Il quarto appuntamento annuale di Creattiva, svoltosi a Napoli (presso la Mostra d’Oltremare) dal 6 all’8 novembre, ha coinvolto un numero enorme di appassionati, aziende e creativi non solo napoletani.
L’evento è il pianeta della fantasia all’ennesima potenza applicata alle arti manuali: patchwork e quilting, agopittura, stencil e decorazione, bigiotteria e ricamo, cucina creativa e feltro. E poi, punto croce, découpage, stamping, candele, pittura, lavori d’ago, decorazioni, bricolage, e tante, tantissime altre arti manuali! Un mix tra innovazione e semplicità, tra novità e riciclo, tra passione e curiosità, in grado di riunire attorno allo stesso evento un popolo multigenerazionale che più diverso non si può. Creattiva è anche il luogo in cui sono riscoperte antiche arti, a tutto beneficio in particolare delle nuove generazioni.
La passione Creattiva attraversa l’Italia da nord a sud e da ovest a est! Dieci infatti le Regioni rappresentate, che vanno dalla Valle d’Aosta alla Puglia. La rappresentativa più numerosa tocca alla regione ospitante: 31 infatti le imprese della Campania. Seguono la Lombardia (18 imprese) e il Veneto (6). A Napoli Creattiva si respira anche aria d’Europa, grazie ad una impresa proveniente dalla Spagna.
In fiera è possibile trovare tutto ciò che serve per soddisfare la propria passione creativa: dai tessuti alle componenti per bigiotteria, dalle paste modellabili ai colori, dai filati alla carta…ma non solo! Creattiva si rivolge anche ad un pubblico di visitatori amanti del bello e del fatto a mano, perciò in fiera è possibile trovare anche bijoux, borse, accessori per la casa, idee regalo  uniche perché create dalle sapienti mani di artigiani ed hobbisti che ivi espongono le loro creazioni, le personalizzavano in aderenza alle richieste dei clienti e tengono corsi. Infatti Creattiva non è solo esposizione e vendita di prodotti, ma è soprattutto una fiera esperienziale che propone al visitatore decine di corsi e dimostrazioni per apprendere direttamente dai professionisti tecniche e segreti dell’arte creativa.
La manifestazione, ideata e organizzata da Promoberg Fiera Bergamo, vuole essere anche un’opportunità per i giovani di talento che non hanno ancora potuto far emergere tutto il proprio valore. In quest’ottica, all’ottima sinergia con la Mostra d’Oltremare, si somma la più che proficua collaborazione con l’Assessore ai Giovani, Creatività e Innovazione del Comune di Napoli, Alessandra Clemente. Una sinergia che ha dato la possibilità per il terzo anno consecutivo ai giovani creativi napoletani – quest’anno dodici – di esporre gratuitamente in fiera.
Le amanti del cake design, infine, hanno la possibilità di vedere il dolce realizzato con le proprie mani esposto e ammirato da migliaia di persone in fiera. Il tutto grazie al contest l'”Oro di Napoli” promosso da Promoberg Fiera Bergamo e Pavoni.

 

 

Leave a reply