“Gioielli in fermento” dal 15 al 22 maggio a Torre Fornello

maggio 12, 2016 / Eventi, Tempo libero

 

E’ ai nastri di partenza la VI edizione di Gioielli in Fermento, l’esposizione che si apre tutti gli anni in primavera a Torre Fornello, eccellenza vitivinicola della Valtidone, all’interno degli spazi espositivi dedicati alla Vigna delle Arti.
Nel corso dell’evento Enrico Sgorbati di Torre Fornello e la giuria presente al completo, hanno assegnato il Premio Torre Fornello – Gioielli in Fermento 2016.

In giuria:
Roberta Bernabei | docente e designer orafo, SAED Loughborough Univ. UK
Leo Caballero | Klimt02 International Art Jewellery online
Charon Kransen | Charon Kransen Arts New York
Paulo Ribeiro | Joya International Art Jewellery Fair
Enrico Sgorbati | Torre Fornello
Giuria Sezione Giovani:
Maria Rosa Franzin | Artista orafa, docente, Presidente AGC
Paulo Ribeiro | Joya International Art Jewellery Fair
Coordinamento:
Eliana Negroni | Responsabile progetto Gioielli in Fermento
Gigi Mariani | Artista Ospite e Vicepresidente AGC

Le sei edizioni hanno coinvolto complessivamente più di quattrocento tra professionisti, autori emergenti e studenti da molti paesi europei e da Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Venezuela, Stati Uniti, Canada, Israele, Iran, Cina, Giappone, Korea, Taiwan, Sud Africa, una comunità globale del gioiello contemporaneo, che si misura con elementi tipici legati al territorio, senza snaturare la propria identità e formazione ma piuttosto alimentando il dialogo con la cultura mediterranea.
I temi proposti dal concorso Gioielli in Fermento offrono lo spunto per ornamenti contemporanei che interpretano questo principio, ponendo ogni anno l’accento su un aspetto in cui sia possibile leggere una sintonia con il racconto del mondo del vino.
Una svolta importante quest’anno risiede nell’iniziativa di arricchire la mostra con la presenza di celebri artisti ospiti. In arrivo da prestigiose collezioni e grazie alla disponibilità di Charon Kransen Arts e Klimt02 Gallery, i visitatori hanno l’opportunità di scoprire dieci opere hors-concours invitate a formare il quadro ideale del dialogo tra i contenuti del concorso: in mostra i lavori di Efharis Alepedis, Sofia Björkman, Liv Blåvarp, Maria Rosa Franzin, Gésine Hackenberg, Gigi Mariani, George Plionis, Niki Stylianou, Fumiki Taguchi, Jasmin Winter.

I premi e le menzioni assegnate (i premi consistono nella partecipazione individuale degli artisti vincitori all’esposizione Joya a Barcellona il prossimo ottobre e nella pubblicazione online del profilo per due artisti vincitori sul network Klimt02) :

  • Premio Torre Fornello Gioielli in Fermento 2016 :
    Liana Pattihis (Cipro/UK) – spilla Emilia ispirata ai paesaggi e al lavoro nelle vigne dei colli piacentini
    Il premio è stato assegnato all’artista perché non solo ha interpretato il tema con piena competenza e coerenza, ma anche per aver raggiunto un ottimo equilibrio tra fragilità e forza con l’utilizzo la sua innovativa tecnica nell’impiego dello smalto.
  • Premio Torre Fornello Gioielli in Fermento 2016 Artista Emergente :
    Sunyoung Kim (S.Korea) – spilla Theme and variation
    Per come ci abbia regalato un’altra interessante immagine della rappresentazione della natura. la fluidità dell’esecuzione del lavoro lo fa sembrare senza sforzo, oltre la materia.
  • Gioielli in Fermento 2016 – menzione speciale AGC :
    Marilena Karagkiozi (Grecia/Italia) – anello Alien Grape
    Per la ricerca inconsueta della forma che si realizza nell’uso del materiale e nella texture della superficie.
  • Gioielli in Fermento 2016 – menzione speciale JOYA :
    Georgia Gremouti (Grecia) – spilla Becoming
  • Gioielli in Fermento 2016 – premio e menzione speciale KLIMT02 :
    Susanna Baldacci (Italia) – spilla Il re del mondo
    Saerom Kong (S.Korea/Germania) – spilla Butterfly
  • Dallo scorso anno è stata costituita una specifica sezione dedicata agli studenti che si avvicinano o specializzano nella gioielleria contemporanea, e che ha visto il coinvolgimento di 14 istituti espressione di differenti percorsi formativi nel campo delle arti e del design, con più di 70 lavori in mostra.
    Premiate le scuole con il maggior numero di partecipanti al concorso: il Tarì Design School con un progetto internazionale di studenti italiani e sudafricani e le classi quarte e quinte del liceo Artistico Pietro Selvatico di Padova.
  • Premio Gioielli in Fermento – Sezione Studenti a Daria Olejniczack, dalla scuola internazionale Alchimia di Firenze, che vedrà presentato il proprio lavoro a JOYA Barcelona 2016.
  • Menzioni speciali al progetto di Chiara Riccò del secondo corso alla Scuola Arti e Mestieri presso Its Cosmo di Vicenza, e a Felicia Li, del Beijing Institure for Fashion Technology (Cina).

