Chef, giornalisti e blogger al forno del ristorante pizzeria Le Parùle

gennaio 14, 2016 / Cibo, Notizie

Sono come tu mi vuoi” era il titolo e l’incipit di una famosa canzone di Mina, poi ripresa da Irene Grandi. Ed è dal testo di questa canzone che Giuseppe Pignalosa, pizzaiolo e patròn del ristorante pizzeria “Le Parùle” (ubicato in via Benedetto Cozzolino, 63 – Ercolano) – coadiuvato dalla giornalista Marina Alaimo – ha tratto ispirazione per il nome di un contest che ha coinvolto martedì 12 febbraio chef, giornalisti e blogger che si sono ritrovati a fare una pizza a quattro mani con l’esperto pizzaiolo. Erano presenti la giovanissima chef Faby Scarica (ristorante Villa Chiara, Pacognano), la chef Ilaria Aulicino (ristorante Da Ninì, Bacoli), le food blogger Evelina Bruno (www.scrivere.it), Daniela Marfisa (www.allassaggio.it), Giovanna Esposito (www.campaniaferax.it), e le giornaliste Maria Consiglia Izzo (www.vanityher.com e www.gnamgnamstyle.it), Anna Pernice (www.travelfashiontips.com).
La scelta degli ingredienti per la farcitura della pizza era a discrezione degli chef e dei giornalisti e blogger partecipanti all‘iniziativa, che si sono avvalsi in tale occasione del know how di Giuseppe che ha messo a loro disposizione non solo l’impasto e gli ingredienti, ma anche le sue conoscenze in termini di stesura dell’impasto, cottura della pizza e metodi di guarnizione. Oltre a un pretesto per sciogliere il grembiule e condividere in modo goliardico l’arte della pizza con professionisti esperti di enogastronomia, il contest ha rappresentato per Giuseppe anche un modo per capire i gusti dei potenziali clienti della sua pizzeria, così da poter ampliare l’offerta e renderla sempre più affine alle loro esigenze.
Di seguito le pizze che sono state preparate (e divorate!):

Pizza con ricotta, pesto vietrese, pomodorini e basilico (di Evelina Bruno)


Pizza con carciofi arrostiti, burrata, patanegra, cipolla in agrodolce e limone candito (di Faby Scarica)


Pizza con ricotta, acciughe, conciato romano, limone, pecorino e granella di nocciole (di Giovanna Esposito)


Pizza con fior di latte, baccalà mantecato, broccoli e cedro (di Ilaria Auclino)


Pizza con pomodoro San Marzano, pomodorini del piennolo, funghi pioppini e noci senza latticini (di Anna Pernice)


Pizza con friarielli, provola e colatura di alici (di Daniela Marfisa)


Pizza con patate schiacciate, provola, cavolo, formaggio grattugiato, sale, pepe e prezzemolo (di Maria Consiglia Izzo e Teresa Ciardi)

Le pizze sono state egregiamente accompagnate da tre vini d’eccezione, ovvero: il bardolino chiaretto spumante Villabella, la falanghina dei Campi Flegrei di Agnanum e lo champagne MonMarthe.

Leave a reply