Napoli è tra le città italiane dove sono più diffusi i tatuaggi. Forse è per questo che è stata scelta per il secondo anno consecutivo come location dell'”International Tatoo Fest” che si svolgerà alla Mostra d’Oltremare dal 20 al 22 maggio. Un festival secondo a nessuno in Italia nel panorama degli eventi legati al mondo dei tatuaggi. Una galleria d’arte “in carne ed ossa” ove oltre 300 tatuatori, di fama nazionale ed internazionale, metteranno in mostra la propria arte facendo suonare all’unisono le loro macchinette.

ARTISTI DA TUTTO IL MONDO. Ideato da Costattoo (al secolo Costantino Sasso), il festival sarà un evento dedicato alle nuove espressioni artistiche legate al mondo della body art e della body modification. Perchè il tatuaggio non è solo un modo per decorare il proprio corpo, ma anche è una forma di comunicazione e, soprattutto, ha dato vita negli ultimi anni a un indotto economico importante.
Nel Padiglione 10, dalle ore 13 di venerdì alle 22 di domenica, si potrà assistere alle performance di artisti provenienti da Nuova Zelanda, Australia, Canada, Usa, Korea, Porto Rico, Giappone, Uruguay e da tutta Europa. Tutti pronti a darsi battaglia in numerosi contest giornalieri divisi per categorie: small, big, tribal, ornamental, japanese, traditional, coloured, black and grey, best of the day e best in show. In palio per i primi due classificati viaggi in nave per Ventotene, Ponza, Isole Eolie e Croazia.

IL FENOMENO. Quella del tatuaggio non è affatto una moda o un’invenzione recente. La pratica di decorare la pelle in maniera permanente nacque addirittura durante l’Età del Ferro (1200-1000 a.C.), salvo poi tornare in auge nel fine Ottocento e conoscere un boom negli Anni ‘20 e ’30. Quello che un tempo era visto come il segno di appartenenza ad una tribù, ed appariva solo sui corpi di marinai e carcerati, oggi è una vera e propria mania, una pratica diffusa in tutti gli strati sociali.
Durante la tre giorni i tatuatori polinesiani mostreranno come venivano effettuati i tatuaggi nell’antichità (ovvero con delle bacchette, praticando delle vere e proprie incisioni).

UN EVENTO PER TUTTI. «L’International Tattoo Fest sarà una occasione unica per vedere esprimersi in contemporanea i migliori tatuatori di tutto il mondo – così Costattoo – . La convention inoltre presenterà molti momenti di svago dando spazio anche alla creatività di altri artisti come writer, disegnatori e musicisti. Una tre giorni per trascorrere del tempo libero anche consumando buon cibo e magari per farsi un tatuaggio, perché tatuarsi colora la propria vita». «I tatuatori che interverranno non solo animeranno l’evento – continua Sasso – ma coglieranno anche l’occasione per visitare la nostra bella Napoli».

IL CIRCO DEI TATUATORI. All’esterno del padiglione, nel Giardino dei Cedri, l’associazione culturale “Il Circo dei Tatuatori” metterà in piedi una serie di iniziative che vedrà impegnati non solo tatuatori ma anche writer e disegnatori. Spazio anche per i più piccoli con un laboratorio pittorico dedicato a loro tra colori, body e face painting.

MUSICA DAL VIVO. Tanta musica (dal rock, al pop, al folk, passando addirittura per il bourlesque) nel Giardino dei Cedri, una vera e propria kermesse di band selezionate dalla Volcano Promotion: Fall Has Come, Isole minori settime e As Mercy Comes di venerdì; Mastribes, Aged Teen e Thelegati al sabato; Le Fasi, Dirty Smiles, Dresda Code i djs Lady lucky, Suzie Q. e la ballerina Sery Page di domenica. Tutti artisti giovani, ma con un’esperienza internazionale alle spalle. Radio Kiss Kiss sarà per il secondo anno partner dell’evento. Queste le parole di Luca Sepe, notissimo conduttore della radio e appassionato di tatuaggi, che ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione dell’evento svoltasi questa mattina: “Questa è una fiera dedicata all’arte, perché il tatuaggio è ormai riconosciuto come una forma d’arte“.

LA CITTADELLA DEL FOOD. E sempre nell’area del Giardino dei Cedri saranno presenti numerosi stand con prodotti della tradizione partenopea e non solo. Si va dalla pizza al panino, dalla birra ai cocktail, ed ancora dolci, caffè e persino prelibatezze fresche di caseificio.

SOCIALE. La tre giorni sarà anche una occasione per sensibilizzare i partecipanti al sociale. Saranno presenti, infatti, le associazioni “Save the children”, “Scarpetta rossa” e “Carmine Gallo” con dei gazebi nel giardino per presentare le loro iniziative benefiche.

Dove: Mostra d’Oltremare, ingresso piazzale Tecchio
Quando: dal 20 al 22 maggio 2016
Orari: ore 13/23 venerdì; ore 12/23 sabato; ore 12/22 domenica
Prezzi: € 15 ingresso giornaliero e € 35 abbonamento

13235047_10209373365157233_1873894918_o 13241598_10209373364917227_1956728514_o

Leave a reply