Il nuovo menù invernale di Spicchi d’Autore

Dicembre 16, 2019 / Cibo, Locali

Giovedì 19 dicembre alle ore 20.00 in via Gaetano Poli 43 a Portici (NA), la Pizzeria Spicchi D’Autore presenterà alla stampa di settore il rinnovato menù invernale. L’evento è coordinato da Renato Rocco, direttore de La Buona Tavola Magazine. 


Accoglierà gli ospiti l’Antipasto dei Monzù composto da una crostatina alla finanziera, uovo alla monachina e crocchetta di crema di pollo. Le pizze, realizzate con prodotti esclusivamente di stagione a marchio DOP, IGP, PAT e SLOW FOOD, sono pura esaltazione del territorio. Per l’occasione due saranno le pizze A SCELTA in degustazione composte da quattro spicchi di gusti diversi.  
La prima pizza sarà composta da: 

  • Uno spicchio di “Margherita”
  • Uno spicchio di “Zucca e Taleggio” con fior di latte, zucca e taleggio
  • Uno spicchio di “Raffinata” con fior di latte, noci e blu di bufala
  • Uno spicchio di “Lardiata” con fior di latte, lardo di colonnata e pere all’uscita

La seconda pizza sarà composta da: 

  • Uno spicchio di “Cetara” con fior di latte, tonno di Cetara, cipolle di Montoro e granella di pistacchio
  • Uno spicchio di “Ariccia” con fior di latte, porchetta di Ariccia e patate viola
  • Uno spicchio di “ReBaccalà” con fior di latte, pesto di pistacchio, filetti di baccalà e chips di baccalà all’uscita
  • Uno spicchio di “Napulè” con ragù, friarielli e polpette al ragù 

Terminano il banco d’assaggio due proposte di dolci: la classicissima Pastiera Napoletana e Le Bombette, pasta di pizza fritta guarnita a scelta tra ricotta, zucchero e limone, cioccolato bianco e pistacchio.  
Spicchi d’Autore è l’unica pizzeria ad offrire la possibilità di provare su un’unica pizza fino a 4 spicchi di gusti differenti. La combinazione degli spicchi consente quindi di non dover fare una scelta esclusiva, ma di poter tranquillamente soddisfare più gusti. La base, gustosa e digeribile, delle pizze è il risultato dell’esperienza dei pizzaioli che nel tempo hanno imparato a combinare la temperatura e il grado di durezza dell’acqua, la quantità di lievito e di sale e la giusta percentuale di idratazione della pasta in modo da offrire una pizza deliziosa in tutte le stagioni. A questo vanno aggiunti altri due elementi fondamentali: la lunga lievitazione e la farina con germe di grano. La digeribilità e la leggerezza dell’impasto, che non procura sensi di gonfiore e pesantezza, sono legate alla sua lenta lievitazione di almeno 24/48 ore. Il gusto e la fragranza che ne caratterizzano il sapore sono frutto di una miscela di farine contenenti germe di grano attivo, un elemento salutare che ha effetti benefici sul corpo.

Leave a reply