Teresa Cervo espone al Grand Hotel Parker’s il suo universo creativo: racconti in filo di ferro e cartapesta, paesaggi onirici e delicate figure di donne. Sono Storie di carta e d’amore, instantanee di ferro piegato a mano e sagomato, opere in cartapesta che raccontano un mondo femminile fatto di Piccole donne gioiose, di Ballerine che si librano leggere nel vuoto, di Donne in cammino, di Donne senza sguardo. Un repertorio potente e delicatissimo al tempo stesso fatto di leggerezza e uso sapiente del colore: corpi strampalati e poetici, gonne ampie e capelli scompigliati, volti eterei senza occhi, labbra socchiuse e bocche spalancate che sembrano cantare. Storie di carta e d’amore è la prima mostra di Teresa Cervo che ripercorre il suo modus operandi e il suo universo sensibile. In mostra ci sono sculture, quadri bidimensionali in ferro e gli Altrove, i mezzi busto di donne senza occhi in carta pesta.
La mostra è stata inaugurata il 9 febbraio.

Con la mostra di Teresa Cervo il Grand Hotel Parker’s prosegue nel suo progetto di spazio d’arte aperto alla città. L’esposizione è stata pensata per celebrare il mese dell’amore e della donna: in occasione di San Valentino l’artista produrrà un segno site specific per i tavoli del ristorante George dedicati agli innamorati; per l’8 marzo le Piccole donne dell’artista saranno protagoniste del breakfast in rosa aperto a tutte le donne.

Leave a reply