Martedì 3 ottobre 2017, alle ore 11:30, presso Pio Monte della Misericordia, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di “Caravaggio inSegni! – L’arte raccontata in Lis, tablet e guida bilingue”: un nuovo progetto di integrazione culturale, di sensibilizzazione e di turismo accessibile si presenta ufficialmente, per la prima volta in assoluto, al sito storico di via dei Tribunali n° 253. Il progetto, ideato dal Pio Monte della Misericordia e l’associazione culturale Curiosity Tour, è un nuovo modus di approcciarsi e visitare l’indiscusso capolavoro del “Caravaggio” e le altre importanti opere custodite all’interno dell’antico istituto napoletano. Rinnovando la sinergia di lavoro tra le parti, ora le visite guidate – a partire da domenica 8 ottobre – saranno possibili in bilingue, italiano e lingua dei segni (Lis), in modo da creare realmente integrazione tra i visitatori non udenti e udenti, e anche in maniera tecnologica con l’uso di nuovi tablet. Il progetto nasce in collaborazione con la Scuola Counselis e ambisce, abbattendo barriere di ogni tipo, a far avvicinare “ogni bambino, ogni donna e ogni uomo” a uno dei luoghi più emblematici di Napoli: il Pio Monte della Misericordia.

Alla presentazione sono intervenuti: Nino Daniele, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Alessandro Pasca Di Magliano, Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Maurizio Burale, Responsabile eventi e visite guidate del Pio Monte della Misericordia, Germana Falibretti, Presidente dell’associazione culturale Curiosity Tour, Stefania Russo, Manager culturale e guida turistica abilitata della Regione Campania.

Il Progetto

Il progetto di turismo accessibile “Caravaggio InSegni!” è fruibile dal giorno 8 ottobre 2017 – il collegamento ai dettagli dell’evento sarà sempre reperibile sul sito web www.curiositytournapoli.it, nella sezione  “We Love Lis” dell’associazione Curiosity Tour e sul sito del Pio Monte della Misericordia- in modo continuativo per tutto l’anno accademico 2017/2018. Da esso si accederà a un menù che propone la presentazione del progetto, il suo funzionamento e la piantina del Pio Monte della Misericordia, dove sono indicate le opere per le quali è stato approntato l’apparato interattivo-didattico per i non udenti.

Per la prima volta, il capolavoro “Sette opere della Misericordia”  di Michelangelo Merisi da Caravaggio e i principali dipinti presenti in Chiesa e in quadreria, come  “San Pietro liberato dal carcere” di Battistello Caracciolo e la “Deposizione” di Luca Giordano, saranno accessibili grazie alla presenza di 5 video in Lis caricati su tablet, disponibili già in biglietteria. Il servizio di video-guide su tablet potrà essere utilizzato da persone sorde, unitamente a un servizio di visite guidate personalizzate, con guida e interprete Lis, che potranno essere prenotate dal visitatore sordo attraverso il sito www.piomontedellamisericordia.it , nella sezione “Pianifica la tua visita”/Visite con Lis/Sensoriali”.

Le video-guide su tablet si compongono di due momenti: dapprima un’introduzione alla storia del Pio Monte della Misericordia e della sua quadreria, seguita dalla  visita alla Chiesa, dove si trova l’opera più importante “Sette Opere di Misericordia” del Caravaggio”; successivamente, si proseguirà verso la Quadreria per consolidare le informazioni acquisite e mettere in risalto le opere più importanti della collezione. Considerata l’importanza culturale e sociale del progetto, dopo un primo periodo di sperimentazione, ora è previsto che questo format si trasformi in un calendario di appuntamenti a cadenza almeno trimestrale, ovviamente sempre disponibili anche su prenotazione. Per le video guide in Lis, è possibile usufruire in ogni momento dei tablet tramite il Pio Monte della Misericordia. In questo caso il sito si doterà di un numero congruo di supporti da mettere a disposizione dei visitatori. Il costo del biglietto della visita bilingue è di 5 euro per gli utenti sordi e 12 euro per tutti gli altri utenti.

