E’ in corso di svolgimento presso Castel dell’Ovo (Napoli) la mostra antologica di pitture, sculture, grafiche e libri d’artista di Andrea MassaroSospensioni“.
Un pacato travaglio esistenziale, quello di Massaro, esibito nel magma informe della materia ove le pulsioni interne vengono cristallizzate sapientemente sulla tela dell’artista in un ardito realismo materico progressivo e ben bilanciato fino a divenire intense nella sua massima forma di rappresentazione – così la curatrice della mostra, Marina De Feo, introduce l’artista -… Le sue tele sono svuotate del senso di realtà, ma sono evocative di ricordi sospesi, esperienze di vita, memorie ricche di enfasi espressiva quasi la tela stessa fosse una pagina di diario ove inserire appunti e di cui potersi servire nel viaggio metaforico della vita… Emozioni cristallizzate, ricordi sospesi in un equilibrio informale astratto che nulla raccontano di diverso da ciò che sono e da ciò che significano: solo se stessi“.
Periodicamente faccio una somma, un riassunto del mio operato – racconta Massaro -… come certi animali che abbandonano la vecchia pelle per far posto alla nuova pur rimanendo se stessi… Le esperienze passate vengono fuse ma anche superate“.

Il connubio tra Arte e Gusto
Nel corso del vernissage della mostra – a cui hanno preso parte personaggi illustri appartenenti al mondo dell’arte, della politica e dei media -, svoltosi giovedì 9 giugno, sono state servite alcune chicche gastronomiche preparate dall’Antica Forneria Molettieri, ovvero:
– Bocconi Napoletani con strutto, formaggi , insaccati e “friarielli”;
– Piccole gemme ripiene con melanzane, peperoni, scarola, ricotta, “friarielli”;
– Grissinetti all’olio d’oliva con sesamo ;
– Focaccia Toscana con cipolle di Tropea, olive verdi di Gaeta, mais, olio extravergine d’oliva;
– Biscottini al burro con confetture.

 

Andrea Massaro
Nato a Roma nel ’51, frequenta la scuola d’arte e nel ’74 si trasferisce in Toscana stabilendosi poi nel 1982 a Grosseto. Nel corso degli anni partecipa a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero (Malta, Germania, Spagna, etc.) e ottiene apprezzamenti e riconoscimenti. La sua continua ricerca nel campo dell’informale gli consente di distinguersi dal mondo artistico emergente contemporaneo. Ne escono fuori quadri eleganti, che sono sì una riflessione interna al linguaggio pittorico e ai suoi mezzi espressivi, ma che rimandano sempre ad altro, e continuano a raccontarci, attraverso esili tracce, l’artista, gli episodi e le sensazioni del suo vivere.

Orari apertura mostra: Lunedì-Sabato h.10.30-18.30; Domenica e festivi h. 10.00-13.30
Info e prenotazioni gruppi: marina.defeo@virgilio.it
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 21 giugno 2016
INGRESSO GRATUITO
Allestimento:
Prof.ssa Antonella Giordano

Coordinamento:
Dott.ssa Marina De Feo

Leave a reply