SOS Family Business: su Italia 2 un reality per le imprese familiari in crisi

dicembre 17, 2015 / Curiosità, News

In tempi di crisi anche i reality ne parlano. E’ il caso di SOS Family Business, un format TV di 4 puntate che va in onda on air ogni mercoledì su Mediaset Italia2 alle ore 20.30.
In giro per l’Italia un team composto  da un esperto business manager (Antonio Maurizio Gaetani) e da una visual consultant (Alysa Weinstein Gravina) cerca piccole aziende in difficoltà. Quando gli affari di famiglia non sono più buoni affari intervengono loro! In sintesi, dopo una chiamata di “SOS” da parte di un’azienda famigliare, il team si sposta a bordo di un Master allestito come ufficio per andare ad aiutare queste piccole realtà imprenditoriali a migliorare e boostare il proprio business.
Protagonista della prima puntata, andata in onda ieri, mercoledì 16 dicembre, è la falegnameria Tarantini, un’azienda a conduzione famigliare gestita da papà Stefano (52 anni, bravo ebanista, ma testardo) coadiuvato da nonno Sergio (81 anni e con tanto “sale in zucca”) e la figlia si Stefano, Giulia (21 anni, forzata dal papà a lavorare nella falegnameria). L’azienda da qualche tempo registra delle difficoltà, perciò Giulia – che imputa quasi tutte le colpe al papà – ha lanciato l’SOS. Alysa subito riscontra delle pecche: il sito internet da sempre trascurato, lo show room abbandonato a se stesso, il disordinatissimo ufficio adibito a cantina. Antonio, più concentrato sui conti, riscontra che l’azienda ha registrato un forte calo delle vendite negli ultimi anni con l’avvento delle multinazionali. In più tra le spese sostenute figurano dei macchinari mai utilizzati (il cui costo, dunque, non è stato mai ammortizzato) e un eccessivo consumo di carburante legato ovviamente all’utilizzo di un veicolo datato. Ma a quanto pare anche l’attività di pubbliche relazioni – ruolo di Giulia-. non va a gonfie vele: dai filmati registrati dalle microcamere che Antonio e Alysa hanno piazzato in falegnameria, emerge che un cliente abbandona stufo il locale perché Giulia, anziché ascoltarlo e intrattenerlo, lo lascia solo per fare il caffè.
E’ il momento di passare all’azione: Antonio consiglia di puntare sulla tradizione, sulla qualità e sul lavoro di squadra (qui gioca un ruolo fondamentale il rapporto padre/figlia e la figura del nonno). Dunque bisogna riposizionare l’offerta e il target.
Durante i lavori di ristrutturazione del locale, Stefano e Giulia finalmente iniziano a dialogare (di solito litigano, anche per questioni banali, come l’agenda che non si trova), nonno Sergio trova dei bozzetti appartenenti a suo padre che lo motivano a essere nuovamente il punto di riferimento dell’azienda. Dopo una notte Stefano, Giulia e Sergio si trovano ad avere un’insegna con un marchio adeguato che comunica bene lo spirito della loro azienda (“Famiglia Tarantini – Ebanisteria – Falegnameria – Arredamenti – Restauro”), uno show room e un ufficio di tutto rispetto, un sito internet attraverso il quale poter vendere i loro mobili e un nuovo veicolo a bassi consumi ed alta capacità di carico. Missione compiuta: la squadra Tarantini è stata formata!
RENAULT Italia attraverso questo format parla di un’Italia che lavora, ci crede, spera e va avanti. L’appuntamento è ogni mercoledì su Italia 2 con #sosfamilybusiness!

 

 

Buzzoole

Leave a reply