In Italia le persone audiolese sono circa 100 mila di cui 65 mila sordi gravi, spesso scarseggiano progetti ed idee di coinvolgimento, soprattutto a livello turistico. L’impegno del progetto è volto a creare quante più opportunità possibili per ridurre i disagi e creare integrazione. Infatti, il progetto nasce da un’idea dell’associazione Curiosity Tour e Pio Monte della Misericordia, un progetto di turismo accessibile rivolto ai sordi ma che allo stesso tempo ha tra i suoi obiettivi l’integrazione sociale tra non udenti e udenti.

Per le visite guidate bilingue in italiano e Lis, è necessario prenotare a Curiosity tour:

tel/ sms/ whatsapp: 3292885442 / 3711300813 |email: curiositytour@gmail.com

LA LISTA DELLE OPERE

Questa è la lista dei dipinti e degli elementi d’arredo interessate dal progetto “Carvaggio InSegni!”:

  • Le Sette Opere della Misericordia di Michelangelo Merisi da Caravaggio
  •  San Pietro liberato dal carcere di Battistello Caracciolo
  • Cristo ospitato in casa di Marta e Maria e San Pietro resuscita Tabhità di Fabrizio Santafede
  • Deposizione di Luca Giordano
  • Il buon Samaritano di Giovan Vincenzo d’Onofrio detto il Forlì
  • San Paolino libera lo schiavo di Bernardo Azzolino
  • Collezione di bozzetti di Francesco De Mura
  • Deposizione di Giovanni Baglione
  • Coretto e chiesa
  • Tavolo del Governo

CHE COS’È LA SORDITÀ

La sordità viene detta “disabilità invisibile”: non si vede, non è evidente nelle persone ma diventa riconoscibile solo al momento della comunicazione creando esclusione, isolamento e facendo sì che le persone sorde non sempre ricevano da parte degli udenti tutte le attenzioni e la disponibilità di cui avrebbero bisogno. La sordità è per questo una disabilità che si può considerare grave, non tanto dal punto di vista patologico, quanto dal punto di vista delle sue implicazioni sociali, colpisce la dimensione relazionale e comunicativa dell’individuo quindi il suo essere in società. È all’interno di questo contesto che possiamo capire l’importanza della Lingua dei Segni, una lingua vera e propria, che sfruttando fondamentalmente il canale visivo nella comunicazione, costituisce in modo innato e spontaneo la lingua naturale delle persone sorde. Per far sì che il rispetto dei diritti fondamentali di tutti sia vero e totale, è importante proporre e incoraggiare anche in Italia, così come è avvenuto e sta avvenendo negli altri paesi Europei, l’espressione dei sordi e della loro lingua, cercando di costruire per loro momenti, spazi e strumenti adeguati, elementi di cui può essere molto ricco il nostro patrimonio artistico.

Progetto “Carvaggio InSegni!”

Direzione e coordinamento del progetto a cura di Curiosity Tour e  Pio Monte della Misericordia

con la collaborazione di Costanza Giuliani per Counselis, scuola d’interpretariato e lingua dei segni

Sviluppo del progetto a cura di Curiosity Tour

Realizzazione testi e voce video Stefania Russo

Traduzione in LIS e realizzazione video di Costanza Giulia, interprete Lis, Valeria Buonomo, interprete Lis

Sottotitoli a cura di Viviana Tomassetti

Riprese video e montaggio a cura di Sofia Karakachoff

Progetto finanziato dal Pio Monte della Misericordia

Progetto realizzato d’intesa con il Soprintendente Pasca di Magliano e il Governo tutto

Realizzazione multimediale a cura di Germana Falibretti

Coordinamento e segreteria organizzativa: Germana Falibretti e Stefania Russo

La lingua dei segni italiana è una lingua storico-naturale, espressione di una comunità: la comunità dei sordi italiani. 

La LIS possiede anche una sua struttura ed una sua sintassi ed è una vera e propria lingua, come l’inglese, il francese, il tedesco. 

La LIS è una lingua e non un linguaggio. E’ la lingua dei sordi, e non dei sordomuti.

Leave a reply