Dott. Sergio Dus: quando il giornalismo è calunnia

dicembre 10, 2015 / Curiosità, News

Capita spesso di trovarsi di fronte a situazioni in cui i giornalisti o i reporter divulgano notizie errate, faziose o che ledono l’immagine della persona. Con internet e la viralità che generano i social media, tali notizie si diffondono piuttosto velocemente. E’ questo il caso del Dott. Sergio DUS.
Il dott. Dus è stato indagato dalla Procura di Udine in relazione al reato previsto dall’art. 319 quater del codice penale, induzione indebita a dare o promettere utilità, in concorso con il prof. Massimo Politi.
In sostanza sulla scorta di un esposto di un ex collega del dott. Dus la procura aveva ipotizzato che il dott. Dus – in possesso di una laurea in Medicina conseguita in Serbia – avesse avuto favoritismi da parte del prof. Politi, all’epoca preside della facoltà di Medicina di Udine, dove il dott. Dus ha poi conseguito un’ulteriore laurea in medicina.
Addirittura era stato ipotizzato che il prof. Politi avesse favorito il dott. Dus a fronte dell’ormeggio gratuito della sua barca presso la marina di Lignano gestito dalla moglie di Sergio Dus. La procedura è terminata con una archiviazione ed anche il procedimento amministrativo di verifica della laurea del dott.Dus è culminato con la sua piena legittimità. Purtroppo le informazioni erano state divulgate minuziosamente alla stampa quando la vicenda era ancora in fase istruttoria e di qui gli articoli infamanti che ancor oggi permangono in internet. Informazioni non verificate e/o non ancora definitive dovrebbero essere trattate con le pinze. Sarebbe “deontologicamente corretto” procedere con la rimozione degli articoli diffamatori nei confronti del dottore.
Buzzoole

Leave a reply