La sesta edizione consolida la presenza di questo progetto espositivo indubbiamente originale, sia negli ambiti del gioiello d’autore che del pubblico appassionato di eccellenze enogastronomiche e life style, in Italia e all’estero.
I visitatori sono invitati a votare il loro gioiello preferito: sui social network, alle pagine di Torre Fornello e di Gioielli in Fermento, verrà svelato il risultato del favore del pubblico.

La mostra Gioielli in Fermento resterà a Torre Fornello fino al 22 maggio. Si prevedono altri appuntamenti espositivi e di presentazione della collezione Gioielli in Fermento #gallery, tra questi, un cocktail a Piacenza, il prossimo venerdi 13 maggio, con la collaborazione dello spazio Max Mara in città, in Piazza Cavalli, alle ore 17.
Tutte le informazioni sul sito web del progetto e i social network (#gioiellinfermento2016).

In mostra:
Artisti Ospiti:
Efharis Alepedis Sofia Björkman Liv Blåvarp Maria Rosa Franzin Gésine Hackenberg Gigi Mariani George Plionis Niki Stylianou Fumiki Taguchi Jasmin Winter

Artisti in concorso:
Susanna Baldacci Alessandro Bean Isabelle Busnel Alina Carp Sébastien Carré Hsieh Chun-Lung Lluís Comín Clara Del Papa Anna Fornari Steffi Götze Akis Goumas Georgia Gremouti Nicola Heidemann Mara Irsara Marilena Karagkiozi Iro Kaskani Sunyoung Kim Saerom Kong Miriam Mirna Korolkovas Mia Kwon Christiana Lazopoulou Heng Lee Ria Lins Chiara Lucato José Marin Mineri Matsuura Viktoria Münzker Rosa Nogués Freixas Esther Ortiz-Villajos Liana Pattihis Mabel Pena Paola Pérez Poppy Porter Stefano Rossi Stenia Scarselli Sergio Spivach e Stefano Spivach Claudia Steiner Eva Tesarik Kalliope Theodoropoulou Luca Tripaldi Lin Tsang-Hsuan Barbara Uderzo Andrea Vaggione Caterina Zanca
e le opere della Sezione Studenti, dalle scuole:
Alchimia Jewellery School Firenze IT
Campus Idar Oberstein – Hochschule Trier Univ. School for Applied Arts – Germany
EASD València – Departament de Joieria
Fabrika12 – València Spain
IED Roma IT
ITS Cosmo Progettazione e ricerca orafa Vicenza IT
Liceo Artistico P.Selvatico – Padova IT
Llotja – Escola Superior de Disseny i d’Art – Catalunya
Mingdao University – Taiwan
Tarì Design School – Caserta IT
The Glasgow School of Art – UK
Shenkar Jewelry Design Department – Israel
Universidad del Desarrollo, Magister de Arte – Chile
e una rappresentanza del Beijing Institute of Fashion Technology – China
Evento in collaborazione con :
Torre Fornello Azienda Agricola – www.torrefornello.it – tel. (+39) 0523 861001 – vini@torrefornello.it
Gioielli in Fermento #gallery – www.gioiellinfermento.com – gioiellinfermento@gmail.com
JOYA Art jewellery fair – www.joyabarcelona.com

si ringraziano:
AGC Associazione Gioiello Contemporaneo www.agc-it.org
Charon Kransen Arts, New York www.charonkransenarts.com
Klimt02 www.klimt02.net
The MorningBark www.themorningbark.com
SPV Valtidone www.spv.it per il supporto negli allestimenti espositivi e progetto grafico
Giardino Italiano www.giardino.it – www.giardinoblumilano.worpress.com
Negozio Max Mara Piacenza

Patrocinio Provincia di Piacenza (Ass. Cultura)
Patrocinio Comune di Ziano Piacentino, Borgonovo Val Tidone, Nibbiano, Pianello Val Tidone, Sarmato, Unione Comuni della Val Tidone

 

Leave a reply