Il Maestro sartore Raffaele Antonelli riceve il premio “Carlo La Catena”

ottobre 31, 2018 / Curiosità, News

Medaglia d’argento di benemerenza civica per l’impegno a favore dei più deboli e per la continua valorizzazione dei giovani talenti: queste le motivazioni che hanno spinto l’associazione – che opera in memoria del vigile del fuoco campano caduto nel 1993 durante l’attentato di via Palestro, a Milano – a premiare Raffaele Antonelli.

Sono profondamente commosso e orgoglioso di questo riconoscimento – ha sottolineato il sarto – .Ai ragazzi che lavorano con me cerco di insegnare quello che io e tanti della mia generazione abbiamo dovuto, invece, rubare. Per il futuro mi auguro di fare ancora di più e di continuare a rappresentare l’eccellenza napoletana, in Italia e all’estero”.
Lello, come lo chiamano clienti e amici, è oggi il Delegato regionale dell’Accademia Nazionale dei Sartori e il Direttore Nazionale del concorso “Forbici d’Oro”; realizza abiti e accessori ricercati per imprenditori e professionisti, contribuendo a tramandare lo stile del “made in Italy”. Eppure, uomo dallo spiccato spirito filantropico, non ha mai perso di vista il suo obiettivo: dare una mano a chi si trova in difficoltà. Non a caso, già nel 2003 partecipa a un progetto di due anni a favore dei ragazzi disagiati della 167 di Secondigliano; qualche tempo dopo, nel 2007, è docente di sartoria nella casa circondariale femminile di Pozzuoli e presso la casa di correzione minorile di Nisida. Esperienze del passato che lo hanno segnato nel profondo, consentendogli di trasformare il suo talento in occasione di riscatto per il prossimo.
Il suo atelier, nato nel 1985 e situato attualmente in via dei Mille, cuore pulsante della moda partenopea, è oggi frequentato da coloro che sono in cerca di abiti di alta qualità. Nello show room è possibile “toccare con mano” stoffe e materiali impiegati per la realizzazione dei prodotti finali, provenienti da ogni parte del Mondo e assolutamente unici nel proprio genere.

Leave a reply