Anna Capasso: “stop al mio prossimo videoclip, ma faccio il tifo per il dottor Ascierto!”

Marzo 24, 2020 / Notizie

Tra i numerosi artisti “costretti” a rimanere a casa e a veder “sospeso” per il momento il proprio lavoro culturale c’è anche la cantante e attrice Anna Capasso che proprio in questi giorni avrebbe dovuto realizzare il videoclip del suo nuovo singolo che segue l’uscita del precedente inedito “Come pioggia”.

«È da un mese che avevamo iniziato la lavorazione, appena sono tornata da Sanremo dove sono stata ospite musicale a “Casa Sanremo” – ha dichiarato Anna Capasso – il mio producer musicale Massimo D’Ambra ha ultimato il mastering del nuovo singolo. Poi è arrivata la “doccia fredda” e sono stata costretta a interrompere ogni attività. Ero ovviamente già d’accordo sulla sospensione, ma il produttore artistico Claudio Poggi ha categoricamente fermato me e tutto il gruppo di lavoro che, con me, ha continuato a provare fino al momento dello stop. Era tutto già pronto, ormai, dovevamo solo girare le scene del videoclip, un brano molto “fresco”, dal sapore estivo, con più personaggi, colori e cambi di scena, totalmente diverso dal precedente… Pensiamo positivamente, dai, è solo tutto rimandato. Così come sono state rinviate le riprese di una serie televisiva per la Rai che stavo girando come attrice con colleghi di grande spessore. Ora auguriamoci innanzitutto di stare bene e di superare questo momento durissimo per il mondo intero. Stiamo vivendo una situazione surreale, sembra un brutto sogno dal quale abbiamo tutti la volontà, e la necessità, di svegliarci prima possibile. Speriamo nella ricerca scientifica, sono felicissima dei risultati raggiunti finora dal caro amico Paolo Ascierto, con il quale mi pregio di collaborare artisticamente per la Fondazione Melanoma, di cui è presidente, e dai suoi colleghi Franco Buonaguro e Vincenzo Montesarchio. Paolo è  direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative del “Pascale”. Un mio particolare augurio e pensiero va anche a tutte le donne che stanno per diventare mamma e a quelle che stanno affrontando le cure mediche per combattere il cancro».

Leave a reply