniera sempre più convinta, anche dei ristoratori che hanno come mission la diffusione della cultura del mangiar sano e del mangiare locale. Il circuito del “km 0” si fa sempre più ampio perché la scelta di privilegiare le tipicità di stagione del territorio, firmate dagli agricoltori, trova immediatamente il consenso dei clienti.

Al ristorante pizzeria Haccademia di Terzigno (via Panoramica Vesuvio, 8), ad esempio, vanno forte le pizze preparate con proposte di stagione.

Pizze da asporto o da consumare subito, sapientemente preparate dal Maestro Aniello Falanga. Ecco qualche esempio:

  • la pizza “Pasqualina”, farcita con fiordilatte di Tramonti, ricotta salata del Cilento, pancetta irpina, cipollotto di Alife e fave del Vesuvio;
  • la pizza “Violetta” guarnita con il carciofo Violetto di Schito (Castellammare di Stabia), abbinato a pancetta irpina, fiordilatte di Tramonti e mentuccia.

Anche Eduardo Estatico, executive chef del JKitchen di Capri, ha voluto coadiuvare il maestro pizzaiolo nell’ideazione di una pizza dal sapore primaverile: è venuta così fuori una farcitura con piselli, provolone del monaco, mozzarella, cipollotto all’aceto e scorza di limone grattugiato.


Ogni pasto degno di essere definito tale deve essere concluso da un dolce all’altezza delle portate servite. Dato l’appropinquarsi della Pasqua, non può mancare la colomba: “Incontro”, questo è il nome dell’ultima creazione del pasticciere Gerardo Di Dato che in un morbido impasto ha abbinato l’albicocca pellecchiella del Vesuvio ai fiori di camomilla dell’agro nocerino sarnese.

 

Grazia Guarino

Leave a reply