“PER AMOR VOSTRO”: il film con Valeria Golino oggi alla Mostra del Cinema di Venezia. Dal 17 settembre in sala

settembre 11, 2015 / Cinema, Tempo libero

Anna (Valeria Golino), la protagonista assoluta del film, è stata una bambina spavalda e coraggiosa. Ma a causa dei tanti e diversi stimoli esterni, che generano confusione soprattutto nei soggetti più sensibili, non sempre la crescita è evoluzione… Da grande Anna diventa una donna, una femmina napoletana in tutto e per tutto: questo è bene sottolinearlo in quanto quel senso di altruismo che generalmente connota il gentil sesso, nelle femmine napoletane diviene talvolta estremo senso del sacrificio. Le mamme napoletane (Anna è mamma amorevole di tre adolescenti, due ragazze e un ragazzo sordo, infatti le scene in casa sono quasi tutte in lingua dei segni) sono apprensive, annullano se stesse pur di aiutare i propri figli; le donne napoletane dedicano intere giornate alla casa e ai propri mariti, ne subiscono lo stress, ne camuffano gli errori, a volte ne sono vittima (Anna per quieto vivere sorvola sulle attività del marito). Una frase significativa del film, che pronuncia la protagonista, è: “a furia di dirlo sono diventata anch’io una cosa da niente”. In conseguenza a tutte le scelte che è stata costretta a fare per il bene dei suoi cari – “per amore vostro” per l’appunto -, Anna si è annullata; a forza di essere succube è diventata refrattaria a qualsiasi stimolo esterno, un colore vale l’altro, diventa “una cosa da niente”… Vive insomma una vita in bianco e nero! L’unica cosa che non è stata contaminata dal suo sguardo grigio è il mare, nonostante affermi di averne paura. Perché è rassicurante, dopo la tempesta ritorna comunque bello, ancora più bello…


Solo alla fine del film Anna riprende a vedere il mondo a colori, quando ritrova il “coraggio di vivere” e si libera dai fantasmi del passato Inizia un nuovo lavoro (suggeritrice per la televisione) e incontra Michele (Adriano Giannini), un attore del quale si innamora: quell’”amore” che ai tempi del suo matrimonio era illusione, diventa amore vero; Michele riesce a toccarle le pieghe del suo essere e a ridarle quella speranza che ormai aveva perso da tempo. Un film che ci spinge a riflettere su quanto siamo “esseri consapevoli”, che ci ricorda di vivere non subendo gli errori e le ripetizioni, evitando le scelte “di comodo” che forse tanto comode non sono…
I temi della criminalità organizzata, del lavoro precario, della povertà del sud Italia, ma anche dell’amore per la famiglia, delle tradizioni popolari napoletane sono sempre molto presenti in tutto il film.
“Per amor vostro” è in concorso al 72° Festival Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La proiezione ufficiale avverrà oggi, 11 settembre. Il film uscirà in sala il 17 settembre.


Buzzoole

Leave a reply