Social World Film Festival, Alessandro Haber: “Credo nei giovani talenti e li aiuto perché è stata dura anche per me”

luglio 6, 2015 / News, Personaggi

A calcare il palcoscenico della seconda serata della mostra internazionale del cinema sociale è stato Alessandro Haber, emozionatissimo dopo aver visto il video tributo preparato dal Social World Film Festival per celebrare la sua carriera: “Ho visto tutto un pezzo della mia vita lì dentro, dal mio debutto a 18 anni fino all’altro giorno… ho ripercorso per un attimo tutto l’entusiasmo, l’amore e la dedizione che ho dato.”

Haber ha parlato del suo rapporto con i registi italiani con cui ha collaborato nel tempo, fra i quali Pupi Avati, Mario Monicelli e Nanni Loy. “Sono molto legato ai miei primi registi, in particolare a Bellocchio e Moretti. È lì che sono iniziati i miei sogni, mi piacerebbe rilavorare con loro, ma mi piacciono molto anche Sorrentino, Garrone e Virzì”.
Alessandro Haber è anche scopritore di talenti, come è successo con Giuliana de Sio: “Quando vedo e riconosco il talento in qualsiasi campo cerco sempre di aiutare, consigliare. Lo faccio perché so come è stata dura per me”. Inoltre, il suo rapporto con i giovani: “Ci sono tanti giovani registi in cui credo molto perché hanno un tipo di entusiasmo e una forza incredibile. Attraverso loro vedo me stesso com’ero una volta”. Poi, un focus sulla situazione degli attori e della fiction italiane: “Non abbiamo la tredicesima, la quattordicesima, ci sono amici che non lavorano da un anno, sono senza una lira, vediamo sempre gli stessi volti, vediamo in queste fiction dei cani mostruosi che non sanno neanche parlare”.
Infine, la sua passione per la musica e il rapporto con Francesco De Gregori che ha scritto per lui “La valigia dell’attore”: “È una canzone struggente che ha centrato tutto il mondo degli artisti con una sensibilità unica. Lì dentro c’è tutta la nostra vita di attori, meravigliosa e faticosa. E’ una missione la nostra, una malattia.
Per lui, poi, il Golden Spike Award alla carriera e la firma sulla lastra di bronzo del “Wall of fame”, il monumento dei famosi di Vico Equense, che si trova in Piazza Kennedy – Arena Loren.

LA SERATA. Durante la serata sono stati proiettati gli spot “L’oro della prevenzione” del regista Giuseppe Bucci, un omaggio ai 60 anni del celebre film “L’oro di Napoli”, incentrati sulla prevenzione del cancro alla prostata e promossi dalla Fondazione Prosud. Rosaria De Cicco e Gino Rivieccio, che hanno partecipato alla realizzazione degli spot, sono stati premiati insieme al regista, per la capacità di coniugare ironia e impegno sociale.

I PRIMI PREMI. È stata la volta anche dei primi vincitori: il lungometraggio “Janara” di Roberto Bontà Polito e il corto “Corso Dante” di Gianni Saponara per la Selezione Focus, dedicata alle opere realizzate nel Mezzogiorno d’Italia che sono state visionate e votate da una giuria popolare; mentre Simone Paralovo è stato premiato per “Dindalò” all’interno della selezione “La Città del Cortometraggio”.

OGGI CINEMA IN SPIAGGIA. La giornata di oggi inizia alle 19,00 con l’aperitivo di inaugurazione della mostra “Il manifesto cinematografico nel mondo”, esposizione di manifesti cinematografici provenienti da tutto il mondo organizzato dalla Galleria Guildenstern e accessibile tutti i giorni fino alla conclusione del festival.
Alle 21,00 invece, sarà la volta di una prima assoluta del Social World Film Festival: proiezioni sulla spiaggia della Marina di Vico, un’occasione speciale per godere dei meravigliosi scorci paesaggistici della Penisola Sorrentina, stretta tra il mar Tirreno e i Monti Lattari, mentre si guardano film comodamente seduti su una sedia a sdraio a piedi nudi sulla sabbia.

LA SERATA DI MARTEDÌ. Tutto pronto intanto per la serata di martedì 7 luglio per l’“Omaggio a Lucio Dalla”, da Largo De Curtis, Museo del Cinema, che vedrà la proiezione in anteprima mondiale del documentario “Lucio Dalla e Sorrento, i luoghi dell’anima” di Raffaele Lauro, con la partecipazione dell’autore e regista ed ospite d’onore Violetta Elvin. In contemporanea si inaugurerà la mostra fotografica “Lucio Dalla e Sorrento” a cura di Antonio Fattorusso. La mostra è organizzata in collaborazione con il Comune di Sorrento e resterà aperta fino a fine festival.

IL FESTIVAL. Centinaia di opere in proiezione, che verranno valutate da ben 5 giurie (“Qualità” presieduta dal regista Stefano Incerti, “Critica”, “Ragazzi”, “Giovani”, “Popolare”), impreziosite dalla presenza di tante anteprime europee e mondiali, fra le quali il docu-film“Lucio Dalla e Sorrento, i luoghi dell’anima” (7 luglio), e omaggi al cinema italiano e ai suoi protagonisti, come le serate evento dedicata a Francesco Rosi e Virna Lisi (9 luglio) e a Eduardo De Filippo e Totò, con la partecipazione di Liliana de Curtis (10 luglio).
Mercoledì 8 luglio alle ore 21, attesissimo appuntamento con il maestro Luis Bacalov, Premio Oscar nel 1996 per la colonna sonora de “Il Postino” – ultimo film girato dall’indimenticabile Massimo Troisi – che si esibirà in un concerto nel quale ripercorrerà la sua carriera artistica e i suoi più grandi successi tratti da pellicole di Fellini, Pasolini, Scola e Monicelli. Tra i prossimi ospiti attesi Riccardo Scamarcio (9 luglio), la madrina Valeria Golino e Leo Gullotta (entrambi il 10 luglio), e Andrea Osvart (11 luglio).

Leave a reply