Only Woman: la collezione di Cristina Mocchiutti

agosto 31, 2016 / Moda, Sfilate

“Only Woman” è il nome della collezione presentata da Cristina Mocchiutti a Lignano Sabbiadoro durante il premio internazionale “StraLignano”. Due semplici parole per una collezione pensata per una donna, “solo una donna”, che sia orientale, occidentale, che sia in carriera o abbia deciso di dedicarsi alla famiglia. Più che descrivere la collezione, una descrizione per ribadire un concetto, che accomuni tutte le donne, che prenda ispirazione da ponente a levante e le unisca su un filo rosso, o rosa, colore universalmente riconosciuto come simbolo di femminilità. L’essere donna trasversalmente, dall’oriente all’occidente, dall’alba al tramonto, alla sera, dove si esprime il cuore pulsante della collezione. Le più pregiate fibre naturali, tessuti tecnici e innovativi, varie lavorazioni della seta, vengono mixati nella collezione che a tratti vede incontri di opposti come lo shantung con la sua caratteristica texture fiammata e la rete tridimensionale opaca. Dall’abito da cocktail, alla sirena che accarezza la silhouette, dall’abito lungo alla tutina monospalla, la sera informale si accosta al dress code elegante nella collezione della Mocchiutti che con lo chiffon, il jersey, il corpetto in vetroresina, accarezza il corpo femminile esaltandone la sensualità e l’eleganza.

La stilista
Cristina Mocchiutti è una giovane stilista friulana, nata a Udine, laureata in Culture e Tecniche della Moda a Bologna. Nonostante la giovane età la stilista ha partecipato a numerose manifestazioni, ricevuto riconoscimenti, come il premio speciale “Sposa d’Autore 2012” a Udine e il “Luigi Speciale Bilancio Couture” al premio Moda e Creatività al Teatro Comunale a Catanzaro. Cristina Mocchiutti, fortemente convinta che l’abito debba esaltare la donna e non prevaricarla, non è solo stilista, ma modellista e sarta, occupandosi, così, dell’intero processo di confenzionamento dell’abito.

Luisa Corna veste Mocchiutti
Luisa Corna, per la chiusura dell’evento “StraLignano” di cui è stata eccelsa presentatrice, ha scelto un abito firmato Cristina Mocchiutti. L’abito scelto dalla Corna, è un abito lungo, blu, con un gioco di spacco e trasparenze che la stilita ha ideato lasciandosi ispirare dalla sua terra, il Friuli Venezia Giulia. Il blu, infatti è il colore della bandiera regionale, rappresenta un cielo cosparso di stelle, che sull’abito sono cristalli swarosky, il pizzo, applicato artigianalmente a mano, con sapienza e precisione, è simbolo della pazienza e laboriosità del popolo, capace di ricostruire la propria identità dopo il terremoto.
Luisa Corna, con la sua bellezza, accompagnata da talento e umiltà, ha dato un’anima ad un abito da me pensato in modo particolare e dedicato alla mia Terra, al suo popolo, che con forza e dedizione vive ogni giorno e spesso ripartendo da zero”, dichiara la stilista, che a proposito del sisma aggiunge: – .Sono vicina alla popolazione colpita dal sisma, spero davvero che possano ricostruire in fretta e con criterio quei magnifici borghi, simbolo di un’Italia affascinante e semplice”.

Foto di Davide Carbone

Leave a reply